BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Giu 122018
 

Il 10 giugno 2018 si è votato per il rinnovo del Consiglio Comunale di Castelluccio Superiore. Il non raggiungimento del quorum ha reso vano l’espressione democratica. Il capolista dell’unica lista presentata Giovanni Ruggiero, fa il punto della situazione in questa intervista su FB.

Ora in diretta con Giovanni Ruggiero da Castelluccio superiore. Analisi elezioni comunali

Pubblicato da L'Eco di Basilicata su lunedì 11 giugno 2018

Mag 102018
 

Ecco quanto ha dichiarato il PD di Francavilla: “Caro Sindaco, mi compiaccio che dopo due anni di assenza di discussione politica all’interno della nostra comunità tu abbia trovato il tempo per degnare me e le operose mani che mi sostengono di una risposta.
Amaramente però noto che quello che abbiamo appreso in anni di militanza all’interno della Democrazia
Cristiana, esperienza per tutti e due formativa, in me abbia lasciato la voglia di confronto umile e sommessa
con chi ha anche idee diverse dalle mie in te, forse per gli anni successivi passati in un partito/azienda (nota
la tua appartenenza a Forza Italia), l’imperio insolente del padrone.
Cosa significa per me essere commissario del Circolo del Partito Democratico cercherò di chiarirlo una volta
e per sempre, le illazioni tue e della tua amministrazione nulla hanno a che spartire con l’arte nobile del far
politica alla quale spesso fai riferimento ma della quale, evidentemente, poco ispiri la tua azione
amministrativa; controprova ne è la sonora sconfitta che ti ha visto protagonista alle ultime elezioni
politiche che ha consegnato la maggioranza politica del paese al partito che rappresento ed al M5S,
l’attenzione che riversi quotidianamente verso i cittadini non ha in questo caso prodotto gli effetti da te
desiderati anzi, questo eccesso di “riguardo” la comunità di Francavilla l’ha vissuto come atto pervasivo
della propria libertà ed il segnale è stato una fragorosa stroncatura preferendo non piegarsi alle solite
indicazioni di voto.
Prendi atto una volta e per tutte che ai tuoi 700 voti si contrappone una forza politica, maggioritaria, che in
te non si rappresenta.
Questa nuova stagione non accetterà attacchi di tipo personale, ai quali sarebbe poi molto facile
rispondere; è lo stile ed il garbo del vero modo di fare politica che ci spinge a non considerare materia dello
scontro le vicende personali, sulla morale e la moralità non si accettano lezioni anzi, la storia passata ci
consegna la possibilità di poterle impartire.
Sul tema principale, che era l’oggettiva difficoltà che le attività commerciali ed artigianali riscontrano,
voglio fare chiarezza ed evitare le tue speculazioni. Non si sostiene certo che ci siano colpe di un Sindaco,
infatti chiaro ed esplicito nelle premesse, le responsabilità “gravi” nascono invece e quando non si è capaci
di “vederlo” un problema e quando si è così distratti da altro che non si fa nulla per cercare di risolverlo.
Non è attaccando con offese chi sottopone educatamente alla discussione pubblica il “malore” di una
categoria che ha fatto e che fa la storia ed il benessere della nostra comunità che gli effetti si cancellano; la
discussione, il confronto, la condivisione sono l’unica strada percorribile in una piccola comunità come la
nostra dove nessuno nasce con la “ricetta in tasca”.
Caro Sindaco, ringraziaci! Siamo i soli oggi che, pur non rivestendo cariche, tengono viva la fiamma della
discussione per contribuire con idee e proposte al benessere del nostro paese; non vivere con fastidio chi
liberamente esprime la propria militanza politica.
PS
Abbiamo chiesto ai vertici regionali del nostro partito, non essendo il “miracolo” candidatura ancora stato
ricevuto, la processione continua.

Mag 072018
 

L’ultimo consiglio comunale è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. I due punti posti all’Ordine del giorno e bocciati dal consiglio (Fida pascolo e questione condivisione con Trecchina della Segretaria comunale), hanno messo in ginocchio la Maggioranza già in bilico dopo l’impedimento del sindaco Mitidieri. La difficile gestione dell’ospedale ha creato ulteriori difficoltà.
Ora si apre una fase dove può succedere di tutto. I beni informati avvertono che potrebbero esserci ulteriori dimissioni. Con ogni probabilità, già nelle prossime ore, il Pd locale e regionale sarà costretto, per evitare le elezioni, a mettere in campo, un nuovo esecutivo e un più stringente patto tra gli eletti apparsi in questi mesi scollegati, autonomi l’uno dall’altro, senza un orizzonte comune.

