Flash Feed Scroll Reader
giu 132015
 

Sole, mare e ciclismo! Vivi una vacanza su misura per la tua passione! È lo slogan che accompagna “Il Villaggio del Ciclismo” un’iniziativa griffata Gazzetta dello Sport e dell’Agenzia Viaggi e Cultura per la prima vera vacanza pensata esclusivamente per gli appassionati della bicicletta senza dimenticare il resto della famiglia.

Per l’appuntamento a Marina di Pisticci (Matera), previsto tra il 14 e il 21 giugno, sarà presente Paolo Bettini, due volte campione del mondo nel 2006 e nel 2007, medaglia d’oro olimpica ad Atene nel 2004.

Un’iniziativa pensata per “il gusto di andare in bicicletta” a fianco di un vero campione come Bettini: sicuramente non mancheranno preziosi consigli e i suggerimenti tecnici di un vero atleta!

Gli appassionati di ciclismo potranno pedalare nelle giornate di lunedì 15, martedì 16, giovedì 18 e venerdì 19 luglio in una serie di percorsi ben studiati e tracciati tra il litorale e l’entroterra della provincia di Matera.

Il Ti Blu Village Club è un moderno complesso situato tra Metaponto e Marina di Pisticci (Basilicata), dotato di ogni comfort per soddisfare le esigenze di svago e relax dei propri ospiti. Il Villaggio si snoda tra l’ampia spiaggia ad uso esclusivo dei clienti e i suoi 35 ettari di verde pineta. Tutti gli ambienti sono realizzati per garantire la massima comodità e la migliore funzionalità; è particolarmente adeguato ad accogliere famiglie con bambini grandi e piccoli.

Il villaggio si trova sulla costa ionica della Basilicata ed è circondato da un paesaggio suggestivo e affascinante, una natura incontaminata, spiagge amplissime e di sabbia bianca, un mare limpido e cristallino: il Ti Blu Village Club luogo ideale per una vacanza esclusiva tra la Puglia e la Calabria.

Tracce di storia sono evidenti visitando le numerose chiese rupestri, di origine bizantina, disseminate nelle campagne, o l’antica città greca di Metaponto, con il superbo parco archeologico, i templi di Apollo e di Atena, le tavole Palatine, oppure Matera con i famosi Sassi, o Siris, la più antica fondazione ellenica.

www.federciclismobasilicata.it

pisticci

gen 162015
 

Il 16 gennaio a Roma c’è stato un incontro tra i vertici di Italia Turismo, una delegazione del Comune di Pisticci e alcuni imprenditori lucani interessati alla riapertura del complesso turistico della costa ionica.
L’incontro segue una serie di interlocuzione tra Comune e proprietà che è stata avviata immediatamente dopo la chiusura del Villaggio turistico.
Dopo un lunghissimo lavoro di circa tre anni sembra siano maturate le condizioni per restituire al turismo lucano, che si gioverà tra l’altro dell’attrattiva di Matera Capitale Europea 2019, l’importante struttura ricettiva non solo per il periodo estivo ma per l’intero anno puntando sulla destagionalizzazione di flussi turistici.
La delegazione del Comune di Pisticci, capeggiata dal Sindaco Dott. Vito Di Trani, sottolinea la disponibilità mai venuta meno di Invitalia e dei suoi Dirigenti, e manifesta ottimismo e determinazione nel poter dare finalmente risposta ai lavoratori della struttura pisticcese e all’economia della zona in considerazione delle positive ricadute date dalla presenza di turisti in tutti i giorni dell’anno. La soluzione che appare a portata di mano metterebbe a frutto nell’immediato anche le somme di denaro pubblico fin qui utilizzate nell’opera di ristrutturazione del complesso turistico pisticcese avviato da qualche tempo.
Per il Comune di Pisticci sono stati presenti all’incontro, oltre al Sindaco, l’Assessore al turismo Geom. Antonio Sassone, l’Avv. Anio D’Angella legale del comune e il Tecnico Ing. Salvatore Giannace.

pisticci

giu 122014
 

“La Basilicata è un eccitante saliscendi di emozioni, come il suo territorio”. Hanna Savilahti, è una giornalista finlandese, nei giorni scorsi ospite del Press Tour organizzato dall’APT Basilicata,nell’ambito delle azioni di marketing attivate per promuovere la regione anche su mercati emergenti come quelli del Nord Europa.

