BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Giu 202017
 

PARROCCHIA SAN GIACOMO APOSTOLO MAGGIORE

Il tesoro di San Giacomo

TOUR FACILE CON I GIOVANISSIMI

Lauria, domenica 25 giugno 2017

Ritrovo: ore 8,10 in Piazza San Giacomo

Partenza: ore 8.30 . Percorso: Piazza San Giacomo, Via Palestro, Porta e Cappella di San Gaetano, Via Cairoli, MUSEO di PALAZZO MARANGONI, Cappella di San Giovanni Battista, Piazzetta degli Operai, Piazza Ammiraglio Ruggero, Monumento ai Caduti, Monumento a San Giuseppe da Copertino, Santa Maria dei Suffragi (Purgatorio), Piazza San Rocco (sosta 10’), Via Casaletto, Via Santa Venere, Cappella Santa Veneranda, GROTTE DEL CERRUTO (Ricordo del bombardamento del 7.09.1943), Santa Maria della Sanità, Via Cerruto, Via Cairoli,

Chiesa Madre di San Giacomo Apostolo Maggiore

Santa Messa delle ore 11.00

Partecipazione libera e gratuita per tutti.
I minori devono essere accompagnati da un adulto autorizzato

Occorre avere:: zainetto, cappellino per proteggersi dal sole, scarpette da ginnastica per i più piccoli, merenda, ½ litro di acqua. La passeggiata, di 2,2 km circa, si svolge per vie e vicoli di Lauria.
.
PIU’ SIAMO MEGLIO STIAMO

XXXII tour di ‘PIU’ SIAMO MEGLIO STIAMO’
(VIII in onore del Santo Patrono San Giacomo)

La novità dell’edizione 2017 del Tesoro di San Giacomo è rappresentata anche dalla collaborazione con l’associazione
LauriAttiva
insieme alla quale sono progettate le iniziative di gioco e culturali della fase pomeridiana e serale dello stesso giorno

Programma (Più Siamo e LauriAttiva)

Ore 15.30 Sede di LauriAttiva in Piazza del Popolo
(discesa verso Via Ammiraglio Ruggiero)
Attestato di partecipazione a tutti i ragazzi
che hanno preso parte alla passeggiata mattutina

Ore 16.00 Presentazione ai ragazzi della sede di LauriAttiva
e delle opportunità offerte dallo spazio biblioteca

Ore 16.10 Il gioco del filetto (portare tre tappi di bottiglia dello stesso colore)
Ore 17.00 Giochi ed attività a sorpresa… e imprevedibili!
0re 17.30 Tutti allo Stadio Comunale di Lauria per giochi ed attività varie. Scarpette da ginnastica obbligatorie
Ore 18.00 Giochi a scelta: Lancio del frisbee; Palla Avvelenata; Palla Prigioniera; Ti trovo col walkie-talkie; la Campana.

Si ringraziano: le Maestre del plesso Cardinale Brancati, l’Associazione Magna Grecia, l’Eco di Basilicata, il Club Atletico Lauria, i genitori, i nonni e gli zii che accompagnano i ragazzi e TUTTI coloro che collaborano alla riuscita dell’evento

Info: RAFFAELE PAPALEO tel. 335.82.61.187
mail : papaleolauria@libero.it

Tesoro 2017 web

Lug 062016
 

La XXX passeggiata di ‘PIU’ STIAMO MEGLIO STIAMO’ offre ai giovanissimi una buona occasione per ascoltare dai più grandi notizie e ricordi dei luoghi visitati.
Per genitori, nonni e adulti il tour è l’occasione per trasferire alle nuove generazioni quei valori fondanti dei quali sono preziosi testimoni e custodi.
Lauria è ricca di cappelle e chiese: tesoro religioso e culturale da conoscere e valorizzare.
Ma il vero ‘TESORO DI SAN GIACOMO’ è rappresentato dai GIOVANISSIMI che, crescendo, si inseriscono nel tessuto sociale della comunità fino a divenirne i continuatori.
Percorrere INSIEME le strade del paese consente di collegare le generazioni per invitarle a collaborare per il BENE COMUNE. E’ compito degli adulti tramandare le tradizioni ed infondere nei giovani quella fiducia nel futuro utile a ridurre la nuova ondata migratoria che porta via dai paesi del Sud tante forze giovani e preziose.

