BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Set 222018
 

Il 21 settembre 2018 nella sala refettorio del convento di Sant’Antonio è stato presentato il catalogo messo a punto dai comuni  di Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Grumento Nova, Guardia Perticara, Maratea, Rivello e Viggiano, che hanno partecipato ad un progetto voluto dallla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Basilicata denominato: “Dalla Val d’Agri al Tirreno”.

Ago 082017
 

E’ stata inaugurata il 7 agosto 2017 presso Palazzo De Lieto a Maratea la mostra “Dalla Val d’Agri al Tirreno”. In pimo piano l’Archeologia, l’Arte e Paesaggi lucani. Il progetto espositivo, che unisce reperti e territori, intende presentare alcune delle maggiori evidenze archeologiche, artistiche e paesaggistiche del territorio che dalla Val d’Agri si estende fino al mar Tirreno. All’iniziativa hanno aderito i Comuni di Castelluccio Superiore, Castelluccio Inferiore, Grumento Nova, Guardia Perticara, Maratea, Rivello e Viggiano. Nel corso della presentazione si è esibito un gruppo di maestri dell’arpa di Viggiano.


La presentazione dell’evento


L’esibizione delle arpe di Viggiano


Le immagini all’interno di Palazzo De Lieto


Il tour con il dottor Francesco Tarlano


Le interviste al sindaco di Maratea Domenico Cipolla, al sindaco di Castelluccio Inferiore Paolo Campanella e al Soprintendente regionale Francesco Canestrini

mostra-Maratea-locandina

Apr 182017
 

Il governatore lucano ha incontrato nel pomeriggio del 18 aprile 2017 i giornalisti, per illustrare le motivazioni che hanno indotto la giunta regionale a deliberare la chiusura temporanea del Centro Olio di Viggiano, in seguito alle inadempienze di Eni rispetto alle prescrizioni regionali

“Dopo una serie di prescrizioni del Dipartimento Ambiente e dall’Arpab e dopo le diffide regionali, siamo arrivati all’incontro in Prefettura alla vigilia di Pasqua: in quella sede, la giunta da me guidata ha deciso di deliberare la sospensione delle attività del Cova, di fronte alle inadempienza e ai ritardi di Eni”.
Lo ha detto oggi il governatore lucano, Marcello Pittella, nel corso di una conferenza stampa convocata in sala Verrastro, dopo la decisione della giunta regionale – che si era riunita sabato sera in via straordinaria – di sospendere tutte le attività del Centro Olio di Viggiano, in seguito alloe inadempienze e ai ritardi di Eni rispetto alle prescrizioni imposte, dopo lo sversamento dei serbatoi del Cova. Presenti all’incontro con i giornalisti, anche il vicepresidente della giunta regionale, Flavia Fanconi, gli assessori all’Ambiente, Francesco Pietrantuono e alle Politiche agricole, Luca Braia, i dirigenti generali di Arpab, Edmondo Iannicelli e della Presidenza della giunta, Vito Marsico, il presidente del Consiglio regionale, Francesco Mollica, i consiglieri regionali Cifarelli, Giuzio, Spada, Castelgrande, Pace, i sindaci Imperatrice di Grumento Nova e Cicala di Viggiano.

“Abbiamo provveduto – ha proseguito il governatore – a ricontestualizzare le stesse prescrizioni iniziali, dal momento che si è verificata una propagazione della contaminazione. Questo – ha aggiunto Pittella – ci ha messi nella condizione di dover assolutamente scongiurare che l’inquinamento arrivasse all’Agri e da lì anche oltre. Siamo intervenuti, tra l’altro, anche perché Eni non ha provveduto, come da prescrizione, a svuotare il serbatoio ancora pieno. La nostra valutazione, dunque, ha fatto sì che il principio di precauzione e la preoccupazione per l’ambiente e per la salute passassero attraverso un atto molto forte come la sospensione. A chi ci chiede come mai queste azioni siano state messe in campo in questo momento, rispondiamo che oggi si sono verificate le circostanze per cui un presidente e la sua giunta sono stati chiamati a decidere. Dato che non siamo distratti e che abbiamo scelto la linea del rigore, seguiremo responsabilmente il solco tracciato dalle nostre azioni e andremo avanti”.
Il presidente ha ricordato poi l’impegno messo in campo nelle ultime settimane dagli uffici della Presidenza e del Dipartimento Ambiente e dall’Arpab, di concerto con i sindaci interessati e con la Provincia di Potenza.
“E’ stato – ha evidenziato il governatore – un lavoro meticoloso, complesso e articolato, che ha visto la convergenza dei vari attori in campo”.
Il presidente Pittella ha quindi spiegato che “la sospensione sarà di un tempo di 90 giorni, come previsto dalla legge” e che i controlli, la verifica ed i monitoraggi “già effettuati con straordinario impegno, rafforzato dalla collaborazione con il Ministero all’Ambiente e con Ispra” continueranno “da parte della Regione e dell’Arpab, affinché tutto ciò che è stato intimato ad Eni venga realizzato nei tempi dovuti”. ”
“Abbiamo preso questa decisione – ha detto ancora il governatore della Basilicata – per evitare eventuali contaminazioni che potessero interessare tanto l’Agri che il Pertusillo: una scelta legata ad una esigenza che è quella della sicurezza del territorio e della salute dei cittadini. Rispetto a questa necessità – ha proseguito – non abbiamo esitato un istante, e seguendo la cronologia degli avvenimenti abbiamo mantenuto a tappe forzate gli impegni che chi governa con responsabilità deve recuperare alla propria azione. Nelle prossime ore sul sito dell’Arpab – ha annunciato – pubblicheremo tutti i dati utili ed i risultati delle nostre attività ed azioni di verifica: i cittadini hanno infatti il diritto di conoscere tutto quello che metteremo in campo per la loro tutela. La nostra – ha concluso il governatore – continuerà ad essere una linea di estremo rigore”.

