Flash Feed Scroll Reader
nov 022015
 

La Ola, Organizzazione lucana ambientalista,rende noto che l’Appenine Energy con sede legale a Matera, via XX Settembre 45, con istanza del 7 Ottobre scorso pubblicata sul BUIG dello stesso mese (Bollettino Ufficiale Idrocarburi e Geotermia) ha rinunciato all’istanza di permesso idrocarburi “Tardiano”.Essa riguardava 212,76 Kmq in gran parte situati nel parco nazionale dell’Appennino Lucano e quelli limitrofi ai parchi del Vallo di Diano e del Pollino, tra il Vallo di Diano (Campania) e la Val d’Agri (Basilicata). Un territorio che comprendeva ben 10 Comuni (2 nel Vallo di Diano: Montesano sulla Marcellana e Casalbuono; 8 in Basilicata: Grumento Nova, Lagonegro,Moliterno, Sarconi, Tramutola, Castelsaraceno, Spinoso e Lauria).

Nello stesso BUIG – informa la Ola – la società petrolifera materana ha invece acquistato le intere quote dei permessi idrocarburi “Monte Negro” provincia di Matera (Stigliano, Craco, Aliano, Tursi, San Mauro Forte, Ferrandina) e “Torrente Alvo” ( Tolve, Oppido L.,Vaglio di B. e San Chirico N.),in provincia di Potenza , in precedenza possedute dalla Società Apennine Oil & Gas S.r.l. a seguito della fusione mediante incorporazione di questa società all’Appenine Energy SpA. Nel permesso di ricerca “Torrente Alvo” Il progetto prevede l’approntamento della postazione sonda e la perforazione del pozzo esplorativo denominato “Strombone 3 Dir” situato nel comune di Tolve a poca distanza del centro abitato.

Sull’istanza”Tardiano” – fa rilevare la Ola – mentre si erano registrate le opposizioni dei comitati lucani e campani e quelle dei comuni del Vallo di Diano, non aveva ricevuto quella dei comuni lucani, rimasti in silenzio. Con la decisione assunta dalla società petrolifera materana per l’istanza idrocarburi “Tardiano”, l’interesse della stessa sembra dunque rivolgersi oggi verso altri permessi di ricerca idrocarburi di cui la società petrolifera risulta unica titolare in Basilicata.
petrolio-basilicata1