PROGRAMMA:

Partenza: ore 8.30
Percorso: Piazza San Giacomo, Via Palestro, Porta e Cappella di San Gaetano, Via Cairoli,
Via Cerruto, Santa Veneranda, Via Casaletto, Santa Maria dei Suffragi (Purgatorio), Piazza del Popolo, Monumento S. Giuseppe da Copertino, Monumento ai Caduti, Piazza dell’Ammiraglio Ruggiero, Piazzetta degli Operai, Cappella di San Giovanni Battista,
Palazzo Sanseverino, Via del Precursore, Via San Severino, Casa del Cardinale Brancati, Chiesa e Convento dell’Immacolata, Largo di S. Pio (sosta 10’), Via Fontana, Via Giovanni da Procida, Via Mario Pagano, Chiesa Madre di San Giacomo Apostolo Maggiore. Santa Messa delle ore 11.00

Partecipazione libera e gratuita per tutti. Non è necessaria alcuna prenotazione
I minori devono essere accompagnati da un genitore o da un adulto autorizzato

Occorre portare: zainetto, cappellino per proteggersi dal sole, scarpette da ginnastica per i più piccoli, merenda, ½ litro di acqua.
La passeggiata, di 2,5 km, si svolge per vie e vicoli di Lauria borgo. Chi lo desidera può percorrere solo un tratto dell’itinerario e decidere di fermarsi in caso di necessità o stanchezza. L’itinerario si svolge tutto in ambito cittadino.

A cura di PIU’ SIAMO MEGLIO STIAMO

Info: RAFFAELE PAPALEO. Tel. 335.82.61.187 e-mail papaleolauria@libero.it

01 I  Tesoro di San Giacomo 2016 per Eco

Gen 292016
 

Nel corso della trasmissione “Il dono”, condotta da Marco Liorni e Paola Perego con la regia di Franco Bianca su Raiuno, si è parlato del maresciallo dell’Arma dei Carabinieri Agatino Di Matteo, lucano, vittima del dovere, insignito della Medaglia di Bronzo dell’Arma.
Il dono, in onda in prima serata. è dedicato alle emozioni e racconta le singolari storie di persone che, per vari motivi, non hanno potuto avere l’occasione di dire “grazie” a qualcuno o di chiedere “scusa” nel momento in cui era più importante farlo.

AGATINO DI MATTEO
è nato a Taranto, figlio di genitori nativi di Pisticci e Bernalda, si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri a soli diciannove anni e, dopo il corso allievi a Roma, frequenta il primo corso da sottoufficiali a Velletri prima, e a Firenze in seguito. Dopo il matrimonio, avvenuto nel 1974 con la signora Franca Lorati, è trasferito a Grissì (Pa) con la qualifica di Comandante di Stazione. Dopo vari spostamenti verso altre destinazioni, arriva il trasferimento a Francavilla Fontana (BR) con il compito di Vice-Comandante del Nucleo Radiomobile. Nel frattempo ha potuto godere della gioia della nascita della sua unica figlia, Valeria.
La notte del 4.giugno 1981, durante il turno di servizio notturno, in servizio di perlustrazione sulla strada provinciale Cellino San Marco-San Donaci-Mesagne-Oria (BR) insieme al collega Rosafio Luigi, al quadrivio notavano una Fiat 128 bianca scortata da un camion. Poiché nella zona in precedenza era stata segnalata la presenza di individui malavitosi appartenenti alla “Sacra Corona Unita”, i militari si allertarono per effettuare un controllo. All’improvviso i malviventi aprirono il fuoco contro i carabinieri con pistole e fucili a canne mozze, ferendo il maresciallo al gomito sinistro e al collo, a pochi centimetri dalla vena giugulare.
Nonostante le gravi ferite riportate il Maresciallo Di Matteo , riusciva con l’ arma in dotazione, a rispondere al fuoco e a mettere in fuga i malviventi che si dileguarono nelle campagne circostanti abbandonando i mezzi, che poi risultarono rubati giorni prima a Copertino di Lecce. Per le ferite riportate e per la copiosa perdita di sangue, Di Matteo perdeva i sensi e veniva soccorso dal collega Rosafio Luigi – anch’esso colpito al gomito – che riusciva a caricare il compagno in macchina e lo trasportava in ospedale a Francavilla Fontana, con la vettura di servizio crivellata da colpi d’arma da fuoco e con una gomma forata.
Di Matteo dopo le prime cure venne trasferito presso il centro traumatologico–ortopedico Careggi di Firenze dove venne sottoposto a vari interventi di chirurgia maxillo facciale, oltre al gomito sinistro, rimanendo ricoverato per oltre sei mesi nella struttura sanitaria toscana.
Nel 1983, a soli 36 anni, veniva posto in congedo assoluto dalla Cmo di Bari per invalidità conseguente al conflitto a fuoco.
Nel 2006, dopo 25 anni dall’accaduto, il Maresciallo Agatino Di Matteo è stato dichiarato vittima del dovere, con decreto del Capo della Polizia e del Ministero dell’ Interno.
Nell’arco della sua carriera lavorativa, Agatino di Matteo ha partecipato di persona a tante attività di Polizia giudiziaria, investigativa e preventiva. Nel 1980 per aver partecipato attivamente ai soccorsi dei terremotati in Basilicata, gli venne conferita medaglia e diploma di benemerenza per il lavoro svolto.

Il 5 giugno 2015, a Potenza, con decreto del Presidente della Repubblica, è stato insignito di Medaglia di Bronzo al Valore dell’Arma dei Carabinieri dal Comandante della Legione Carabinieri Basilicata, Generale Vincenzo Procacci, e dal prefetto, dott. Antonio D’Acunto.