pit

Lug 152016
 

Interessati i 35 comuni dell’area Val D’Agri – Melandro – Sauro – Camastra. Il presidente della Regione, Marcello Pittella: “Un altro progetto per non lasciare nessuno indietro”
La Giunta regionale ha approvato i tirocini per la inclusione nel mercato del lavoro delle persone con disabilità nell’ambito del programma operativo “Val D’Agri – Melandro – Sauro – Camastra”.

L’investimento complessivo è di circa 760 mila euro e prevede il coinvolgimento di 80 utenti all’interno delle quattro aree di intervento individuate: Servizi alla persona (rafforzamento delle competenze professionali per l’attivazione di servizi di care giver); Ambiente (rafforzamento delle competenze professionali per la gestione e manutenzione del verde e del paesaggio); Turismo ed accoglienza (rafforzamento delle competenze professionali per la promozione e la valorizzazione dello slow tourism); Servizi informatici e telematici (rafforzamento delle competenze professionali per l’attivazione di servizi informatici applicati ai servizi sociali, turistici, ambientali e culturali).

Per ciascuna area sono previste 900 ore totali di tirocinio e 20 utenti per una durata complessiva di 12 mesi con una possibilità di proroga sulla base della disponibilità finanziaria della Regione. Come soggetto attuatore è stata individuata la Provincia di Potenza, mentre l’area di intervento è costituita dal comprensorio, composto da 35 comuni, interessato dal programma operativo “Val D’Agri – Melandro – Sauro – Camastra”: Abriola, Aliano, Accettura, Anzi, Armento, Brienza, Brindisi di Montagna, Calvello, Castelmezzano, Castelsaraceno, Cirigliano, Corleto Perticara, Gallicchio, Gorgoglione, Grumento Nova, Guardia Perticara, Laurenzana, Marsiconuovo, Marsicovetere, Missanello, Moliterno, Montemurro, Paterno, Pietrapertosa, Roccanova, San Chirico Raparo, San martino d’Agri, Sant’Arcangelo, Sarconi, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania, Spinoso, Stigliano, Tramutola e Viggiano.

I destinatari dell’iniziativa sono 80 persone che versano in condizioni di disabilità compresi gli utenti dell’ex programma “Match”.

“Con questo progetto – spiega il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella – vogliamo promuovere interventi di orientamento e formazione on the job o di inserimento e reinserimento nel mercato del lavoro attraverso lo strumento del tirocinio. Uno degli aspetti innovativi sta nella possibilità di creare cooperative di comunità polifunzionali in grado di rispondere ai bisogni delle comunità locali attraverso un nuovo protagonismo degli stessi utenti cittadini nel rispetto dei valori, dell’identità e dei bisogni del territorio di riferimento in un’ottica di sviluppo solidale. In questa prospettiva di inclusione e di autonomia, il lavoro diviene un fattore potente di espressione della capacità progettuale delle persone, delle singole identità, della ricchezza cultuale, dell’incontro con gli altri. Ancora una volta la Regione Basilicata, nonostante la difficile congiuntura economica, mette in campo azioni innovative per non lasciare indietro nessun cittadino lucano”.

potenza6

Lug 092016
 

L’8 luglio 2016 si è svolto a Grumento Nova presso l’accogliente e prestigioso agriturismo “Villa Carmela” un evento musicale che ha visto protagonista il maestro Gino Volpe e la sua band (Toto Reny, Vitina Coviello, Antonella Lucia, Gianluca Votta, Antonello Pasquariello, Pasquale Casaletto). L’iniziativa ha visto anche la partecipazione dell’associazione Mia rappresentata dalla dottoressa Silvana Sangiorgio.