ott 222015
 

Ecco quanto ha dichiarato il consigliere comunale Mariano Labanca sull’ultimo Consiglio Comunale svoltosi a Lauria.
“Sebbene in maniera veloce, è necessario chiarire alcuni aspetti in riferimento allo svolgimento dell’ultimo consiglio comunale, in primis vi è l’atto unilaterale del presidente del consiglio che nell’aver voluto a tutti i costi convocare un consiglio comunale da solo, anche se il regolamento lo consente, non solo lo ha convocato d’urgenza, conferenza e la consequenziale comunicazione non sono avvenuti entro i sette giorni prima della celebrazione, cosa più grave che non si è accorto che la stragrande maggioranza dei provvedimenti inseriti all’ordine del giorno, sette su otto, sempre in rispetto al citato regolamento, dovevano essere, per la loro complessità, trattati nelle ispettive commissioni consiliari, ne era stato trattato solo uno.
Per correre ai ripari, dopo che lo scrivente lo ha fatto notare, sono ricorsi ad una votazione supplementare per autorizzarne la trattazione dei temi, tanto da far insorgere l’opposizione, che giustamente ha parlato di limitazione del potere istituzionale delle commissioni, un depauperamento della democrazia in un paese dove già le unità organico dell’opposizione sono ridotte al lumicino.
Il secondo punto, emerso durante la trattazione dell’interrogazione presentata dallo scrivente, atta a conoscere se sul nostro territorio vertessero istanze di ricerca idrocarburi, per taluni aspetti, il più grave, è l’affermazione del sindaco, che nel riscontrare la mia richiesta di dettagli sulla vicenda e chiarimento di alcuni passaggi, durante il suo intervento ha sbottato dicendo “ non facciamo terrorismo mediatico ”, oltre a riferire che “ a Lauria mai permessi di estrazione”, e che le notizie apparse sui mezzi d’informazione, non erano e non sono da considerarsi ufficiali, nessun atto è stato presentato al comune.
Bene,facciamo un pò di chiarezza, innanzitutto l’istanza di permesso per la ricerca di idrocarburi che interessa il territorio di Lauria, è denominata “Tardiano”, se ne stà parlando a gran voce dalla metà di l’anno scorso, anche perché è stata presentata dall’Appennine Energy S.P.A. il 28 febbraio 2013. Sebbene nello stesso stato del nostro comune, altri comuni, come ad esempio, ne cito uno, Montesano sulla Marcellana, hanno fatto pervenire parere contrario al ministero competente.
Ora anche se volessi prendere per buono quanto detto dal sindaco, sul fatto che non si sono trasmessi pareri perché in assenza di richieste dirette ad ottenere permessi per esercitare azioni di ricerca, almeno però, perché non ha fatto controllare le coordinate del progetto per verificare se nelle aree oggetto di richieste, che riguardano il nostro territorio, vi sono situazioni quali ad esempio ( aree paesaggistiche di grande pregio, zone a protezione speciale, siti d’interesse comunitario, zone interessate da dissesto idrogeologico o denominato ad alto indice di rischio, porzioni interessate da tremolite, se vi sono sorgenti d’acqua o meglio importanti falde acquifere ), ecco quindi, voler parlare di questo tema, non significa alimentare allarmismo o peggio come detto dal sindaco, terrorismo mediatico, è sete di sapere, VOGLIAMO, anche se preventivamente, CAPIRE a cosa andremmo incontro se un domani,l’impresa “X” o “Y”, venisse autorizzata ad estrarre nelle porzioni di territorio che si evincono dalle coordinate indicate nell’istanza di ricerca ( località sirino, conserva, ed altre contrade del nord di lauria).
Poi visto che ci siamo, se può gentilmente, chiarire l’affermazione fatta, che “a Lauria mai permessi di estrazione”, ovviamente indicandomi le procedure che si ATTUEREBBERO , visto che l’attuale quadro normativo, in particolare l’art 38 della “CD” legge sblocca Italia, ha tolto ogni potere decisionale alle comunità locali e la nostra regione non ha inteso proporre ricorso costituzionale.
Per il momento io non demordo, con separato atto, chiederò al presidente del consiglio di adoperarsi per la convocazione di un consiglio comunale aperto per discutere tali argomenti con il Nostro Popolo”.

mariano

feb 012015
 

A Policoro l’oratorio “Buon pastore” è una realtà che si sta radicando sempre di più. Tante sono le iniziative messe a punto dai parroci don Salvatore De Pizzo e don Adelmo Iacovino in collaborazione con tanti laici coordinati da Lucia Montesano. Il 31 gennaio 2015 vi è stata un’iniziativa particolare dedicata al fondatore degli oratori San Giovanni Bosco.

L’intervista alla responsabile Lucia Montesano

Frammenti della festa all’oratorio

gen 062015
 

Il Costituente Comitato Lauria Ambiente Salute organizza, in giorno 7 Gennaio 2015 (dalle ore 18.00 alle ore 21, PRESSO ASSOCIAZIONE OFFICINE MECCANICHE, via Caduti VII Settembre 1943, n.31, Lauria –PZ), l’incontro informativo “L’ALTRA FACCIA DEL PETROLIO”.

Dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico (DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE MINERARIE ENERGETICHE) risulta che la società Apennine Energy ha difatti presentato (nel 28.02.2013) l’istanza di ricerca in terraferma denominata “TARDIANO”. Tale istanza interessa una superficie di ben 212,76 Kmq e riguarda i comuni di Grumento Nova, Lagonegro, Moliterno, Sarconi, Tramutola, Castelsaraceno, Spinoso e Lauria per la regione Basilicata, e i comuni di Casalbuono e Montesano sulla Marcellana per la regione Campania.

Al momento l’istanza di permesso è in fase istruttoria Pre-Cirm (ultimo dato visibile sul suddetto sito web risale al 4 Aprile 2014: “RICHIESTA DOCUMENTAZIONE” per Interlocutoria da Reg. Basilicata a Soc.).

Ad oggi solo il Comune di Casalbuono, il Comune di Montesano sulla Marcellana e l’Associazione No Triv hanno inviato parere contrario a tale istanza.

Dal 28 Febbraio 2013 non è stata fatta alcuna comunicazione ai cittadini. Quindi è attraverso questo incontro che noi ci auguriamo di dare una INFORMAZIONE CORRETTA a tutta la comunità del Lagonegrese, che merita di sapere quali siano le conseguenze e i rischi dovuti all’attività estrattiva.

Sono stati invitati tutti i sindaci dell’area del Lagonegrese (Lagonegro, Lauria, Maratea, Latronico, Rivello, Trecchina, Castelsaraceno, Nemoli), i sindaci di Casalbuono e Montesano sulla Marcellana e le principali testate giornalistiche della Basilicata.

A questo proposito, interverranno professionisti che hanno già divulgato questo genere di informazioni in precedenti e simili manifestazioni:

TERENZIO BOVE – Agronomo e Dott. Sulla ricerca di produttività delle piante coltivate

“Impatto delle estrazioni petrolifere sull’Agricoltura”;

ALBINA COLELLA – Professore Ordinario di Geologia presso l’Università degli Studi della Basilicata

“Impatto ambientale del petrolio in Basilicata e responsabilità”;

GIUSEPPE DI BELLO – Funzionario Commissione Bicamerale Ecomafie

“Quando le Istituzioni sono complici”;

MELE GIAMBATTISTA – Medico ISDE Basilicata

“Estrazioni petrolifere ed impatto sulla salute”;

PIERNICOLA PEDICINI (in video) – Ricercatore Esperto in Fisica medica presso il Dipartimento di Radioterapia e Medicina nucleare dell’Ospedale Oncologico Regionale di Rionero In Vulture

“Impatto economico-sanitario delle estrazioni petrolifere”.

