BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Apr 232018
 

Pag Taviano Geosat Geovertical Lagonegro 2-3 (21 aprile 2018)

Pag Taviano : Barajas 1, Percoco, Avelli, Astarita 15, Torsello 5, Bigarelli 30 , Ruiz 21 , Mariella , Smiriglia8 , Klek , Piedapalumbo 2. All. Lichelli.

Geosat Geovertical Lagonegro: Kindgard 7 , Milushev , Boscaini15 , Giosa 11, Fortunato, Amouah 28, Maiorana 7 , Copelli 9, Leone , Sardanelli, Roberti, Copelli . All. Falabella

NOTE: Lagonegro 12 Muri , 4 ace , 12 errori in battuta , 41% in attacco ,in ricezione (29%) 54%;
Taviano 11Muri ,4 ace , 14 errori in battuta , 45% in attacco, in ricezione (24%) 47%.
25-21, 20-25, 25-16, 29-31, 13-15
Durata set : 31’, 30’, 27’,44’, 21’ 2h 55’
300 spettatori circa
Era la gara della stagione, era la gara da non sbagliare. Una gara da cardiopalma dove le emozioni si sono susseguite e quanto tutto sembrava rimandare a gara 4 la tecnologia ha fatto la sua parte ma il gruppo di Falabella ha fatto ancor di più. 26 pari e punto a Lagonegro , partita riaperta sul 2-2 . Si gioca ancora un 5 set, bisogna ritrovare la forza nelle gambe e la lucidità. Ognuno come sempre fa la sua parte e si scrive un epilogo che importante: un altro tie break e ancora tante emozioni al cardiopalma, come l’intera stagione che ha visto la squadra di Falabella, e l’intero ambiente biancorosso, combattere anima e cuore a questa meritatissima salvezza. L’ ultima palle cade a terra e passano nella mente tutte le vicissitudini di una stagione che viene incorniciata da una finale esagerato e perfetto sul ogni piano: tecnico, tattico, fisico ed emozionale. La pallavolo insegna anche questo: mai darsi per vinti, mai arrendersi perché solo il duro lavoro paga e per riprendere le parole del regista Sorrentino “nella vita il pareggio non esiste” e contro un indomabile avversario serviva vincere : la Geosat Geovertical la ha fatto e scrive ancora la storia.
Cronaca
Inizio equilibrato fino a quando la prima possibilità di portarsi in vantaggio è del Taviano sul 10-6. Un ace di Kindgard e un muro di Maiorana permettono ai lagonegresi di accorciare sul 12-10 ma la fase successiva è un crescendo dei leccesi che si portano sul 17-11. Capitan Giosa e compagni provano a d accorciare e le distanze si riducono al minimo sul 18-16 ma Torsello e il solito Astarita si fanno sentire e il primo set è nelle mai dei padroni di casa.
Secondo set inizia con il vantaggio lagonegrese siglato a turno da Amouah, Copelli e Boscaini che costringe mister Licchelli a chiedere il tempo. Bigarelli prova a dare uno scossa ai suoi ma in questo set si fanno sentire Amouah e Boscaini e il vantaggio lagonergese aumenta 10-16. Mantiene il vantaggio la formazione di falabella che con il suo capitano da centro buca la difesa leccese (13-19). Ruiz con una pipe prova ad accorciare i conti sul 16-21 ma ancora Amouah si fa sentire : è sempre +4 Lagonegro. Nel finale Falabella chiama il tempo ma a chiudere il set ci pensa Kindgard con un pallonetto che sigla anche il suo 5 punto della gara.
Terzo set inizia come una situazione diametralmente opposta a quella precedente con il Taviano che si porta sul 7-3 con Ruiz sugli scudi e Falabella costretto a chiedere il tempo. Nulla cambia al rientro e la fuga del Taviano continua così Falabella chiede il tempo nuovamente sul 10-4. Set completamente da dimenticare per i lagonegresi che soccombono allo strapotere di Ruiz . Falabella cambia Roberti al posto di Amouah e Leone al posto di Kindgard ma la situazione non cambia e il Taviano si aggiudica facilmente il set.
Quarto set ritorna l’equilibrio con i soliti Ruiz e Bigarelli da una parte e Amouah e Boscaini dall’altra fino a quando arriva il primo vantaggio locale 13-11 a firma di Astarita che viene poi ribaltato da Boscaini e capitano Giosa che sigla il 15-19. Non riescono ad amministrare però il vantaggio i lagonegresi che si lasciano recuperare dal Taviano sul 22 punto con Ruiz . Ma quando la gara sembra prendere una piega diversa ed ecco che servono i vantaggi per chiudere il set: poi un primo video check annulla la prima palla match del Taviano sul 26-25, altre tre occasioni per i salentini vengono annullate dai lagonegresi che quando hanno l’occasione di chiudere il set lo fanno ed è ancora un altro tie break a decidere la gara.
Quinti ed ultimo set della serie sempre altalenante : un punto per parte nessuna fuga come si era vista negli altre due. Quando si va al cambio campo è 8-9 i tecnici usano i time disponibili ma nel finale la lucidità e la freddezza lagonegrese prevale e alla prima occasione i lagonegresi chiudono il set, la gara ma soprattutto la serie dei play out che permettono alla formazione di mister Falabella di restare ancora nell’olimpo del volley.
Paola Vaiano

