Flash Feed Scroll Reader
dic 042014
 

E’ successo nella prima mattinata di oggi nei pressi di Tito. Una signora di 34 anni ha dato felicemente alla luce un maschietto assistita dall’equipe medica del servizio emergenza-urgenza 118. Mamma e figlio stanno bene, anche grazie agli operatori del pronto intervento che hanno saputo gestire con prontezza e professionalità il delicato evento.
La signora di Marsico Nuovo, alla seconda gravidanza, ha rotto le acque alla 38sima settimana di gestazione. Era in macchina con il marito per recarsi all’ospedale San Carlo, quando si è accorta che il parto era imminente. Per strada hanno chiamato il 118. E’ partita l’ambulanza più vicina, quella di Brienza, e subito dopo anche l’ambulanza medicalizzata di Potenza. Entrambe le postazioni mobili di soccorso sono riuscite a raggiungere la partoriente in brevissimo tempo. Il bambino è nato dopo pochi minuti.
Tutto è andato bene. L’evento conferma l’efficienza del servizio del trasporto materno che ha preso subito in carico la mamma, offrendo il supporto necessario nella fase del parto e garantendo così le migliori condizioni per la partoriente e il nascituro.

118

nov 012014
 

D’intesa con il coordinatore provinciale Nicola Pagliuca ed i dirigenti regionali sono stati nominati responsabili territoriali di Forza Italia, Antonio Pasquariello, per il comune di Marsico Nuovo (Pz) e Marco Mauro per il comune di Acerenza (Pz). “Nei prossimi giorni provvederò a designare i responsabili di Forza Italia in ogni comune della regione – ha spiegato il coordinatore regionale, l’on. Cosimo Latronico – anche per promuovere una vasta campagna di adesione al movimento di Forza Italia. A seguito di queste adesioni che ci auguriamo possano coinvolgere tanti lucani per realizzare uno spazio di reale partecipazione per rafforzare l’assetto democratico della nostra regione, celebreremo assemblee per scegliere i responsabili del movimento. Forza Italia si propone ai lucani per costituire un movimento di libertà della persone e della società come presupposto di ogni cambiamento. La Basilicata, come l’Italia, ha un bisogno vitale di ricostituire movimenti di partecipazione democratica sollecitando le persone ad assumersi tale responsabilità per contrastare i segnalai di una autocrazia che rischia di spegnere il pluralismo nel nostro Paese”.

750px-Forza_Italia.svg

mag 082014
 

Nel quadro di un’operazione svolta congiuntamente, sull’intero territorio nazionale, dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e finalizzata al contrasto dell’illegalità nel settore dei giochi e delle scommesse, i Comandi territoriali del Corpo della provincia di Potenza hanno
intensificato i controlli in tale settore, con riguardo anche alle norme a tutela
dei minori. Nel corso del piano di intervento, sono stati controllati 17 esercizi, riscontrando
un elevato numero di irregolarità.
In dettaglio, sono stati individuati 8 centri di raccolta e gestione di scommesse
clandestine via internet, privi delle prescritte autorizzazioni e operanti per
conto di allibratori esteri. Le attività illecite erano svolte all’interno di bar, di
rivendite tabacchi ovvero presso internet point e centri di elaborazioni dati.
I finanzieri hanno rinvenuto, all’interno dei predetti centri, postazioni
informatiche attrezzate, collegate via modem con i server di società aventi
sede in territorio estero (Austria, Malta).
Complessivamente, sono stati sottoposti a sequestro 15 personal computer
completi di monitor, tastiera e mouse, 5 lettori ottici, 472 schede bianche per
effettuare le scommesse, 11 stampanti termiche utilizzate per la stampa delle
ricevute di scommessa, oltre a 2.600 euro di proventi.
Dei centri di raccolta di scommesse individuati, 3 sono ubicati nel capoluogo
mentre i restanti sono situati nei comuni di Anzi, Picerno, Marsico Nuovo,
Laurenzana e Castelluccio Inferiore.
Le operazioni hanno permesso di segnalare all’Autorità Giudiziaria competente
nr. 9 responsabili dei vari centri di commercializzazione scommesse on-line
della provincia potentina, per violazione all’art. 4 della legge nr. 401 del 1989.
Riscontrate anche violazioni amministrative a carico di 4 soggetti per
l’inosservanza di obblighi quali la mancata esposizione della tabella dei giochi.
Per quanto concerne gli aspetti di tutela del bilancio nazionale, strettamente
collegati alle attività illegali nel settore dei giochi e delle scommesse, saranno
avviati accertamenti di natura fiscale nei confronti degli esercenti abusivi.

gdf

feb 142014
 

Sabato 15 febbraio, alle ore 21,00, in scena, presso il centro Sociale di Lagonegro, “Istruzioni per l’uso della donna” con Eva Immediato e Mauro De Felice, testo e regia di Antonio De Rosa.
La trama della commedia è accattivante e mai scontata e presenta un finale inatteso.
Lo spettacolo è prodotto da Aviapervia, società cooperativa operante nel campo della produzione teatrale, libraria e musicale.