Costituente Comitato Lauria Ambiente Salute

petrolio-basilicata1

ott 222014
 

E’ ben noto che, sul nostro territorio, da anni la coltivazione di antichi ecotipi locali di pero (Pyrus Communis, L.) ha consentito la produzione di frutti di alto valore, rappresentando una fondamentale forma di sussistenza per le popolazioni rurali negli scorsi decenni. Oggi, grazie all’impegno di alcuni contadini, molte piante di pera “Signora” risultano essere in produzione e nuovi impianti sono stati messi a dimora. La volontà di riscoperta è imputabile sia al valore storico-culturale che questa specie ha rappresentato nell’alimentazione delle famiglie contadine, in termini di “multi-utilizzo” del frutto, ma soprattutto alla micro-economia che tale prodotto, fresco e/o trasformato, riesce a generare. L’attuale coltivazione dell’ecotipo “Signora” interessa la maggior parte dei Comuni ricadenti nell’area del “Basso Sinni”. La sfida si concretizza nel recupero e salvaguardia capillare di un patrimonio frutticolo in via di estinzione, capace invece di generare ancora reddito in un area dell’entroterra, spesso marginale e dimenticata.
I frutti, a piena maturazione da metà luglio agli inizi di agosto, sono utilizzati per il consumo fresco ma anche per la trasformazione (confetture, nettare, sciroppi ed essiccati).
Nei mesi scorsi, il Gruppo di Azione Locale COSVEL S.r.l. (Consorzio per lo Sviluppo dell’Economia Locale – Piano di Sviluppo Locale “Le Terre del Silenzio”), quale Soggetto Sostenitore, coinvolgendo un nutrito gruppo di agricoltori, ha avviato e realizzato, di concerto con i tecnici di Slow Food Italia, il Presidio dedicato alla Pera “Signora” della Valle del Sinni.
Al contempo, i produttori (n. 20) hanno dato vita all’Associazione Culturale “S.E.I. sul SINNI” – Sostenibilità, Etica ed Integrazione-, soggetto aderente al progetto Presidi di Slow Food Italia, interessato alla salvaguardia delle biodiversità a rischio di estinzione, favorendo, inoltre, la tutela e valorizzazione di usi, costumi e tradizioni del mondo rurale locale.
Prima importante attività dell’Associazione è la partecipazione al Salone del Gusto di Torino, nei giorni dal 23 al 27 ottobre, per la presentazione ufficiale del nuovo Presidio.
Tra le iniziative in cantiere dell’Associazione di Presidio, afferma il Presidente Domenico Dimatteo, quella di avviare uno studio/progetto di ricerca di nutraceutica dell’ecotipo Signora, in modo da evidenziarne le proprietà distintive e soddisfare le richieste dei consumatori attenti alla qualità alimentare dei cibi.
Il Direttore del Gal, Salvatore Lobreglio, sottolinea come dietro piccoli progetti di innovazione culturale e sociale si nascondano, a volte, grandi risultati di partecipazione allo sviluppo locale che generano, insieme, passione, creatività ed economia.

Le aziende aderenti: DIMATTEO DOMENICO, MONTEMURRO FRANCESCO, IL PAGO DI BIANCO NICOLA, PARZIALE NICOLA MARCELLO, VIOLANTE GIUSEPPE, MELE DOMENICO, MONTESANO VINCENZO, MANOLIO ALBERTO, LA ROCCA CONCETTA, DONADIO PATRIZIA, TOSCANO GIUSEPPINA MARIA, AGRICOLA PITRELLI S.S. DI PITRELLI GIULIA, GERMANO PASQUALE, MASSERIA NIVALDINE DI SURIANO CARLO, LATEANA ALBERTO, TRUNCELLITO MARIO, MELE DOMENICO, LIGUORI FABIO, VIVIANO GIUSEPPE, BERNARDO TERESA.

logo SEI sul SINNI - Copia

mar 172014
 

La Pro Loco di Tortora propone, per il terzo anno consecutivo, la “Frustulitata di San Giuseppe”, mercoledì 19 marzo, in via Santo Stefano, località Poiarelli a Tortora.
“In passato -ha spiegato Angelo Montesano presidente Pro Loco Tortora- la legna raccolta nei campi, veniva accatastata e bruciata come segno propiziatorio. Simbolicamente si voleva lasciare indietro l’inverno e festeggiare l’arrivo della primavera. Anche noi vogliamo riprendere questa tradizione benaugurale, in serata accederemo un falò che riceverà la benedizione da parte di don Antonio Pappalardo”.
La manifestazione avrà inizio alle ore 16,30 con la lettura di poesie e lettere dedicate ai papà, giochi per i più piccoli e un laboratorio di assemblaggio legna di recupero. Saranno inoltre presenti stand di artigianato locale.
Alle ore 20,00 si terrà la Santa Messa in onore di San Giuseppe e la benedizione del fuoco.

La serata sarà animata da musica, balli popolari, dolci tipici, stand gastronomici e giochi per i bambini.

Alla manifestazione, patrocinata dal Comune di Tortora, prenderanno parte anche diverse associazioni del territorio, la Protezione Civile, la Croce Rossa, il Centro anziani, il Centro Arianna Onlus, l’Associazione Teniamoci per Mano e le scuole primarie e secondarie del territorio.