Apr 072018
 

“Il rispetto per le opposizioni, Pittella non l’ha mai avuto. Ce ne siamo accorti numerose volte in questi anni: dall’atteggiamento distratto nei Consiglii regionali ogni volta che parla un esponente dell’opposizione alle finte riunioni con le minoranze quando le decisioni erano già state tutte prese.
Ce ne siamo accorti quando ha ‘graziosamente concesso’ il ruolo di Presidente del Consiglio alle opposizioni.
Ruolo che, in una democrazia matura, spetterebbe proprio alla minoranza ma che il centrosinistra ha sempre reputato essere solo una poltrona in più da spartire tra le varie correnti.
Come prima a De Filippo, anche a Pittella, all’inizio della legislatura, fu chiesto che la posizione di garanzia che riveste il Presidente del Consiglio fosse riservata alla minoranza; e come De Filippo, anche il Governatore ha utilizzato quel ruolo per tacitare le correnti del suo partito o per rinsaldare l’alleanza con i transfughi del centro destra.
Ci aveva meravigliato il cambio di rotta: lasciare, anche se sul finire della legislatura, la carica di Presidente del Consiglio alle opposizioni sembrava quasi un gesto distensivo.
Sembrava, appunto. A noi non è sfuggita mai la reale intenzione di Pittella di utilizzare la minoranza per ‘togliere le castagne dal fuoco’ nel suo partito.
Il rinvio della seduta del Consiglio ne è la riprova: il Governatore è in difficoltà con il suo partito ed i suoi alleati. La sconfitta delle elezioni ha riportato Pittella con i piedi per terra: si è reso conto che non è più intoccabile. Fino a qualche mese fa, non ci avrebbe pensato due volte ad imporre un nome di suo gradimento.
L’uomo solo al comando è, appunto, rimasto solo. Adesso però è troppo tardi per recuperare quelle regole democratiche di condivisione delle scelte che non ha mai rispettato.
Ed è troppo tardi per recuperare un rapporto di rispetto istituzionale con le minoranze che, al di là dei toni, dovrebbe essere sempre presente.
Non ci possiamo fidare di chi tenta fino all’ultimo di ‘usare’ gli altri.
Il re è nudo. Se ne sono accorti tutti. Anche i suoi. Risolva da solo le beghe del suo partito”.

Gianni Rosa, Fratelli d’Italia

Feb 162018
 

METTIAMOCI IN GIOCO è l’Appello rivolto agli elettori e ai candidati in vista delle votazioni politiche del 4 marzo dalla Consulta delle Aggregazioni Laicali della Diocesi di Tursi-Lagonegro, espressione del laicato associato che intende ispirare la propria azione ai principi della Costituzione e del Vangelo.
La Consulta guarda con preoccupazione al clima in cui arriviamo alle votazioni politiche per l’elezione dei parlamentari.
Un clima dominato fra i cittadini, soprattutto fra i giovani, da disaffezione crescente alla cosa pubblica e da dilagante tentazione di astenersi. Sarebbe molto pericoloso per la democrazia, perché verrebbe messa in discussione la sovranità del popolo, sancita dalla Costituzione, da parte dello stesso popolo. Quale futuro si prospetterebbe?
Un clima dominato nella campagna elettorale da toni sempre più alti e aggressivi per veicolare promesse di discutibile fattibilità, soprattutto sul piano della necessaria copertura finanziaria.
Senza programmi chiari e realistici fra i quali poter scegliere, quale speranza che dalle urne esca un responso che garantisca stabilità e governabilità? Quale futuro si prospetterebbe?
La Consulta dei Laici, pertanto, avverte il dovere di rivolgersi
– ai cittadini elettori, per richiamare il diritto-dovere di partecipare al voto, che tanto è costato e che non deve in modo alcuno essere svilito o calpestato, e il diritto-dovere di vigilare poi sull’operato degli eletti, richiamandoli a coerenza con programmi e promesse;
– ai candidati per richiamare il diritto-dovere di creare le condizioni affinché i cittadini tutti possano appassionarsi nuovamente alla politica e il diritto-dovere di formulare programmi chiari, credibili e fattibili, sui quali sia possibile agli elettori esercitare discernimento.
Lo fa attraverso un manifesto-appello in quattro punti che tracciano un itinerario ragionato:
perché andare a votare, come maturare un voto consapevole, quale profilo ha la politica che vogliamo rivolta al bene comune, perché il dopo voto conta ancora più del voto.
A chiunque abbia a cuore il futuro di regione e dell’intero Paese lancia la proposta di costituire insieme un contesto permanente per aiutarci reciprocamente a maturare scelte responsabili e ad esercitare opportuna vigilanza.

vescovo

Apr 182017
 

Il 5 e 6 Agosto Maratea sarà di nuovo palcoscenico del divertimento con la rassegna “Maratea Smile” a cura della Pro Loco “La Perla” presieduta da Pierfranco De Marco.

