Flash Feed Scroll Reader
ago 152015
 

E’ ormai consolidato l’evento che accende i riflettori su due prodotti tipici di Rotonda e della valle del Mercure: il fagiolo bianco e la melenzana rossa. Un ricchissimo cartellone ha attirato visitatori e turisti il 12-13 e 14 agosto 2015 da ogni dove. Anche i mass media hanno seguito con attenzione lo svolgersi delle serate. Molto apprezzato è stato il concerto di Steve Biondi.

Una parte della serata del 14 agosto

Le interviste: Domenico Cerbino, Giuseppe Palumbo, Andy Luotto, Maria Giulia De Cristofaro, Steve Biondi,

L’intervista ad Andy Luotto

ago 112015
 

Taglio del nastro, domani mercoledì 12 agosto alle 17 in piazza Vittorio Emanuele III a Rotonda, per la VI edizione de Il Bianco & la Rossa.

Alla presenza dei sindaci della Valle del Mercure, prenderà avvio la quattro giorni di festa dedicata alle due Denominazioni di Origine Protetta (Dop) vantate dal Comune di Rotonda: il Fagiolo Bianco e la Melanzana Rossa.

Una vera e propria festa fra cibi, libri, arti e mestieri dell’accoglienza, con tanti ospiti che, insieme agli agricoltori, albergatori e ristoratori del Pollino, attendono i visitatori per condividere valori e sapori del territorio lucano.

Il Comune di Rotonda sarà animato da stand con i prodotti del Pollino e da momenti di intrattenimento e di riflessione. Alle 17, 15, sarà la pianista materana Claudia Minieri ad aprire con le note del suo pianoforte lo spazio dedicato alla Grande musica de Il Bianco & la Rossa.

Sulle vie del gusto è il tema dell’intervista che la giornalista Beatrice Volpe condurrà con ositi d’eccezione quali: l’assessore all’Agricoltura e Sviluppo rurale della Regione Basilicata Luca Braia, la studiosa di biodiversità Merita Hammer Spahillari, il presidente dell’Enoteca regionale lucana Paolo Montrone, presidente Enoteca Regionale Lucana, il presidente della Federazione Italiana Cuochi Rocco Pozzulo, la manager in ITSU Grocery di Londra Claudia Santagada e Michele Ottati, esperto di politiche agricole e Programmazione comunitaria.

Non un semplice ricettario ma una “geniale e poetica rivincita nei confronti dei carnivori” è il libro Prendere una lepre, con “ricette” vegetariane (o forse anche vegane), illustrato dal noto fumettista Giuseppe Palumbo che sarà presentato – alle 18,15 per le Letture de Il Bianco & la Rossa – da Emanuela Vita con Giuseppe Palumbo e l’editore Marcello Buonomo.

L’Enoteca regionale lucana sarà protagonista alle 18,45 Dell’aperitivo in Bianco & Rossa.

La sagra-evento dedicata a queste due eccellenze dell’enogastronomia italiana è patrocinata oltre che dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mipaaf – Agensud), dalla Regione Basilicata Dipartimento Agricoltura, dall’Ente Parco Nazionale del Pollino e dall’ Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura (Alsia).

La manifestazione, rientrando fra gli appuntamenti di Expo Basilicata sui territori, vede dedicato proprio a quest’argomento l’approfondimento su: Il Parco nazionale del Pollino: colture e culture per un futuro sostenibile. Paola Saraceno – alle 19, intervista:

Davide Manzato della San Benedetto Fonti del Pollino e del Vulture Spa, Pina Mengano Amarelli, cavaliere del lavoro della Repubblica Italiana e presidente Amarelli Fabbrica di Liquirizia, Patrizia Minardi dirigente ufficio Sistemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata, Giovanni Oliva direttore del Dipartimento Agricoltura e Sviluppo rurale della Regione Basilicata, Domenico Pappaterra presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino e Rossella Tosto direttore Responsabile TRM Network.

Accomunati dalle Solanacee, il genere di piante a fiori che producono tuberi e frutti commestibili fra cui la patata, il pomodoro e la melanzana, i Comuni di Rotonda e Diembering in Senegal si gemelleranno con una cerimonia prevista per le 19,45.

Spazio alla buona tavola dalle 20, con le Ricette dell’Accoglienza di Andy Luotto illustrate dal tratto di Giuseppe Palumbo e poi con la Cena Bianco & Rossa. Negli stand del centro storico si potrà gustare, a un costo davvero contenuto, un menu’ a base di Faglioli Bianchi e Melanzana Rossa di Rotonda Dop.