Apr 072018
 

Apre domenica 8 aprile 2018 il sipario dei play out di A2 che decreteranno la permanenza o meno di 3
squadre su 6 nella seconda serie nazionale di volley. Reggio Emilia –Massa, Club Italia Roma- Catania,
Taviano-Lagonegro sono gli accoppiamenti dei play out che prevedono un calendario di 5 partite: chi
porterà a casa tre vittorie sarà salva. Per i lagonegresi il cammino è in salita visto che partiranno con la
prima gara fuori le mura del Pala Alberti. Mister Falabella e i suoi sono infatti partiti ieri alla volta di Taviano
dove domenica mattina effettueranno la rifinitura mentre domenica pomeriggio il fischio d’inizio è alle ore
18,00 Al Palasport William Ingrosso di Taviano . Da tenere sott’occhio gli schiacciatori spagnoli: Ruiz , che
già nelle gare di regular season diede filo da torcere alla difesa biancorossa insieme a Torsello e al
messicano Barajas arrivato solo nel finale di stagione. Tra i migliori del Taviano c’è sicuramente il
palleggiatore Mariella, ma anche il reparto dei centrali con Torsello e Smiriglia potranno farsi sentire al
centro. Entrambe le gare finirono in favore dei leccesi, (1-3, 3-2) che però al ritorno proprio al Pala Ingrosso
sul 2-0 subirono la ripresa dei biancorossi che si arresero nel finale del tie break. Rosa interamente a
disposizione del tecnico di Lagonegro che in settimana ha lavorato alla preparazione del match e allo studio
degli avversari. “Abbiamo avuto una settimana per recuperare energie fisiche e mentali per affrontare al
meglio questa fase- spiega Falabella- è un periodo molto importante e ma siamo tranquilli di aver lavorato
bene e di potercela giocare tutta. Andiamo a Taviano consapevoli che non sarà semplice, ma abbiamo
l’obbligo di crederci e dare il 100%”. Queste le parole di Falabella che carica i suoi alla vigilia della prima
gara in terra pugliese , a cui seguirà domenica 15 gara 2 al Pala Alberti dove ci vorrà tutto il sostegno del
pubblico biancorosso. Molti intanto i tifosi che partiranno alla volta di Taviano per seguire la Geosat
Geovertical, sempre più seguita in terra lucana quale unica squadra che milita in un campionato nazionale.

Apr 152017
 

Toscana tre volte sul tetto d’Italia, un acuto del Lazio
I titoli Juniores, Giovanissimi e femminile vanno ai toscani, Giovanissimi al Lazio
Trento.Si abbassa il sipario sulla 56^ edizione del Torneo delle Regioni di calcio a undici in Trentino #tdr2017, la manifestazione che coinvolge tutti i calciatori e calciatrici dell’Italia dilettantistica dai 14 ai 23 anni. La Toscana centra uno storico tris conquistando i titoli nelle categorie Juniores, Giovanissimi e Femminile. Il Lazio si prende il titolo Allievi. Le finali Juniores e Femminile sono andate in scena nella bella cornice di pubblico presente allo Stadio Briamasco di Trento. Caloroso anche il tifo a Borgo Valsugana dopo si sono giocate le finali Giovanissimi e Allievi.

Hanno premiato le otto squadre finaliste il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia, il numero uno del CPA Trento Ettore Pellizzari, i Vice Presidente LND Area Nord e Centro Flavio Zanon e Fabio Bresci, il Consigliere Federale Karl Rungger, Il Segretario LND Massimo Ciaccolini, il Segretario Dipartimento Calcio Femminile Patrizia Cottini. Presenti il Presidente del CR Toscana e del CPA Bolzano Paolo Mangini e Paul Georg Tappeneir. A visionare i giocatori per tutto il torneo i selezionatori delle Rappresentative Nazionali Serie D, LND U17 e U18 Augusto Gentilini, Fausto Silipo e Francesco Statuto.