Pro loco

apr 252013
 

Il 25 aprile, in occasione della Festa della Liberazione, la Pro loco di Tortora ha organizzato il “Concerto di Primavera”. Alle ore 11, presso la Chiesa della Santissima Annunziata (Convento francescano) a Tortora centro storico, si terrà la messa solenne in memoria dei caduti in guerra. Dopo la messa sarà deposta una corona di alloro presso il Monumento ai Caduti alla presenza di cariche istituzionali, rappresentanze dell’ANPDI (Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia), Associazione Carabinieri e altre associazioni del territorio. Dopo la commemorazione seguirà un aperitivo offerto dalla Pro Loco.

Dalle ore 16, presso Piazza Stella Maris a Tortora marina, si terrà il “Concerto di Primavera”. Musica dal vivo con giovani e talentuosi artisti locali, che intratterranno il pubblico con le loro performance sonore.

Durante il concerto ci sarà anche una raccolta fondi per donare un defibrillatore alla Croce Rossa di Tortora.

Nel pomeriggio, ospite sul palco, un ex soldato sopravvissuto alla seconda guerra mondiale che offrirà la sua testimonianza attraverso la lettura di un brano del suo diario di guerra.

“Siamo lieti della partecipazione a quest’evento” spiega Angelo Montesano presidente Pro Loco Tortora “di tanti artisti locali. Ci teniamo a ringraziarli per la loro collaborazione ed il loro entusiasmo. Siamo orgogliosi del talento dei nostri giovani e crediamo in loro. Speriamo che anche attraverso di loro le cose possano iniziare a cambiare. Un ringraziamento particolare ad Emanuel Guaragna che si è occupato della direzione artistica in collaborazione con Vincenzo Mastrelia”.

A partire dalle ore 18 la Pro Loco di Tortora, in collaborazione con l’IPSSAR (Istituto Alberghiero) di Praia a Mare, organizzerà un Happy Hour con cocktail e degustazioni.

feb 162013
 

“La natura, creata da Dio insieme all’uomo, immagine e somiglianza Sua, deve essere difesa da ogni forma di distruzione o stravolgimento. Per noi cattolici credenti la natura è l’insieme degli esseri viventi e inanimati considerato nella sua forma complessiva, nella totalità cioè, dei fenomeni e delle forze che in esso si manifestano. La natura intesa come ambiente è quindi un elemento fondamentale che dobbiamo assolutamente rispettare. Altrimenti, come possiamo osservare in diverse situazioni, essa si ‘ribella’ creando dei disastri di proporzioni inimmaginabili!”.
E’ quanto ha affermato il parroco della Chiesa Madre Maria SS. del Ponte di Policoro (MT), don Antonio Mauri al quale è stato chiesto di intervenire in dibattito nella Conferenza Nazionale sul tema ‘Uscire dal Petrolio’ tenuta a Policoro per iniziativa di Legambiente.
“Ribadiamo fermamente l’opposizione a quanto le compagnie petrolifere vogliono effettuare a ridosso della cittadina di Policoro nelle acque del mar Ionio – ha dichiarato don Mauri – perciò, diciamo ‘No alle trivelle sullo Ionio’, salviamo il nostro Mare in quanto la difesa dell’ambiente è un dovere e un impegno anche dei cristiani, perché la dignità della persona e dell’ambiente è sempre la base per un autentico sviluppo sostenibile, aldilà di ogni ideologia di sfruttamento economico”. A conclusione dell’intervento, gradito ed apprezzato da tutta la numerosa platea presente nella sala consiliare ‘N. Montesano’, don Antonio ha affermato che, “la collaborazione tra la politica, l’economia, le associazioni e la Chiesa è il segreto per realizzare sempre meglio il bene comune, come insieme delle condizioni per una vita umana autentica”.

