Flash Feed Scroll Reader
gen 012016
 

IL FIUME RACCONTA/Il popolo barbaro giunse nell’Italia meridionale caratterizzando notevolmente gli usi e i costumi delle popolazioni locali
I Longobardi nell’antica Lucania con Latinianon e Laos

Un appannaggio del nostro tempo: I telefonisti

Il Giornale di Lagonegro e l’Eco insieme per crescere

Decennale dell’Avis a Castelluccio

L’INTERVISTA/L’imprenditore Francesco Piro evidenzia il buon lavoro del sindaco Mitidieri ma mette in guardia il Pd: sull’ospedale unico andrà a sbattere
“Non sarò spettatore alle prossime elezioni comunali”

L’ESPERTO RISPONDE/L’avvocato Antonella Latronico si confronta con i lettori del giornale. Per inviare domande: studiolatronico@tiscali.it
Il difensore assegnato d’ufficio deve essere pagato dal cliente?

Straordinario successo del calcio a 5 di Episcopia

E’ Silvano Marchese il personaggio dell’anno di Lauria

25 cittadini stranieri potranno essere accolti a Lauria. E’ partito il bando

Il gospel americano del quartetto Anointed conquista Lauria

IL PUNTO/Il notissimo opinionista Pino Carlomagno, educatore e grande guru di Fb, risponde ad una serie di domande sulla politica cittadina
“Il centro urbano di Lauria è abbandonato a se stesso”

Nasce Lauriattiva, un’associazione al servizio della comunità’

L’EVENTO/La seconda edizione della rassegna ha dimostrato la validità di un progetto che negli anni può certamente calamitare l’attenzione nazionale
Si afferma a Lauria “Notestrofe” la bella intuizione di Romualdo

Con la “buona scuola” l’Italia si auto-sanziona

Un piccolo mondo, i preparativi per il matrimonio lauriota

L’EVENTO/Circa duecento anni fa, al tempo del Lentini, a Lauria vi fu una tremenda carestia. Il Beato dava ai poveri il pane tolto dal forno prima ancora che fosse cotto. Al rimprovero della sorella Antonia che gli ricordava che il pane doveva ancora cuocere egli rispondeva: “I poveri hanno fame e bisogna fare in fretta”
Aperta a Lauria la porta santa del Beato Domenico Lentini


Il Natale dei bambini della scuola di Via Caduti di Lauria , vere stelle nel firmamento celeste

Lavori autostradali, buone notizie dopo la vertenza Comune di Lauria-Anas

Servizi Pubblici Digitali, decolla il progetto Csl. Il Sindaco Mitidieri: “Maggiori risparmi e più semplificazione”

L’INIZIATIVA/Il presepe che è andato in scena nel borgo antico del Rione Cafaro di Lauria, detto quartiere “lentiniano”, è giunto così alla terza edizione
Il Presepe vivente a Lauria richiama l’anno giubilare

L’INIZIATIVA/Nasce ufficialmente il Comitato che intende promuovere la figura del grande aviatore amico di Gabriele D’Annunzio e figlio del lauriota Nicola Miraglia
Una stele onoraria in ricordo dell’aviatore Giuseppe Miraglia

Un albero di Natale sobrio ed essenziale nelle piazze di Lauria

Un messaggio nel presepe: “vinci l’indifferenza semina la pace”. L’ originale rappresentazione, allestita da professori ed alunni, è stata esposta nei locali della Scuola Media C. Gennari di Maratea. Un contributo in direzione della fratellanza tra i popoli

Aperta la Porta Santa della Basilica di San Biagio a Maratea

IL RACCONTO/Mario Iudici racconta l’evoluzione dello sport più amato. L’entusiasmo ha fatto superare ai calciatori locali ogni tipo di difficoltà
Il calcio a Lagonegro, una passione che viene da lontano

LATRONICO/Potrebbe spostarsi il baricentro del Partito Democratico con la presa di distanza di Egidio Celano dal gruppo di Fausto De Maria
Politica in fermento, la vicenda Celano agita il Capodanno

La gelateria “Nives” del Lago Sirino premiata a Salerno

L’arrivo di Babbo Natale è stato curato dalla Lega Navale e dall’associazione Fly Maratea

L’INIZIATIVA/Riproposto dall’associazione dei Ritunnari il presepe vivente nel centro storico; inaugurato anche il percorso artistico “Seguendo le stelle”
Il centro storico rotondese esaltato dalla Natività

Un successo i mercatini organizzati dalla Proloco di Rotonda

L’Associazione TerrAccogliente ha esaltato il Natale

L’INTERVISTA/Il Maestro Silvano Marchese si racconta. Dall’infanzia difficile a Rende, ai sogni sul pentagramma vissuti con intensità e creatività
Dal Guinnes al ‘voltapagina’ fino all’Inno di Lauria

L’EVENTO/Sono andati recentemente in pensione i dottori Francesco Agrippino di Tortora, Francesco Nicodemo di Praia a Mare e Pasquale Urbano di Aieta
Festa grande per tre medici dell’Alto Tirreno Cosentino

Ospedale di Praia, serve il miracolo di Natale?