Si chiuderà in musica, con la Gigli e Gigliastri Band, la prima serata della sagra evento di Rotonda. I musicisti si esibiranno nel concerto: Edde paralleli e convergenti – Cammino a quattro mani con De Andrè e De Gregori.

http://www.biancoerossadop.it/

rotonda

set 272013
 

Il 26 e il 27 settembre le due eccellenze del Pollino saranno a Cesena al grande evento dedicato ai professionisti dell’ortofrutta. Poco più di un mese fa, era il 13 agosto, Fagioli Bianchi di Rotonda Dop, Melanzana Rossa di Rotonda Dop, Ficodindia dell’Etna Dop e Peperoncino di Diamante, siglavano a Rotonda un “patto d’acciaio” per la promozione dei prodotti agroalimentari del sud Italia in tutto lo stivale.

Oggi questo accordo, tenuto a battesimo dallo chef Andy Luotto nel corso dell’evento “Il Bianco e la Rossa”, darà i suoi primi frutti: nel corso di Macfrut, il grande evento dedicato ai professionisti dell’ortofrutta che ha aperto i battenti proprio oggi a Cesena, il Consorzio di Tutela del Ficodindia dell’Etna Dop ospiterà all’interno del proprio stand i presidenti dei due consorzi lucani.

Vincenzo Pandolfi e Luigi Franzese, saranno presenti a Cesena da domani per fornire a visitatori, esperti del settore, buyer o semplici curiosi, tutte le informazioni su questi due prodotti del parco del Pollino.

Un occasione unica di visibilità per questi due prodotti che anno dopo anno stanno muovendo i primi passi verso la commercializzazione su scala nazionale, fino ad arrivare a toccare i primi mercati ortofrutticoli europei.

I Fagioli Bianchi di Rotonda DOP sono un prodotto tipico del made in Italy particolarmente prezioso per l’organismo umano, soprattutto per gli sportivi e per chi pratica diete vegetariane. Contengono infatti un minimo del 24% fino a punte del 29% di proteine al proprio interno piazzandosi di conseguenza al primo posto tra i prodotti in grado di sopperire alla mancata assimilazione di carne.

“Famosi per l’alto valore in proteine nobili ben superiore ai fagioli cannellini e borlotti – ha dichiarato Luigi Franzese, del Consorzio di Tutela dei Fagioli Bianchi di Rotonda – i Fagioli Bianchi di Rotonda DOP hanno un’altra caratteristica distintiva: la buccia sottilissima, in termini tecnici tegumento, che determina una drastica riduzione dei tempi di ammollo prima e di cottura poi per la preparazione di ricette tipiche”.

Sui metodi di coltivazione, il presidente del Consorzio di Tutela dei Fagioli Bianchi di Rotonda DOP, ha sottolineato la manualità di tante fasi di lavorazione quali la semina, il sostegno con pali in legno di castagno della pianta di fagiolo rampicante e la raccolta dei baccelli.

Fondamentale sono le caratteristiche pedoclimatiche dell’areale di produzione della DOP Fagioli Bianchi di Rotonda. Terreni tra i 500 ed i 700 metri sul livello del mare, ricchi di acqua sorgiva, di zolfo ed azoto naturale che influisce sull’elevatissimo contenuto proteico della granella. La bassa concentrazione di calcare delle acque del Pollino, influisce poi, sulla finezza della cuticola e, quindi, sulla gradevolezza al palato.

La Melanzana Rossa di Rotonda Dop, a primo impatto, potrebbe trarre in inganno ed essere scambiata per un pomodoro a causa della sua forma e del suo colore arancio tendente al rosso vivo. “La nostra melanzana – ha dichiarato Vincenzo Pandolfi del Consorzio di Tutela della Melanzana Rossa di Rotonda Dop – si differenzia dalle altre tipologie di melanzana non solo per la forma e il colore. Il suo profumo, molto fruttato, richiama quello del Ficodindia mentre al gusto è piccante, gradevolmente amara sul finale. Inoltre è l’unica specie a non scurire dopo il taglio, grazie al basso contenuto di acido clorogenico. Bisogna infine ricordare che, grazie alla presenza di numerose sostanze nutritive, con la Melanzana Rossa vengono preparati degli speciali integratori alimentari ideali per chi pratica sport a qualsiasi livello e per chi desidera mantenersi in forma mangiando bene”.

Da anni a Macfrut ha perseguito l’internazionalizzazione sia stimolando le imprese del settore ad allargare i propri orizzonti, sia cercando di coinvolgerle in trasferte, missioni estere e incontri bilateriali, con la consapevolezza che come fiera si doveva fornire un reale contributo, cercando di portare a Cesena realtà come Cina, Usa, Africa, multinazionali, grande distribuzione.