Cosimo Sibilia ha premiato tutte le categorie:” Con orgoglio ho vissuto il mio primo Torneo delle Regioni nella veste di Presidente di un movimento dinamico e vivace come quello della Lega Nazionale Dilettanti. Abbiamo festeggiato il futuro del calcio LND nel migliore dei modi grazie ad una macchina organizzativa che ha funzionato a pieno regime. Merito del CPA Trento e di tutte le istituzioni e persone che hanno dato il loro contributo per la buona riuscita di un evento unico in Italia”.

La Juniores Toscana conquista il titolo per la seconda volta consecutiva e ribadisce il proprio dominio nella categoria davanti a un Lazio che non ha affatto demeritato. I ragazzi di Uberto Gatti hanno vinto per 2-1 al termine di una partita ricca di emozioni. La sfida si decide fin dai primi minuti, al 9’ Trippa, fino alla finale uno dei più decisivi, si fa parare un rigore che avrebbe potuto cambiare l’inerzia della gara. Non sbaglia la Toscana con Khtella che al 40’ porta avanti i suoi. Al 18’st altro rigore per la squadra di Ippoliti, stavolta è Fontana ad andare sul dischetto e pareggia i conti. Il caldo e le sette partite in sei giorni si fanno sentire sulle gambe dei ragazzi. La partita procede a singhiozzo ed 28’st un altro episodio decide la gara. La Toscana al 28’st si procura un rigore che Khtella trasforma con freddezza. L’attaccante della Sinalunghese segna la sua quarta rete nel torneo, la più importante, quella che assegna il titolo alla Toscana.

Lazio allievi campione d’Italia! Questo il verdetto espresso dal campo di Borgo Valsugana, dove la formazione di Antonio Macidonio riscatta la sconfitta dello scorso anno e conquista la coppa battendo per 2-0 la Campania. I gol arrivano uno per tempo, entrambi al primo dei minuti di recupero. A metterla dentro capitan Menniti e Russo. La Campania comunque può consolarsi con un traguardo che mancava da tanti anni. Primo tempo quasi tutto di marca laziale con diverse occasioni capitate sui piedi di Ceccarini, De Marchis e Kone (traversa colpita da quest’ultimo su calcio di punizione). Anche la Campania riesce a produrre qualche situazione pericolosa, soprattutto con Nunziante, ma è la formazione di Macidonio a trovare il meritato vantaggio al 41’pt col suo capitano Menniti. Secondo tempo che inizia sulla falsa riga del primo, con Gazzaneo che cambia qualcosa negli undici per cercare di rendere più incisiva la sua squadra. Tuttavia non è semplice superare il muro eretto dalla retroguardia laziale, sempre molto attenta nel leggere le situazioni. La Campania tenta il tutto per tutto per acciuffare l’agognato pareggio ma neanche il cuore basta per buttarla dentro. Operazione che invece riesce nuovamente agli uomini di Macidonio e ancora nei minuti di recupero, questa volta a firma Nicolò Russo che chiude definitivamente i conti.

E’ la Toscana la vincitrice del Torneo delle Regioni 2017 categoria giovanissimi. La selezione guidata da Roberto Chiti, tornata in vetta alla categoria dopo il 2003, porta a casa la coppa battendo il Lazio 2 a 1 in una finale elettrizzante che ha vissuto i suoi momenti più emozionanti negli ultimi quattro minuti: Svidercoschi illude di portare i suoi ai supplementari al 35’st ma Bonifazi sigla il gol decisivo all’ultimo dei minuti di recupero. Match che era stato sbloccato nella prima frazione di gioco col penalty trasformato da Arigò (al terzo centro nella manifestazione). Grande delusione per il Lazio che vede sfumare il titolo alla seconda finale consecutiva.

La Toscana femminile riscrive la sua storia e torna ad alzare il trofeo dopo quello del 1996. Il CPA Bolzano per il secondo anno di fila si ferma proprio sul più bello. E’ Elisa Menchetti a segnare il gol vittoria al 34’st rompendo l’equilibrio di un match tirato. La giocatrice della Pistoiese si ripete dopo la rete decisiva segnata anche in semifinale.

Un successo le dirette streaming sulla pagina Fabebook ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti facebook.com/LegaDilettanti e sul sito ufficiale del torneo torneodelleregioni.lnd.it che hanno raggiunto per le Finali e le Semifinali più di 600.000 persone in media in ogni match. Un crescendo rossiniano se pensiamo che le gare dei gironi avevano raggiunto in media 150.000 utenti e quelle dei Quarti 300.000.

