BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Lug 282018
 

Saranno due nomi di punta della nuova scena musicale italiana, Motta e Cosmo, con il producer britannico Neil Perch, anima degli Zion Train, gli headliners della ventitreesima edizione del Pollino Music Festival che si svolgerà dal 3 al 5 agosto a San Severino Lucano, in provincia di Potenza, sul percorso che conduce verso le serre e i monti del Parco del Pollino, il parco nazionale più grande d’Italia.

La location delle prime due serate, inaugurata nella scorsa edizione, sarà l’area campeggio di Mezzana Salice, frazione di San Severino, dove, a partire dalle ore 20, si svolgeranno i concerti a pagamento. Il terzo giorno, invece, la carovana del festival si sposterà a valle, presso il Parco Avventura nella splendida cornice di Bosco Magnano, per ospitare il progetto Sound Adventures previsto in orario pomeridiano e ad ingresso libero.

Il Cosmotronic Tour di Marco Jacopo Bianchi (Cosmo) dopo aver fatto ballare circa 25 mila persone tra sold-out e date raddoppiate in tutta Italia farà tappa in Basilicata per una notte in cui l’area concerti del PMF si trasformerà in un gigante superclub a cielo aperto sotto le stelle del Parco Nazionale del Pollino.

Motta, uno dei più stimati cantautori del nuovo panorama musicale italiano, il 4 agosto proporrà dal vivo brani tratti sia dal suo primo disco che dall’ultimo, “Vivere o Morire”, uscito lo scorso aprile. L’album ha ottenuto un grande consenso di pubblico e critica, posizionandosi sin dalle prime settimane in cima alle classifiche musicali e porterà Francesco Motta e i suoi musicisti in tour fino allo Sziget Festival di Budapest, uno dei più importanti festival europei contemporanei.

Sound Advertures è una produzione originale del Pollino Music Festival che vedrà due storici Sound System meridionali (I&I Project e Gianpy Sound) con alcune crew lucane e il producer inglese Neil Perch dar vita ad una dancehall diurna partecipata che animerà il Parco Avventura di Bosco Magnano e che si intreccerà, dalle ore 14 fino al tramonto, con un pic-nic collettivo e le attività ludico-sportive offerte in loco.

Neil Perch, giovane studente e dj dell’universita di Oxford, nel 1988 in uno scenario prepotentemente permeato dal nascente fenomeno house music, decide di formare un sound system per suonare musica dub. Cultura giamaicana, dunque, che in Inghilterra trova, grazie agli immigrati caraibici, una sua nuova collocazione. Originario delle Barbados, 30 anni dopo celebra una carriera sontuosa fatta di grandi riconoscimenti e idee musicali che hanno influenzato tutte le generazioni di musicisti a venire. Dopo migliaia di live, da solo e con i suoi Zion Train, Neil Perch rinfresca l’inconfondibile sound e al crepuscolo del 5 agosto, nello splendido scenario di Bosco Magnano, presenterà il suo dj set arricchito da nuove empatie.
BIGLIETTI E ABBONAMENTI

Nel rispetto di questa sua vocazione e per invitare il pubblico a fermarsi per l’intera durata del festival, il PMF ha fissato a 15 euro il biglietto singolo per ciascuno dei due concerti (Cosmo e Motta) ma ha anche previsto un abbonamento earlybird che consente, con 18 euro, di accedere ad entrambe le serate a pagamento del 3 e 4 agosto.

L’ultima giornata (Sound Adventures) sarà, invece, ad ingresso gratuito.

Set 252013
 

«Fiumicello è la nostra sfida». E’ con questo spirito che il Circolo Legambiente “Laura Conti” di Lauria aderisce alla campagna “Puliamo il mondo 2013”, indetta a livello nazionale dal 27 al 29 settembre prossimi.
In occasione del più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo, i ragazzi di Legambiente scelgono di lanciare un appello per il recupero e la valorizzazione di un’area tra le più suggestive della cittadina valnocina: la località Fiumicello in contrada Santa Maria.
Quella che doveva essere una vera e propria oasi a due passi dal centro abitato, incastonata nel verde e impreziosita dalla presenza di una sorgente d’acqua cui i laurioti sono da sempre affezionati, da anni versa invece in uno stato di completo abbandono e degrado. Ecco perché «Fiumicello è la nostra sfida per tentare di far rientrare questo spazio nel tessuto sociale e urbano della nostra comunità».
Una sfida partita già dall’inizio di settembre – quando i muri delle fontane sono stati presi d’“assalto” in modo pacifico da alcuni artisti locali cui è stato affidato il compito di vivacizzare il luogo – che culminerà nella giornata di sabato 28 settembre 2013. Fitto il programma dell’iniziativa: il fischio di inizio è previsto per le ore 10 con la raccolta simbolica dei rifiuti in contrada Santa Maria (Fiumicello), che coinvolgerà una trentina di scolari dell’Istituto Cardinale Brancati. I bambini, nel corso dell’evento, assisteranno anche ad una lezione di sostenibilità ambientale. La manifestazione proseguirà poi nel pomeriggio con una iniziativa pubblica in Piazza del Popolo per un confronto sul senso della giornata e sulle modalità di rilancio sociale, ambientale e anche economico dell’area di Fiumicello. In serata, presentazione di “iumiciddu 2.0”, a seguire Aperi-Cena e dj-set musicale, prima dell’esibizione dei rapper RAIDER & Sasà.
«Diventa sempre più necessario sensibilizzare i cittadini all’importanza di preservare la bellezza della nostra città – spiegano i ragazzi di Legambiente, che tengono a precisare di essersi auto-tassati per tutto ciò che ha comportato l’organizzazione dell’evento e i primi lavori di riqualificazione dello spazio – ma è altrettanto necessario che le istituzioni non lascino sola la società civile in questa opera».