L’INIZIATIVA/Per l’occasione ristampato il volume di Salvatore Pezzella “Il Rinascimento a tavola tra splendori e Sapori” con le ricette del cuoco Antonio Camuria
Lagonegro, Premio Letterario “Carlo e Antonio Tortorella”

L’INIZIATIVA /I professori Crisostomo Dodero e Rita Galietta hanno tenuto a battesimo l’Università dell’Età Libera con una mirabile lezione sul Primo Conflitto Mondiale
Ricordati i 56 soldati francavillesi morti al fronte nel ‘15- ‘18

Francavilla: violenza sulle donne, presto una strada per “non dimenticare”

La sezione dell’Avis a Francavilla in Sinni sarà presto una realtà

L’INIZIATIVA/La delegazione legata all’Accademia del peperoncino di Diamante si incontra a Trecchina per allargare la base degli iscritti e progettare il 2016
“Verde Pollino” si ispira al peperoncino per valorizzare il territorio

“La Terra di mezzo” esalta il Natale a Trecchina

“Flashdance”: School on stage. Trasferta napoletana nell’ottica di ampliare l’Offerta Formativa per gli alunni dei Licei Linguistico e Musicale di Praia a Mare

Convegno biodiversità Lagonegrese: il punto e gli ulteriori sviluppi nell’area

IL PUNTO/Maggioranza e Minoranza si confrontano alla fine di un anno difficile caratterizzato da un clima molto accesso
Nicodemo: “Facciamo pagare meno tasse”. Altieri: “Stento a vedere miglioramenti”

L’INTERVISTA/Francesca De Biase ha discusso all’Università della Basilicata una tesi su “Latronico città del benessere”. La giovane laureata non esclude un suo impegno in politica
“I russi sono una grande opportunità per Latronico”

L’INIZIATIVA/L’Unione Sportiva Castelluccio riceve la Benemerenza Sportiva per attività continuativa ultracinquantennale. Soddisfatto il dott. Egidio Sproviero
Riconoscimento sportivo nazionale per Castelluccio

A Trecchina don Guido Barbella realizza un presepe speciale

IL PUNTO/L’impegno del prof. Salvatore Falabella è stato ancora una volta coronato dal successo. L’evento ha generato grande attenzione ed ammirazione
X edizione festival degli zampognari a Lagonegro

Maratea, successo per il saggio musicale diretto dalla prof. Anna Rubino. Ottime le esecuzioni musicali dei ragazzi e successo di pubblico nei locali della scuola media C. Gennari di Maratea

L’INIZIATIVA/Quarta edizione di un evento voluto dal parroco di Agromonte di Latronico don Maurizio Giannella. “L’obiettivo è offrire una speranza alle nuove generazioni”
“Una voce per la vita” mette al centro i giovani

Memorial “Mario Chiappetta” a Maratea


L’EVENTO/Il circolo “L’Agorà” ha organizzato la nona edizione della ricostruzione storica natalizia curata in ogni dettaglio. Oltre cento i figuranti
Migliaia di persone al presepe vivente di Castelluccio Inferiore

Latronico, Celano: “Il consenso verso il governo di Fausto De Maria è in forte calo”

IL PUNTO/Affollata assemblea pubblica convocata per coordinare un impegno teso alla realizzazione della nuova struttura sanitaria territoriale
Ospedale di Lagonegro, scongiurare il contenzioso

SUPERGULP

Ecco i sei animali più intelligenti

Lo sapevi che?

Chi è?

Trova le differenze

La posta di Cetto

pag01

dic 212015
 

Si è svolta il 19 dicembre 2015 una nuova iniziativa della delegazione del peperoncino “Pollino verde” affiliata all’Accademia di Diamante di Enzo Monaco. Il sodalizio che ha dato vita quest’estate ad un evento a Castelluccio Superiore, si è riunita nell’accogliente Hotel “La Quiete” di Treccchina alla presenza del sindaco Ludovico Iannoti e del vicesindaco di Castelluccio Superiore Giovanni Ruggero. I temi discussi hanno riguardato in particolare il “fare rete” tra soggetti impegnati nei settori agroalimentari, ambientali e turistici.

ott 232015
 

L’amore vero, puro e duraturo, rispetto a chi si è scelto come compagno di una vita, donandosi a vicenda nell’affrontare le difficoltà quotidiane della vita familiare e condividendo le gioie anche piccole, è un “fenomeno” soprattutto ai giorni nostri, molto raro, tranne poche eccezioni. Una di queste eccezioni ben la rappresentano i coniugi Biagio Accardi e Vincenza Patti di Marina di Maratea che, il 9 ottobre hanno festeggiato il loro primi 60 anni di matrimonio. A rendergli omaggio i 4 figli, i 6 nipoti e i tanti parenti ed amici che hanno partecipato alla funzione religiosa officiata da Monsignor Don Vincenzo Iacovino e da Don Giuseppe Addolorata.
A Biagio e Vincenza i migliori auguri dalla redazione dell’Eco.