RISULTATI

14 aprile – finali

JUNIORES

Lazio-Toscana 1-2

RETI: 40′ pt e 28′ st rig. Kthella (T), 17′ st rig. Fortuna (L)

LAZIO: Scognamiglio, Bencivenga, Caccia (31′ st Morini), Cerroni, Chiti, Grizzi, Mamarang (36′ st Massaini), Paglia (6′ st Fortuna), Sganga, Trippa, Vassallo. All. Marco Ippoliti

TOSCANA: Eletti, Amerighi (26′ st Marseglia), Botrini, Innocenti (34′ st Quarta), Kthella, Lari, Magelli, Marianelli, Migliorini, Seri, Vecchi (13′ st Bellini). All. Uberto Gatti

ARBITRO: Kovacevic di Arco-Riva (Scifo F. e Mouizina di Trento)

NOTE: spettatori 250 circa. Ammoniti Caccia (L), Trippa (L), Chiti (L), Innocenti (T), Magelli (T), Kthella (T), Marianella (T). Espulso Morini (L) al 38′ st per somma d’ammonizioni

Rigore fallito al 9’pt da Trippa (L) Angoli 3-2 Rec. 1’pt – 5’st

ALLIEVI

Lazio-Campania 2-0

RETI: Menniti 42’pt, Russo 44’st

LAZIO Calisse, Pecci, Ceccarini, Cerroni, Capogna, Angeli, De Marchis, Kone (29’st Micheli), Russo, Dioguardi (38’st Madonna), Menniti (34’st Moretti) PANCHINA Pancotto, Falanga, Follo, Mignanti, Signorello, Tesone ALLENATORE Macidonio

CAMPANIA Bisogno, Calabrese, Attanasio, Muccio, Nunziante (38’st Barricella), Ambrosio (23’st Marino), Iannuzzi, Palumbo, Esposito (1’st Filosa), Gravina, Petito (1’st Calone) PANCHINA Liguori, Russo, Tessitore, De Stefano, Domanico ALLENATORE Gazzaneo

ARBITRO Ismail di Rovereto

NOTE Ammoniti Menniti, Ceccarini Angoli 3-10 Rec. 2‘pt – 4‘st

GIOVANISSIMI

Toscana-Lazio 2-1

RETI: 13′ pt rig. Aricò (T), 37′ st Svidercoschi (L), 40′ st Bonifazi (T)

TOSCANA (3-5-2): Tortelli; Francalanci, Gabbrielli, Marconi; Carrara, Patti, Pecci (12′ st Borgognoni), Giannini, Sauro (31′ st Paolantoni); Arigò (7′ st Manfredi), Perlongo (17′ st Bonifazi). All. Roberto Chiti

LAZIO (4-3-1-2): Conte; Galardi (29′ st Bruschi), Macrì, Battistelli, Lombardo (7′ st Marino); Santi (31′ st Pansera), Canciani, Carbone (7′ st Pigliapoco); Consoli (26′ st Di Battista); Coccia (5′ st Svidercoschi), Morelli (21′ st Formiconi). All. Gianfranco Pesci

ARBITRO: Calvara di Trento (Capogrosso e Dean di Trento)

NOTE: ammonito: Galardi (L). Angoli: 3-1 per la Toscana. Recupero: 1’+7′

FEMMINILE

CPA Bolzano-Toscana 0-1

RETI: 34’ st Menchetti

CPA BOLZANO: Graus, Bielak, Gerstgrasser, Kerschdorfer (1’ st Reiner), Kiem, Kuenrath (9’ st Baldessari), Ladstätter, Maloku, Moser, Ranigler (35’ st Klotz), Schwienbacher (32’ pt Santin). All. Paola Leoni

TOSCANA: Sacchi, Aliaj, Ceccarelli, Cosi C., Gnisci (18’ st Monnecchi), Lotti, Mariani, Menchetti (38’ st Buratti), Pantani, Sidoni, Tamburini. All. Simone Maccari

Arbitro: Denise Perenzoni di Rovereto (assistenti Piras di Trento e Borz di Rovereto)

