Flash Feed Scroll Reader
feb 012015
 

A Tursi, il 31 gennaio 2015, nella bella sala “Papa Benedetto XVI” è stato presentato il libro “Gocce di memoria” di Antonio Rondinelli. Il prezioso volume ripercorre la storia gloriosa dell’Azione Cattolica diocesana.
All’incontro, oltre al folto pubblico, hanno partecipato il vescovo Francesco Nolè, l’on. Cosimo Latronico, il sindaco di Tursi Giuseppe Labriola, il parroco di Tursi don Battista Di Santo, l’assistente diocesano di AC don Gianluca Bellusci, la presidente dell’Azione Cattolica Diocesana Carmela Luglio. La conferenza è stata moderata da Mario Lamboglia.

La conferenza

Le interviste ad alcuni componenti storici dell’Azione Cattolica tursitana

L’inno dell’Azione Cattolica con entusiasmo improvvisato alla fine dell’iniziativa in onore del sodalizio e del volume di Antonio Rondinelli

L’intervista ad Antonio Rondinelli rilasciata in occasione della presentazione dell’evento

gen 312013
 

Il presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza ha partecipato questa mattina, assieme all’Arcidiocesi di Potenza – Muro Lucano – Marsico Nuovo, all’udienza generale di Papa Benedetto XVI, presso la Città del Vaticano. L’udienza ha visto la partecipazione di un massiccio numero di pellegrini provenienti dalla Basilicata, accompagnati dall’ Arcivescovo mons. Superbo e dai sacerdoti, a dimostrazione di quanto la fede e la devozione siano parte integrante della cultura del popolo lucano.

Il Papa ha dato alla nostra regione, a rappresentare la quale oltre all’Arcidiocesi e al presidente della Provincia, c’erano anche il presidente della Regione Vito De Filippo, il sindaco di Potenza Santarsiero ed altri amministratori,  un messaggio di fiducia e di speranza per il futuro, ricordando la  gradita donazione da parte dell’artista Franco Artese, di Grassano (Matera), su iniziativa della Regione e dell’Apt, del presepe lucano, esposto quest’anno in piazza San Pietro, e sottolineando il grande valore dell’arte lucana.

Ed è proprio opera di un artista cittadino onorario della nostra regione, ovvero del Maestro Giuseppe Antonello Leone, la scultura in bronzo che il presidente Lacorazza ha offerto oggi in dono al Papa, come simbolo della storia del nostro territorio e del cammino intrapreso verso la modernità.

L’opera originale è stata ideata ed eseguita dal maestro Giuseppe Antonello Leone ed è stata realizzata nel laboratorio del fonditore Gennaro Mercogliano con la tecnica della fusione a terra (antichissimo procedimento rimasto identico da millenni) in pezzi unici con ritocchi e patina eseguiti ad alto livello artigianale. (r.s.)

 

lacorazza

 