auguri nozze diamante

auguri nozze dd

set 142015
 

Ancora due settimane di attesa e prenderà il via la prima edizione di “L’esperienza monastica benedettina nell’area di Monticchio Laghi”, l’attesissima tre giorni di rievocazioni, musica, fede e cultura che si svolgerà interamente ai Laghi di Monticchio, la perla di Basilicata. Ideata e organizzata dall’Associazione “Arcadia” di Rionero, con il patrocinio della Regione Basilicata, del Comune di Rionero in Vulture, dell’APT Basilicata e del Comune di Atella, la manifestazione vedrà protagonista il Parco Archeologico di Sant’Ippolito, riaperto circa un anno fa per la prima volta al pubblico grazie agli sforzi del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e alla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Basilicata.
“La manifestazione- riferisce il Presidente dell’Arcadia Christian Strazza – è volta a rendere protagonista per tre giorni l’area di Monticchio trasformando i beni paesaggistici, naturalistici e architettonici in contenitori di arte, con musica, storia ed espressioni artistiche di ogni genere. Il progetto – continua Strazza – nasce dall’idea di: valorizzare un’area troppo spesso priva di richiami turistico-ricreativi, caratterizzato da un turismo mordi e fuggi e che nel passato è stata culla di forti fermenti culturali; riscoprire le antiche mura dell’Abbazia di Sant’Ippolito, in passato contenitore di forte pregio artistico e riportare all’attenzione le bellezze paesaggistiche di un luogo incontaminato, oggi capace di suscitare emozioni straordinarie. La tre giorni, creata di concerto con il Parroco dell’Abbazia di San Michele Padre Giuseppe Cappello che ringraziamo e la collaborazione di altre associazioni del territorio, sulla scia della manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Rionero lo scorso anno, è stata partorita con la voglia di creare un volano per l’economia del posto, attraverso la promozione non solo dei luoghi ma anche del culto micaelico stimolando l’interesse dei turisti che potranno godere degli eventi organizzati, restando sul luogo e usufruendo delle strutture alberghiere e ricettive della zona”. “L’amministrazione comunale rionerese – ha aggiunto l’Assessore alla Cultura Vito D’Angelo – da sempre ricerca questa sinergia tra associazioni e istituzioni per sostenere e rilanciare uno dei luoghi più belli della nostra regione. Sostegno che passa anche attraverso la promozione di grandi eventi che, come in questo caso, daranno lustro ai due laghi e alle due Abbazie. Quella dell’esperienza monastica ai Laghi di Monticchio è sicuramente una delle pagine più interessanti della nostra storia e, rievocandola e rispolverandola anche per mezzo di documenti che ricercatori e studiosi hanno recuperato e che ripresenteranno durante l’evento, potremo realmente apprezzare la bellezza di questi luoghi”. Punta di diamante della programmazione prevista dall’evento sarà il 29 Settembre, giorno dei festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo, con il grande concerto gratuito della cantautrice Paola Turci nel Parco Archeologico di Sant’Ippolito. Ad apertura della manifestazione, il 27 Settembre, all’interno dell’Abbazia di San Michele Arcangelo, ci sarà l’esibizione del Trio di Musica Sacra mentre il 28 Settembre toccherà ai “Sette Bocche”, gruppo di musica etno-popolare, riscaldare la vulcanica serata. La tre giorni si arricchirà di interessanti laboratori organizzati dalla Casa Scout Bramea di Monticchio Bagni e dall’Associazione Amici di Monticchio.