Note: spettatori 200 circa

Toscana Juniores Campione d'Italia al TDR
La Toscana squadra vincitrice

Ott 152016
 

E’ ormai alle porte l’esordio casalingo della Basi Grafiche Geosat. L’impianto potentino del PalaBasento aprirà i battenti a partire dalle ore 17:00 per la seconda giornata del campionato, che vedrà opporsi gli uomini di Falabella e l’Emma Villas Siena.
“Non vediamo l’ora di riabbracciare i nostri tifosi – sottolinea il coach biancorosso – siamo sicuri che anche qui a Potenza ci seguiranno in massa e pensiamo che anche il capoluogo risponderà alla grande”.
Conscio di giocare contro una delle squadre più quotate del girone il tecnico lagonegrese ha impostato il lavoro settimanale dei suoi partendo dalle indicazioni ricavate dal match d’esordio di Castellana.
“Ci siamo preparati cercando di migliorare le cose che non sono andate bene nella prima gara, sarà fondamentale per noi essere molto più incisivi in battuta per cercare di impensierire quella che si presenta come una vera e propria corazzata. Abbiamo cercato di individuare gli eventuali punti deboli di Siena – spiega ancora Falabella – anche se sono ben pochi per una squadra con diversi atleti di esperienza internazionale che ha il suo marchio di fabbrica nella velocità di gioco”.
Il riferimento è sicuramente a Noda Blanco, nazionale spagnolo appena rientrato dopo le ottime prestazioni fornite nelle qualificazioni ai campionati europei. Occhio fra gli altri al palleggiatore Fabroni, che in terra lucana metterà a segno la sua 400ma presenza in serie A2.
“Dal canto nostro – conclude il tecnico lagonegrese – siamo in buone condizioni e a parte Kvalen, non ancora al 100% ma che domenica potrebbe anche giocare qualche spezzone di gara, il resto del gruppo sta bene ed ha mostrato di avere la carica giusta per un impegno così importante”.
Per la Basi Grafiche Geosat la settimana è stata come sempre caratterizzata da doppie sedute in palestra e al PalaSimone, con gli ultimi due allenamenti disputati poi da Parisi e compagni sotto i riflettori del PalaBasento per prendere maggior confidenza con il terreno di gioco.
Scalda i motori anche Domenico Maiorana, che quest’anno si è affacciato al campionato per la prima volta nelle vesti di libero.
“Per me non è stato un esordio, ma visto il ruolo in cui sto giocando è come se lo fosse. Speriamo di ben figurare – spiega l’alfiere biancorosso – e anche se Siena è fra le più accreditate per il salto di categoria le proveremo tutte per farle lo sgambetto. Possiamo crescere, abbiamo ancora ampi margini di miglioramento e credo che partita dopo partita saremo sempre più in grado di dire la nostra”.
Paola Vaiano

volley

Ott 102016
 

Bcc Castellana Grotte – Basi Grafiche Geosat Lagonegro 3 – 0 (33-31, 25-17, 25-22)

Bcc Castellana Grotte: Cavaccini, Canuto 10, Cazzaniga 18, Quarta 6, Moreira 13, Presta 8, Garnica 1, Astarita, Scio, Di Noia, Ferraro, De Santis 2, Barbone, Pace. All. Lorizio

Basi Grafiche Geosat Lagonegro: Boesso 14, Maiorana, Boscaini 5, Giosa 6, Galabinov 9, Pizzichini, Cubito 5, Parisi 2, Kvalen, Kindgard, Da Silva, Fortunato, Gabriele. All. Falabella

Note

Arbitri: Stancati, Palumbo.

Bcc Castellana Grotte: muri 4, ace 8, errori in battuta 20, attacco 53%, ricezione 52% (45%);

Basi Grafiche Geosat Lagonegro: muri 5, ace 4, errori in battuta 14, attacco 39%, ricezione 38% (27%);

Durata set: 38’, 27’, 28’; TOT 1h33’.

Esordio non dei migliori per la Basi Grafiche Geosat Lagonegro, che incappa in un 3-0 in casa della quotata New Mater Castellana trascinata da un Cazzaniga che con 18 punti si conferma la punta di diamante dei pugliesi. Falabella sceglie Parisi in regia, Giosa e Cubito centrali, Boesso opposto, Da Silva e Galabinov schiacciatori e Maiorana libero.

