Flash Feed Scroll Reader
nov 022015
 

La Ola, Organizzazione lucana ambientalista,rende noto che l’Appenine Energy con sede legale a Matera, via XX Settembre 45, con istanza del 7 Ottobre scorso pubblicata sul BUIG dello stesso mese (Bollettino Ufficiale Idrocarburi e Geotermia) ha rinunciato all’istanza di permesso idrocarburi “Tardiano”.Essa riguardava 212,76 Kmq in gran parte situati nel parco nazionale dell’Appennino Lucano e quelli limitrofi ai parchi del Vallo di Diano e del Pollino, tra il Vallo di Diano (Campania) e la Val d’Agri (Basilicata). Un territorio che comprendeva ben 10 Comuni (2 nel Vallo di Diano: Montesano sulla Marcellana e Casalbuono; 8 in Basilicata: Grumento Nova, Lagonegro,Moliterno, Sarconi, Tramutola, Castelsaraceno, Spinoso e Lauria).

Nello stesso BUIG – informa la Ola – la società petrolifera materana ha invece acquistato le intere quote dei permessi idrocarburi “Monte Negro” provincia di Matera (Stigliano, Craco, Aliano, Tursi, San Mauro Forte, Ferrandina) e “Torrente Alvo” ( Tolve, Oppido L.,Vaglio di B. e San Chirico N.),in provincia di Potenza , in precedenza possedute dalla Società Apennine Oil & Gas S.r.l. a seguito della fusione mediante incorporazione di questa società all’Appenine Energy SpA. Nel permesso di ricerca “Torrente Alvo” Il progetto prevede l’approntamento della postazione sonda e la perforazione del pozzo esplorativo denominato “Strombone 3 Dir” situato nel comune di Tolve a poca distanza del centro abitato.

Sull’istanza”Tardiano” – fa rilevare la Ola – mentre si erano registrate le opposizioni dei comitati lucani e campani e quelle dei comuni del Vallo di Diano, non aveva ricevuto quella dei comuni lucani, rimasti in silenzio. Con la decisione assunta dalla società petrolifera materana per l’istanza idrocarburi “Tardiano”, l’interesse della stessa sembra dunque rivolgersi oggi verso altri permessi di ricerca idrocarburi di cui la società petrolifera risulta unica titolare in Basilicata.
petrolio-basilicata1

gen 062015
 

Il Costituente Comitato Lauria Ambiente Salute organizza, in giorno 7 Gennaio 2015 (dalle ore 18.00 alle ore 21, PRESSO ASSOCIAZIONE OFFICINE MECCANICHE, via Caduti VII Settembre 1943, n.31, Lauria –PZ), l’incontro informativo “L’ALTRA FACCIA DEL PETROLIO”.

Dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico (DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE MINERARIE ENERGETICHE) risulta che la società Apennine Energy ha difatti presentato (nel 28.02.2013) l’istanza di ricerca in terraferma denominata “TARDIANO”. Tale istanza interessa una superficie di ben 212,76 Kmq e riguarda i comuni di Grumento Nova, Lagonegro, Moliterno, Sarconi, Tramutola, Castelsaraceno, Spinoso e Lauria per la regione Basilicata, e i comuni di Casalbuono e Montesano sulla Marcellana per la regione Campania.

Al momento l’istanza di permesso è in fase istruttoria Pre-Cirm (ultimo dato visibile sul suddetto sito web risale al 4 Aprile 2014: “RICHIESTA DOCUMENTAZIONE” per Interlocutoria da Reg. Basilicata a Soc.).

Ad oggi solo il Comune di Casalbuono, il Comune di Montesano sulla Marcellana e l’Associazione No Triv hanno inviato parere contrario a tale istanza.

Dal 28 Febbraio 2013 non è stata fatta alcuna comunicazione ai cittadini. Quindi è attraverso questo incontro che noi ci auguriamo di dare una INFORMAZIONE CORRETTA a tutta la comunità del Lagonegrese, che merita di sapere quali siano le conseguenze e i rischi dovuti all’attività estrattiva.

Sono stati invitati tutti i sindaci dell’area del Lagonegrese (Lagonegro, Lauria, Maratea, Latronico, Rivello, Trecchina, Castelsaraceno, Nemoli), i sindaci di Casalbuono e Montesano sulla Marcellana e le principali testate giornalistiche della Basilicata.