don Antonio Mauri, parroco Chiesa Madre Policoro (MT)

gen 042013
 

Avviati i lavori delle cinque Commissioni Consiliari Consultive Permanenti della Città di Policoro. Nei giorni scorsi i componenti delle cinque commissioni, nominati a seguito della costituzione delle Commissioni Consiliari avvenuta nella seduta del Consiglio Comunale del 17 settembre scorso, si sono riuniti per eleggere i rispettivi Presidenti. Questa la composizione:

  1. 1.     Commissione “Politica Sociale e Culturale” –

-         Componenti: Lapadula Veronica, Porsia Angelo, Montano Giuseppe, Labriola Franco, Carrera Rocco.

-         Presidente: Lapadula; Vicepresidente: Labriola.

  1. 2.     Commissione “Programmazione e Politica del Territorio” –

-         Componenti: Bianco Domenico, Lauria Antonio, Lippo Giovanni, Montesano Fabiano, Vetere Carmine.

-         Presidente: Bianco; Vicepresidente: Vetere.

  1. 3.     Commissione “Attività Economica e Settori Produttivi” –

-         Componenti: Lapadula Veronica, Lauria Antonio, Lippo Giovanni, Labriola Francesco, Di Pierri Gianni.

-         Presidente: Lippo; Vicepresidente: Di Pierri.

  1. 4.     Commissione “Programmazione Economica” –

-         Componenti: Bianco Domenico, Porsia Angelo, Pinca Gorgoni Marco, Marrese Gianluca, Vetere Carmine.

-         Presidente: Pinca Gorgoni; Vicepresidente: Marrese.

  1. 5.     Commissione “Affari Generali e Relazioni Esterne” –

-         Componenti: Bianco Domenico, Ferrara Giuseppe, Sanasi Daniele Luigi, Marrese Gianluca, Di Pierri Gianni.

-         Presidente: Ferrara; Vicepresidente: Di Pierri.

La prima riunione operativa si è tenuta nella giornata di ieri: la quinta Commissione Consiliare, presieduta dal Consigliere Ferrara, ha portato in discussione due punti all’odg, tra cui il divieto di circolazione dei mezzi agricoli istituito dall’ANAS sulla statale jonica 106; a tal proposito, dopo ampia discussione, la Commissione ha deciso di chiedere al Consiglio Comunale di esprimersi, con un documento politico condiviso, da indirizzare agli organi preposti al fine di risolvere il problema creatosi in danno di molti agricoltori dell’area.

 

policoro

ago 242012
 

Si accendono i riflettori su “La Notte dei Colori”, la lunga maratona notturna che la Città di Policoro si appresta a vivere la notte tra l’1 e il 2 settembre. Una notte all’insegna della musica, del divertimento, dell’arte, della cultura, in cui i protagonisti saranno i colori che radieranno le piazze e le strade del corso principale della città ionica. La prima edizione de “La Notte dei Colori”, voluta dall’Amministrazione Comunale ed organizzata con la collaborazione della Pro Loco Herackleia, è una delle iniziative di spicco del cartellone estivo Siritidestate 2012 predisposto dall’assessorato Turismo, Sport e Spettacolo guidato dall’Assessore Massimiliano Padula. “Nonostante i tempi ristretti per l’organizzazione – dichiara il Sindaco Rocco Leone – siamo riusciti a realizzare un cartellone di tutto rispetto coniugando eventi artistici e culturali locali con artisti di fama nazionale”. La “Notte dei Colori” si snoderà lungo le strade cittadine prevedendo 5 tappe itineranti ed una serie di manifestazioni collaterali. Si partirà alle ore 20.00 in una delle aree del Secondo Piano di Zona, nei pressi di via Agrigento, con l’intitolazione di “piazza cav. Nicola Montesano, primo sindaco di Policoro”; alle ore 21.00 i “colori” si sposteranno presso i Giardini Murati, con lo spettacolo importato dal Comune di Colobraro, “Sogno di una notte a…quel paese”; alle ore 22.30, risate e divertimento in piazza Eraclea con il cabaret di Leonardo Manera; una breve passeggiata tra i negozi di corso Siris, che rimarranno aperti tutta la notte, per raggiungere via Monte Bianco, dove a mezzanotte comincerà la musica dei Giullari&Bertoli; a concludere la Notte dei Colori, la musica dei Marlene Kuntz in piazza Dante, alle ore 2.00. “Abbracceremo virtualmente la Città – conclude Leone – in una notte che si preannuncia lunga e ricca di sorprese e divertimento”.