E’ Galabinov a segnare l’esordio in A2 dei lagonegresi, presentandosi per primo al servizio in un primo set ad altissimi livelli, con Boesso e Cazzaniga che mettono giù lo stesso numero di punti e con gli uomini di Lorizio che a fronte di un maggior numero di errori al servizio riescono a viaggiare su migliori percentuali di ricezione. Si assiste così al primo allungo lagonegrese (3-6) subito rintuzzato dai pugliesi (6-7). Il match va via così sul filo di un equilibrio che viene di nuovo rotto da un’ottima serie al servizio dell’ex Giosa (14-18) che costringe mister Lorizio al secondo discrezionale. Al rientro ci pensa Cazzaniga a suonare la carica con due ace consecutivi che permettono ai pugliesi di rientrare in partita (21-22) e di ritrovare la parità sul 24° punto grazie ad un muro di Canuto seguito da un errore in attacco di Boesso. Si va così ai vantaggi in un finale thrilling in cui gli scambi si allungano e le squadre forzano ogni fondamentale, ma è Castellana che dopo aver annullato un numero incredibile di palle set trova la lucidità per il controsorpasso decisivo.

Al cambio di campo regna un illusorio equilibrio iniziale, fino a quando i padroni di casa sulle ali dell’entusiasmo trovano il primo significativo break sull’11-8 e con un ace di Presta e un Moreira entrato decisamente in partita volano poi fino al 19-13. Mister Falabella cerca di rimescolare le carte e dopo aver speso il secondo discrezionale inserisce Boscaini al posto di un Da Silva visibilmente bloccato dall’emozione dell’esordio. L’inerzia del parziale però non cambia e si va così via di cambio palla fino al prevedibile esito ancora una volta favolevole ai gialloblu.

Nel terzo set la Basi Grafiche Geosat rientra decisamente in partita e si procede su un equilibrio questa volta sostanziale fino a quando Boscaini, riconfermato in campo, segna il primo allungo biancorosso con un’ottima serie al servizio (11-13). Ci pensa però il solito Cazzaniga, che risponde sempre presente nei momenti caldi e con un lungolinea millimetrico ristabilisce la parità (15-15). Si procede ancora punto a punto con un muro a uno di Galabinov su Cazzaniga a cui risponde Moreira con una splendida pipe. Nel finale però i biancorossi iniziano a faticare nella fase punto grazie anche ad un Cavaccini che tira su qualsiasi palla nella metà campo gialloblu e costringe Galabinov e Boesso a forzare oltremodo l’attacco. Coach Falabella chiama due timeout consecutivi sul 23-21 e sul 24-22 alla ricerca di un break che allunghi la partita, ma prima Presta e poi Moreira non fanno sconti e chiudono la gara.

“Purtroppo partiamo con una sconfitta ma penso meritassimo qualcosa in più – ha dichiarato a fine gara l’allenatore biancorosso – anche se è il verdetto del campo quello che conta. C’è il rammarico di aver buttato via il primo set, quando ci è mancata quell’esperienza da serie A che probabilmente loro hanno in più rispetto a noi. E’ stato comunque un’ottima gara, da cui usciamo a testa alta con molti spunti positivi su cui continuare a lavorare e a crescere”.

“Sapevamo che era un inizio difficile – ha poi sottolineato l’allenatore pugliese Lorizio – contro una squadra che gioca bene; sono soddisfatto dell’approccio mentale dei miei, un po’ meno sotto l’aspetto tecnico e tattico. Loro sono molto combattivi e se i presupposti sono questi non credo avranno grandi problemi nel prosieguo del campionato”.
PAOLA VAIANO

volley

Lug 152016
 

Interessati i 35 comuni dell’area Val D’Agri – Melandro – Sauro – Camastra. Il presidente della Regione, Marcello Pittella: “Un altro progetto per non lasciare nessuno indietro”
La Giunta regionale ha approvato i tirocini per la inclusione nel mercato del lavoro delle persone con disabilità nell’ambito del programma operativo “Val D’Agri – Melandro – Sauro – Camastra”.

L’investimento complessivo è di circa 760 mila euro e prevede il coinvolgimento di 80 utenti all’interno delle quattro aree di intervento individuate: Servizi alla persona (rafforzamento delle competenze professionali per l’attivazione di servizi di care giver); Ambiente (rafforzamento delle competenze professionali per la gestione e manutenzione del verde e del paesaggio); Turismo ed accoglienza (rafforzamento delle competenze professionali per la promozione e la valorizzazione dello slow tourism); Servizi informatici e telematici (rafforzamento delle competenze professionali per l’attivazione di servizi informatici applicati ai servizi sociali, turistici, ambientali e culturali).