Lesperienzapicc

feb 112015
 

“L’andamento turistico dell’anno appena trascorso, benchè fortemente segnato dalla gravità della crisi economica nazionale e da un’estate climaticamente penalizzata nel mese di luglio e settembre, registra dati estremamente positivi. L’indicatore principale di attrattività, costituito dagli “arrivi turistici”, dal 2013 al 2014, indica un rilevante incremento pari a +8,7%. Il flusso turistico in entrata segnala dunque un balzo in avanti, da 532mila a 579mila. In sostanza, se prendiamo a riferimento la popolazione residente in Basilicata, secondo l’ultimo dato Istat disponibile che segnala in poco più di 578mila gli abitanti al 31 dicembre 2013, possiamo ormai dire che, per la prima volta, ad ogni residente corrisponde un viaggiatore. Va ricordato che il turismo, secondo L’ISTAT, è definito come l’insieme delle attività e dei servizi riguardanti le persone che si spostano di fuori del loro “ambiente abituale” per trascorrere un periodo di tempo a fini ricreativi o per lavoro. Se si considera che nel 2007 (anno in cui si è avviata la riforma del sistema turistico) gli arrivi in Basilicata ammontavano a 448.546 l’incremento che si registra in 7 anni è pari al +29%, in termini assoluti circa 130mila arrivi in più. Altrettanto positivi sono i numeri relativi alle presenze e dunque al numero dei pernottamenti che si attestano a 2milioni e centomila. Si tratta del miglior risultato nella breve storia del turismo lucano con un incremento del 7,7% rispetto al 2013. A questi dati andrebbero aggiunti quelli non censiti, le vacanze nelle seconde case o presso case in affitto, stimate in almeno il doppio delle presenze che si registrano nelle strutture ricettive. Presenze che alimentano una variegata tipologia di spesa turistica e che ricadono beneficamente su molteplici attività economiche apportando un contributo crescente al PIL regionale. Un altro segnale estremamente positivo è costituito dalla crescita della componente estera, in sei anni più che raddoppiata. Nel 2014 siamo stati visitati da 81mila stranieri, con un incremento rispetto all’anno precedente del 15%, che hanno generato oltre 215mila pernottamenti. Ad attrarre il turismo estero è principalmente Matera, mentre il 40% di questi flussi si distribuisce in prevalenza tra il Vulture, la Val d’Agri e Maratea. Gli ospiti stranieri, che costituiscono il 14% del turismo lucano, provengono principalmente da Francia, Stati Uniti, Germania e Regno Unito. Per quanto riguarda gli italiani che scelgono la Basilicata per le loro vacanze, accanto ai pugliesi ed ai campani, peraltro in crescita, si segnala un significativo incremento di laziali e lombardi; dati che confortano le strategie promozionali di questi anni. I risultati del 2014 sono ancor più apprezzabili se si considera che siamo in un periodo in cui in Basilicata, come nel resto d’Italia, si riscontra una riduzione dei periodi di vacanza e del numero dei pernottamenti. La permanenza media è di 3,63 mentre il tasso medio di occupazione netto passa dal 26,9% al 28,6%. La crescita del turismo riguarda tutto il territorio lucano, nessuno escluso, sia in termini di arrivi che di presenze. Torna finalmente a crescere tutta la provincia di Potenza (+ 10, 2% di arrivi) e non solo quella di Matera (+7,7%). Punta di diamante del turismo regionale, capitale europea della cultura 2019, è Matera che registra anche nel 2014 una rilevante crescita (+16,4% di arrivi; +18,5% di presenze), in numeri assoluti si tratta di 153mila turisti per 244mila pernottamenti. Ma è la Basilicata tutta ad essere più attrattiva. Questo rilevante sviluppo della mobilità verso la Basilicata, del suo appeal turistico, è evidentemente frutto di un insieme di fattori: la forza trainante di immagine generata da “Matera 2019”, i cui effetti maggiori si percepiranno nei prossimi anni; l’attenzione riservata dai grandi media per le produzioni cinematografiche nazionali ed internazionali che si vanno realizzando in Basilicata, con ricadute immediate sulla filiera di ospitalità e con la capacità, nel tempo, di dar vita a cineturismo; il numero crescente di strutture ricettive passate da 749 ad 808 nell’arco di in anno, il consolidamento dell’industria balneare, che sviluppa il 63% delle presenze turistiche regionali, e lo sviluppo di diverse attività di svago e sportive, a partire dalla qualificata presenza dei centri velici; l’ampliarsi di un turismo rurale e delle aree interne. Sempre più tangibili sono inoltre le ricadute di una strategia pluriennale di attrazione di tour operators e di azioni volte a favorire l’incontro tra domanda ed offerta attraverso fiere e workshop, missioni di contatto e campagne promozionali nei diversi ambiti dal turismo (balneare, naturalistico, culturale, religioso, eno-gastronomico, evenemenziale). Una strategia condotta in parallelo sul web, come attesta, peraltro, l’ottimo piazzamento della pagina facebook della Basilicata turistica, la reputazione acquisita con il portale turistico www.basilicataturistica.com e le tante iniziative di sperimentazione e di innovazione in ambito digitale. Inoltre occorre considerare la buona reputazione di cui godono i nostri operatori per la qualità e la varietà dell’offerta ricettiva ed il significativo contributo al movimento clienti, nelle strutture ricettive, derivanti dalla mobilità d’affari a partire dal caso Fiat. Nuovi fattori di attrattività, dal Volo dell’Angelo a quello dell’Aquila, ai grandi spettacoli dal vivo e ai format innovativi realizzati in questi anni, a partire dal Parco della Grancia, hanno catturato l’interesse dei media e portato turismo in aree prima non interessate al fenomeno. Il turismo lucano, alimentato da una visione di lungo periodo e da un Piano che ha dimostrato la sua solidità e capacità prospettica, oltre che da significativi investimenti pubblici e privati, si avvale del concorso di molteplici attori (dai diversi dipartimenti regionali alla Lucana Film Commission al Comitato promotore Matera 2019, dagli Enti Parco ai G.A.L., dai Parchi letterari alle tante amministrazioni locali particolarmente attive in ambito turistico, alle Pro-loco, in tanti casi unici avamposti, alle miriade di associazioni che alimentano la progettualità lucana, alle reti di impresa) e di 30mila fans che sul web insieme con l’APT promuovono la regione. Questa fiducia di cui gode il comparto merita particolari attenzioni. Molto infatti resta ancora da fare e rilevanti sono le sfide da raccogliere, prima tra tutte quella di corrispondere alle attese suscitate con Matera capitale della cultura europea 2019. Questo evento, in qualche modo epocale per le sorti del turismo lucano, che cattura attenzioni straordinarie del mercato turistico per la Basilicata tutta, sollecita istituzioni ed operatori ad un rinnovato impegno sotto il profilo della qualità, dell’efficienza, della mobilità, dell’accoglienza entro il 2019. In un anno così difficile per la regione, dal punto di vista economico e sociale, e in un tempo così problematico, il turismo dimostra di essere effettivamente in grado di generare alcune opportunità di crescita e sviluppo. Oltre che costituire un fattore di straordinaria reputazione per l’immagine regionale esso offre modo di coltivare motivi di speranza mobilitando, insieme all’industria creativa, energie, intelligenze e volontà verso settori dell’economia che si stanno rivelando particolarmente resistenti alla crisi”.

