BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Nov 242017
 

Come imprenditori balneari di Praia a Mare e di Tortora, aderenti al SIB Sindacato Italiano Balneari e come Associazione Balneari di Maratea, assieme a tanti albergatori del territorio, esprimiamo la nostra vicinanza al sindaco di Tortora
Pasquale Lamboglia, in merito alla questione di San Sago.
Un sindaco, che si è sempre battuto per il bene delle nostre cittadine e per la
difesa ambientale. Scelte importanti, che abbiamo appoggiato e che continueremo a
fare.
Riteniamo che il nostro mare e il nostro fiume vadano tutelati e crediamo che
un primo cittadino che si è sempre speso con coraggio a tal fine, non debba essere
attaccato da una discutibile campagna mediatica.
Quanto è accaduto, non ha fatto altro che unirci maggiormente. Resteremo
vicini e sosterremo le scelte del sindaco Lamboglia, in difesa del nostro territorio.

aPASQUALE LAMBOGLIA

Ott 262017
 

Domenica 22 ottobre si è svolta a Francavilla sul Sinni nell’area artigianale una esibizione di motocross Freestyle dedicata ad un giovane militare di Francavilla Angelo De Luca, appassionato di eventi ed impegnato nel sociale, venuto a mancare prematuramente. L’iniziativa, voluta in particolare da Lorenzo Lofiego ha visto la parecipazione dell’Unitalsi. Nel corso della giornata si sono svolte delle attività legate alla mototerapia anche sulle rive del fiume Sinni.

Ott 082017
 

Sono partite a Viggianello, dal 7 ottobre 2017, una serie di week end nei quali verranno valorizzate le tradizioni e i prodotti tipici del territrio con particolare riferimento a quelli del Parco del Pollino. Nel corso delle manifestazioni verranno promozionate anche una serie di pratiche sportive che si possono svolgere tra i boschi e sul fiume Lao.

Set 292017
 

La Commissione europea ha risposto ad un’interrogazione dell’eurodeputato del M5s Piernicola Pedicini, sulle modalità di utilizzo del prestito di 250 milioni di euro che la Banca europea per gli investimenti (Bei) ha concesso alla Regione Basilicata per finanziare una serie di interventi nel settore della difesa del suolo e del dissesto idrogeologico.

La Commissione ha fatto sapere che “il programma di investimenti nella regione Basilicata prevede 400 interventi che comprendono la difesa delle coste e dei fiumi e misure di stabilizzazione e rafforzamento dei pendii. Tutti questi lavori – ha aggiunto -, cofinanziati e monitorati dalla Banca europea per gli investimenti, dovranno essere conformi alla normativa dell’Ue in materia di ambiente e di appalti, e un elenco definitivo degli interventi attuati sarà messo a disposizione al loro completamento.

Il contratto della Bei – ha precisato l’organismo esecutivo della Ue – prevede la comunicazione periodica da parte della Regione Basilicata, in linea con i modelli standard, per consentire il monitoraggio da parte della Bei delle modalità con cui i fondi sono effettivamente utilizzati e la verifica della conformità ai termini, alle condizioni e alla descrizione tecnica concordati. La Commissione si aspetta – ha concluso – che la Bei renda pubbliche le informazioni disponibili per consentire un adeguato monitoraggio dei lavori in questione, in linea con la politica di trasparenza adottata dal consiglio di amministrazione della Bei nel 2015”.