Per ciascuna area sono previste 900 ore totali di tirocinio e 20 utenti per una durata complessiva di 12 mesi con una possibilità di proroga sulla base della disponibilità finanziaria della Regione. Come soggetto attuatore è stata individuata la Provincia di Potenza, mentre l’area di intervento è costituita dal comprensorio, composto da 35 comuni, interessato dal programma operativo “Val D’Agri – Melandro – Sauro – Camastra”: Abriola, Aliano, Accettura, Anzi, Armento, Brienza, Brindisi di Montagna, Calvello, Castelmezzano, Castelsaraceno, Cirigliano, Corleto Perticara, Gallicchio, Gorgoglione, Grumento Nova, Guardia Perticara, Laurenzana, Marsiconuovo, Marsicovetere, Missanello, Moliterno, Montemurro, Paterno, Pietrapertosa, Roccanova, San Chirico Raparo, San martino d’Agri, Sant’Arcangelo, Sarconi, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania, Spinoso, Stigliano, Tramutola e Viggiano.

I destinatari dell’iniziativa sono 80 persone che versano in condizioni di disabilità compresi gli utenti dell’ex programma “Match”.

“Con questo progetto – spiega il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella – vogliamo promuovere interventi di orientamento e formazione on the job o di inserimento e reinserimento nel mercato del lavoro attraverso lo strumento del tirocinio. Uno degli aspetti innovativi sta nella possibilità di creare cooperative di comunità polifunzionali in grado di rispondere ai bisogni delle comunità locali attraverso un nuovo protagonismo degli stessi utenti cittadini nel rispetto dei valori, dell’identità e dei bisogni del territorio di riferimento in un’ottica di sviluppo solidale. In questa prospettiva di inclusione e di autonomia, il lavoro diviene un fattore potente di espressione della capacità progettuale delle persone, delle singole identità, della ricchezza cultuale, dell’incontro con gli altri. Ancora una volta la Regione Basilicata, nonostante la difficile congiuntura economica, mette in campo azioni innovative per non lasciare indietro nessun cittadino lucano”.

potenza6

Gen 082014
 

Utilizzare le potenzialità dei social network per far incontrare domanda e offerta di lavoro.
Con quest’obiettivo, nell’ambito del progetto di ricerca Siret – Sistema integrato di recruiting e training, domani giovedì 9 gennaio 2013, alle ore 10.00, presso la sala Giunta di piazza Mario Pagano, la Provincia di Potenza, il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, Ingegneria Elettronica e Matematica Applicata (Diem) di Fisciano, la società Exo ricerca di Potenza e il Moma Spa di Salerno sottoscriveranno un protocollo d’intesa.
Intesa che prevede l’avvio di una sperimentazione all’interno di alcuni centri per l’impiego del territorio provinciale finalizzata all’individuazione di modelli innovativi di selezione e match tra domanda e offerta, legati ai social network. (r.s.)

Provincia-di-Potenza

Apr 192013
 

La Puntotel Sala Consilina giocherà domani, sabato, l’ultima partita di campionato fra le mura amiche del PalaPozzillo. Le ragazze di coach Draganov avranno di fronte il fanalino di coda Cedat 85 San Vito. Sarà un match in cui entrambe le squadre scenderanno in campo con la massima tranquillità. La Puntotel, avendo già raggiunto l’obiettivo salvezza da diverse giornate, cinque per l’esattezza, avrà l’occasione di salutare nel migliore dei modi i propri beniamini, mentre il San Vito, dal canto suo, verrà a Sala soltanto per onorare il campionato essendo retrocessa già da tempo.

Ma per la Polisportiva Antares Sala Consilina quella di domani sarà una gara molto particolare soprattutto dal punto di vista extrasportivo. Non a caso, per l’occasione, si potrà assistere gratuitamente al match. La società biancorossa ha deciso, infatti, di non far pagare il consueto biglietto d’ingresso. “Vogliamo, sottolinea il direttore generale, Nicola Ammaccapane, salutare il campionato lasciando aperte le porte del PalaPozzillo. Domani sera sarà una grande festa del volley, ma sarà anche l’ultima partita in assoluto che la nostra squadra giocherà nel PalaPozzillo. Chiuderemo, dunque, questi nostri due storici anni di serie A2 dando la possibilità a tutti di poter salutare la nostra squadra”.

Ammaccapane si riferisce al fatto che la Puntotel non potrà più giocare nella struttura sportiva salese in quanto essa risulta essere inadeguata e non confacente ai criteri tecnico-strutturali richiesti per poter disputare partite del campionato di serie A2. “Purtroppo, continua Ammaccapane,  per il prossimo campionato dovremo, nostro malgrado, trovare un nuovo campo da gioco. Ci stiamo già adoperando per riuscire a risolvere tale problema, ma non è affatto semplice”.

