BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Giu 252018
 

Dopo la grande affermazione del progetto “SportAntenne”, durato 18 mesi e conclusosi a marzo scorso con una festa molto partecipata e che ci ha portato a creare una “carovana di mediazione itinerante”, il comitato UISP di Matera continua il suo impegno sul tema dell’inclusione ed integrazione attraverso lo Sport che ha dimostrato la sua efficacia mediatoria annullando tutte le distanze e incomprensioni.
Si riparte da Potenza con un torneo organizzato in collaborazione con la prefettura del capoluogo di regione.
L’appuntamento è per martedì 26 giugno con ritrovo alle ore 17,00 ed inizio torneo alle ore 17,30 presso il “Pala Pergola” in contrada Rossellino a Potenza.
Sono tante le comunità che hanno aderito all’iniziativa. In campo scenderanno circa settanta ragazzi (tra migranti ed italiani), che si ritroveranno a giocare insieme e a vivere una nuova giornata di sport ed amicizia contro ogni forma di razzismo e discriminazione. Riparte dunque la nostra carovana itinerante in Basilicata, un’occasione per far aggregare nuovi soggetti impegnati nel sistema di accoglienza, e così “prolungare” la nostra carovana che ci porterà alla fine di agosto ai “MONDIALI ANTIRAZZISTI in TOUR” al Sud, che avrà luogo in una località marina della Basilicata. È una sperimentazione affidata al Comitato UISP di Matera organizzatore dell’evento al Sud, sulla scorta della kermesse nazionale che da più di vent’anni si svolge in Emilia Romagna (www.mondialiantirazzisti.org;
www.facebook.com/MONDIALIANTIRAZZISTI/?fref=ts).
Sarà l’occasione per rafforzare sinergie locali sul tema dell’integrazione e della lotta contro ogni forma di discriminazione. L’appuntamento infatti, è per il giorno dopo mercoledì 28 giugno a Rionero in Vulture, dove dalle 17,30 ci sarà la tappa di avvicinamento ai “MONDIALI ANTIRAZZISTI”. Ancora una giornata di sport ed integrazione, in collaborazione con la “Fondazione città della Pace per i Bambini” di Basilicata. Anche qui più di cinquanta ragazzi si ritroveranno e giocheranno insieme in un torneo per affermare con forza l’idea di una società multiculturale e multietnica.

Apr 222018
 

Domenica 15 Aprile 2018 alle ore 20:30, al Cecilia, centro per la creatività di Tito, si è svolta la premiazione delle Compagnie che hanno partecipato al IV° Festival di Teatro Amatoriale CECCO SPERA” organizzato dall’associazione ANSPI CARITA’ di TITO.

La “Kermesse” è intitolata al regista, autore e attore Cecco Spera, venuto a mancare improvvisamente nel 2013, che con il settore teatrale dell’associazione culturale A.N.S.P.I. Carità Tito, è riuscito a rappresentare nel corso di dieci anni diversi spettacoli teatrali, accrescendo e valorizzando la tradizione del teatro amatoriale nella comunità titese.

In questa quarta edizione, durante i mesi di Febbraio, Marzo ed Aprile si sono esibite sul palco del “Cecilia” di Tito, sei compagnie amatoriali delle comunità di Bella, Tito Scalo, Picerno, Latronico, Possidente di Avigliano e Brienza.

“Anche quest’anno, abbiamo potuto apprezzare l’impegno e la bravura delle Compagnie che si sono esibite, registrando anche una presenza di pubblico in aumento rispetto alle edizioni precedenti. Il L’associazione Anspi Carità di Tito, che si occupa dell’organizzazione del Festival, trova il sostegno – sottolinea il Presidente Giuseppe Palazzo – dal patrocinio del Comune di Tito, del Consiglio della Regione Basilicata e dall’APT Basilicata, inoltre vede il sostegno degli sponsor Basilicata Energia srl, Ri.Ca. Srl e Vetreria Meliante”.

Come per le passate edizioni, l’APT di Basilicata, oltre alla sua presenza nella giuria, ha assegnato dei premi speciali, per le interpretazioni che si sono distinte maggiormente, nel recitare in dialetto galloitalico.

