Flash Feed Scroll Reader
dic 082015
 

Il 6 dicembre 2015 negli accoglienti locali della “Quiete” si è svolta un’iniziativa del Comitato Locale del Noce della Croce Rossa Italiana. I volontari hanno raccontato le loro esperienze quotidiane di impegno verso il prossimo. La serata è stata presentata da Pino Carlomagno ed allietata dai Magic Men.

La manifestazione

L’intervista al Presidente del Comitato Locale “Noce” Nicola Carlomagno

nov 122015
 

Domenica 6 Dicembre, alle ore 19.30 Presso l’Hotel la Quiete la Croce Rossa organizza: “Auguri sotto l’albero”. Un evento per tutti, ricco di appuntamenti per conoscere da vicino le attività del Comitato di Croce Rossa della Valle del Noce. La serata sarà dedicata alla raccolta fondi per l’acquisto di nuovi presidi. Testimonial della serata sarà Domenico Pozzovivo (ciclista professionista).

Programma: Ore 17:00 incontro del testimonial con i ciclisti amatori, nella sala dell’Hotel. Ore 19:30 Saluto dei Sindaci, del Presidente del Com. Loc. CRI del Noce Nicola Carlomagno dei vertici Provinciali e Regionali della cri, e di eventuali autorità presenti.
Probabile presenza della Segretaria Generale del Corpo delle Infermiere Volontarie della cri S.lla Rosanna Sestili.
Nell’arco della serata : consegna “premio solidarietà” e riconoscimenti vari.
Presentano: Pino Carlomagno ed Adriano Bevilacqua.

A seguire buffet preparato dai volontari

cri44
Nella foto un’immagine di uno degli eventi organizzati in questi anni dalla Cri

giu 232015
 

Il presidente della Regione Basilicata ha annunciato al Consiglio regionale le novità che caratterizzeranno le politiche di accoglienza nei confronti dei lavoratori stranieri impegnati nelle campagne di raccolta nel settore ortofrutticolo. Nell’occasione il governatore ha anche fatto il punto sui risultati del piano 2014.

Il presidente, nel suo intervento in Consiglio regionale sul tema dei migranti, si è soffermato sulla “buona pratica posta in essere, a partire dallo scorso anno, dalla Regione Basilicata nell’accoglienza dei migranti impegnati nella raccolta del pomodoro” ed ha illustrato le novità che caratterizzeranno il piano che si sta predisponendo per il 2015, in previsione dell’arrivo dei lavoratori stagionali soprattutto nell’area Nord lucana.

“Ricorderete che per anni – ha affermato il presidente – puntualmente, ogni estate, la Basilicata finiva sulle prime pagine dei giornali e in televisione per le condizioni inumane, poco dignitose, in cui erano costretti a vivere centinaia e centinaia di uomini di colore, accampati nelle campagne, in ricoveri precari, se non addirittura pericolanti. Nel mese di giugno 2014 abbiamo inteso affrontare le problematiche legate al flusso di migranti impegnati nella raccolta del pomodoro nella zona del Vulture-Aldo Bradano con la costituzione di una Task force regionale, che ha coinvolto 22 tra strutture e Dipartimenti regionali, enti istituzionali, organizzazioni sindacali e datoriali, enti no profit, ed ha disegnato e realizzato su indicazione della giunta regionale, in via sperimentale, un progetto di accoglienza attraverso la organizzazione dei centri di ospitalità e la definizione di misure finalizzate alla regolamentazione del mercato del lavoro stagionale. Il modello immaginato – ha evidenziato il governatore lucano – ha risposto positivamente all’esigenza di supportare le sinergie ai vari livelli istituzionali, in un’ottica di stretta collaborazione, al fine di contrastare l’illegalità creata dal lavoro di intermediazione svolta dai caporali sia indigeni che extracomunitari nel reclutamento della manodopera stagionale. In tutto questo, naturalmente, c’è da ringraziare le forze dell’ordine per l’importante e fondamentale ruolo di coordinamento svolto”.