A questo proposito, interverranno professionisti che hanno già divulgato questo genere di informazioni in precedenti e simili manifestazioni:

TERENZIO BOVE – Agronomo e Dott. Sulla ricerca di produttività delle piante coltivate

“Impatto delle estrazioni petrolifere sull’Agricoltura”;

ALBINA COLELLA – Professore Ordinario di Geologia presso l’Università degli Studi della Basilicata

“Impatto ambientale del petrolio in Basilicata e responsabilità”;

GIUSEPPE DI BELLO – Funzionario Commissione Bicamerale Ecomafie

“Quando le Istituzioni sono complici”;

MELE GIAMBATTISTA – Medico ISDE Basilicata

“Estrazioni petrolifere ed impatto sulla salute”;

PIERNICOLA PEDICINI (in video) – Ricercatore Esperto in Fisica medica presso il Dipartimento di Radioterapia e Medicina nucleare dell’Ospedale Oncologico Regionale di Rionero In Vulture

“Impatto economico-sanitario delle estrazioni petrolifere”.

Costituente Comitato Lauria Ambiente Salute

petrolio-basilicata1

gen 092014
 

Si terrà venerdì 10 gennaio, dalle 9 alle 15, con raduno al bivio di Gallicchio all’altezza del km 71+100 della Strada Statale 598, una manifestazione del Movimento Quinta Colonna Gallicchio.
La manifestazione, fanno sapere dal Movimento, “E’ organizzata per esprimere la contrarietà alle linee guide firmate da Eni, Shell, Regione Basilicata e comune di Viggiano (con delega dei comuni di Marsicovetere, Marsico Nuovo, Grumento Nova, Montemurro, Moliterno, Sarconi, Spinoso, Tramutola e Paterno) nelle quali si garantisce agli stessi l’erogazione di quantità gratis di gas e che vede esclusi gli altri comuni quali Armento, Corleto, Gallicchio, Guardia, Missanello, Roccanova, e Sant’Arcangelo”.
Se a organizzare materialmente la manifestazione è il Movimento gallicchiese, l’invito alla partecipazione è rivolto a tutti i cittadini dei comuni esclusi dal programma “gas gratis”, affinché si crei un fronte comune che provi a porre rimedio alla discriminazione in atto. “Perché dopo Cristo a Eboli, il gas si è fermato a Montemurro”. Il luogo scelto per il raduno si caratterizza anche per ospitare l’ingresso dell’impianto di potabilizzazione di Acquedotto Pugliese, dove le compagnie petrolifere prelevano l’acqua utilizzata per la perforazione dei pozzi.
Al fine di coinvolgere il maggior numero di cittadini ci si è attivati con affissione di manifesti nei paesi interessati. Da quanto si legge ancora nella nota, “Per dare massima diffusione all’iniziativa, alcuni membri del Movimento sono stati ospiti negli studi di “Basilicata Radio Due” dove, attraverso i microfoni del programma “Gran Mattino”, hanno lanciato un forte appello alla partecipazione che si spera possa essere numerosa”.

gallicchio_paese1

ago 142013
 

Dopo il successo dello scorso anno, dal 17 al 22 agosto, ritorna il Festival del Sole di Grumento Nova (PZ). Il progetto teatrale, voluto e sostenuto dal Comune di Grumento Nova e dal Gruppo di Azione Locale Akiris, con la collaborazione della pro loco di Grumento Nova, è ideato e diretto dal regista e drammaturgo di origine grumentina Fulvio Ianneo per conto dell’associazione culturale REON – Future Dimore.

Anche quest’anno il Festival del Sole ricompone, attraverso il teatro, frammenti dell’identità di un territorio, indagando sulla sua storia con uno sguardo poetico e ponendo domande sul passato e sul futuro di una comunità. Il teatro crea un luogo ricco di simboli e di valori che non riguardano solo Grumento Nova, ma tutto il territorio della Val d’Agri.

La partecipazione a tutte le iniziative è gratuita.

Si inizia sabato 17 agosto alle 21,30 presso la Scuderia Castello Sanseverino in largo Umberto I, con l’inaugurazione della mostra “Lo sguardo in attesa”, esposizione della pregiata collezione di maschere in cuoio dell’artista vicentino Giorgio De Marchi. Il tema della mostra è la maschera dionisiaca come memoria arcaica del teatro che ricollega idealmente il festival ad una presenza costante e secolare del teatro a Grumento. Il paese rappresenta infatti in una sorta di cittadella del teatro della Val d’Agri con il suo teatro romano, tuttora attivo, le scuderie del castello Sanseverino, dove la poetessa Aurora si cimentava nel teatro del principe e dove ancora oggi si programmano rassegne di teatro.
Lo studio che Giorgio De Marchi dedica alla figura e al personaggio della maschera, tende alla esaltazione della forza espressiva con la riduzione e la sovrapposizione dei tratti somatici. La maschera riappare così nel suo significato antico, sommata a un moderno profilo psicologico, che le conferisce un aspetto sempre nuovo e dinamico. Giorgio De Marchi da molti anni si dedica alle maschere di teatro insieme con i fratelli Luciano, Francesco e Leonardo nell’officina laboratorio di Toara. Numerose le mostre in Italia e all’estero. I lavoro dei De Marchi ha raccolto l’interesse e l’ammirazione di figure del mondo dello spettacolo come Federico Fellini, Maurizio Scaparro, il burattinaio Otello Sarzi, l’attore e regista Alain Le Bon. Alcune delle sue maschere verranno utilizzate nello spettacolo Le Case Parlanti che costituisce il nucleo centrale del progetto.
Orari apertura mostra:
18, 19 e 22 agosto: 18:00 – 20:00
20 e 21 agosto: 18:00 – 20:00 e, dopo lo spettacolo, apertura straordinaria dalle 23:00 alle 24:00