Da Melfi alle Dolomiti Lucane, da Matera alla costa Ionica, e poi Craco, San Costantino Albanese e Maratea sono state le tappe dell’itinerario previsto dall’APT per la troupe di AlfaTv – rete televisiva che trasmette programmi dedicati alla famiglia. “Nelle nostre trasmissioni – ha detto Hanna – vogliamo far conoscere la Basilicata, tra le regioni italiane meno note eppure ricca di luoghi e attrazioni esclusive”.

L’ospitalità alla troupe finlandese nasce dai contatti presi dall’Agenzia di Promozione Territoriale lo scorso dicembre a Turku e Helsinki, in occasione dell’esposizione dei presepi di Franco Artese ispirati ai paesaggi lucani. Hanna li ha riconosciuti: “Nelle atmosfere, nei colori, nella magica città di Matera”.

Il suo collega, Jari Sippola, il primo bagno della stagione lo ha fatto a Maratea, “e non sarà l’ultimo – ha assicurato – perché sto pensando di prendere casa qui per le vacanze estive”.

L’iniziativa dell’APT è stata realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura in Finlandia, in questo viaggio rappresentato da Francesco Haryu, madrelingua italiano. Ottimo supporto per la troupe di AlfaTv – oltre 3 milioni di telespettatori sul totale di 5 milioni di abitanti – Francesco ha apprezzato la Basilicata per i suoi paesaggi: “Sembrano quasi prendersi gioco di chi li osserva: ora foreste, ora prati, poi colline, pianura e di nuovo montagna”. L’esperienza del Volo dell’Angelo poi “è stata strabiliante, ma ammetto che sarei tornato volentieri indietro dopo aver visto davanti a me il vuoto e un’immensità di verde e rocce”. A Matera lo spettacolo lucano è proseguito: “Questa città è già Capitale Europea della Cultura – ha ripreso Hanna – così accogliente e intima, soprattutto di sera”.
“L’Apt ha individuato mercati obiettivo come la Finlandia – ha osservato il Direttore generale Gianpiero Perri – anche su segnalazione degli operatori turistici locali, in particolar modo quelli del metapontino e dell’entroterra, puntando sul marketing non convenzionale come l’esposizione delle opere del maestro Artese in Finlandia a Natale 2013. Evento – ha concluso Perri – che ha catalizzato l’interesse dei media locali come AlfaTv, che non ha perso occasione per visitare la regione”.

cartina_basilicata

giu 042014
 

“Finalmente si comincia a guardare con estremo interesse alle pinete ionico-metapontine”, è il commento del sindaco della Città di Policoro, Rocco Leone, alla vigilia della conferenza di servizi che si terrà nella sala consiliare della città ionica domani, 5 giugno, alle ore 12.00, convocata dall’Assessore Regionale all’Ambiente Aldo Berlinguer, per la stipula del Protocollo d’Intesa “Area Metapontino, per la salvaguardia delle pinete costiere, a cui prenderanno parte anche la Provincia di Matera e i Sindaci dei Comuni di Bernalda, Pisticci, Scanzano Jonico, Nova Siri e Rotondella. “Si tratta – prosegue Leone – del primo segnale vero che la Regione Basilicata, grazie al sensibile Assessore all’Ambiente Aldo Berlinguer, sta dando ai comuni in termini di salvaguardia delle pinete e di una vasta area regionale a interesse comunitario”. “Sino a ieri – prosegue il primo cittadino – la forestazione era vista come prerogativa delle aree dell’entroterra lucano; oggi, finalmente, si da importanza anche alle pinete della costa ionica, che sono di grande interesse naturalistico; basti pensare che delle 34 aree S.I.C. presenti, ben 14 sono situate lungo la costa ionica”. “La Conferenza di servizi e la relativa stipula del protocollo di domani – conclude Leone – consentirà ai comuni la gestione diretta delle pinete, al fine di salvaguardarne il patrimonio naturalistico e ambientale”.

Policoro

apr 122013
 

Domenica di sport e turismo lungo le spiagge policoresi. Al via sul lungomare della Città di Policoro “Beach Cross Mediterranee”, il Trofeo Nazionale di motocross sulla spiaggia la cui gara si disputerà domenica prossima, 14 aprile. Ad annunciarlo, l’Amministrazione Comunale di Policoro – Assessorato allo Sport, Turismo e Spettacolo – che ha organizzato l’evento con la collaborazione della locale Associazione “Moto Club Overcross”. Dopo 8 anni di attività, dal 2000 al 2007 e quasi 6 anni di assenza, torna lo spettacolo motociclistico più atteso dagli amanti di questo sport, fortemente voluto da Antonio Farina, presidente dell’Associazione organizzatrice. Sul lungomare policorese sarà allestito un tracciato ed una pista tecnica larga (8-12 m) per garantire la sicurezza dei piloti e lo spettacolo al numerosissimo pubblico che interverrà. “E’ un evento che richiamerà migliaia di sportivi e amanti di questo sport – dichiarano il Sindaco, Rocco Leone, e l’Assessore allo Sport, Massimiliano Padula – che si ritroverà a ridosso della nostra splendida spiaggia”. “Negli anni scorsi – proseguono gli amministratori – sono state superate le 15.000 presenze”. “Siamo certi che anche questo evento sportivo – concludono Leone e Padula – contribuirà alla crescita turistica e culturale della spiaggia policorese e dell’intera costa ionica metapontina”.