Pittella ha spiegato che “il piano operativo ha incontrato il favore delle altre regioni del Sud impegnate nell’accoglienza, fra cui la Calabria, che ha chiesto formalmente una collaborazione al fine di trasferire pratiche, metodologie e soluzioni organizzative messe in campo. Ma il riconoscimento della bontà del progetto regionale – ha detto ancora – si è avuto anche a livello nazionale, quando al tavolo tecnico Programma Fami del Ministero dell’Interno, nella riunione dello scorso 17 giugno, è stato ufficialmente espresso l’apprezzamento di molte Regioni in merito alla buona pratica messa in atto dalla Basilicata. Ma soprattutto – ha sottolineato – quando è stata fatta esplicita richiesta da parte del Ministro Alfano all’assessore Franconi, di fornire una relazione dettagliata sulle attività della task force regionale da assumere quale best practice a livello nazionale”.

Il progetto è iniziato con la sottoscrizione di un protocollo tra Regione Basilicata, Comuni di Venosa e Palazzo San Gervasio, Coldiretti, Croce Rossa Italiana, Provincia di Potenza e Asp di Potenza. La Regione – che ha appositamente stanziato 600 mila euro per un intervento pluriennale – ha svolto, per il tramite della Protezione Civile regionale, le verifiche delle condizioni di idoneità e di agibilità dei siti prescelti; la direzione generale del Dipartimento Presidenza, invece, ha svolto attività di supporto giuridico-amministrativo alle amministrazioni comunali ed ha predisposto gli atti amministrativi per la formalizzazione degli interventi. I Comuni di Venosa e di Palazzo San Gervasio, dal canto loro, hanno individuato con procedure ad evidenza pubblica le strutture adeguate per l’allestimento dell’accoglienza ed hanno affidato i lavori necessari a rendere fruibili i siti indicati, mentre la Croce Rossa ha gestito i due campi. Medicinali ed ogni forma di assistenza sono stati assicurati dall’Asp, e le parti sociali in collaborazione con i Centri per l’impiego hanno individuato il fabbisogno di manodopera.

“Gli ospiti delle due strutture – ha spiegato Pittella – sono stati oltre 400 per un periodo di due mesi. A seguito della istituzione delle liste si sono prenotati ben 923 lavoratori e ne sono stati assunti 916, sono state 212 le aziende che hanno effettuato assunzioni a fronte delle 172 dell’anno precedente. Dalle verifiche effettuate dagli ispettori del lavoro, sulla base di apposita convenzione con la task force, è emerso che su 37 aziende controllate , con circa 200 lavoratori in forza, solo 8 non sono risultate in regola . Questi sono dati significativi ed importanti che devono essere , però, consolidati e migliorati nella prossima stagione in quanto si prevede di estendere la liste di prenotazione anche all’area del Metapontino a forte vocazione agricola”.

Il presidente Pittella ha quindi illustrato le iniziative che l’Organismo di coordinamento per la politiche dell’immigrazione sta predisponendo nel nuovo piano del 2015. Tra gli obiettivi, eliminare i centri abusivi utilizzati negli anni passati dalla “industria del caporalato”; allungare il periodo di accoglienza; adottare concrete misure di incentivazione per i datori di lavoro che si avvalgono di manodopera legale. Il piano degli interventi già predisposto dal coordinamento si basa sul “riutilizzo delle strutture dello scorso anno alla luce del carattere pluriennale degli investimenti effettuati dalla Regione; sul maggiore coinvolgimento della Croce Rossa Italiana, individuata quale unico soggetto responsabile della gestione pure se supportato e coadiuvato da un “Comitato di gestione”; sulla riduzione delle spese; sull’estensione delle liste di prenotazione a tutto il territorio regionale e ad altre figure professionali , a partire dalla badanti”.

pittella 1

apr 302015
 

La Sezione di Nemoli delle Croca Rossa ha organizzato un convegno dal titolo: mangia sano e vivi sano.
Lezione informativa sull’igiene alimentare e i disturbi dell’alimentazione. L’incontro si svolge giovedì 30 aprile 2015 dalle ore 16.30 Presso il Polifunzionale di Nemoli. Questo è il programma previsto:
Ore 16:30 Apertura dei lavori a cura della Prof. Anania Maria Grazia – Delegato Tecnico CRI; Ore 17:00 Relazione: “L’educazione alimentare nella famiglia e nella scuola: gli adulti, i giovani e bambini ed il loro rapporto con il cibo”, a cura della dott.ssa – Elvira Profita, psicologa e pedagogista; Ore 17:20 Relazione: “a scuola di educazione alimentare: emozioni In gioco”, a cura della dott.ssa Maria Rasaria Armento, biologa nutrizionista, diplomata in psiconeurominologia, Counselor; Ore 17:45 L’educazione socio-affettiva con i ragazzi e con gli adulti, a cura del Dr. Antonello Chiacchio, psicologo, specialista in psicoterapia individuale e di gruppo; Ore 18:15 Conclusioni.