ORE 20.00

SECONDO PIANO DI ZONA – DI VIA AGRIGENTO

INTITOLAZIONE DI “PIAZZA CAV. NICOLA MONTESANO”

L’area adibita a parcheggio situata tra via Agrigento e via Alessandria del Secondo Piano di Zona sarà dedicata al primo sindaco di Policoro, cav. Nicola Montesano, colui che ha messo le basi all’espansione della Città verso il Secondo e il Terzo Piano di Zona. Una celebrazione commemorativa è prevista a partire dalle ore 20.00, alla presenza di autorità civili, militari e religiose.

ORE 21.00

GIARDINI MURATI – ZONA CASTELLO

“SOGNO DI UNA NOTTE A …QUEL PAESE”

Si trasferisce nel suggestivo scenario dei Giardini Murati, il meraviglioso percorso sulla “sfortuna” e sul “malocchio” di Colobraro, proposto dall’associazione “Sognando il magico paese”, teatralizzato, ideato e diretto dal regista lucano Giuseppe Ranoia. Una vera e propria magica immersione tra risate e riflessioni sulle credenze popolari che hanno fatto di Colobraro un paese famoso in tutt’Italia.

ORE 22.30

PIAZZA ERACLEA

CABARET CON LEONARDO MANERA

Dal palcoscenico di Zelig, la comicità di Leonardo Manera approda sul palco di piazza Eraclea. Il cabarettista milanese, autore di molti dei suoi testi, ha ottenuto vari riconoscimenti a livello nazionale ed ha partecipato a diversi programmi comici come Seven Show, Paperissima, Quelli che il calcio, Ciro, Belli dentro e Zelig. Alcuni dei suoi personaggi sono diventati particolarmente celebri (il ventriloquo Vasco, l’alienato di “Adriana … Adriana”, lo strano polacco Petrektek).

 

ORE 00.00

C.SO SIRIS/ VIA MONTEBIANCO

GIULLARI&BERTOLI

Iniziato alla musica dal padre, il cantautore Pierangelo Bertoli scomparso circa 10 anni fa, l’emiliano Alberto Bertoli approderà in pieno c.so Siris nei pressi dell’incrocio con via Montebianco, con un ricco repertorio del cantautorato italiano. Bertoli si esibirà con i “Giullari”, un gruppo di musicisti di fama nazionale; tra questi, anche i policoresi Egidio Stigliano, batterista, e Salvatore Visaggi, chitarrista.

ORE 02.00

PIAZZA DANTE

“MARLENE KUNTZ” IN CONCERTO

L’esperienza sanremese di quest’anno li ha resi noti ad un popolo più vasto, ma per il pubblico amante del rock alternativo, il gruppo piemontese è famoso sin dagli anni ’90. Stilisticamente alternativi, ma con una forte vena cantautorale, i Marlene Kuntz vincono il Premio assegnato dai giornalisti della sala stampa di Sanremo dell’edizione 2012, per l’esibizione del brano “Canzone per un figlio”, ma vengono eliminati dalla gara ufficiale. Nel corso della stessa edizione, il gruppo piemontese ha riscosso un enorme successo per aver duettato nella terza serata con Patti Smith eseguendo “Impressioni di Settembre” della Premiata Forneria Marconi e “Because The Night” della stessa Smith.