beach-cross-01

feb 212013
 

Boati improvvisi nei cieli del metapontino che provocano paura tra la popolazione: il Sindaco della Città di Policoro, Rocco Leone, chiede ufficialmente chiarimenti agli organi competenti. In una lettera indirizzata al Comando Operativo Forze Aeree di Poggio Renatico (FE) e al Ministero della Difesa – Stato Maggiore dell’Aeronautica, ed inviata nella mattinata odierna, il Sindaco Leone ha chiesto chiarimenti circa i forti boati che periodicamente si stanno verificando nell’area del metapontino. “Da circa un paio di mesi – è scritto nella nota – la popolazione della costa ionica metapontina è allarmata dal suono assordante provocato da alcuni boati provenienti dal cielo; la notizia è stata ripresa da alcuni organi di stampa locale: per alcuni si tratterebbe del passaggio di “un aereo supersonico oltre il muro del suono”, per altri, invece, di vere e proprie “esplosioni” che hanno scosso vetri di abitazioni, provocando paura e spavento tra la popolazione tutta”. Pertanto, “con la presente – è scritto ancora – per chiedere conferma se si tratta di esercitazioni aeronautiche nella zona jonica; in caso affermativo, se e quanto debbano durare: questo, al fine di rassicurare i cittadini di Policoro e delle località limitrofe, circa la presenza di boati che irrompono nella quiete pubblica provocandone paura e sgomento”. “Dopo aver ricevuto decine di telefonate e di sollecitazioni – dichiara Leone – ho ritenuto opportuno scrivere al Ministero e agli uffici competenti per dare risposte rassicuranti alla popolazione”. “Non appena avremo chiarimenti in merito – conclude il primo cittadino – inoltreremo il tutto alle amministrazioni comunali limitrofe e agli organi di stampa”.

Rocco Leone (1)