L’iniziativa arricchisce il corollario delle tante manifestazioni organizzate dal sodalizio “A Castagna Ra Critica” e dal Comune di Lagonegro, per raccogliere fondi per il restauro delle innumerevoli opere d’arte che la città delle trentatré chiese, Lagonegro, vanta.
La mission dell’associazione, infatti, è finalizzata alla riscoperta, catalogazione e restauro del patrimonio storico e artistico della cittadina.
Diverse sono le opere che, grazie all’interesse del sodalizio, sono tornate al loro antico splendore, come il sarcofago settecentesco in legno policromo e alcuni calici eucaristici. I lavoro di restauro dei calici, oggetto di tesi di laurea della dottoressa Francesca Leolini è stato presentato ieri in un convegno dal titolo ”L’arte per lo sviluppo locale – Lagonegro, le sue chiese, la sua arte” a Potenza presso la Cappella dei Celestini, organizzato dal Comune di Potenza, il Comune di Lagonegro, il MIBAC, la Diocesi di Tursi e Lagonegro, la Diocesi di Potenza, Muro Lucano, Marsico Nuovo e la stessa Associazione culturale “A Castagna Ra Critica.

Lorenzo Vannata
Presidente A Castagna Ra Critica

-LOCANDINA-

gen 292014
 

La Ola (Organizzazione lucana ambientalista) giudica irresponsabile la decisione assunta dalla giunta e dal sindaco di Marsico Nuovo, Domenico Vita, favorevoli alla realizzazione del nuovo pozzo petrolifero Eni ?Pergola 1? e sugli oleodotti di collegamento con il Centro olio di Viggiano, con relativi sbancamenti su un tracciato di oltre 8 chilometri. Queste opere petrolifere, altamente impattanti, sono situate su importanti sorgenti e sui bacini idrici dei fiumi Agri-Tanagro-Sele, su aree carsiche vulnerabili dal punto di vista idrogeologico ed insistono su zone di notevole interesse paesaggistico-ambientale dell’Alta Val d’Agri, con ripercussioni negative per l’ambiente, la salute e per l’agricoltura di qualità del territorio.

Non convincono le argomentazioni del primo cittadino e della giunta di Marsico Nuovo – sostenute durante il Consiglio comunale di lunedì 27 gennaio – che omettono di evidenziare come tali opere petrolifere ricadono in zone ad elevata sismicità, ignorando che esse coinvolgono il bacino interregionale dei fiumi Tanagro-Sele, alla cui Autorità la Ola si è rivolta al fine di scongiurare le autorizzazioni alla trivellazione petrolifera del pozzo Pergola 1?.

Sostenere che la scelta o il “silenzio-assenso” del Comune sono finalizzati a garantire vantaggi economici e sociali per i cittadini – così come fa il sindaco di Marsico Nuovo – a fronte del degrado ambientale e sociale che le attività petrolifere stanno causando in Val d’Agri da oltre 20 anni, si fa passare in secondo piano lo spreco dei fondi delle royalties e quelle del Programma Operativo Val d’Agri. Un esempio è certamente l’ascensore realizzato a Marsico Nuovo, che dovrebbe collegare un parcheggio a valle con una strada del piccolo centro urbano. Un?opera destinata a diventare un ennesimo monumento allo spreco di pubblico denaro con i fondi delle royalties del petrolio. Su questo sperpero economico la Ola interesserà le Autorità competenti.