Durante la serata, oltre alle premiazioni delle sezioni in concorso, quali: miglior compagnia, miglior attrice, miglior attore, migliori costumi e miglior scenografia, che sono state valutate da una apposita giuria di qualità, ci sono state delle “pillole teatrali”, frutto del lavoro degli SHORT LAB – Percorsi Teatrali, divisi in tre fasce di età, dai 6 anni in poi, curati da Antonella Iallorenzi, della Compagnia teatrale Petra, con la collaborazione del Cecilia, Centro per la Creatività.

“Questa novità – prosegue il Presidente Giuseppe Palazzo – è stata fortemente voluta dal nostro responsabile del settore Teatro, Pierpaolo Spera, che parallelamente allo svolgimento del Festival, ha voluto attivare un momento di formazione, consapevoli, che con le attività teatrali, si ha la possibilità di crescere culturalmente e socialmente”.
Il PRESIDENTE
Giuseppe Palazzo
Anspi TITO

Ago 292017
 

Rassegna di musica, cinema, teatro, enogastronomia, laboratori e incontri. Firenze 9-16 Settembre 2017
(Piazza Bartali, Galleria delle Carrozze, Teatro della Compagnia, Fiorino sull’Arno)

Entrata ufficialmente per il secondo anno consecutivo nel palinsesto dell’Estate Fiorentina, “La Settimana Lucana” rinnova il suo appuntamento per rafforzare il gemellaggio tra due terre in cammino verso l’Europa.
Metafora di un lungo viaggio culturale, la kermesse mette di fronte Firenze e la Basilicata tra incontri, dibattiti, conferenze, musica, cinema, teatro e arte (tutti a ingresso gratuito) seguendo il filo conduttore dell’Italia che cambia e
dell’Europa che cresce.
Due culture a confronto tra tradizione e innovazione: la Basilicata di ieri e quella di oggi, da terra di emigranti a modello d’integrazione dei nuovi flussi migratori. Dall’altro Firenze, già capitale d’Italia e poi prima città italiana
capitale europea della cultura nel 1986. Due realtà in viaggio verso una nuova dimensione unite dal
senso di appartenenza alle proprie origini attraverso modelli di sviluppo a passo coi tempi.
Un evento internazionale che lega una regione dall’animo tradizionale, ma dallo spirito Europeo, la
Basilicata, con Firenze finestra sul mondo, prospettando a questa terra e alla sua gente un volto
nuovo slegato dagli stereotipi del folklore, mantenendo intatta la propria autenticità.
Un confronto tra musica, teatro, arte ed enogastronomia ma anche su temi culturali d’ attualità
quali la viabilità delle regioni, il fenomeno dell’emigrazione, quello dell’immigrazione i problemi
ambientali e i progressi del settore turistico.
Promossa ed organizzata dall’Associazione culturale lucana Firenze che dal 1971 opera ed agisce sul
territorio toscano, con l’intento di mantenere vivo il legame con la terra d’origine, la “Settimana
Lucana” è un evento realizzato con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione
Basilicata, Comune di Firenze e Città Metropolitana.

ASSOCIAZIONE CULTURALE LUCANA FIRENZE

Presenta

SETTIMANA LUCANA, II°EDIZIONE

Firenze incontra la Basilicata, un confronto per crescere insieme

(Rassegna di musica, cinema, teatro, enogastronomia, laboratori e incontri)

Firenze 9-16 Settembre 2017

(Piazza Bartali, Galleria delle Carrozze, Teatro della Compagnia, Fiorino sull’Arno)

Entrata ufficialmente per il secondo anno consecutivo nel palinsesto dell’Estate Fiorentina, “La Settimana Lucana” rinnova il suo appuntamento per rafforzare il gemellaggio tra due terre in cammino verso l’Europa. Metafora di un lungo viaggio culturale, la kermesse mette di fronte Firenze e la Basilicata tra incontri, dibattiti, conferenze, musica, cinema, teatro e arte (tutti a ingresso gratuito) seguendo il filo conduttore dell’Italia che cambia e dell’Europa che cresce.