nemoli

apr 272015
 

Grazie all’associazione “Nuovi orizzonti” di Francavilla sul Sinni guidata da Giovanni Donadio, si è svolta, il 27 aprile 2015, nel centro termale lucano una manifestazione dedicata alla solidarietà. All’evento hanno partecipato il Centro Educativo “don Pino Terracina” di Francavilla gestito dalle cooperative sociali Angelicum e Senis Hospes ed il Centro Socio Educativo Angelo Custode ed il Chiostro di Lauria. L’iniziativa ha visto la partecipazione degli studenti dell’Istituto Comprensivo Benedetto Croce di Latronico. Hanno collaborato le associazioni “Il tassello”, “La Forgia del Sinni”, la Croce Rossa di Francavilla e la Protezione Civile del Sinni. Hanno partecipato gli amministratori di Latronico e Francavilla. La giornata è stata dedicata alla memoria di Francesco Germano.

L’evento

L’attesa

apr 042015
 

A Francavilla sul Sinni, il 4 aprile 2015, si è svolta nell’ambito delle sacre celebrazioni pasquali presiedute dal parroco mons. Francesco Lacanna, la Via Crucis vivente promossa dall’associazione “La Forgia del Sinni” in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e le associazioni francavillesi. Oltre 50 i figuranti che hanno offerto ai numerosissimi partecipanti all’evento, suggestioni e profondi spunti di riflessione.
Si ringrazia per l’evento: il Sindaco Francesco Cupparo e l’Amministrazione Comunale, mons. Francesco Lacanna parroco di Francavilla, la maestra di violino Lina Gioscia, i vigili urbani,i carabinieri, la Protezione Civile, l’associazione sportiva Caramola ranch, la Misericordia ,le suore di Francavilla, Unitalsi, Nuove Dimensioni, Nuovi Orizzonti, le Acli, Croce Rossa, Caffè, Proloco, Mandarini Clementini, Geco Pallavolo, Rinnovamento dello Spirito, Movimento Testimoni del Risorto,il Coro della Parrocchia,Parrocchia di Senise,i panifici Di Giacomo e Stalfieri, Patrizia De Giacomo, Annamaria Donadio, Tonino Introcaso, Abilegno.
Roberto Laterza,Teresa Di Nubila,Carmela Spaltro,Raffaella Pierri,Stefano Olivieri,Maria Cupparo,Vincenzo Introcaso, Policarpo Laterza, Marcello Arrigosi, Giovanni Donadio, Francesco Ciminelli, Giovanni Durante, Emanuele Donadio, Maria Pina De Luca, Vanessa Martino, Rosa Fanuele, Antonio Donadio, Luana Durante, Felicetta Fasanelli, Alessia Nicorvo, Lucio De Benedictis, Francesco Laterza, Martina Nicorvo, Alessandro Laterza, Ottorina Ciancia, Cinzia Vitale, Lucia Pangaro,Giuliana Cassese, Antonia Cristiano, Vincenzo Ciancio, Maria Antonietta Capuano, Silvia Ciancio, Carmine Ciancio, Mary Rosa Nicolao, Gilda Donadio, Clara Di Nubila,Camilla Iannibelli,Maria Padula,Donata De Salvo, Melissa Laterza, Domenica Febbraio, Antonio Amatucci, Romano Salerno, Alessandro Di Giacomo, Egidio Spaltro, Orlando D’Ingiandi,Alessio Pezzuto, Antonietta Raco, Marilisa Salerno, Adele Calvello, Monika Zwalhen.