ott 152012
 

Nell’Anno della Fede, appena inaugurato da Sua Santità, Papa Benedetto XVI, approderà in Calabria, dal 25 al 27 ottobre prossimi, AUREA, la Borsa del Turismo Religioso e delle Aree Protette, giunta alla sua settima edizione. Con questo grande evento di promozione, la Regione Calabria, per volontà del presidente Scopelliti, intende rafforzare il valore e la qualità del proprio patrimonio turistico-religioso. La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana e con l’ENIT (Agenzia Nazionale del Turismo), si terrà nella suggestiva cornice del Santuario di San Francesco da Paola. Da qualche anno, con l’intenzione di sostenere la cultura dei luoghi mantenendo la storia dell’uomo al centro del suo universo di valori, anche la Chiesa partecipa a simili eventi di promozione. A tal proposito, in attesa del suo intervento nel convegno di apertura dell’evento, che si terrà nella sala convegni della Nuova Aula Liturgica della Basilica di San Francesco a Paola (CS) il prossimo 25 ottobre alle ore 10.30, abbiamo ascoltato l’intervento del Direttore dell’Ufficio Pastorale Sport, Turismo, Tempo Libero della Conferenza Episcopale Italiana, Mons. Mario Lusek. “Da sempre il viaggio è una metafora dell’esistenza. Le prime forme di viaggio dell’uomo hanno sempre avuto come destinazione una meta a carattere religioso. L’uomo viatore, ovvero l’uomo viaggiatore, l’uomo camminatore, il viandante, è da sempre a noi familiare sia per la sua ricerca di senso e di significato sia per la ricerca di mete diverse per incontrare tradizioni e culture opposte alle sue. Un cammino di ricerca fatto solo per conoscere l’altro. L’arte di viaggiare è senza dubbi un modo concreto capace di mettere al centro dei riferimenti la persona, che così può valorizzarsi e rispondere alle domande fondamentali della vita: chi sono, dove vado, perché vivo, quale è la meta finale del mio esistere? Proprio per questo, anche la Chiesa si occupa di turismo, perché sa di avere una competenza educativa e un’attenzione particolare verso il pellegrino, l’uomo viaggiatore. Spesso – afferma don Mario Lusek – ci chiedono perché la Chiesa partecipa a Borse di turismo religioso o ad iniziative di natura economica che promuovono territori particolari, attraverso tecniche di marketing. L’Ufficio Pastorale della CEI che si occupa di tempo libero e sport sa che l’attenzione sta crescendo in tal senso e che gli Enti locali, le Regioni e lo Stato hanno individuato da tempo nella risorsa turismo una possibilità di ripresa economica, in particolare per il Mezzogiorno d’Italia. La Chiesa non solo condivide questa impostazione, ma si affianca a simili iniziative per apportare il proprio contributo culturale. Promuovere la cultura del viaggio, la cultura del turismo, mettendo l’uomo sempre al centro dei suoi movimenti, quell’uomo che valorizza i territori che visita, facendoli riscoprire in maniera diversa. Un territorio che non rappresenta soltanto un luogo geografico ma, in particolare, un territorio come dimora dell’uomo, come luogo di incontro tra culture diverse. Ciò per far sì che l’uomo si senta accolto come a casa propria, trovandosi familiare con l’ambiente che incontra, lì dove ci sono vari elementi che convergono su un unico punto: l’elemento dell’ambiente, del paesaggio, della cultura locale, dei sapori e dei gusti ma, soprattutto, della bellezza dei luoghi. Proprio attraverso la bellezza dell’essere, nonostante i pochi giorni che si vivono in quel luogo, – conclude don Mario Lusek – l’uomo può arricchirsi dell’elemento più difficile che si incontra in un viaggio: la conoscenza dell’altro”.

 

 

 

 

 

set 032012
 

Si svolgerà a Lauria, il prossimo 15 settembre, un appuntamento importante per focalizzare i nuovi obiettivi del Turismo nell’Area Sud della Basilicata.
L’Assessore regionale alle Attività Produttive Marcello Pittella ha organizzato una giornata nella quale si evidenzieranno le strategie lucane in un settore nevralgico com’è quello della promozione turistica e culturale dei territori. L’occasione è data dall’accordo che la Regione Basilicata siglerà con le Opere Romane Pellegrinaggi in occasione dell’Anno della Fede proclamato da Papa Benedetto XVI. L’importante evento, nel corso dei mesi coinvolgerà centinaia di migliaia di pellegrini che giungeranno in Italia da ogni dove e che potranno trovare nella Basilicata, una terra incantevole e ricca dei segni di una religiosità profonda.
Il 15 settembre saranno proprio a Lauria i massimi vertici di Opere Romane per evidenziare l’importanza dell’accordo sottoscritto. All’incontro, oltre all’Assessore Pittella sarà presente il Direttore Generale dell’Apt Giampiero Perri ed il Presidente della Giunta regionale Vito De Filippo che parteciperà in serata, nell’affascinate parco cittadino del Vincolato, ad un dibattito politico.
L’organizzazione dell’iniziativa ha curato con meticolosità le location degli eventi che si svolgeranno all’interno del complesso monumentale di San Bernardino.
Il focus pomeridiano si svilupperà nella sala dedicata al Cardinale Lorenzo Brancati. Nel chiostro cinquecentesco si snoderà invece una mostra dedicata ai luoghi del Beato Domenico Lentini in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Culturali ed al Centro Operativo di Maratea.
Gli amministratori regionali presenteranno anche una serie di iniziative già concretamente attivate: dagli attrattori turistici di Maratea, Trecchina e Nemoli, ad alcuni interventi rilevanti nei centri dell’Area Sud della Basilicata.
Il filo conduttore dell’intensa giornata sarà affidato alla giornalista Isabella Romano e si completerà con una serie di momenti gastronomici legati ai prodotti distintivi dell’area. La parte musicale sarà curata dai “Santiersieri quartet e mezzo”.

ago 282012
 

Il 15 settembre Lauria sarà il centro di un vero e proprio evento che riguarda il Turismo. L’Assessore Marcello Pittella presenterà insieme al Presidente De Filippo e al Direttore dell’Apt Perri, una serie di iniziative molto rilevanti che riguarderanno dei macro-attrattori che caratterizzano l’area lagonegrese. Grande importante verrà data anche al Turismo relogioso. In questo senso è significativo far notare la presitigiosissima presenza dei dirigenti dell’Opera Romana Pellegrinaggi in procinto di firmare con la Regione Basilicata un protocollo importantissimo in vista dell’Anno della Fede ( indetto da Papa Benedetto XVI) che coinvolgerà milioni di pellegrini e turisti.