Due culture a confronto tra tradizione e innovazione: la Basilicata di ieri e quella di oggi, da terra di emigranti a modello d’integrazione dei nuovi flussi migratori. Dall’altro Firenze, già capitale d’Italia e poi prima città italiana capitale europea della cultura nel 1986. Due realtà in viaggio verso una nuova dimensione unite dal senso di appartenenza alle proprie origini attraverso modelli di sviluppo a passo coi tempi.

Un evento internazionale che lega una regione dall’animo tradizionale, ma dallo spirito Europeo, la Basilicata, con Firenze finestra sul mondo, prospettando a questa terra e alla sua gente un volto nuovo slegato dagli stereotipi del folklore, mantenendo intatta la propria autenticità.

Un confronto tra musica, teatro, arte ed enogastronomia ma anche su temi culturali d’ attualità quali la viabilità delle regioni, il fenomeno dell’emigrazione, quello dell’immigrazione i problemi ambientali e i progressi del settore turistico.

Promossa ed organizzata dall’Associazione culturale lucana Firenze che dal 1971 opera ed agisce sul territorio toscano, con l’intento di mantenere vivo il legame con la terra d’origine, la “Settimana Lucana” è un evento realizzato con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Basilicata, Comune di Firenze e Città Metropolitana.

Flyer 2017

Giu 202017
 

Si terrà domenica 25 giugno a Lagonegro il Primo Festival Internazionale della Poesia – Giornata della cultura e della pace, organizzato dalla Pro Loco Kaleidos con il patrocinio del Monna Lisa Museum e del Comune di Lagonegro, e con la collaborazione di numerose Associazioni culturali anche di altre cittadine della regione.

La manifestazione inizierà alle 9.30 nel Giardino di Palazzo Corrado, in Piazza Picardi, dove avverrà il raduno di tutti gli ospiti, ai quali verrà subito dopo “presentata” e raccontata Lagonegro attraverso una passeggiata nella città vecchia.

La giornata si svilupperà quindi con un incessante susseguirsi di appuntamenti tra convegni, laboratori e reading così come dall’allegato programma.

Nelle intenzioni degli organizzatori si tratta della prima di tre giornate che tra giugno e settembre vedranno Lagonegro al centro delle attenzioni di poeti, scrittori e amanti dell’arte e della letteratura che saranno nel contempo attori e spettatori di una kermesse destinata a diventare un appuntamento fisso del panorama delle manifestazioni letterarie del Mezzogiorno.

La presidente della Pro loco Kaleidos prof.ssa Agnese Belardi

GIARDINO PALAZZO CORRADO

(Piazza Venturino Picardi )

PROGRAMMA

Dalle 9,30 alle 22,30 un susseguirsi di incontri, letture, performance, presentazioni dibattiti, convegni, e la partecipazione di tutte quelle voci che conformano il timbro culturale di una città con vocazione di universo; le scuole, le collettività, i centri culturali, le associazioni, le case editrici, i singoli artigiani della parola…

Ore 9.30, 10.00 –Arrivo dei poeti conferma iscrizione

e accoglienza da parte dei volontari elle pro loco e della Kaleidos in occasione della Prima edizione del Festival Nazionale di Poesia di Lagonegro.

Ore 10 e 30 passeggiata nella città vecchia (visita al Castello), le chiese, le piazze i monumenti.

Si realizzerà una passeggiata e giungerà così, dopo aver fatto tappa in alcuni luoghi significativi del paese una carovana di persone con diverse abilità, accompagnate da poeti che animeranno DiVersi momenti della giornata del festival, che saranno accessibili a tutti, oltre ogni barriera fisica, sensoriale e mentale.

Ore 11.30 allestimento mostra d’arte a cura di (Maria Carmela De Filippo).

Pausa caffè

Ore 12.00 – Inizio trasmissioni di Parola nel Mondo/video
– Poesie stese –

Poesie appese a un filo da gustare all’aria aperta DiVersi Incanti poeti che animeranno DiVersi momenti della giornata del festival, che saranno accessibili a tutti, oltre ogni barriera fisica, sensoriale e mentale. (spazio esterno a cura Graziella Fanello)

Ore 13.00 – Esperimento di autobiografia collettiva: omaggio a Nazim Hikmet –

I visitatori saranno invitati, al loro ingresso, a scrivere su un foglio un frammento della loro vita, ispirandosi al modello letterario di Nazim Hikmet, al suo utilizzo di parole semplici, concrete. Durante l’evento serale, tutti i frammenti verranno ricomposti e adattati in un unico testo che sarà letto pubblicamente come fosse opera di uno solo

Ore 14: Pranzo presso ristorante(Per prenotazione telefonare a Nicola 3386439089).