Le interviste di Marina Riviello a: Gino Volpe, Pasquale Casaletto, Toto Reny, Vitina Coviello, Antonella Lucia, Antonello Pasquariello


La pillola musicale

Nov 022015
 

La Ola, Organizzazione lucana ambientalista,rende noto che l’Appenine Energy con sede legale a Matera, via XX Settembre 45, con istanza del 7 Ottobre scorso pubblicata sul BUIG dello stesso mese (Bollettino Ufficiale Idrocarburi e Geotermia) ha rinunciato all’istanza di permesso idrocarburi “Tardiano”.Essa riguardava 212,76 Kmq in gran parte situati nel parco nazionale dell’Appennino Lucano e quelli limitrofi ai parchi del Vallo di Diano e del Pollino, tra il Vallo di Diano (Campania) e la Val d’Agri (Basilicata). Un territorio che comprendeva ben 10 Comuni (2 nel Vallo di Diano: Montesano sulla Marcellana e Casalbuono; 8 in Basilicata: Grumento Nova, Lagonegro,Moliterno, Sarconi, Tramutola, Castelsaraceno, Spinoso e Lauria).

Nello stesso BUIG – informa la Ola – la società petrolifera materana ha invece acquistato le intere quote dei permessi idrocarburi “Monte Negro” provincia di Matera (Stigliano, Craco, Aliano, Tursi, San Mauro Forte, Ferrandina) e “Torrente Alvo” ( Tolve, Oppido L.,Vaglio di B. e San Chirico N.),in provincia di Potenza , in precedenza possedute dalla Società Apennine Oil & Gas S.r.l. a seguito della fusione mediante incorporazione di questa società all’Appenine Energy SpA. Nel permesso di ricerca “Torrente Alvo” Il progetto prevede l’approntamento della postazione sonda e la perforazione del pozzo esplorativo denominato “Strombone 3 Dir” situato nel comune di Tolve a poca distanza del centro abitato.

Sull’istanza”Tardiano” – fa rilevare la Ola – mentre si erano registrate le opposizioni dei comitati lucani e campani e quelle dei comuni del Vallo di Diano, non aveva ricevuto quella dei comuni lucani, rimasti in silenzio. Con la decisione assunta dalla società petrolifera materana per l’istanza idrocarburi “Tardiano”, l’interesse della stessa sembra dunque rivolgersi oggi verso altri permessi di ricerca idrocarburi di cui la società petrolifera risulta unica titolare in Basilicata.
petrolio-basilicata1

Gen 062015
 

Il Costituente Comitato Lauria Ambiente Salute organizza, in giorno 7 Gennaio 2015 (dalle ore 18.00 alle ore 21, PRESSO ASSOCIAZIONE OFFICINE MECCANICHE, via Caduti VII Settembre 1943, n.31, Lauria –PZ), l’incontro informativo “L’ALTRA FACCIA DEL PETROLIO”.

Dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico (DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE MINERARIE ENERGETICHE) risulta che la società Apennine Energy ha difatti presentato (nel 28.02.2013) l’istanza di ricerca in terraferma denominata “TARDIANO”. Tale istanza interessa una superficie di ben 212,76 Kmq e riguarda i comuni di Grumento Nova, Lagonegro, Moliterno, Sarconi, Tramutola, Castelsaraceno, Spinoso e Lauria per la regione Basilicata, e i comuni di Casalbuono e Montesano sulla Marcellana per la regione Campania.

Al momento l’istanza di permesso è in fase istruttoria Pre-Cirm (ultimo dato visibile sul suddetto sito web risale al 4 Aprile 2014: “RICHIESTA DOCUMENTAZIONE” per Interlocutoria da Reg. Basilicata a Soc.).

Ad oggi solo il Comune di Casalbuono, il Comune di Montesano sulla Marcellana e l’Associazione No Triv hanno inviato parere contrario a tale istanza.

Dal 28 Febbraio 2013 non è stata fatta alcuna comunicazione ai cittadini. Quindi è attraverso questo incontro che noi ci auguriamo di dare una INFORMAZIONE CORRETTA a tutta la comunità del Lagonegrese, che merita di sapere quali siano le conseguenze e i rischi dovuti all’attività estrattiva.