La rappresentazione in presa diretta

La preghiera dei figuranti prima dell’evento proposta dalla signora Antonietta Raco

Il backstage

feb 012015
 

Entro il mese di marzo 2015 partirà un nuovo corso per Volontari CRI a Lauria. Quanti volessero partecipare alla vita attiva di questa associazione possono contattatare il seguente numero telefonico: 0973-822060.
Per ulteriori informazioni: Nicola Carlomagno – Presidente Comitato Locale Valle del Noce Cri

manifesto corso LAURIA

manifesto corso LAURIA

La Croce Rossa di Trecchina muove i suoi primi passi ed è subito protagonista
Nicola Carlomagno

dic 212014
 

Il quartiere Cafaro di Lauria, quartiere ormai conosciuto come Lentiniano perché ha dato i natali al Beato Domenico Lentini, è stato lo scenario anche quest’anno di uno spettacolare presepe vivente animato dai volontari del Mov Lucania, dai ragazzi dell’oratorio Beato Lentini della Parrocchia di San Nicola e dell’Oratorio San Domenico Savio della Parrocchia di San Giacomo. Le date, il 20 e 21 dicembre, sono state anticipate per problemi organizzativi e probabilmente hanno tolto ai tanti emigrati che nelle feste ritorneranno nella cittadina valnocina la possibilità di godere di un momento magico che fa rivivere il tempo di Gesù. Rispetto alla prima edizione è variato quest’anno un poco il percorso che è rimasto però sempre tra i suggestivi vicoli del quartiere Cafaro. Da segnalare la grande disponibilità da parte degli abitanti che hanno concesso l’uso delle loro abitazioni e questo ha permesso agli organizzatori di realizzare le botteghe tutte al chiuso rendendole più conformi a quelle di un tempo. Encomiabile il lavoro delle volontarie Rosa Salomone e Maria Grimaldi che, coadiuvate dalla signora Carmela, da Pietro Lamboglia, Franco Lamboglia , Giacomo Gallo, Raffaela Papaleo, Moira Fittipaldi Katia Caviola e Gaetana Cozzi, Filippo Chiacchio e Emidio Agrello hanno realizzato tante scene in ricordo delle vecchie tradizioni ormai sconosciute ai più giovani. Da segnalare anche l’impegno della Protezione civile, dei Vigili dl Fuoco, della Croce Rossa , di Gianfranco Di Bella , di Franco Fittipaldi. Per gli abiti, molto curati il prezioso contributo della Sartoria Rosita. “La nostra associazione – ha dichiarato la presidente del MOV Lucania Lucia Carlomagno – ha fortemente voluto questa iniziativa nello spirito e negli insegnamenti del suo fondatore San Luigi Orione e nel suo esempio vogliamo continuare a celebrare l’amore per il presepe affinché sia riprodotto non solo nelle case e nelle chiese ma anche nei borghi più belli della nostra Italia”.
Pasquale Crecca

Le foto sono di Pasquale Crecca

ott 192014
 

Continua l’impegno dell’associazione “La forgia del Sinni” capitana da Tania Pisani. Per il 25 ottobre prossimo, nella piazza Mainieri di Francavila dalle ore 17.00 è previsto un evento che si svilupperà su un doppio piano. Da un lato l’aggregazione e la socializzazione grazie anche ai sapori e alle tradizioni gastronomiche autunnali che vedono i funghi primeggiare.
Al tempo, nel corso della lunga maratona si valorizzerà l’impegno delle associazioni presenti sul territorio che con merito svolgono un’attività quotidiana preziosa ed insostituibile. All’iniziativa hanno in particolare aderito: Croce Rossa Italiana, Associazione Misericordia, Protezione Civile, Parrocchia, Caritas, Acli, Centro Anziani, Associazione Maruzza, Pro Loco, Comitato storico, Francavilla calcio, GECO Sport, Francavilla Fratelli Cafaro, Banda musicale, ASD Apalm, Columbia dance, Mg Dance Academy.
L’evento, presentato da Pina Di Giacomo ed Emanuele Donadio, sarà anche l’occasione per evidenziare gli impegni e le ulteriori iniziative della “forgia” per i prossimi mesi.
La manifestazione sarà arricchita da una gara di prelibatezze dolciarie grazie all’entusiastica partecipazione delle famiglie francavillesi.

manifesto francavilla