A seguire visita salotto letterario Porta stretta

Degustazione di tisane( Daniele Acchiappati)

Ore 15. 30– Video “i poeti rivoluzionari “(Ganpaolo Filizzola)

Frida Kalo(all’interno del Museo sala Mango a cura di Donata Manzolillo).

Ore 16.30 Lettura bigliettini scritti dagli studenti.
Laboratorio/spettacolo che parla dei semi e della loro capacità di stupirci con le loro meravigliose follie naturali. L’evento è diviso in due parti: uno spettacolo per ricordarci che i semi sono dappertutto e per raccontare le loro “pazze” strategie di sopravvivenza, e un laboratorio per costruire piccoli semenzai di carta, da portare a casa in attesa che i semi crescano.

Ore 17.00 Riflessioni Laboratori Poetici

La sofferenza interiore e il grido alla vita dalla poesia di Alda Merini all’art-therapy dei pazienti a cura di Alfonsina Guarino(Direttore dipartimento CSM lauria).

Ore 17.20 – Plurale – Voci dal silenzio “NO VIOLENZA”

Lettura scenica e performance collettiva(Schegge di teatro Nunzia Gioia).

Ore 17.30 Realismo Terminale. Interpretare il mondo partendo dalla Poesia
Secondo il Realismo terminale, la poca natura rimasta nella realtà imita fedelmente gli oggetti divenuti predominanti; si annulla la distanza tra l’uomo ed essi e si invertono così le similitudini. Alcune delle voci poetiche italiane più riconoscibili a livello internazionale parlano di come sia possibile interpretare il mondo a partire dalla poesia.

Giovanna Giovanna Meconi Cuoco Un flash sul significato della poesia

Omaggio a Donata Doni” La bilancia malnata”

Ore 18.00 – READING

Lettura poesie dei poeti, più di 50 poeti hanno aderito alla manifestazione e arriveranno da tutta Italia.

Ore 20:00 Canto narrativo, omaggio al poeta della pace Nazim Hikmet (Rosanna Colombo)

manifesto poetico (Giovanni Forastieri).

Ore 20.30 – Editori a confronto: Pubblicare poesia nel nostro prosaico quotidiano. Incontro con gli editori: Zaccara, Villani, Altrimedia, Perrone , Aletti.

Ore 21.00 La congiura dei poeti

Pier paolo Pasolini :”l’intellettuale scomodo e dissidente” Maura Locantore

Pier Paolo Pasolini :” il mistero della lealtà” a cura di Francesco Bellusci, letture Eva Immediato.

Intermezzi musicali i “D 3” chitarra e voce Antonio, chitarra e basso Alfredo, i fratelli De Stefano.

Nel giardino di Palazzo Corrado allestimento autogestito con manifesti di assalto poetico: mostra di pittori
“Manifesto per la Poesia di Strada e l’Assalto Poetico: …la poesia di strada nasce gettando parole tra le vie,/pugni di semi nel vento, è sensazione precipitata in/ sassi d’assalto tra lo snocciolarsi scomposto di questa/ città. Versi come pioggia tra le genti, inzuppate fin’oltre/ l’orlo dell’attenzione, senza corte di doti ne corona,/ perché d’ovunque e da sempre, una pagina bianca è/ una poesia nascosta…”

Ore .00 – Microfono aperto
Un microfono per dare voce a tutti i poeti, uno spazio per condividere la propria poesia con chiunque abbia voglia di ascoltare.

Ore 21.30 – Poetry Slam
Una sfida all’ultimo verso, un duello all’arma della poesia, una competizione letteraria democratica, con il trionfo del voto popolare.(Consegna attestati e Riconoscimenti).