Squadra che vince non si cambia! Sembra una frase detta ma nella realtà è proprio così, infatti anche per questa edizione, è rinnovata la collaborazione tra la Pro Loco di Maratea promotrice dell’iniziativa, la Twin Communications di MoniKa Tafuti che seguirà la comunicazione visiva dell’evento e l’Almadela che si occuperà della produzione televisiva e organizzazione del format “Smile’ s Talent”, scritto e condotto dalla giornalista pontina Adele Di Benedetto.

E proprio in questi giorni, si aprono le selezioni nazionali per Smile’s Talent, che vanta della prestigiosa partnership con

l’ Accademia Nazionale del Comico, il Cab 41, l’Associazione Lido degli Aranci e della collaborazione della nota cabarettista Cristiana Maffucci.

Smile’s Talent non consegna né fasce né premi in danaro, ma dà la possibilità agli artisti, di incontrare addetti ai lavori che possano rappresentare per loro un’opportunità lavorativa e una futura collaborazione professionale, e agli addetti ai lavori, di scoprire nuovi talenti.

Durante la serata gli artisti ammessi a partecipare potranno esibirsi davanti un pubblico attento e qualificato e una giuria composta da addetti ai lavori.

Al termine delle loro esibizioni, saranno selezionati dalla giuria tecnica, i tre artisti ritenuti più talentuosi, ai quali saranno date importanti occasioni professionali e di visibilità.

Gli artisti interessati di qualunque nazionalità e regione di Italia, possono partecipare alle selezioni inviando il materiale richiesto nel regolamento.

La partecipazione è gratuita ed è rivolta a: comici, attori comici, maghi comici, cabarettisti, comici acrobatici e altra comicità.

Si possono richiedere informazioni e copia del regolamento scrivendo all’email casting@marateasmile.it e/o almadela-produzione@libero.it

Questo il link del video della passata edizione andata in onda su Nuvolari https://youtu.be/ocRRwAb8Cs8

Maratea Smile gode dei patrocini della Regione Basilicata, dell’APT Basilicata, della CCIAA Potenza, del Comune di Maratea, e dei contributi di Meridionale Intonaci, Edil Limongi, Boero, Impec Mare.

Adele Di Benedetto e Pierfranco De Marco

Mar 282017
 

Dopo l’esperienza del Comitato di Lauria per il NO al Referendum sulla Costituzione, vorremmo continuare a discutere e lavorare insieme per contribuire ad attuare la nostra Costituzione nelle sue più profonde ispirazioni democratiche.

Abbiamo perciò il piacere di invitarti ad un primo incontro sui SISTEMI ELETTORALI nella storia italiana, anche in relazione al dibattito in corso sulla nuova legge elettorale che dovrebbe consentire elezioni “meno anti-costituzionali” alla prossima tornata.

L’appuntamento è per VENERDI’ 31 MARZO alle ore 19, presso il Laboratorio di Comunità Auser in via Rocco Scotellaro 117

Francesco Stoduto

man

Ott 292016
 

Il 28 ottobre 2016 è scomparso a Lauria il professore Giantonio Rossini, già preside e politico autorevole della Democrazia Cristiana. E’ stato assessore comunale, presidente della Asl del Lagonegrese e candidato alle elezioni regionali della Basilicata. E’ stato tra i fondatori del Rotary Club Lauria. In questo filmato la sigla di un programma realizzato dall’Eco nel 2014 sulla figura di Carlo Albamonte al quale partecipò il prof. Rossini.

una-volta-al-mese

Ott 152016
 

Cosa cambia nel Movimento Cinque Stelle in prospettiva di governare il Paese? E cosa è cambiato nelle cittadine e nei comuni amministrati da sindaci Cinque Stelle? Questo il tema al centro dell’incontro – dibattito di sabato sera 15 ottobre a Policoro, organizzato dagli attivisti locali che stanno già lavorando al programma partecipato per le elezioni amministrative 2017. L’evento, dal titolo “Il Movimento 5 Stelle da prima forza di opposizione a forza di governo, nelle città e nel Paese” è in programma per le ore 19.00 presso la Sala consiliare del Comune. Interverranno il Portavoce M5S al Senato della Repubblica Vito Petrocelli e il Sindaco di Pisticci Viviana Verri. Saranno presenti anche le associazioni operanti sul territorio. E come consuetudine del Movimento Cinque Stelle il dibattito è aperto al pubblico. Modererà la giornalista Lucia Stefania Manco.
Ufficio Stampa Attivisti Movimento Cinque Stelle Policoro

locandina-evento