mar 302012
 

Si celebra al Santuario di Anglona (TURSI) sabato 31 marzo 2012, a partire dalle ore 16.00, la Giornata Mondiale della Gioventù, a livello Diocesano.
Presiederà lo speciale momento di reciprocità, di celebrazione del sacramento della penitenza e di adorazione eucaristica monsignor Francesco Nolè, vescovo di Tursi-Lagonegro.
Saranno veri protagonisti proprio i giovani che, numerosi, parteciperanno. Già diverse comunità hanno fatto sapere che arriveranno con un pullman.
Ad animare la Giornata la Comunità Nuovi Orizzonti, fondata da Chiara Amirante, che intesserà un dialogo di presentazione e confronto con i giovani presenti proprio nel primo momento del pomeriggio.

Qual è l’esperienza e la vita di Nuovi Orizzonti?
La Comunità Nuovi Orizzonti opera con l’intento di curare alcuni ambiti del disagio sociale: per questo realizza azioni di solidarietà a sostegno di chi vive situazioni di grave difficoltà; svolge la sua attività avendo presenti le realtà di emarginazione sociale, in modo particolare del mondo giovanile; per esso propone specifici interventi innovativi e un proprio programma di ricostruzione integrale della persona che unisce la dimensione psicologica a quella spirituale e umana.
Inoltre propone i valori della solidarietà, della condivisione, della cooperazione e della spiritualità come elementi essenziali per una piena realizzazione della persona.

Significativo il tema: “Siate sempre lieti nel Signore” (Fil 4,4). Rimarcando la citazione di San Paolo, papa Benedetto XVI ha inviato a tutta la Chiesa un messaggio speciale rivolto ai giovani. Il Vescovo lo attualizzerà al contesto locale della Diocesi, alla luce del tema che il Servizio diocesano di Pastorale Giovanile ha indicato: “Quando la Vita diventa Amore”.
Nel messaggio del Papa, infatti, la gioia è presentata come “un elemento centrale dell’esperienza cristiana”. Richiama quindi il contesto della Giornata Mondiale della Gioventù – nel mese di agosto scorso vissuta a livello mondiale a Madrid (Spagna) – in cui “abbiamo fatto esperienza di una gioia intensa, la gioia della comunione, la gioia di essere cristiani, la gioia della fede”. Benedetto XVI invita a vedere la grande forza attrattiva che la gioia possiede e dona: “in un mondo spesso segnato da tristezza e inquietudini, è una testimonianza importante della bellezza e dell’affidabilità della fede cristiana”.

Il Santo Padre non manca di rimarcare che “la Chiesa ha la vocazione di portare al mondo la gioia, una gioia autentica e duratura, quella che gli angeli hanno annunciato ai pastori di Betlemme nella notte della nascita di Gesù (cfr Lc 2,10): Dio non ha solo parlato, non ha solo compiuto segni prodigiosi nella storia dell’umanità, Dio si è fatto così vicino da farsi uno di noi e percorrere le tappe dell’intera vita dell’uomo”.

Proprio alle porte dei giorni santi che racchiudono la celebrazione del Triduo pasquale di passione, morte e risurrezione del Signore Gesù, il vescovo Nolè intende riaffermare con forza, ai giovani della sua Diocesi, che, mentre sono tanti i coetanei intorno a loro che hanno un immenso bisogno di ascoltare l’annuncio del messaggio cristiano, è necessario che ciascuno giovane cristiano sappia soffermarsi a gustare anche le gli slanci e la portata del messaggio di gioia e di speranza che vengono dalla Pasqua, sapendo cercare “le cose di lassù” (cfr. Col 3,1-2) e non camminando solo a tentoni tra le realtà del mondo.

don Giovanni Lo Pinto

ott 102011
 

E’ stata una mattinata indimenticabile quella vissuta dal piccolo Federico con la sua famiglia a Roma. Il 5 ottobre scorso insieme ai suoi genitori Paola ed Antonio, sono stati ricevuti dal Papa in Piazza San Pietro. Sono stati minuti intensi e profondamente significativi. Il Papa ha voluto sapere di Federico, la famiglia lauriota ha avvertito un’umanità senza pari, una dolcezza commovente. Federico è stato il protagonista di un dialogo intenso, straordinario, pieno di speranza.

set 212011
 

Giornata molto importante per un bimbo di Lauria  che oggi, insieme ai suoi genitori, avrà il grande privilegio di poter assistere all’udienza papale ed avere un incontro dopo le funzioni ufficiali. Il viaggio a Roma è particolarmente sentito dal piccolo Federico che freme per poter stringere la mano di Papa Benedetto XVI.