Presenta: Angelomauro Calza(giornalista)

Saluti: Pasquale Mitidieri(sindaco)

IL PROGRAMMA PUO’ SUBIRE VARIAZIONI

Ideatrice del festival prof.ssa Agnese Belardi, presidente Pro loco Kaleidos Lagonegro

lagonegro

Mar 022017
 

Saranno svelati i nomi degli studenti vincitori delle Olimpiadi di Filosofia (XXV edizione) della Basilicata durante la 2a Premiazione regionale che si terrà venerdì 3 marzo al Teatro Stabile di Potenza, a partire dalle ore 9. I vincitori, 4 studenti (2 per il canale della lingua italiana e 2 per quella straniera) parteciperanno poi alla gara nazionale a Roma il 28 marzo (e in caso di vittoria, solo per la lingua straniera, a quelle internazionali in Olanda a maggio). Ma avranno un riconoscimento anche altri 12 studenti (6 per la lingua italiana e 6 per quella straniera) che saranno premiati a livello regionale. La selezione, avvenuta il 15 febbraio scorso nell’Aula Eurifamo dell’Unibas, ha visto la partecipazione di 102 studenti provenienti da 22 scuole lucane.
La 2a Premiazione sarà caratterizzata da momenti formativi grazie alla partecipazione del prof. Berardo Impegno, dell’Università Federico II di Napoli e di Giovanna Borrello, Direttrice della scuola di Alta formazione in counseling filosofico.
A condire il tutto momenti artistici con il docente-compositore Rocco Mentissi e le performance teatrali degli studenti del Liceo Federico II di Melfi e del Liceo di Nova Siri (IIS Montalbano).
Ma ci sarà anche la partecipazione straordinaria dell’attrice Monica Palese (Compagnia Abito in scena) con un omaggio a Franca Rame. “Un alto momento per dire che la filosofia – ha spiegato la presidente di Commissione Olimpiadi di Filosofia, Maria De Carlo – non può essere disgiunta dalla vita quotidiana e da tutte le sue problematiche”.
Infatti durante la kermesse sarà data una particolare attenzione alla filosofia pratica e al “pensiero della differenza” (che è stata poi una delle tracce svolte dagli alunni). E sul tema, probabilmente, interverrà anche la Questura di Potenza.
Tra i saluti previsti, oltre alla Dirigente dell’USR Basilicata, Claudia Datena, il sottosegretario al Ministero dell’istruzione, Vito De Filippo, il presidente del Consiglio regionale Franco Mollica, il sindaco di Potenza Dario De Luca, l’assessore Roberto Falotico e Paolo Masullo, direttore del dipartimento scienze umane dell’Unibas.
Grande soddisfazione da parte della referente USR Basilicata per le Olimpiadi, Maria De Carlo che ha curato per il secondo anno (incaricata dalla Dirigente Claudia Datena) l’intera organizzazione dell’evento inaugurando la Premiazione regionale e ha visto crescere in questi due anni la partecipazione degli studenti, inoltre in questo anno si è avvalsa anche del sostegno del presidente SFI della Basilicata (sez. Matera), Nunzio Di Lena: “Sono più che soddisfatta – ha detto De Carlo – perché le scuole hanno risposto con grande generosità. Dobbiamo alimentare una presa di coscienza – ha continuato – del recupero del “pensiero”, e possibilmente di quello critico, rispetto a una società sempre più complessa ma anche rispetto alle singole vite tormentate da disagi di varia natura. La filosofia è nata come cura dell’anima ed è nella sua natura lo studio e la comprensione dell’esistenza umana nel suo contesto sociale”.
Un grazie particolare poi De Carlo lo ha rivolto all’Unibas, al Comune e alla Regione per la collaborazione organizzativa, e ai componenti della Commissione che hanno lavorato gratuitamente alla selezione degli elaborati: Maurizio Martirano, Docente filosofia Università degli Studi di Basilicata; Nunzio Di Lena, Docente filosofia e Presidente regionale SFI sez. Matera; Rocco Mentissi, docente filosofia; Francesca Setaro, docente filosofia; Luisella Fortunato, docente filosofia; Mary Buonadonna, docente filosofia; Vincenzo Sottile, docente filosofia; Annamaria Dichio, socia Sfi; Domenico Brindisi, docente di lingua e letteratura inglese e francese; Annangela Croce, docente di lingua e letteratura inglese; Vito Sacco, docente di lingua e letteratura inglese; Silvana Petrosino, docente di lingua e letteratura spagnola e inglese.
Per ulteriori info, pagina web: http://olimpiadifilosofiausrbas.simplesite.com/424421776 e/o pagina FB: Olimpiadi Filosofia Basilicata.
L’evento è aperto a tutta la cittadinanza.