petrolio-basilicata1

gen 092014
 

Si terrà venerdì 10 gennaio, dalle 9 alle 15, con raduno al bivio di Gallicchio all’altezza del km 71+100 della Strada Statale 598, una manifestazione del Movimento Quinta Colonna Gallicchio.
La manifestazione, fanno sapere dal Movimento, “E’ organizzata per esprimere la contrarietà alle linee guide firmate da Eni, Shell, Regione Basilicata e comune di Viggiano (con delega dei comuni di Marsicovetere, Marsico Nuovo, Grumento Nova, Montemurro, Moliterno, Sarconi, Spinoso, Tramutola e Paterno) nelle quali si garantisce agli stessi l’erogazione di quantità gratis di gas e che vede esclusi gli altri comuni quali Armento, Corleto, Gallicchio, Guardia, Missanello, Roccanova, e Sant’Arcangelo”.
Se a organizzare materialmente la manifestazione è il Movimento gallicchiese, l’invito alla partecipazione è rivolto a tutti i cittadini dei comuni esclusi dal programma “gas gratis”, affinché si crei un fronte comune che provi a porre rimedio alla discriminazione in atto. “Perché dopo Cristo a Eboli, il gas si è fermato a Montemurro”. Il luogo scelto per il raduno si caratterizza anche per ospitare l’ingresso dell’impianto di potabilizzazione di Acquedotto Pugliese, dove le compagnie petrolifere prelevano l’acqua utilizzata per la perforazione dei pozzi.
Al fine di coinvolgere il maggior numero di cittadini ci si è attivati con affissione di manifesti nei paesi interessati. Da quanto si legge ancora nella nota, “Per dare massima diffusione all’iniziativa, alcuni membri del Movimento sono stati ospiti negli studi di “Basilicata Radio Due” dove, attraverso i microfoni del programma “Gran Mattino”, hanno lanciato un forte appello alla partecipazione che si spera possa essere numerosa”.

gallicchio_paese1

ago 192013
 

Sorteggiato il tabellone della Coppa Italia 2013/2014: il Real Marsico pesca la corazzata Napoli (Serie A), bestia nera della compagine del presidente Giuseppe Colella: in sei incontri tra campionati e coppe, la formazione Azzurra ha sempre vinto ed in modo pesante: 6 su 6, con 31 reti fatte dalle Azzurre ed appena 3 reti delle gialloblu. Insomma, una sfida proibitiva o quasi per le ragazze marsicane, che comunque onoreranno l’impegno al 101%.

“Speravamo in un primo turno più agevole” – ha commentato dopo i sorteggi il presidente Colella – “ma la scaramanzia ci dice che il Real Marsico non è mai uscito al primo turno di Coppa Italia. Speriamo che le nostre ragazze sappiano scrivere le pagine di una bella impresa, che sappiamo essere difficile ma non impossibile. Abbiamo trovato la quinta in classifica dell’ultima Serie A, nonché la recente semifinalista della Coppa, che l’anno prima arrivò anche in finale. Insomma, una gara che si preannuncia durissima. Ma, ripeto, sono fiducioso: possiamo fare l’impresa”.

Tabellone che, comunque, si metterebbe in discesa in caso di passaggio del turno: il Real Marsico, infatti, incrocerebbe la vincente della sfida Salento Woman-Pink Bari (entrambe squadre di B), in gara secca. La Coppa Italia riprenderà, infatti, i tradizionali turni ad eliminazione diretta dai sedicesimi di finale: il Real Marsico incrocerebbe in caso di vittoria sulla pugliese vincitrice del derby, una tra Domina Neapolis-Tufara e Ludos Palermo-Acese (tutte squadre di B). Insomma, in caso di riuscita dell’impresa, un bel premio che potrebbe diventare la possibilità di giocarsi l’accesso, storico, ai quarti finali contro squadre della medesima categoria. Ma prima, il Napoli. Gara di andata, il 1° settembre alle 15.30 allo Stadio Del Sole di Marsico Nuovo (PZ). Gara di ritorno l’8 settembre, ore 15.30, allo Stadio Arturo Collana di Napoli.

real

apr 152013
 

La Ola (Organizzazione lucana ambientalista) informa che in data odierna – con una missiva inviata ai ministeri dello Sviluppo economico e dell’Ambiente e alla Direzione generale Unmig, Settore Energia – ha richiesto ufficialmente di poter prendere visione dei profili finali e dei piani ingegneristici di tutti i pozzi realizzati nella concessione Val d’Agri.

La richiesta di poter accedere ai piani ingegneristici -
documentazione volutamente secretata dalle compagnie petrolifere – si
rende necessaria ed indispensabile in virtù del nuovo Programma di
sviluppo petrolifero della Val d?Agri, che prevede la perforazione e
la messa in produzione di oltre 40 pozzi (con un potenziale di barili
trattabili presso il centro olio di Viggiano pari a 104 mila
barili/giorno, incrementabili fino a 136 mila barili/giorno) in aree
interne e limitrofe al Parco nazionale Appennino Lucano Val
d?Agri-Lagonegrese e che andranno ad incidere su bacini idrici di
superficie e profondità che alimentano un complesso sorgentizio,
nonché gli invasi artificiali di Marsico Nuovo e del Pertusillo, le
cui acque sono destinate ad usi civili, agricoli, zootecnici. Come più
volte denunciato dalla nostra Organizzazione.