Sono stati invitati tutti i sindaci dell’area del Lagonegrese (Lagonegro, Lauria, Maratea, Latronico, Rivello, Trecchina, Castelsaraceno, Nemoli), i sindaci di Casalbuono e Montesano sulla Marcellana e le principali testate giornalistiche della Basilicata.

A questo proposito, interverranno professionisti che hanno già divulgato questo genere di informazioni in precedenti e simili manifestazioni:

TERENZIO BOVE – Agronomo e Dott. Sulla ricerca di produttività delle piante coltivate

“Impatto delle estrazioni petrolifere sull’Agricoltura”;

ALBINA COLELLA – Professore Ordinario di Geologia presso l’Università degli Studi della Basilicata

“Impatto ambientale del petrolio in Basilicata e responsabilità”;

GIUSEPPE DI BELLO – Funzionario Commissione Bicamerale Ecomafie

“Quando le Istituzioni sono complici”;

MELE GIAMBATTISTA – Medico ISDE Basilicata

“Estrazioni petrolifere ed impatto sulla salute”;

PIERNICOLA PEDICINI (in video) – Ricercatore Esperto in Fisica medica presso il Dipartimento di Radioterapia e Medicina nucleare dell’Ospedale Oncologico Regionale di Rionero In Vulture

“Impatto economico-sanitario delle estrazioni petrolifere”.

Costituente Comitato Lauria Ambiente Salute

petrolio-basilicata1

Gen 092014
 

Si terrà venerdì 10 gennaio, dalle 9 alle 15, con raduno al bivio di Gallicchio all’altezza del km 71+100 della Strada Statale 598, una manifestazione del Movimento Quinta Colonna Gallicchio.
La manifestazione, fanno sapere dal Movimento, “E’ organizzata per esprimere la contrarietà alle linee guide firmate da Eni, Shell, Regione Basilicata e comune di Viggiano (con delega dei comuni di Marsicovetere, Marsico Nuovo, Grumento Nova, Montemurro, Moliterno, Sarconi, Spinoso, Tramutola e Paterno) nelle quali si garantisce agli stessi l’erogazione di quantità gratis di gas e che vede esclusi gli altri comuni quali Armento, Corleto, Gallicchio, Guardia, Missanello, Roccanova, e Sant’Arcangelo”.
Se a organizzare materialmente la manifestazione è il Movimento gallicchiese, l’invito alla partecipazione è rivolto a tutti i cittadini dei comuni esclusi dal programma “gas gratis”, affinché si crei un fronte comune che provi a porre rimedio alla discriminazione in atto. “Perché dopo Cristo a Eboli, il gas si è fermato a Montemurro”. Il luogo scelto per il raduno si caratterizza anche per ospitare l’ingresso dell’impianto di potabilizzazione di Acquedotto Pugliese, dove le compagnie petrolifere prelevano l’acqua utilizzata per la perforazione dei pozzi.
Al fine di coinvolgere il maggior numero di cittadini ci si è attivati con affissione di manifesti nei paesi interessati. Da quanto si legge ancora nella nota, “Per dare massima diffusione all’iniziativa, alcuni membri del Movimento sono stati ospiti negli studi di “Basilicata Radio Due” dove, attraverso i microfoni del programma “Gran Mattino”, hanno lanciato un forte appello alla partecipazione che si spera possa essere numerosa”.

gallicchio_paese1

Ago 142013
 

Dopo il successo dello scorso anno, dal 17 al 22 agosto, ritorna il Festival del Sole di Grumento Nova (PZ). Il progetto teatrale, voluto e sostenuto dal Comune di Grumento Nova e dal Gruppo di Azione Locale Akiris, con la collaborazione della pro loco di Grumento Nova, è ideato e diretto dal regista e drammaturgo di origine grumentina Fulvio Ianneo per conto dell’associazione culturale REON – Future Dimore.

Anche quest’anno il Festival del Sole ricompone, attraverso il teatro, frammenti dell’identità di un territorio, indagando sulla sua storia con uno sguardo poetico e ponendo domande sul passato e sul futuro di una comunità. Il teatro crea un luogo ricco di simboli e di valori che non riguardano solo Grumento Nova, ma tutto il territorio della Val d’Agri.

La partecipazione a tutte le iniziative è gratuita.