Rispetto al 2012 nei padiglioni espositivi ci saranno più delegazioni estere (fra cui un forte aumento dei Paesi del Mediterraneo) e una crescita dell’area occupata. Va sottolineato che si avrà una maggior partecipazione di buyers e operatori della grande distribuzione, soprattutto dai Paesi del Mediterraneo.

Con Macfrut si è creato uno “strumento” internazionale con cui raggiungere un obbiettivo essenziale per l’intera filiera ortofrutticola: raccogliere la sfida e le opportunità che vengono dai cambiamenti subiti dal mercato, che è diventato globale

clip_image002[2]

giu 272013
 

I Fagioli Bianchi di Rotonda e la Melanzana Rossa di Rotonda, prodotti di pregio della Valle del Mercure, saranno i protagonisti delle prossime puntate di Ricette all’italiana, il programma di Rete Quattro, condotto dal noto presentatore Davide Mengacci.
Si partirà domani, 27 giugno, alle ore 10.50 con un servizio interamente dedicato alle due eccellenze del Pollino, Fagioli Bianchi di Rotonda DOP e Melanzana Rossa di Rotonda DOP, due denominazioni di origine protetta D, ottenute rispettivamente nel 2010 e nel 2011, dalle altissime proprietà organolettiche e nutrizionali che nascono nel cuore della Basilicata, nella splendida cornice del Parco del Pollino.
L’alto valore di proteine nobili contenute nei fagioli bianchi con punte che toccano anche il 29%, li portano al primo posto tra i prodotti in grado di sopperire alla mancata assimilazione di carne, un’altra caratteristica distintiva è nella buccia che è sottilissima. Ciò determina una notevole riduzione dei tempi di ammollo prima e di cottura poi per la preparazione di ricette tipiche. Molte proprietà salutistiche sono contenute anche dalla Melanzana Rossa di Rotonda. Infatti è l’unica specie a non scurire dopo il taglio, grazie al basso contenuto di acido clorogenico, caratteristica di notevole interesse da parte dell’industria agro-alimentare e conserviera, poiché consente di mantenere per molto tempo la polpa bianca, anche dopo il taglio.

A raccontare queste ed altre particolarità che rendono i due prodotti orticoli unici al mondo sarà lo chef Antonio Pandolfi. Nel corso del servizio verrà inoltre presentata una ricca tavolata a base Fagioli Bianchi di Rotonda DOP e di Melanzana Rossa di Rotonda DOP.
Venerdì 30 giugno alle 11.00 i Fagioli Bianchi di Rotonda Dop saranno i protagonisti di una ricetta che verrà realizzata da Fabio Campoli. Durante la preparazione del piatto, lo chef spiegherà ai telespettatori le caratteristiche morfologiche, le varietà, le proprietà nutrizionali ed organolettiche del prodotto e darà anche alcuni e suggerimenti per meglio utilizzarlo in cucina e sfruttare tutte le sue qualità sia in fatto di gusto che di benefici per la nostra salute.
Domenica alle ore 13.00 sarà la volta della Melanzana Rossa di Rotonda Dop, che ingrediente principe di una ricetta realizzata sempre da Fabio Campoli. Anche in questo caso, durante le fasi di preparazione del piatto, lo chef parlerà delle caratteristiche del prodotto, dell’aspetto nutrizionale, dell’influenza dell’areale di produzione sull’ortaggio e darà anche qualche consiglio per come utilizzarla al meglio in cucina.

clip_image001[2]

mar 142013
 

Domani, 15 marzo, alle ore 13.30, i Fagioli Bianchi di Rotonda DOP e la Melanzana Rossa di Rotonda DOP, prodotti di pregio della Valle del Mercure, saranno i protagonisti di Tg2 Eat Parade.

La rubrica enogastronomica del Tg2, condotta dal giornalista Bruno Gambacorta, è un punto di riferimento per appassionati ed esperti: raccontando ogni venerdì dopo il telegiornale delle 13 la buona cucina, le eccellenze del nostro paese, il vino di qualità, informa anche i telespettatori su feste, eventi e sui migliori ristoranti d’Italia.

La puntata di venerdì avrà un focus sulle due eccellenze del Pollino, i Fagioli Bianchi e la Melanzana Rossa di Rotonda a denominazione di origine protetta. Due DOP, ottenute rispettivamente nel 2010 e nel 2011, dalle altissime proprietà organolettiche e nutrizionali che nascono nel cuore della Basilicata, nella splendida cornice del Parco del Pollino.