Gianpiero Perri
Direttore Generale APT Basilicata

matera

set 102014
 

“Diamante Peperoncino Festival” ospiterà le nuove tappe del progetto “Prevenzione in Comunità”.
Il 10 e il 12 settembre, a partire dalle ore 20, sarà allestito uno stand informativo durante la manifestazione dedicata al peperoncino.
L’iniziativa, organizzata dal Centro Accoglienza l’Ulivo di Tortora, rientra in un progetto regionale a cui hanno aderito quindici comunità calabresi.
Un connubio interessante tra folclore, divertimento e importanti iniziative di prevenzione.
Presso il punto informativo, operatori specializzati nel settore, si rivolgeranno ai giovani per far compilare dei questionari sul tema delle tossicodipendenze.
La responsabile del Centro Accoglienza l’Ulivo di Tortora, Mariagrazia Rago, ha spiegato quali siano le finalità e l’importanza di questo progetto.
“Prevenzione in Comunità – ha sottolineato la responsabile – mira, attraverso l’utilizzo di questionari, ad offrire degli strumenti di prevenzione sempre più accurati sulle tossicodipendenze. La novità, rispetto a progetti precedenti, è data dall’approccio di strada che abbiamo avuto con i ragazzi. Abbiamo scelto di avvicinare i giovani e parlare con loro nelle piazze, sul lungomare e durante alcune manifestazioni. Questo tipo di contatto diretto ci ha permesso di comprendere l’interesse reale dei ragazzi per l’iniziativa”.
Attraverso i dati raccolti, che emergeranno dai questionari, si potranno studiare nuove tecniche di prevenzione rivolte alle generazioni a rischio.
La Regione Calabria, ha individuato il C.R.E.A. (Coordinamento Regionale degli Enti Ausiliari) che opera nel settore delle dipendenze patologiche, per portare avanti questa importante iniziativa.
“Durante le varie serate, che si sono tenute in diversi comuni – ha continuato la Rago – abbiamo riscontrato un grande interesse da parte dei ragazzi per il tema delle tossicodipendenze. Dai questionari è emerso un dato importante, molti giovani credono che le bevande alcoliche non siano sostanze pericolose e che non possano provocare dipendenze. Ringraziamo gli organizzatori del Peperoncino Festival e il Comune di Diamante, per l’ospitalità che ci è stata offerta nel corso di questa importante manifestazione”.
A fine mese si terrà la tappa conclusiva del progetto, a Cosenza, dove si riuniranno tutte le comunità coinvolte.
L’evento formativo è stato organizzato dal Centro Accoglienza L’Ulivo, una comunità terapeutica, con sede a Tortora, che da anni opera nel settore delle dipendenze.
Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito internet www.coopulivo.it.