Si inizia sabato 17 agosto alle 21,30 presso la Scuderia Castello Sanseverino in largo Umberto I, con l’inaugurazione della mostra “Lo sguardo in attesa”, esposizione della pregiata collezione di maschere in cuoio dell’artista vicentino Giorgio De Marchi. Il tema della mostra è la maschera dionisiaca come memoria arcaica del teatro che ricollega idealmente il festival ad una presenza costante e secolare del teatro a Grumento. Il paese rappresenta infatti in una sorta di cittadella del teatro della Val d’Agri con il suo teatro romano, tuttora attivo, le scuderie del castello Sanseverino, dove la poetessa Aurora si cimentava nel teatro del principe e dove ancora oggi si programmano rassegne di teatro.
Lo studio che Giorgio De Marchi dedica alla figura e al personaggio della maschera, tende alla esaltazione della forza espressiva con la riduzione e la sovrapposizione dei tratti somatici. La maschera riappare così nel suo significato antico, sommata a un moderno profilo psicologico, che le conferisce un aspetto sempre nuovo e dinamico. Giorgio De Marchi da molti anni si dedica alle maschere di teatro insieme con i fratelli Luciano, Francesco e Leonardo nell’officina laboratorio di Toara. Numerose le mostre in Italia e all’estero. I lavoro dei De Marchi ha raccolto l’interesse e l’ammirazione di figure del mondo dello spettacolo come Federico Fellini, Maurizio Scaparro, il burattinaio Otello Sarzi, l’attore e regista Alain Le Bon. Alcune delle sue maschere verranno utilizzate nello spettacolo Le Case Parlanti che costituisce il nucleo centrale del progetto.
Orari apertura mostra:
18, 19 e 22 agosto: 18:00 – 20:00
20 e 21 agosto: 18:00 – 20:00 e, dopo lo spettacolo, apertura straordinaria dalle 23:00 alle 24:00

Le Case Parlanti. E’ il cuore del festival e andrà in scena il 20 e il 21 agosto alle ore 21,30, a partire dalla Piazza Umberto I di Grumento Nova, per poi snodarsi per i vicoli del Quartiere Mancuso che, per l’occasione, si arricchirà di presenze extraquotidiane .
Si tratta di uno spettacolo inedito che parla di fatti emblematici della storia locale, pensato e preparato sui luoghi stessi della rappresentazione, la cui drammaturgia scaturisce da una accurata ricerca storica e dalle testimonianze degli abitanti del luogo.
Viaggiatori forzati e bambini musicisti popolano una piazza disabitata mentre i giocolieri vagano nel borgo alla ricerca di un pubblico per guadagnarsi da vivere. In questo paese abitato da presenze che raccontano la loro storia la collettività si ricompone quasi per magia per assistere allo spettacolo gioioso degli artisti di strada.

Il Festival del Sole 2013 è stato realizzato grazie alla collaborazione della compagnia teatrale Le Voci di Dentro, insieme al bambino musicista Carmine Caifano, le attrici e attori Veronica Caissiols, Veronica Capozzoli, Paolo Locci, Elisa Naike, Enzo Romeo, Sabrina Vertunni e altri giovani artisti che hanno partecipato alla realizzazione dello spettacolo.
L’associazione REON – Future Dimore ha potuto avvalersi anche della collaborazione della Bibliomediateca di Moliterno e dei Comuni di Moliterno e Sarconi.

REON – Future Dimore è un’associazione culturale attiva a livello nazionale e internazionale dal 1990. Fondata dal regista di origine grumentina Fulvio Ianneo, attuale direttore artistico, REON – Future Dimore è riconosciuta come realtà artistica d’interesse regionale e nazionale, collabora con numerosi Enti nazionali e internazionali, biblioteche, musei e istituzioni scolastiche. Oltre a produrre spettacoli teatrali (più di 60 opere realizzate) e prodotti multimediali, realizza progetti di promozione artistica e culturale come DRAMOPHONE (4 edizioni), festival di Teatro e Letteratura, a Bologna, per la promozione della drammaturgia contemporanea; Memory Party, ( 3 edizioni), progetto di teatro civile destinato a scuole e centri culturali; il progetto Co-librì, in collaborazione con alcune delegazioni straniere che partecipano alla Fiera internazionale del libro per ragazzi di Bologna, per la promozione di opere letterarie per ragazzi e adolescenti.

Info e contatti:
Ufficio stampa Antonio Sannicandro 320 0489576 asannicandro@gmail.com
Direzione artistica Fulvio Ianneo 3315262544 info@teatroreon.it

Sito Festival: https://www.facebook.com/pages/Festival-del-Sole-2013/426985740676728?fref=ts
Sito Reon Future Dimore: https://www.facebook.com/reon.teatro?fref=ts
Sito Comune Grumento Nova: http://www.comune.grumentonova.pz.it/

grumento