Vincenzo Pandolfi, produttore ed aderente al consorzio di tutela della Melanzana di Rotonda, intervistato dal curatore della rubrica, racconterà i pregi e le caratteristiche che rendono così unici e speciali questi due ortaggi. “L’alto valore di proteine nobili contenute nei fagioli bianchi, con punte che toccano anche il 29%, li portano al primo posto tra i prodotti in grado di sopperire alla mancata assimilazione di carne”, ha affermato Pandolfi durante l’intervista. “Un’altra caratteristica distintiva è nella buccia che è sottilissima. Ciò determina una notevole riduzione dei tempi di ammollo prima e di cottura poi per la preparazione di ricette tipiche”. Molte proprietà salutistiche sono contenute anche dalla Melanzana Rossa di Rotonda. Infatti, come ha ricordato Vincenzo Pandolfi “è l’unica specie a non scurire dopo il taglio, grazie al basso contenuto di acido clorogenico, caratteristica di notevole interesse da parte dell’industria agro-alimentare e conserviera, poiché consente di mantenere per molto tempo la polpa bianca, anche dopo il taglio”.

Durante la puntata verranno realizzate dallo chef Antonio Pandolfi, titolare e chef dell’Agriturismo Calivino di Rotonda, iscritto alla Federazione Cuochi Lucani, tre piatti, che avranno come protagonisti i Fagioli Bianchi e la Melanzana Rossa di Rotonda.

Nuova immagine

nov 102012
 

Dall’unione delle culture enogastronomiche diametralmente opposte, per motivi geografici e culturali, non può che nascere un ottimo mix di sapori, profumi, tradizioni e storia. E’ quanto tenterà di dimostrare la Basilicata con i suoi straordinari prodotti sabato 10 e domenica 11 novembre a Montepulciano, nel corso della manifestazione “Toscana Gustando”.

La manifestazione, giunta ormai alla terza edizione, nasce proprio con l’intento di affiancare alla tradizione gastronomica toscana quella di un’altra regione d’Italia. Dopo la Calabria e il Lazio quest’anno sarà la volta appunto della Basilicata.

A fare da contraltare ai salumi di cinta senese, alla Porchetta arrosto, all’olio nuovo, al miele speziato, alla pasta fatta in casa e ai famosissimi pici, ci saranno diversi prodotti lucani spinti ed esortati in questo confronto da due eccellenze della regione: i Fagioli Bianchi e la Melanzana Rossa di Rotonda DOP.

Queste due prelibatezze originarie dei monti del Parco del Pollino saranno presenti all’evento con i loro rispettivi Consorzi di Tutela, nati con il solo obiettivo di portare i due prodotti nelle tavole e nei mercati italiani ed internazionali.

Obiettivo ormai raggiunto in buona parte visto che la produzione si è moltiplicata in maniera esponenziale dall’anno dell’ottenimento della DOP e l’export inizia a dare i suoi primi frutti.

 

Alla terza edizione di “Toscana Gustando” parteciperanno in tutto ben venticinque produttori provenienti dalla Basilicata, ospitati da altrettanti produttori locali e regionali, che esporranno e proporranno degustazioni dei loro prodotti agli intervenuti. Tutti prodotti filiera corta ovviamente, meritevoli del marchio “Presidi Slow Food”.

Le vie principali del centro storico di Montepulciano si addobberanno a festa più di un mese prima di Natale per rendere magiche queste due giornate.

 

I produttori saranno tutti dotati di stand di esposizione e, oltre alle tipiche degustazioni, avranno modo di vendere direttamente agli intervenuti il prodotto. Un’ottima maniera per fare un regalo “diverso” ma sicuramente buonissimo e dall’altissimo valore culturale e sciovinistico.

 

La rassegna nasce tre anni fa con lo scopo di mettere a confronto le realtà gastronomiche delle regioni partecipanti, scoprendone i punti di forza, a volte le analogie, ma soprattutto la storia e le tradizioni, valorizzandone i territori di appartenenza.

Il grazioso mercatino del gusto ha lo scopo di promuovere prodotti di qualità, biologici e tradizionali, incentivando la competitività dell’agricoltura sulla base di uno sviluppo sostenibile ed eco-compatibile, in linea con la salvaguardia dell’ambiente.