“Dalla Ue volevamo ottenere proprio queste informazioni – ha commentato Pedicini -. Ora vigileremo con la massima attenzione e faremo in modo che le dichiarazioni della Commissione vengano rispettate e non restino solo sulla carta. Non vorremmo che fra qualche anno ci ritrovassimo a dover denunciare che c’è stato un ennesimo sperpero di denaro pubblico ed un uso irresponsabile dei fondi con lavori eseguiti male o, addirittura, pagati ma non eseguiti, così come è già successo negli anni ’80. All’epoca, dopo che la Basilicata ebbe dal Fio (Fondo per gli investimenti e l’occupazione) un finanziamento di 400 miliardi di lire per la messa in sicurezza dei fiumi lucani e per il dissesto idrogeologico, emerse una sostanziale assenza di trasparenza nell’utilizzo dei fondi, la mancanza di controlli relativi agli interventi reali realizzati e una evidente negligenza nella esecuzione dei lavori. Inoltre, a causa di alcuni interventi sbagliati, o fatti male, fu provocata la distruzione di numerose e fiorenti attività agricole, di località Giardini nel comune di Grassano, che ricadevano nei terreni a ridosso del fiume Basento e rappresentavano un’importante fonte di reddito per decine di famiglie.

In questo caso – ha concluso Pedicini -, il M5S farà in modo che i finanziamenti della Bei vengano utilizzati con la massima serietà e senza ruberie. E bene ha fatto il consigliere regionale del M5S Gianni Leggieri a presentare un’interrogazione per chiedere di sapere qual è il tasso di interesse che dovrà restituire la Regione Basilicata alla Bei a seguito del prestito descritto, quali sono le attività di monitoraggio messe in campo dalla Regione sul corretto utilizzo dei fondi, e se la Giunta regionale intende rendere pubbliche le informazioni su ogni singolo intervento previsto dal programma finanziato e sui risultati ottenuti”.

movimento5stelle

Giu 262017
 

Il Team Ri.Va con il patrocinio del Comune di Trecchina ha organizzato sul fiume Noce, dal 23 al 25 giugno 2017, il Campionato italiano pesca della trota in torrente. Nella valle lucana sono giunti circa 150 pescatori provenienti da tutta Italia per un week end di sport e di amicizia.


Le premiazioni


Le interviste: Franco Palese, Cristian Cascelli, Gianfranco Cascelli, Gianni Breda

Mag 082017
 

XXXI escursione del gruppo ‘Più siamo meglio stiamo’ e V edizione del trekking-pellegrinaggio verso la Madonna del Perpetuo Soccorso di Trecchina. Nello stesso giorno la Statua della Madonna viene traslata dalla Chiesa Madre di San Michele Arcangelo di Trecchina al Monte del Santuario. Il percorso, quest’anno, è dedicato ai 39 Caduti del 7 settembre 1943, quando Lauria fu bombardata dall’aviazione anglo-americana.

Ritrovo alle ore 7.00 in Piazza del Popolo di Lauria borgo.

L’ escursione è impegnativa ed è adatta solo a chi ha esperienza di trekking e di lunghi percorsi fatti a piedi. Tra andata e ritorno verranno percorsi circa 29 km. Chi vuole può fare il solo percorso di andata (14,5 km), programmando autonomamente il rientro.
Il ritrovo è previsto alle ore 7.00 in Piazza del Popolo, presso il Monumento ai Caduti di Lauria borgo (nel piazzale antistante la scuola elementare). Il rientro a Lauria, sempre a piedi, è previsto intorno alle ore 19.30. Il Santuario della Madonna del Perpetuo Soccorso di Trecchina rappresenta un importante punto di riferimento della Valle del Noce. La posizione geografica e la storia del Santuario rendono interessante questa esperienza di trekking. I minori devono essere accompagnati da un adulto autorizzato. L’escursione é sconsigliata al di sotto dei 14 anni. Per partecipare è’ opportuno il parere del proprio medico curante poiché l’escursione e il tragitto sono molto impegnativi.
Ciascuno deve avere con sé : 1,5 litri di acqua ; vestiario adatto al trekking (scarpe non basse e calzini lunghi), pantaloni lunghi; cappellino ; ombrellino; un k-way; uno zainetto da portare a spalla; pranzo al sacco; telefonino, fischietto e tutto ciò che venga ritenuto utile e necessario per una escursione di oltre 12 ore.

Informazioni: RAFFAELE PAPALEO ( tel. 335.82.61.187 ; mail: papaleolauria@libero.it ).
Quello che segue è il programma di massima che potrà subire variazioni.