Le Case Parlanti. E’ il cuore del festival e andrà in scena il 20 e il 21 agosto alle ore 21,30, a partire dalla Piazza Umberto I di Grumento Nova, per poi snodarsi per i vicoli del Quartiere Mancuso che, per l’occasione, si arricchirà di presenze extraquotidiane .
Si tratta di uno spettacolo inedito che parla di fatti emblematici della storia locale, pensato e preparato sui luoghi stessi della rappresentazione, la cui drammaturgia scaturisce da una accurata ricerca storica e dalle testimonianze degli abitanti del luogo.
Viaggiatori forzati e bambini musicisti popolano una piazza disabitata mentre i giocolieri vagano nel borgo alla ricerca di un pubblico per guadagnarsi da vivere. In questo paese abitato da presenze che raccontano la loro storia la collettività si ricompone quasi per magia per assistere allo spettacolo gioioso degli artisti di strada.

Il Festival del Sole 2013 è stato realizzato grazie alla collaborazione della compagnia teatrale Le Voci di Dentro, insieme al bambino musicista Carmine Caifano, le attrici e attori Veronica Caissiols, Veronica Capozzoli, Paolo Locci, Elisa Naike, Enzo Romeo, Sabrina Vertunni e altri giovani artisti che hanno partecipato alla realizzazione dello spettacolo.
L’associazione REON – Future Dimore ha potuto avvalersi anche della collaborazione della Bibliomediateca di Moliterno e dei Comuni di Moliterno e Sarconi.

REON – Future Dimore è un’associazione culturale attiva a livello nazionale e internazionale dal 1990. Fondata dal regista di origine grumentina Fulvio Ianneo, attuale direttore artistico, REON – Future Dimore è riconosciuta come realtà artistica d’interesse regionale e nazionale, collabora con numerosi Enti nazionali e internazionali, biblioteche, musei e istituzioni scolastiche. Oltre a produrre spettacoli teatrali (più di 60 opere realizzate) e prodotti multimediali, realizza progetti di promozione artistica e culturale come DRAMOPHONE (4 edizioni), festival di Teatro e Letteratura, a Bologna, per la promozione della drammaturgia contemporanea; Memory Party, ( 3 edizioni), progetto di teatro civile destinato a scuole e centri culturali; il progetto Co-librì, in collaborazione con alcune delegazioni straniere che partecipano alla Fiera internazionale del libro per ragazzi di Bologna, per la promozione di opere letterarie per ragazzi e adolescenti.

Info e contatti:
Ufficio stampa Antonio Sannicandro 320 0489576 asannicandro@gmail.com
Direzione artistica Fulvio Ianneo 3315262544 info@teatroreon.it

Sito Festival: https://www.facebook.com/pages/Festival-del-Sole-2013/426985740676728?fref=ts
Sito Reon Future Dimore: https://www.facebook.com/reon.teatro?fref=ts
Sito Comune Grumento Nova: http://www.comune.grumentonova.pz.it/

grumento

set 052012
 

Il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, invita tutti i soggetti istituzionali, sociali ed economici operanti sul proprio territorio a partecipare ai Forum pubblici nell’ambito del processo di Adesione alla CETS (Carta Europea per il Turismo Sostenibile).
Martedì 11 settembre 2012 ore 16:30 à FORUM IN PLENARIA AREA VAL D’AGRI : Marsiconuovo – Marsicovetere – Paterno – Viggiano – Tramutola – Grumento Nova – Sarconi – Moliterno – Spinoso – Montemurro – Armento – Gallicchio – San Martino D’Agri .

Luogo: Sede del PARCO NAZIONALE APPENNINO LUCANO VAL D’AGRI LAGONEGRESE

C/O Ex Convento delle Benedettine – Via Manzoni, 1 – 85052 MARSICONUOVO (PZ)

Sala Conferenze.

Ordine del giorno:

- C.E.T.S. -> Premessa – obiettivi – procedure di adesione e mantenimento.

- Il Ruolo dell’Ente Parco Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese nell’ambito della C.E.T.S.

- Il Ruolo degli attori Istituzionali ed economici del Parco nella C.E.T.S.