dic 182012
 

Oltre 5.000 persone hanno sfilato questa mattina in corteo tra le strade della Città di Policoro, “epicentro” di una manifestazione pacifica che ha coinvolto ben tre Regioni, Puglia, Basilicata e Calabria, per dire no alle trivelle sullo Jonio. Oltre 50 amministratori della costa ionica salentina, lucana e calabrese hanno marciato lungo via Siris per raggiungere il Palaercole dove la prof.ssa Maria Rita D’Orsogna, fisico, professore associato presso il Dipartimento di Matematica della California State University di Los Angeles, ha tenuto una relazione tecnico-scientifica sui rischi derivati dalle trivellazioni in mare. Per la Regione Puglia, sono intervenuti: il Presidente del Consiglio Regionale, Onofrio Introna, l’assessore comunale della Città di Taranto, Vincenzo Baio, il Sindaco di Gallipoli, Francesco Errico, il Vicesindaco di Galatone, Claudio Botrugno, l’assessore del Comune di Ginosa, Leonardo Galante, gli assessori comunali di Castellaneta, Giuseppe Angelillo e Gianrocco Demarinis, amministratori di Nardò, Palagiano e Porto Cesareo. Per la Regione Calabria, il Consigliere regionale, Mario Franchino, per la Provincia di Cosenza, l’Assessore Provinciale Giovanni Forciniti, i sindaci di Rocca Imperiale, Ferdinando Dileo, di Montegiordano, Francesco Lamanna, di Amendolara, Antonello Ciminelli; per il Comune di Roseto Capo Spulico, l’assessore al Turismo, Sabrina Franco; intervenuti anche il sindaco di Calopezzati, Franco Cesare Mangone, il primo cittadino di Albidona, Salvatore Aurelio, per il Comune di Trebisacce, l’assessore Filippo Castrovillari. Amministratori dei Comuni di Cropalati, Mirto Crosia, Villapiana. Dei rappresentanti lucani, presenti i Sndaci di Matera e Potenza, Salvatore Adduce e Vito Santarsiero, quest’ultimo presidente dell’Anci di Basilicata, che ha parlato anche per conto di tutti i sindaci lucani. I primi cittadini della fascia ionica metapontina: Bernalda, Leo Chiruzzi, Pisticci, Vito Di Trani, Scanzano, Salvatore Jacobellis, Nova Siri, Giuseppe Santarcangelo, Rotondella, Vincenzo Francomano, quest’ultimo vice presidente Anci e Presidente dell’Area Programma “Metapontino-Collina Materana”. Ma anche tanti sindaci dei Comuni limitrofi, da Tursi a Colobraro, da Valsinni a Craco, da Montalbano ad Accettura. Presenti anche il Consigliere Regionale Nicola Benedetto, l’Assessore della Provincia di Potenza, Massimo Macchia, il sen. Filippo Bubbico. A margine dell’incontro è stato sottoscritto il PROTOCOLLO DI HERACKLEIA, stipulato “per concordare ed attuare interventi ed azioni necessarie a scongiurare qualsiasi attività di ricerca e di estrazione di idrocarburi liquidi o gassosi nel mar Jonio e sulle aree dell’entroterra, nello specifico, si oppongono fornendo parere contrario alle undici istanze presentate da sei compagnie petrolifere e a tutte le altre richieste che in futuro tenteranno di essere approvate. Tale parere contrario si fonda sulla convinzione che tali attività, di ricerca e/o estrattive, comportano la definitiva compromissione delle possibilità di sviluppo turistico del litorale Jonico, la compromissione dello sviluppo agricolo delle aree interne, nonché un impatto ambientale rilevante”.
Nel Protocollo di Herackleia è inoltre specificato che gli Enti partecipanti “…si impegnano nelle proprie sedi istituzionali a predisporre atti idonei a formalizzare parere negativo alle richieste di permessi di ricerca ed estrazione sui propri territori o nelle acque prospicienti i propri litorali; i Comuni, in particolare, si impegnano a fornire la massima collaborazione e trasmissione di conoscenze tecniche e specialistiche, provenienti anche dalla società civile al fine di predisporre osservazioni e pareri idonei, nei termini di legge, ad opporre la concessione da parte della Regione di competenza di Valutazione di Impatto Ambientale favorevole”.

“Un grande risultato dal grande spessore scientifico e istituzionale”, ha commentato il primo cittadino di Policoro, Rocco Leone, soddisfatto per la buona riuscita della manifestazione. “Quello di oggi – prosegue Leone – è solo l’inizio di un percorso condiviso che continueremo a percorrere al fine di salvaguardare la nostra costa, le nostre specificità, il nostro mare”. “Un ringraziamento speciale – prosegue Leone – va alle associazioni che hanno creduto in questa manifestazione, a cominciare dal Comitato No Triv Jonio, per arrivare a Greenpeace, Fai – Fondo Ambiente Italiano, Italia Nostra, Legambiente, WWF, Ola Ambientalista, Coldiretti, Confagricoltura, CIA, Copagri, AMEA, Altragricoltura, Federparchi, le Scuole intervenute, i sindacati, le parrocchie”. “Con i sindaci intervenuti – conclude il primo cittadino di Policoro – abbiamo intenzione di organizzare, non appena il tempo lo permetterà, una grande regata a vela che partirà dal Porto di Gallipoli e attraverserà tutto il Golfo di Taranto per raggiungere Crotone”.

Intanto, il prossimo 8 gennaio, alle ore 10, presso la Sala Consiliare della Città di Policoro si terrà il Direttivo regionale Anci per esprimere formalmente la posizione dei Sindaci della Regione Basilicata nell’ambito della formale procedura di impatto ambientale avviata dal Ministero.

ott 202012
 

Fermiamo il barbaro disegno di trivellare il mar Jonio e l’intero golfo di Taranto ad opera di governanti e parlamentari senza storia e senza cultura. Il 18 ottobre alle ore 18,00, presso il circolo Nautico Aquarius di Policoro in località Torre Mozza, si è tenuta la conferenza Stampa sull’evento -crociera contro le trivellazioni off shore nel Mar Jonio. L’iniziativa nasce all’indomani di due riuscite edizioni della catena umana sulla costa jonica che hanno visto la
partecipazione di miagliaia di cittadini. Vede impegnate le associazioni Noscorie Trisaia, l’A.S.D. – Circolo Nautico Aquarius di Policoro con la OLA che sul sito www.olambientalista.it terrà informati i cittadini sull’iniziativa pubblicando il diario di bordo della crociera che partirà domani da Policoro alle ore 18,00 in località Torre Mozza.
Ammirare lo splendore del mar Jonio di notte, all’alba e di giorno e
per far toccare con mano alle istituzioni e alla stampa lo scempio
ambientale ed economico delle trivelle off-shore già installate, sulla
costa e al largo di Crotone. E’ dalla bellezza e dalla natura che
nasce la cultura e l’economia di un territorio e di un popolo. Gli
attivisti a bordo dell’Alba Chiara (è il nome dell’imbarcazione)
restituiranno al mare l’acqua prelevata dalle sorgenti dei principali
fiumi lucani per richiamare l’attenzione sulla necessità che la
salvaguardia del mare parte dall’entroterra. Quello lucano, purtroppo,
è interessato dalle attività di estrazione petrolifera e
dall’inquinamento.