Layout 1

Ago 292012
 

Absolute Summer Festival, dopo la conclusione è tempo di bilanci: “Un successo sperato”
Con il concerto degli Honolulu Swing di sabato si è concluso l’Absolute Summer Festival 2012, la rassegna organizzata dall’associazione culturale Aut Side, che ha avuto sicuramente il suo culmine con l’Heraclea International Festival (HIF) del 5 agosto scorso. Ma è stato un mese e mezzo davvero ricco di concerti live, dj-set, mostre e installazioni video che hanno portato i fratelli Marco e Carmine Suriano a varare un bilancio più che soddisfacente: “Il festival cresce, per l’importanza degli ospiti e per il seguito del pubblico, quando si lavora con professionalità i risultati arrivano”. E da settembre tutto lo staff sarà di nuovo a lavoro sulla programmazione autunnale che quest’anno si presenta ricca di novità “rosa”.
Bilancio positivo, dunque, e con una grande affluenza di pubblico per la prima edizione dell’HIF, un giornata dedicata allo scambio artistico e culturale e nella quale sono stati raggiunti tutti gli obiettivi della manifestazione, che ha visto dialogare “on stage”, sul lungomare di Policoro, artisti, esponenti delle nuove correnti stilistiche internazionali provenienti da diverse parti del mondo. Tra questi: Zibit (Belgio) e Light Soljah (Costa D’Avorio), insieme a molti nomi noti del rap italiano: Mirko Kiave, Mouri e la speciale partecipazione, fuori programma, del talentuoso Clementino. La rappresentanza lucana era largamente garantita dalla performance al flauto traverso di Antonino Barresi, dei policoresi Come Back” e dal dj Electropuke. Il tutto sotto le installazioni visive curate dal camerunense Patrik Joel.
Per Barresi, anche direttore artistico della rassegna: “La numerosa partecipazione di pubblico, soprattutto all’HIF, e il clima di affetto e rispetto artistico creatosi prima tra i protagonisti e poi con il pubblico, è l’ennesima dimostrazione e garanzia del fatto che la cultura lucana ha voglia di aprire le proprie frontiere al mondo per dialogare, apprendere e lasciarsi conoscere”. Inevitabile il ringraziamento allo staff di Aut Side e all’Absolute Cafè “che ha reso possibile tutto ciò con più di 40 giorni di programmazione”, ma soprattutto “un inchino a tutti gli amici artisti che hanno sostenuto, con la loro arte, l’Absolute Summer Festival 2012”. In conclusione: “Speriamo sia solo una delle tante gocce che facciano traboccare i potenziali ‘vasi’ dell’arte in Basilicata, solitamente poco comunicanti ma molto ospitali”.
Sulla stessa linea Giovanni, presidente dell’associazione Aut Side, che aggiunge: “Siamo davvero soddisfatti della riuscita di questa edizione. Da anni ci impegniamo nella promozione dell’arte e della cultura, oltre che della musica e dei gruppi emergenti, e con l’HIF siamo riusciti ad aggiungere un appuntamento importante e di livello alla nostra programmazione e all’estate policorese”.
Addetto Stampa:
Leandro Domenico Verde 328 7865118
leandrodomenico.verde@gmail.com

Ago 092012
 

Al via la prima edizione del Festival di Cortometraggi “LATRONICO in CORTO” organizzato da La Belle Époque che si terrà il 16 e 17 agosto 2012 a Latronico (PZ). Piazza S. Giovanni farà da sfondo alle due serate nelle quali saranno proiettati i 12 corti finalisti. La prima, si aprirà con l’aperitivo bio seguito dalla proiezione dei primi sei corti selezionati. La serata successiva vedrà invece, oltre alla proiezione delle altre sei opere, l’assegnazione dei premi per miglior cortometraggio, miglior fotografia e miglior sceneggiatura. Durante il festival inoltre, viste le numerose adesioni e l’elevato valore qualitativo dei lavori ricevuti, saranno presentati alcuni cortometraggi fuori concorso . Il dj set di Anna Martino (Malheur) & Enzo Agronomist chiuderà la prima edizione di “Latronico In Corto”.

Per info e dettagli vai su artbelleepoque.wordpress.com

Seguici su Twitter.com/ArtBelleEpoque e Facebook.com/ArtBellepoque