PROGRAMMA

Ritrovo alle ore 7.00 in Piazza del Popolo a Lauria borgo, nei pressi del Monumento ai Caduti (Scuole Elementari) ; partenza alle ore 7.10 da Piazza del Popolo di Lauria.

Percorso di andata: Via Caduti ; Malfitano ; Fiume Noce; Pietra Morta ; Villa Marotta (foto di gruppo) ; Trecchina (sosta di 30′) ; Forraina ; Sentieri di Serra Pollino ; Santuario Madonna del Perpetuo Soccorso (m. 1089; sosta di circa 2h).

Ritorno: partenza dal Santuario alle ore 15.00 ; Sentieri verso Trecchina (in parte diversi rispetto al percorso di andata) ; Castello del Duca Vitale e zona antica di Trecchina ; Trecchina centro (sosta di 15′); sentieri verso il Fondo Valle; Fiume Noce; Malfitano e poi Lauria (ore 19.30 circa).

La partecipazione è gratuita. BUON TREKKING A TUTTI !

PIU’ SIAMO MEGLIO STIAMO

01 Santuario Trecchina 2017 LOCANDINA

Apr 302017
 

Il 29 aprile 2017 nella sala consiliare di Tortora si è svolto un interessante confronto promosso dal Comitato per la Bonifica dei terreni, dei fiumi e dei mari della Calabria. Il responsabile del sodalizio Giovanni Moccia ha moderato i lavori di un’iniziativa che ha offerto spunti ed utili analisi per un impegno sempre più determinato in favore della preservazione dell’ambiente.

hhh

Apr 302017
 

“Il 29 aprile 2017 son andato a Tortora a seguire un importante convegno sull’ambiente. Tanti i nomi importanti per una conferenza in cui si parlerà anche di San Sago. Tortora ha legato il suo nome ad una battaglia in favore dell’ambiente e contro l’inquinamento. Il focus offre un quadro demoralizzante…sembra davvero che tutto vada a rotoli.
Dopo la conferenza, faccio ritorno a Lauria con l’intento di fare qualche foto alle piazzole lungo la Fondovalle del Noce gonfie di immondizia . Mi fermo, inizio a fotografare; è tardi, vi è la marcia di preghiera alla Madonna Assunta in onore di Santa Caterina e vorrei partecipare. Di colpo arriva una macchina a gran velocità e si ferma. Sono di spalle…inizio a pensare male: “Qualcuno mi ha visto, magari è contrario alle telecamere e mi mena di brutto. Facendomi spesso molti film in testa stile Hollywood penso a Melchionda, alle ecomafie, a San Sago, a qualcuno che non vuole pagare la Tari o che magari vuole buttare di sotto un materasso insieme alla mia persona.
Nulla di tutto ciò…nulla di tutto ciò! Incontro una persona eccezionale di Praia a Mare Gaetano Surace. In macchina ha un falco ferito ritrovato sul Fiume Noce, mi chiede aiuto. …”Ho visto che sulla macchina c’era scritto Eco ed ho pensato che un giornalista potesse aiutarmi”. Poi aggiunge: “Mi piace il tuo giornale, ma non lo trovo sempre a Praia come devo fare, ma posso abbonarmi?”. Beh, questa ultima frase mi rassicura, ma sono sicuro che da lì a qualche secondo uscirà qualcuno che dirà: “Sei su scherzi a parte!” Ma il tanfo dell’immondizia e le migliaia di ‘mosquitos’ mi riportano alla realtà. Chiamiamo i carabinieri. Penso subito al comandante Caputo super operativo maresciallo comandante di Lauria, mi spiega la prassi. Telefono il “112” ma si aggancia Scalea. Da Scalea mi viene dato il “fisso” di Lagonegro. Con un ottimo appuntato dell’Arma procediamo. Intanto c’è da aspettare. A questo punto non resisto ed intervisto Gaetano e viene fuori una persona innamorata della natura, degli animali, pronto ad ogni battaglia contro chi non rispetta l’ambiente, è triste: ha perso il suo cane in questi giorni morso da una vipera. Sette giorni di agonia. Non si è riuscito a trovare l’antidoto…com’è possibile? Gaetano è davvero una bella persona, una persona vera e sincera. Passa del tempo intanto, vi è qualche difficoltà; forse dovrebbe intervenire la forestale che adesso è nei carabinieri, si cerca il veterinario reperibile…alla fine abbiamo i numeri di due centri: Pignola e un paese della provincia di Matera che non ricordo (Policoro?). E’ fatta! anche se i due centri sono chiusi per oggi. Il falchetto si salverà anche se perde sangue dalle zampe e da un’ala. Gaetano vuole comprare un po’ di carne trita. L’appuntato dei carabinieri ci consiglia carne normale tagliata a pezzi piccoli. Che bella sinergia! Quanta umanità! Domani si telefonerà Pignola, risentirò Gaetano.
Ci salutiamo con Gaetano, vuole vedere l’intervista, ci scambiamo i numeri. Ora devo pensare alla marcia corro a Lauria. Parcheggio. Dalla punta estrema del rione Inferiore vado a piedi alla rocca dell’Assunta (sennò che sacrificio è?) . Sono in ritardo, inizio ad allungare il passo. La lingua è di fuori. “Mamma mia che precisione che hanno avuto!”. Non vedo nessuno… “Possibile che la processione è già al Cafaro?…. Figuriamoci se facevano qualche minuto di ritardo! Allungo ulteriormente il passo. Arrivo mezzo morto ai piedi del castello Ruggiero. Una voce mi ferma, è Lucia Carlomagno…”Ma dove stai andando, la marcia è rimandata al 31 maggio, troppo vento!” Guardo Lucia con gli occhi sbarrati… penso al frammento del film di Verdone in cui impersona quell’ emigrato che torna in Alfasud dalla Svizzera per votare… ”