peperoncino

ago 162014
 

Grande entusiasmo per la 20° edizione dell’AGGLUTINATION METAL FESTIVAL, da sempre il più prestigioso festival heavy metal del Centro-Sud Italia ed addirittura lo scorso anno votato dai lettori del mags Metallized come secondo più bel festival metal nazionale. Lanciato oramai nell’olimpo dei festival europei, non si poteva non festeggiare degnamente il ventennale con un headliner’s di notevole fama internazionale .
Per la prima volta al Centro-Sud, in esclusiva assoluta per l’Italia arriveranno dall’ Inghilterra i CARCASS !!
Saranno loro sabato 23 agosto, nel campo sportivo di SENISE (PZ) le star indiscusse che porteranno gente da ogni parte d’Italia .
A supportare la storica calata dei CARCASS avremo bands di assoluto spessore a partire dai pionieri del death metal gli svedesi ENTOMBED A.D. con il loro carismatico leader L.G. Petrov, pronti a farci ascoltare i nuovi pezzi in prossima uscita e gli austriaci BELPHEGOR, uno dei gruppi più amati in ambito black metal degli ultimi anni, in notevole ascesa . Per gli austriaci sarà l’occasione prima in assoluta in territorio italiano di farci assistere al loro incredibile spettacolo completo oltre che musicale anche scenico. Sicuramente questa sarà musicalmente l’ edizione più estrema della manifestazione lucana seppur anche gli amanti del power-folk metal non potevano non avere la loro torta, con un grosso nome italiano di spicco internazionale, quale gli ELVENKING. Altra punta di diamante del metal italiano saranno i micidiali BUFFALO GRILLZ .
Tra gli altri gruppi italiani annunciati , già dalla ottima esperienza musicale avremo dalla Sicilia i Progressive Power/Thrash Metal EVERSIN fautori di 2 bei album, i debuttanti triestini SINHERESY, band rivelazione del panorama female power metal che con l’ottimo debutto “Paint the World” hanno accumulato in breve tempo prestigiose esperienze internazionali e gli innovativi LEHMANN in uscita con il nuovo cd per Massacre records e prossimi al tour anche con Dark Tranquillity. Oltre 8 ore di musica live ininterrotta per uno spettacolo unico, ove anche l’ aggregazione giovanile la fa da padrona .
Notevole è anche l’ endotto economico smosso per l’ area in virtù dell’ arrivo di tanta gente da fuori regione e che dimostra come grandi eventi musicali possono anche essere da traino se supportati a dovere.
Ritornando al bello della manifestazione sono rilevanti il numero degli autobus già organizzati appositamente per assistere al festival da tutto il Centro-Sud Italia ossia da Sicilia, Abruzzo, Lazio, Campania, Puglia , Calabria e naturalmente Basilicata con autobus che partono da Matera ,Venosa e Potenza … tutte le info si possono trovare sul sito e sulla pagina ufficiale di facebook.
Una mobilitazione massiccia di fans rocchettari che dimostra con i fatti l’entità raggiunta dalla manifestazione divenuta oramai riferimento nazionale, che fa sperare davvero in qualcosa di memorabile ed è di buon auspicio morale per premiare i notevoli sforzi organizzativi ed economici non indifferenti visto i costi altissimi per allestire l’ evento con vere star in ambito internazionale, affrontati da Gerardo Cafaro e dall’Associazione Culturale Agglutination….Unicamente spinti, dalla passione per questa musica e per vedere non morire il grande sogno realizzato nelle nostre difficili terre e non in altro posto del Sud Italia, cosa indiscussa che fa onore alla Basilicata e la spinge mediaticamente anche oltre i confini nazionali.
L’Associazione Agglutination vuole dire grazie anche al supporto e sensibilità della regione Basilicata sempre attiva nell’aiutare iniziative meritevoli e all’Amministrazione comunale di Senise per l’accoglienza, per l’impegno delle forze umane che si adoperano ogni anno affinché la manifestazione possa realizzarsi e nello spirito anche di saper offrire una migliore ricettività per chi verrà in Basilicata. Tutto il clima è di grande fiducia per festeggiare il ventennale di uno dei festival più apprezzati di sempre e con le sue 20 edizioni in Basilicata è assolutamente un impresa che gli addetti ai lavori sanno coglierne il valore.
Sul sito della manifestazione e sulla pagina facebook ufficiale si possono trovare tutte le info necessarie su autobus organizzati ed altro… Per chiudere è previsto anche il collegamento Rai in diretta durante l’evento.
www.agglutination.it
www.facebook.com/pages/AGGLUTINATION/43721679817
XX AGGLUTINATION METAL FESTIVAL
Senise 23 agosto 2014 campo sportivo inizio ore 16,30
Gruppi partecipanti:
CARCASS
ENTOMBED A.D.
BELPHEGOR
ELVENKING
BUFFALO GRILLZ
EVERSIN
SINHERESY
LEHMANN

foto agglutination 2012 official

mag 022014
 

L’Associazione culturale CattivoTeatro con sede a Tortora (Cs) sta organizzando l’annuale proposta denominata ViaggioLento. http://www.viaggiolento.it/

“ViaggioLento” è una passeggiata artistica che un cantastorie, Biagio Accardi, compirà con un’asinella: Cometina Libera.

Attraverseranno, rigorosamente a piedi, alcuni paesi Calabro-Lucani appartenenti al Parco Nazionale del Pollino, insieme a chiunque voglia accompagnarli in un viaggio, che esclude qualsiasi mezzo a motore, spostandosi unitamente ai passi dell’asino e del suo compagno Cantastorie.