 

 

set 192012
 

Alessandro Di Pietro, mercoledì 19 settembre alle ore 10.00, darà spazio nel suo programma, Uno Mattina Verde, alla Melanzana Rossa di Rotonda Dop. Una troupe televisiva, guidata dalla regista Carla Lombardi, nei giorni scorsi ha visitato Rotonda (Pz) per scoprire insieme a Vincenzo Pandolfi – produttore aderente al Consorzio di Tutela – gli orti della valle del Mercure dove da agosto a novembre si coltiva il pregiato ortaggio.
Una tappa anche a Lauria nello stabilimento della Evra srl- per scoprire insieme a Raffaele Leopardo – responsabile Ricerca&Sviluppo – le proprietà salutistiche dell’estratto da Melanzana Rossa di Rotonda DOP. Poi, una bella tavola imbandita nell’Agriturismo Calivino, per assaggiare il tortino di Melanzana Rossa DOP, piatto vincitore del concorso tra i ristoratori di Rotonda, Viggianello, Castelluccio Inferiore e Castelluccio Superiore nell’ambito dell’edizione 2012 della Sagra “il Bianco & la Rossa DOP”.
L’ortaggio a denominazione d’origine protetta coltivato della Valle del Mercure, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, sta conquistando sempre più l’attenzione dei media e della stampa specializzata, oltre ai favori di chef e distributori di ortofrutta sia nazionali con esteri.

La scommessa degli agricoltori dell’area di puntare su produzioni di qualità e certificate, dal campo alla tavola, anche grazie al sostegno del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali/Agensud, si sta dimostrando vincente.

Quintuplicate le produzioni rispetto al 2011, ordini di acquisto anche dall’Inghilterra e dall’Olanda, nuovo packaging funzionale con imballi da 1 kg e nuove etichette con tanto di sigillo di garanzia anticontraffazione.

Incuriosisce sempre più la Melanzana rossa, piccola, tondeggiante come un pomodoro, di colore arancio intenso con sfumature verdognole e rossastre, con un basso contenuto di acido clorogenico che consente alla polpa di restare bianca dopo il taglio anche per molto tempo. Dal profumo intenso, fruttato (ricorda addirittura il fico d’India), al palato è piccante con un gradevole finale amarognolo. Nulla a che vedere con le melanzane viola e nere che siamo abituati a trovare al mercato. Sublime in pastella e ingrediente segreto di tante ricette casalinghe delle signore del Pollino, alcune nel ricettario on line sul sito www.biancoerossa.dop.

ago 082012
 

Fagioli bianchi e melanzana rossa di Rotonda a denominazione di origine protetta in mostra e in assaggio il 9 e 11 agosto nella citta’ dei sassi presso l’enoteca provinciale di Matera
I Fagioli Bianchi e la Melanzana Rossa di Rotonda Dop prenderanno parte alla manifestazione “La Sagra in cantina” e daranno un assaggio di quella che sarà la sagra “Il Bianco e la Rossa”, in programma a Rotonda dal 12 al 14 agosto

In attesa dell’appuntamento del 12, 13 e 14 agosto, “Il Bianco e la Rossa”, ovvero i Fagioli Bianchi di Rotonda Dop e la Melanzana Rossa di Rotonda Dop, si ritroveranno a Matera, nel corso della manifestazione “La Sagra in cantina” per dare un piccolo assaggio di quella che sarà la tre giorni di Rotonda.

Il 9 e l’11 agosto, dalle ore 21 alle 24, Luigi Franzese e Giuseppina De Marco, presidenti rispettivamente del Consorzio di Tutela dei Fagioli Bianchi di Rotonda Dop e del Consorzio di Tutela della Melanzana Rossa di Rotonda Dop, presentano i due prodotti orticoli del Pollino a denominazione d’origine protetta presso l’Enoteca Provinciale di Matera, a Palazzo Acito nel rione Sassi. L’occasione sarà gradita per invitare tutti i partecipanti e gli organizzatori a prender parte a “Il Bianco e la Rossa”, manifestazione che animerà le calde giornate che precedono il ferragosto e che vedrà protagonisti i due pregiati prodotti orticoli lucani, coltivati negli orti di Rotonda, Viggianello, Castelluccio superiore e Castelluccio inferiore, sul versante lucano del Parco Nazionale del Pollino.

Freschi di raccolta e forti delle loro caratteristiche nutrizionali, salutistiche e benefiche, le Melanzane Rosse di Rotonda Dop e i Fagioli bianchi di Rotonda Dop, nelle due varietà tondino e fagioli bianchi, arrivano a Matera per presentarsi agli enogastronauti che prenderanno parte agli appuntamenti del 9 e dell’11 agosto della manifestazione organizzata dall’Associazione della Cucina Lucana.