Elenco Scuole e alunni gara Olimpiadi Filosofia

studenti durante gara Olimpiadi 15 febbraio

Ago 292016
 

Ha chiuso i battenti la sagra del baccalà, kermesse che in anni passati richiamava migliaia di persone da più parti della nostra regione e non solo. L’amministrazione comunale promoter dell’evento anche in questo caso ha dimostrato tutta la sua inefficienza e superficialità. Non parliamo della festa giustamente sottotono per i nefasti avvenimenti che hanno colpito il Centro Italia. No.

A parte i problemi di sempre, che vanno dai ritardi nell’organizzazione e nel coinvolgimento degli operatori che sono l’anima ed il vero motore della manifestazione, è evidente che la sagra ha perso la sua ‘anima’, ovvero la valorizzazione del meglio del nostro territorio. Obiettivo che si ottiene solo se si ha ben in mente la ‘visione’ che si vuole dare e si prova a realizzarla con un lavoro preventivo che richiede, evidentemente, competenze e tempo.

Noi riteniamo che occorra rilanciare la sagra come evento che coinvolga l’intero comune, evitando anche sterili concorrenze e sovrapposizioni. Non basta promuovere il brand che ha reso l’evento una delle manifestazioni chiave nell’estate lucana, bisogna ridare alla sagra del baccalà il protagonismo che merita, coinvolgendo per tempo tutti gli operatori aviglianesi, a cominciare da chi realmente partecipa.

Torna, pertanto, di attualità una nostra vecchia proposta che mira a far nascere un comitato organizzatore stabile con il quale coinvolgere il mondo produttivo locale. Occorre lavorare tutto l’anno e iniziare per tempo ad organizzare la sagra e non ridursi sempre all’ultimo momento per cercare di superare le numerose difficoltà. Ringraziamo tutti coloro che si sono spesi per realizzare l’evento e che, nella ormai consueta corsa contro il tempo, ha organizzato il tutto.

All’Amministrazione comunale invece rivolgiamo l’appello di farsi garante dell’unità del territorio aviglianese evitando che si creino sterili contrapposizioni con gli eventi realizzati in altre comunità, in particolare nell’accaparrarsi visibilità su importanti palcoscenici regionali. La riuscita ed il successo di questi eventi sta a cuore a tutti gli aviglianesi ed è probabilmente l’unica vetrina per il nostro territorio. Diamole il risalto che merita.

Vincenzo Claps, portavoce Fratelli d’Italia – AN Città di Avigliano

avigliano

Ago 122016
 

Venerdì 12 Agosto 2016 verranno dipinte sul manto stradale otto tavole raffiguranti episodi della vita di San Rocco.