ViaggioLento” è divenuta per l’Associazione culturale CattivoTeatro, ente promotore dell’iniziativa, un’opportunità per riflettere sulle problematiche ambientali che mettono a dura prova la sopravvivenza di Madre Natura e dei suoi abitanti.

Quest’anno, quarta edizione del viaggio proponiamo nelle piazze incontri, workshop, laboratori creativi, spettacoli.

Sito: http://www.viaggiolento.it/ http://viaggiolento.jimdo.com/

Video Promo: https://www.youtube.com/watch?v=Cz5wc_z-vmw

Video: https://www.youtube.com/watch?v=73cGt3dD52U

Spettacoli: http://assculturalecattivot.wix.com/biagioaccardi#!spettacoli/c1xfn

Calendario VIAGGIOLENTO 2014

14/18 Maggio

Tortora-San Nicola Arcella-Scalea (Ecomuseo)-Santa domenica Talao-Praia a Mare

20/24 Giugno

Tortora-Tortora fraz. Carro-Lauria

27/30 Giugno
Aieta-Grotte del Romito-Papasidero
3/7 Luglio
Mormanno- Papasidero- Santa Domenica Talao- San Nicola Arcella
20/21 Luglio
Diamante-Cirella Ruderi
22/28 Luglio
Maierà – Grisolia-Buonvicino
dal 29 Agosto al 2 settembre
Galdo di Lauria-Castelluccio-Viggianello-Rotonda

CMYK base

mar 172014
 

L’amministrazione comunale di Chiaromonte, in collaborazione con la rivista specialistica In Arte Multiversi, organizza la prima rassegna di pittura murale del Comune di Chiaromonte, in programma da martedì 1° aprile a giovedì 3. La manifestazione si propone da un lato come un’occasione per la promozione del centro lucano al di fuori dei confini locali, dall’altro ha lo scopo di valorizzare gli spazi urbani attraverso la realizzazione di murales da parte di artisti di comprovata esperienza e varia provenienza, che lasceranno la propria testimonianza artistica sulle pareti di alcuni edifici del paese.
L’evento artistico si inserisce all’interno del progetto “In Arte Exhibit”, avviato nel 2010 da “In Arte” allo scopo di coniugare la promozione del territorio con la diffusione della conoscenza dell’arte contemporanea. Eventi artistici di questo tipo vogliono essere uno strumento per dare ampia visibilità alla Basilicata sul piano nazionale e far giungere nei Comuni lucani quanti più visitatori, curiosi di scoprire e conoscere i luoghi e le ricchezze che essi possono offrire.
Il termine “murale” indica un dipinto realizzato su una superficie permanente in muratura, in genere collocato in un luogo aperto accessibile a chiunque, per poter essere offerto al godimento della collettività. La pittura murale può essere realizzata con varie tecniche: in genere si usano intonaci a base di calce naturale, colori acrilici, fissativi e vernice a base acrilica. Per quanto riguarda i soggetti dei murali (o murales, secondo l’accezione spagnola), anch’essi possono essere vari: spesso si tratta di rappresentazioni di scene d’ispirazione social-popolare, talvolta con intenti politici.
Il “muralismo” nacque in Messico negli anni Venti del Novecento, quando, sulla scia della rivoluzione, gli artisti riscoprirono il valore sociale dell’arte e le sue potenzialità comunicative. Al contrario in Italia lo sviluppo dell’arte murale fu legato al regime fascista e funzionale alla sua propaganda politica. Nel 1933 Mario Sironi elaborò il “Manifesto della pittura murale”, nel quale si esaltavano le qualità comunicative, la capacità di influire sulle opinioni e sui punti di vista della gente comune dell’arte murale. Decorazioni murali continuarono a esistere anche dopo il secondo dopoguerra, animate da contenuti politici, ma anche a fini puramente estetici e ornamentali.
Nei primi anni ‘80 nella cittadina calabrese di Diamante, in provincia di Cosenza, avvenne la prima “operazione murales”, che vide 83 artisti provenienti da tutto il mondo dipingere le facciate delle case del centro storico. A questo esempio si sono successivamente ispirati diversi comuni lucani ed ora un’iniziativa simile viene proposta anche a Chiaromonte, dove saranno realizzate opere di pittura murale ispirate alla storia e alle tradizioni del paese, uno dei tanti gioielli paesaggistici inseriti nel cuore verde del Parco Nazionale del Pollino, che nel fiorente periodo feudale era definito “il signore delle valli”, in virtù della sua posizione dalla quale domina le valli del Serrapotamo e del Sinni.

murales_chiaromonte

set 272013
 

Il 26 e il 27 settembre le due eccellenze del Pollino saranno a Cesena al grande evento dedicato ai professionisti dell’ortofrutta. Poco più di un mese fa, era il 13 agosto, Fagioli Bianchi di Rotonda Dop, Melanzana Rossa di Rotonda Dop, Ficodindia dell’Etna Dop e Peperoncino di Diamante, siglavano a Rotonda un “patto d’acciaio” per la promozione dei prodotti agroalimentari del sud Italia in tutto lo stivale.