Apr 182017
 

Un’interrogazione urgente al Ministro per gli affari regionali e le autonomie e al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare è stata presentata dall’on. Cosimo Latronico (DI), sull’inquinamento legato alle attività del centro olio dell’Enia Viggiano. Latronico ricorda che “nel novembre 1998 Regione Basilicata e Eni siglarono un protocollo d’Intenti per l’estrazione di idrocarburi nella Val d’Agri, definendo azioni concordate, che tenessero in dovuta considerazione le esigenze del territorio, ed in particolare la realizzazione di sistema di monitoraggio ambientale, attraverso una rete di misura delle emissioni, una rete chimico-fisica in automatica con prelievo di campioni ed analisi di laboratorio, una rete di biomonitoraggio, una rete remote sensing, una rete sismica”. Alla luce della decisione assunta dalla Regione Basilicata che ha bloccato tutte le attività del COVA a seguito di controlli nei quali è stata rilevata la presenza di idrocarburi in un pozzetto in località Fosso del Lupo, cha fa temere l’interessamento di alcuni affluenti del fiume Agri, il parlamentare lucano chiede ai due Ministri se “siano state realizzate le reti per un monitoraggio ambientale integrato e chi le gestisce, verificando eventuali responsabilità per la loro mancata, o incompleta, costruzione e se non sussistano le condizioni affinché il monitoraggio e il controllo ambientale ricadano su un’agenzia come l’Ispra, per la portata dell’insediamento petrolifero lucano, che insiste in una zona ricca di risorse idriche e sensibile dal punto di vista geologico e se, nell’ambito degli ultimi avvenimenti, si rilevano inadempienze e ritardi da parte di Eni rispetto alle prescrizioni previste. Inoltre Latronico chiede ai due esponenti del Governo nazionale se, visto che la Regione ha sciupato ingenti risorse senza ottenere sviluppo economico ed occupazione e essendosi palesate difficoltà da parte degli enti locali di dotarsi di capacità progettuale, amministrativa e tecnica per investire tali somme, non ritengano di immaginare strumenti di controllo e di verifica per garantire la finalizzazione degli impieghi” .

cosimo latronico3