Considerando da una parte l?enorme valenza paesaggistica del
territorio soggetto ad ?intensiva? attività estrattiva e alla presenza
di risorse particolarmente sensibili e, dall?altra, la mancanza negli
studi prodotti dalle compagnie minerarie delle metodologie utilizzate
nelle fasi di perforazione e di estrazione del greggio, la Ola
denuncia come l?assenza di informazioni sulle attività condotte rende
impossibili qualsiasi valutazione tecnica da parte degli enti
territoriali e quelle scientifiche indipendenti, soprattutto per
quanto attiene le valutazioni del rischio idrogeologico e del rischio
sismico, in un?area – del resto – classificata ad elevata sismicità.

Ola (Organizzazione lucana ambientalista)

petrolio-basilicata1

mar 262013
 

Tre cittadini dei rispettivi paesi dell’Alta Val d’Agri sono risultati vincitori del primo Photo Contest Top Ten organizzato dalla pagina Facebook di “Si Viaggiare” che si è concluso il 28 febbraio scorso. Primo classificato Nicola Nasca di Grumento Nova, seconda classificata Barbara Cirigliano di Marsico Nuovo e terzo classificato Pasquale Dicillo di Moliterno. Si Viaggiare è un programma televisivo della testata giornalistica del TG2 che va in onda tutti i venerdì alle 13,40 ed in replica la domenica mattina alle 01,40.

Su un totale di 92 fotografie pubblicate da altrettanti concorrenti partecipanti, il podio è stato occupato dai tre giovani lucani, che hanno in comune la passione per la fotografia ma soprattutto l’amore per la loro terra d’origine di cui attraverso i loro scatti cercano di farla conoscere alle migliaia di persone sparse per tutto il mondo servendosi di quel mezzo di comunicazione che da qualche anno ha preso il sopravvento nella vita quotidiana di ognuno di noi, ossia il social network Facebook.

Il regolamento del concorso prevedeva che a vincere fossero le tre fotografie che raggiungevano il più alto consenso con il numero di “Mi piace” ed alla fine con un totale di 1252 “Mi piace” la fotografia di Nicola Nasca raffigurante il Lago del Pertusillo sovrastato dal Monte Sirino innevato è stata la prima classificata. A seguire, con un totale di 1187 “Mi piace” la fotografia di Barbara Cirigliano con il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese, in uno dei punti di maggiore interesse naturalistico e ambientale, il Lago Lama di Marsico Nuovo (PZ). Distanziata da soli 53 voti di differenza, con 1134 “Mi piace” la fotografia di Pasquale Dicillo è stata la terza a classificarsi e raffigurante la Villa Comunale Unità d’Italia di Moliterno.

Nicola, Barbara e Pasquale oltre ad avere avuto la possibilità ad essere intervistati nei luoghi in cui è stata scattata la foto, hanno avuto anche il piacere di veder pubblicate le loro fotografie sulla copertina della pagina Facebook di “Si Viaggiare” per un periodo di tempo di circa due settimane. Altra opportunità concessa dagli organizzatori del concorso fotografico è stata quella di poter essere invitati a Saxa Rubra a visitare il dietro le quinte degli studi del TG2 e di Si Viaggiare. Questa esperienza, vissuta lo scorso 12 marzo, ha riguardato i soli autori delle prime dieci foto classificate; oltre alle prime tre posizioni che già conosciamo ecco di seguito la classifica:    4° Vincenzo Carteni con 952 “Mi piace”; 5° Luciano Bloise ,  768; 6° Francisco Canestro, 470; 7° Graziano Moro, 430; 8° Francesco Giorgiano, 387; 9° Niki Marsicovetere, 383; 10° Laura Amaranti 360. Al concorrente classificatosi in quarta posizione, Vincenzo Carteni di Villavallelonga (AQ), come da regolamento gli è stata data la possibilità anche a lui come i primi tre classificati di essere intervistato, però nello specifico il ragazzo proveniente dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è stato intervistato presso gli studi della trasmissione Si Viaggiare in occasione della visita svolta presso gli studi di Saxa Rubra.

Nicola Nasca

Barbara Cirigliano

Pasquale Dicillo

 Si viaggiare 29-03-2013