I greci avevano già capito nel 600 a.C cos’è il mare: il suo valore lo
devi conoscere per salvaguardarlo. “Alba Chiara” approderà a Crotone,
dopo la navigazione notturna, alle 8,00 del mattino successivo, 21
ottobre, non prima di aver effettuato le riprese delle piattaforme
petrolifere a largo del comune jonico calabrese. Gli attivisti delle
associazioni lucane incontreranno una delegazione di associazini di
Crotone e del Crotonese per affrontare i problemi comuni delle due
regioni in merito alla salvaguardia delle coste,del mare e
dell’entroterra. Il ritorno a Policoro è previsto alle ore 20,00 di
domenica 21 Ottobre.

ott 072012
 

“Esprimo solidarietà, a nome mio e del mio gruppo “Impegno Comune”, a quanti sono stati coinvolti nei recenti e preoccupanti episodi accaduti a Policoro e nel Metapontino in queste settimane, ultimo l’incendio all’automobile di un agente di Polizia in servizio al Commissariato di Scanzano Jonico”.
Sono le parole del consigliere di maggioranza al Comune di Policoro, Giuseppe Ferrara, capogruppo per la lista civica “Impegno Comune”, in merito alle ultime vicende verificatesi lungo la costa jonica nelle ultime settimane, che hanno interessato aziende agricole e singoli cittadini.
“Sono campanelli d’allarme da non sottovalutare – ha aggiunto Ferrara – la guardia deve essere elevata per non tornare al clima che si respirava nel passato.
Martedì prossimo, 11 ottobre, si riunirà proprio a Policoro il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto di Matera, Luigi Pizzi, e allargato a tutti i sindaci dei Metapontino. A loro chiedo di intensificare i controlli in tutto il territorio della costa jonica e di valutare realmente la possibilità di incrementare, anche temporaneamente, il numero di agenti presenti nelle caserme dell’intera area.
Sicuramente – conclude Ferrara – sarebbe un valido supporto nelle indagini ed un segnale forte per la sicurezza e tranquillità della comunità jonica”.

set 292012
 

Si svolgerà domani, domenica 30 Settembre, nel centro storico di Nova Siri, a partire dalle ore 18:00, la seconda giornata della “Festa della libertà”. In programma eventi culturali ed artistici per segnalare l’attenzione su un tema decisivo: la cultura, le risorse ambientali, storiche e culturali come leva straordinaria per costruire nuovo sviluppo per la Basilicata. In particolare sarà presentata un’ipotesi di valorizzazione di alcune emergenze archeologiche e storico/paesaggistiche, a cura dell’architetto Graziella Fittipadi, ricercatrice dell’Universita’ degli studi di Bari, per significare che esiste un potenziale di risorse che può diventare un grande attrattore di flussi turistici e di valorizzazione dei territori collinari rispetto alla costa ionica. “La capacità ricettiva costruita lungo la costa(circa 20 mila posti letto) ha bisogno di fattori di destagionalizzazione – ha commentato il coordinatore provinciale di Matera del Pdl, il sen. Cosimo Latronico- che vadano oltre la stagione balneare che dura sessanta giorni. Troppo poco per tenere in piedi imprese economiche valide e per fare del turismo un settore stabile anche ai fini occupazionali. Un distretto turistico culturale che metta insieme le risorse culturali del Metapontino (centri storici, archeologia, eventi culturali legati alla storia dei luoghi), e’ una traiettoria che va trasformata in progetto da includere nella prossima pianificazione dei fondi europei”. La serata sarà anche l’occasione per presentare, da parte dell’attore teatrale Giuseppe Ranoia, alcune rime petrarchesche del poeta Sandoval de Castro, gia’ signore di Bollita, che intrecciò una relazione poetica con Isabella Morra.