L’associazione culturale In Arte Exhibit di Potenza ha effettuato una selezione, su tutto il territorio nazionale, di artisti madonnari che parteciperanno all’ evento “L’ arte dei Madonnari a Tolve”, manifestazione che si svolgerà venerdì 12 agosto lungo la strada antistante la chiesa del Santo patrono di Tolve. Gli artisti selezionati sono risultati otto, varia la loro provenienza, con una forte presenza di artisti del salernitano: Vito Mercurio, Vincenzo Bisogno, Giuseppe Apicella vengono da Cava dei Tirreni ( SA), Marianna Battipaglia da Nocera Superiore (SA), Giuseppe Socci da Salerno, Pasquale Scognamiglio da Napoli, Martino Zingarelli da Taranto ed Alberto Forlenza da Contursi Terme (SA). Gli otto artisti prescelti dovranno dipingere sul manto stradale otto pannelli raffiguranti un percorso di vita del Santo. I lavori inizieranno alle ore 9:00 del giorno 12 e termineranno alle ore 19:00, dopodiché una giuria di tecnici esperti e storici dell’ arte valuteranno le opere e decreteranno i primi tre classificati della kermesse. Per le ore 20:00 è prevista la premiazione che si svolgerà sul palco messo a disposizione dall’ Amministrazione comunale. Gli artisti verranno premiati dal Presidente dell’ Associazione In Arte Exhibit Angelo Telesca e dal Sindaco del Comune di Tolve Pasquale Pepe.
Sono chiamati madonnari gli artisti che, come da tradizione, utilizzano gessetti colorati e altro materiale povero per realizzare immagini di arte sacra, in particolar modo madonne, da qui il nome. Essi metteranno in mostra l’antica arte del raffigurare icone sacre sui selciati delle città in modo tale da attirare la devozione dei fedeli con le loro offerte. Il Madonnaro è un artista itinerante che mette la propria inventiva al servizio della città e delle relative devozioni popolari. La vita di queste opere è davvero effimera, perché esse sono soggette agli agenti atmosferici ed è proprio questa peculiarità che rende tali performance così ricche di fascino. E’ questa una forma di arte che stava perdendosi e che solo negli ultimi decenni ha visto nascere manifestazioni di questo genere in Italia ed all’estero.
San Rocco è un santo pellegrino e la sua iconografia sottolinea proprio queste caratteristiche: l’incontro con i madonnari, altri viandanti che percorrono, dipingendole, le strade della fede, vuol essere un’occasione unica e stimolante per celebrare entrambe le tradizioni, quella della fede religiosa e quella dell’arte di rappresentarla su strada. Il culto del Santo originario di Montpellier è uno dei più sentiti in Basilicata e a Tolve ha trovato un radicamento centenario ed una devozione che si manifestano nella duplice ricorrenza della festa, 16 agosto e 16 settembre, richiamando decine di migliaia di pellegrini da tutta la regione e dalle province limitrofe, come testimoniano le migliaia di ex voto in oro che ricoprono la statua del santo portata in processione solenne. Celebrare San Rocco per le strade della città è l’intento che si vuole perseguire anche in occasione di questo importante evento.

madonnari-tolve

Lug 272016
 

Ieri sul palco Jo Champa, Rocio Munoz Morales e Claudio Santamaria. Oggi l’anteprima nazionale di “Ghostbusters”,

Al via ieri a Maratea, con le prime proiezioni e l’arrivo di star nazionali ed internazionali, le “Giornate del cinema in Basilicata”. La serata si è aperta con l’annullo filatelico dedicato alla manifestazione nel “Cinevillage” allestito in piazza del Gesù a Fiumicello. Poi spazio al cinema lucano con una rassegna di cortometraggi a cura della “Lucana Film Commission”. Il numeroso pubblico ha potuto così assistere alla proiezione di “Centosanti” di Roberto Moliterni, all’anteprima nazionale di “Whiteout” di Paola Sinisgalli e a “L’appuntamento” di Vito Cea. In seconda serata, poi, sono saliti sul palco, per essere anche premiati, Jo Champa, Rocio Munoz Morales e Claudio Santamaria. Nel corso della serata, presentata da Claudio Guerrini di Rds, che per tutta la settimana si collegherà in diretta dalla cittadina tirrenica, e dalla conduttrice e attrice Carolina Rey, non sono mancate delle sorprese. Su tutte la presenza di Thomas Ciampa, vicepresidente della Warner Bros, italo – americano, e fratello della star hollywoodiana Jo Champa, grazie al quale è stato possibile portare alle “Giornate del cinema” l’anteprima nazionale della pellicola di Paul Feig “Ghostbusters”, in programma questa sera alle 23. Sul palco, per essere premiato, è salito anche il noto produttore esecutivo Enzo Sisti. A concludere la serata la proiezione del pluripremiato film “Lo chiamavano Jeeg Robot”. La seconda sera della kermesse marateota avrà inizio con “Nuovi orizzonti del cinema in Basilicata” a cura di Delio Colangelo. Alle 21, si prosegue con la rassegna “Le giornate del Cinema Lucano”, condotta da Paride Leporace, durante la quale verranno proposti tre cortometraggi: “Prince of Venusia. Gesualdo da Venosa” di Silvio Giordano, “Tutti gli uomini hanno un prezzo” di Andrea Filardi e “L’aurora che non vedrò” di Mimmo Mongelli. Dalle 22 l’evento presentato da Carolina Rey che vedrà la partecipazione degli attori Primo Reggiani, Francesco Montanari, Francesco Apolloni e Ariadna Romero, del regista Roberto Capucci e del produttore Roberto Cipullo. La cinque giorni di Maratea, organizzata dall’Associazione cinema Mediterraneo, è nata su precisi orientamenti gestionali e finanziari di “Sensi contemporanei Basilicata” e della Regione Basilicata che ha così concepito un contenitore che fosse in grado di evidenziare le politiche di sviluppo messe in campo delle istituzioni per la nascita di un distretto del cinema dell’audiovisivo lucano che negli ultimi tempi evidenzia sempre più le sue potenzialità.