Oggi questo accordo, tenuto a battesimo dallo chef Andy Luotto nel corso dell’evento “Il Bianco e la Rossa”, darà i suoi primi frutti: nel corso di Macfrut, il grande evento dedicato ai professionisti dell’ortofrutta che ha aperto i battenti proprio oggi a Cesena, il Consorzio di Tutela del Ficodindia dell’Etna Dop ospiterà all’interno del proprio stand i presidenti dei due consorzi lucani.

Vincenzo Pandolfi e Luigi Franzese, saranno presenti a Cesena da domani per fornire a visitatori, esperti del settore, buyer o semplici curiosi, tutte le informazioni su questi due prodotti del parco del Pollino.

Un occasione unica di visibilità per questi due prodotti che anno dopo anno stanno muovendo i primi passi verso la commercializzazione su scala nazionale, fino ad arrivare a toccare i primi mercati ortofrutticoli europei.

I Fagioli Bianchi di Rotonda DOP sono un prodotto tipico del made in Italy particolarmente prezioso per l’organismo umano, soprattutto per gli sportivi e per chi pratica diete vegetariane. Contengono infatti un minimo del 24% fino a punte del 29% di proteine al proprio interno piazzandosi di conseguenza al primo posto tra i prodotti in grado di sopperire alla mancata assimilazione di carne.

“Famosi per l’alto valore in proteine nobili ben superiore ai fagioli cannellini e borlotti – ha dichiarato Luigi Franzese, del Consorzio di Tutela dei Fagioli Bianchi di Rotonda – i Fagioli Bianchi di Rotonda DOP hanno un’altra caratteristica distintiva: la buccia sottilissima, in termini tecnici tegumento, che determina una drastica riduzione dei tempi di ammollo prima e di cottura poi per la preparazione di ricette tipiche”.

Sui metodi di coltivazione, il presidente del Consorzio di Tutela dei Fagioli Bianchi di Rotonda DOP, ha sottolineato la manualità di tante fasi di lavorazione quali la semina, il sostegno con pali in legno di castagno della pianta di fagiolo rampicante e la raccolta dei baccelli.

Fondamentale sono le caratteristiche pedoclimatiche dell’areale di produzione della DOP Fagioli Bianchi di Rotonda. Terreni tra i 500 ed i 700 metri sul livello del mare, ricchi di acqua sorgiva, di zolfo ed azoto naturale che influisce sull’elevatissimo contenuto proteico della granella. La bassa concentrazione di calcare delle acque del Pollino, influisce poi, sulla finezza della cuticola e, quindi, sulla gradevolezza al palato.

La Melanzana Rossa di Rotonda Dop, a primo impatto, potrebbe trarre in inganno ed essere scambiata per un pomodoro a causa della sua forma e del suo colore arancio tendente al rosso vivo. “La nostra melanzana – ha dichiarato Vincenzo Pandolfi del Consorzio di Tutela della Melanzana Rossa di Rotonda Dop – si differenzia dalle altre tipologie di melanzana non solo per la forma e il colore. Il suo profumo, molto fruttato, richiama quello del Ficodindia mentre al gusto è piccante, gradevolmente amara sul finale. Inoltre è l’unica specie a non scurire dopo il taglio, grazie al basso contenuto di acido clorogenico. Bisogna infine ricordare che, grazie alla presenza di numerose sostanze nutritive, con la Melanzana Rossa vengono preparati degli speciali integratori alimentari ideali per chi pratica sport a qualsiasi livello e per chi desidera mantenersi in forma mangiando bene”.

Da anni a Macfrut ha perseguito l’internazionalizzazione sia stimolando le imprese del settore ad allargare i propri orizzonti, sia cercando di coinvolgerle in trasferte, missioni estere e incontri bilateriali, con la consapevolezza che come fiera si doveva fornire un reale contributo, cercando di portare a Cesena realtà come Cina, Usa, Africa, multinazionali, grande distribuzione.

Rispetto al 2012 nei padiglioni espositivi ci saranno più delegazioni estere (fra cui un forte aumento dei Paesi del Mediterraneo) e una crescita dell’area occupata. Va sottolineato che si avrà una maggior partecipazione di buyers e operatori della grande distribuzione, soprattutto dai Paesi del Mediterraneo.

Con Macfrut si è creato uno “strumento” internazionale con cui raggiungere un obbiettivo essenziale per l’intera filiera ortofrutticola: raccogliere la sfida e le opportunità che vengono dai cambiamenti subiti dal mercato, che è diventato globale

clip_image002[2]