Ritornando alla gara di domani, ovviamente, Colarusso e compagne sono emozionate. Tutte le cicognine scenderanno sul parquet salese con l’unico obbiettivo della vittoria per concludere felicemente una stagione più che positiva in cui tutto il roster biancorosso ha dimostrato di essere attaccato ai colori sociali. Le cicognine e l’intero staff tecnico, con in  testa coach Draganov ed il suo secondo La Maida, hanno dimostrato, con il loro continuo impegno, di essere seri professionisti.

La gara di domani sera inizierà alle ore 20,30. Ad arbitrare saranno Alessandro Perdisci e Pasquale Cimento.   

Pasquale Lapadula

volley

Apr 142013
 

Ultima trasferta stagionale per la Puntotel Sala Consilina che domani, domenica, sarà impegnata in Toscana per giocare contro “Il Bisonte San Casciano”, gara valida per la penultima giornata della Regular Season de 68° campionato di volley femminile di Serie A2.

Le cicognine salesi affronteranno il match senza l’assillo di fare risultato a tutti i costi avendo ormai abbandonato, con la sconfitta casalinga di domenica scorsa ad opera del Soverato, il sogno di poter rientrare nella griglia dei paly off.

Dall’altra parte della rete, invece, la squadra toscana si giocherà le ultime possibilità di disputare i play off. Le ragazze di coach Francesca Vannini, infatti, sono a -1 dalla settima piazza in classifica, ovvero dall’ultimo posto utile disponibile per partecipare al post season. L’attuale classifica dice che Mazzano e Soverato sono sesta e settima a quota 33, mentre le azzurrine toscane sono ottave con Crovegli a 32. Alla luce di tutto ciò, “Il Bisonte San Casciano” dovrà assolutamente conquistare i tre punti nel match contro Sala Consilina.

“Siamo consapevoli che sarà una gara difficilissima, sottolinea il team manager salese, Raffaele Calandriello. Il nostro campionato lo abbiamo, però, già vinto raggiungendo la quota salvezza con largo anticipo e sfiorando anche lo storico traguardo dei play off.  Domani, perciò, potremo giocare nella massima tranquillità vendendo cara la nostra pelle. Le ragazze stanno bene e sono certo che giocheranno come al solito, ovvero col massimo impegno”.

Per la cronaca va detto che nella partita di andata ad imporsi fu la Puntotel che vinse al tie break sulla compagine fiorentina.

Il match inizierà alle ore 18,00 al palazzetto dello sport di San Casciano.  Ad arbitrare saranno Lucia Paravano e Massimo Piubelli.

 

Pasquale Lapadula

puntotel

Nov 142012
 

“Nell’attuale momento di crisi, che può scaricare gli effetti peggiori sui più deboli,  e in un contesto di contrazione delle risorse economiche lo scorrimento della graduatoria relativa al bando Match – Servizi di inclusione sociale e lavorativa di persone in situazione di svantaggio – progetto sperimentato già con efficacia in Val d’Agri nell’ambito del Programma operativo riguardante quest’area – è una buona notizia. Tale scelta darà alla Provincia di Potenza, che coordina il gruppo di pilotaggio, la possibilità di offrire, tramite un virtuoso modello di collaborazione tra pubblico e privato sociale, risposte certe e concrete ai bisogni formativi e occupazionali dei soggetti svantaggiati”.

Lo hanno dichiarato il presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza e l’assessore alle Politiche Sociali Paolo Pesacane, commentando l’approvazione, da parte  del Comitato di coordinamento e monitoraggio del Programma operativo Val d’Agri Melandro Sauro Camastra, dello scorrimento delle graduatorie del Progetto Match che ha già visto l’attivazione di 64 work-experience.
“L’attivazione di ulteriori percorsi formativi mirati all’inserimento lavorativo di una platea di soggetti con disabilità dà ancora più forza e valore alle tante azioni che – hanno continuato – come Provincia stiamo mettendo in campo. Dal portale delle persone con disabilità al collocamento mirato per quest’ultimi, dagli interventi indirizzati a specifiche azioni per la disabilità previsti dai Pois ai Progetti Educativi Individualizzati, fino al protocollo firmato con l’Unione italiana ciechi e alle azioni specifiche del progetto di Cittadinanza Scolastica “Abitare il Futuro” e del cosiddetto “Salvaprecari””.

“Insomma, una serie di iniziative e opportunità – hanno concluso Lacorazza e Pesacane – promosse dalla Provincia di Potenza nel concreto impegno per le politiche sociali, suggellato anche dalla recente adesione ai principi e alle indicazioni della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, al fine di programmare e migliorare le politiche e i servizi di inclusione sociale”. (r.s.)