index

Giu 192016
 

La Forgia del Sinni capitanata da Tania Pisani ha organizzato a Francavilla una due giorni (18-19 giugno 2016) all’insegna della canzone. Tanti sono stati i talenti lucani che hanno partecipato con entusiasmo alla kermesse impreziosita da una serie di ospiti provenienti dal mondo della moda, del volontariato e della musica che hanno offerto preziose riflessioni ed informazioni. La serata ha visto la partecipazioni degli assessori Romano Cupparo e Maria Teresa Introcaso. Hanno presentato la prima serata Maria Oliveto e Emanuele Donadio.

Mag 062016
 

Ultimo appuntamento con il programma del Festival del Teatro Amatoriale di Rotonda. Domani, (Sabato 7 Maggio 2016 – ore 21,30) sul palcoscenico del Teatro “Selene” di Rotonda, saliranno gli attori della Compagnia Piccolo Teatro “Gigi Nofi” Città di Terracina (Lt) che, diretti da Roberto Percoco, metteranno in scena lo spettacolo dal titolo “Nemici come prima” di Gianni Clementi.
Tutta la vicenda è ambientata nella sala di aspetto di un reparto ospedaliero di terapia intensiva. Deus ex machina della sala d’aspetto un infermiere, esemplificazione del peggior esempio del dipendente pubblico. In scena una famiglia al capezzale del potente, economicamente parlando, e ingombrante, sentimentalmente parlando, anziano capofamiglia, trasportato d’urgenza e con poche speranze di vita. Un ritratto di una famiglia borghese come tante. Il classico archetipo del “romano arricchito”, delineato attraverso comiche dichiarazioni, antichi dissapori, accuse reciproche, passioni nascoste, pregiudizi razziali, matrimoni in precario equilibrio e manti pronti a rivendicare il proprio ruolo, soprattutto di fronte alla possibilità di spartirsi “appena” trentadue macellerie ben avviate, più altri beni accumulati in una vita di solo lavoro del povero macellaio ora in punto di morte. Una storia, insomma da “Brutti, sporchi e cattivi” che non si dipana in una squallida baracca in periferia, ma che vede i protagonisti vivere nell’opulenza e viaggiare in fuoristrada.
Finalmente il teatro italiano di oggi propone una commedia in grado davvero di mettere in scena la realtà dei nostri giorni. L’inquietante denuncia sociale così proposta dal testo costantemente si accompagna, peraltro, alla irresistibile comicità del dialogo e al realistico disegno dei personaggi, latori di un linguaggio sempre attuale di coinvolgente naturalezza. Nell’attesa che si evolva la situazione del loro congiunto, nel continuo, confuso scambio di notizie e opinioni con un infermiere bizzarramente invadente, quattro personaggi fanno emergere le loro diverse personalità confrontandosi su molti dei temi sociali oggi più diffusi: il potere condizionante del denaro, il desiderio di fuga da una società sempre più catena di montaggio, l’ipocrisia dei sentimenti.

La kermesse rotondese organizzata dall’Associazione Culturale Arti Visive si concluderà domenica 8 maggio 2016 alle ore 18,30 con la cerimonia di premiazione delle varie Compagnie in lizza.

teatro