Resta inteso che la suddivisione degli incontri per aree di competenza è necessaria e funzionale alla logistica degli stessi e che tutti i Soggetti delle diverse aree possono partecipare a tutti gli incontri nella sede e nelle date ritenute più consone alle proprie esigenze.

Per qualsiasi informazione in merito alla C.E.T.S. (Carta europea per il Turismo Sostenibile) prego rivolgersi a:

Ufficio Turismo dell’Ente Parco Nazionale Appennino Lucano-Val d’Agri-Lagonegrese al n° 0975 – 344222 oppure via mail a: CETS@parcoappenninolucano.it

ago 282012
 

Il 24 agosto si è concluso la prima edizione del Festival del Sole di Grumento Nova con lo spettacolo Foco Sapiens del gruppo teatrale fiorentino di Marco Fornasa. Il Festival del Sole, cominciato il 18 agosto e sostenuto dall’amministrazione comunale di grumento nova, con il patrocinio del programma operativo val d‘agri, ha scelto come scenografia i luoghi più suggestivi della cittadina della val d’agri, coinvolgendo un numerosissimo pubblico in un percorso di teatro, storia e poesia. foco sapiens, in scena domani sera, comincerà alle 21.30 in piazza umberto i. si tratta di uno spettacolo dedicato al fuoco, alle sue suggestioni magiche e di fascinazione, il fuoco è il propulsore della vita umana e si collega idealmente ai “focaroni” che aprono tradizionalmente i festeggiamenti della Madonna del Monserrato. Foco Sapiens non vuole essere solo uno spettacolo, ma un auspicio di prosperità e di benessere per il futuro di Grumento Nova e di tutta la Val d’Agri.

ago 172012
 

Domani, 18 agosto, si apre la prima edizione del Festival del Sole *12: una rassegna teatrale, gratuita, sostenuta dall’Amministrazione Comunale di Grumento Nova, con il Patrocinio del Programma Operativo Val d‘Agri.

Il Festival del Sole nasce dall’intenzione di rendere il paese, con il suo tessuto sociale e urbano, il teatro di una relazione tra arte e spettatore, nei luoghi della vita quotidiana, in luoghi talvolta poco vissuti e in altri da valorizzare. Tutti gli spettacoli teatrali del Festival si svolgeranno nelle strade e nei rioni storici del paese, con l’intento di rispondere al bisogno di una comunicazione diretta con il pubblico, facendo appello alla sua sensibilità in forme più dirette e coinvolgenti, esprimendo il calore che la cultura trasmette attraverso l’arte dal vivo.

Gli spettacoli teatrali saranno tre e si svolgeranno nei luoghi più suggestive della meravigliosa cittadina della Val d’Agri il 18, 21, 22 e 24 agosto 2012.

Domani, 18 agosto, alle ore 21.30, la compagnia grumentina Le voci di dentroinaugurerà il festival con lo spettacolo “7,14, 21, 28”, che non è solo l’inizio della tabellina del 7, ma, per la penna sferzante dell’autore, è anche la sequenza numerica che ha sancito l’inizio delle sventure per la famiglia Cafiero disposta a giocarsi tutto su dei numeri che sembrano quasi una formula magica, uno stratagemma “piccante” che dovrebbe rivelarsi la gallina dalle uova d’oro e invece….

Il 21 e 22 agosto alle ore 21.30 a partire dalla Piazza Arciprete Caputi e per le vie del rione San Rocco di Grumento Nova si svolgerà lo spettacolo a percorso Il Volo del Falco. Si tratta di spettacolo di narrazione, poesia e visioni che attraversa il reticolo delle viuzze del quartiere più antico di Grumento: una “visita guidata” nella memoria storica e nella poesia della Lucania. Flash, visioni, apparizioni, evocazioni di un mondo ricco di presenze che gli spettatori sono destinati a incontrare avvolti nella dimensione irreale di un viaggio nel tempo e nello spazio. Ideato e diretto dal Fulvio Ianneo, regista teatrale di origine grumentina, Il volo del falco coinvolge attori professionisti, attori della compagnia grumentina Le voci di dentro e i musicisti delGruppo Folk Ausonia di Montemurro.

Per concludere la rassegna il 24 agosto, sempre a partire dalle 21.30, in piazza Umberto I, il Festival del Sole chiude la sua prima edizione con il Gruppo teatrale di Marco Fornasa che presenta Foco Sapiens. Uno spettacolo dedicato al fuoco, alle sue suggestioni magiche e di fascinazione. In Foco sapiens il fuoco è il propulsore della vita umana e si collega idealmente ai “focaroni” che aprono tradizionalmente i festeggiamenti della Madonna del Monserrato. Quindi non solo uno spettacolo, ma un auspicio di prosperità e di benessere per il futuro di Grumento Nova e di tutta la Val d’Agri.

Fulvio iannello – direttore artistico
Anna Nicolao – ufficio stampa