DI MATTEO E LA FIGLIA VALERIA
Di Matteo con la figlia Valeria

LIORNI E DI MATTEO (2)
Di Matteo con Liorni

Ott 092015
 

Il 6 ed il 7 ottobre 2015 una delegazione si è recata ad Assisi per valorizzare il rapporto tra il Cardinale Brancati ed il Sacro Convento di Assisi. Il frate lauriota non solo si recò nella città di Francesco più volte in quanto segretario del generale dell’Ordine dei Minori conventuali, ma con il passare del tempo ne divenne anche protettore. A tal riguardo è significativa una lettera del 1681, “scoperta” proprio in occasione della visita, due anni prima della sua morte, nella quale rassicurava i frati di Assisi su alcuni dissidi promettendo un forte intervento presso il Vaticano. La delegazione ha vissuto due giornate all’insegna della straordinaria accoglienza ricevuta e da una emozione incomparabile: aver potuto osservare da vicino il volume contenente l’originale del “Cantico delle creature” posta nella biblioteca dei frati di Assisi. Nel corso della visita i frati hanno anche esaltato il rapporto speciale tra il cardinale lucano e San Giuseppe da Copertino.
La delegazione lucana, ricevuta con tutti gli onori nel Municipio di Assisi, è stata composta dal sindaco Gaetano Mitidieri, dall’assessore Giuseppe Iannarella e dal direttore di Palazzo Marangoni Vincenzo Cosentino. Nell’occasione è stato benedetto da Padre Mauro un ulivo di Assisi donato da una famiglia di Lauria che sarà piantumato nel cortile di Palazzo Marangoni dall’Arcivescovo di Cosenza-Bisignano Mons. Francesco Nolè. Le immagini proposte sono in presa diretta.


Il saluto del Sindaco di Assisi Antonio Longhi


La cerimonia di benedizione con il Custode del Sacro Convento Padre Mauro Gambetti


Nella bibioteca del Sacro Convento di Assisi


Visita al Municipio di Assisi


Il meglio della visita

Mar 142015
 

In Umbria saranno presenti il parroco don Franco Alagia, il sindaco Gaetano Mitidieri e il vescovo diocesano Francesco Nolè

E’ nella fase operativa un grande progetto targato Associazione Magna Grecia pronta a “lanciare” per dicembre le attività di Palazzo Marangoni.
Per il 17 e 18 aprile è previsto un viaggio dal grande significato ad Assisi. Grazie alla collaborazione della parrocchia guidata da don Franco Alagia si visiterà il Sacro convento che per tre anni ha ospitato il cardinale Brancati. Ripercorrere i luoghi del francescano lauriota è tra gli obiettivi dell’associazione culturale che è andata anche oltre. Infatti un momento assai significativo dell’iniziativa sarà la benedizione di un ulivo che verrà poi dimorato a Lauria, proprio nel cortile del palazzo Marangoni. Questa scelta, dall’alto valore simbolico, ha entusiasmato anche il Vescovo di Tursi-Lagonegro Mons. Francesco Nolè ed il sindaco di Lauria Gaetano Mitidieri che parteciperanno alla “spedizione” nella bella terra umbra.
I lettori più attenti ricorderanno che un primo momento di pianificazione del viaggio è avvenuto nei mesi scorsi quando il prestigioso coro di Assisi giunse a Lagonegro. In quella occasione, padre Mauro Gambetti custode del Sacro Convento, apprese dell’attenzione che Lauria riservava per il cardinale Brancati e si dichiarò disponibile ad accogliere una rappresentanza di cittadini ad Assisi. La presenza del vescovo permetterà di vivere l’esperienza davvero in maniera particolare.
L’iniziativa, come detto, si inserisce nel più generale programma di iniziative che l’istituzione del palazzo culturale genererà. Ricordiamo a luglio la presenza dell’ambasciatore del Brasile per inaugurare all’interno dello stabile un’ala dedicata al grande inventore Nicola Santo.
Sempre in quel periodo da Copertino giungerà un altro elemento simbolico (una pietra bianca salentina) che completerà l’allestimento del cortile del palazzo. Anche in questo caso, l’associazione Magna Grecia intende valorizzare il rapporto speciale tra il frate lauriota ed il santo del Salento.
Sull’asse Assisi-Copertino si svilupperanno i primi viaggi culturali promossi dal sodalizio culturale che, partendo dal percorso umano del cardinale Brancati, vorrà sviluppare proficui gemellaggi con realtà attente alla cultura e alla promozione umana e sociale.
Per chi volesse partecipare al viaggio può contattare la parrocchia San Giacomo con il suo parroco, o direttamente l’associazione Magna Grecia di Lauria.

Pagine da assisi

Un invito per gli amici di Lauria. Il 17 ed il 18 aprile prossimi si organizza una bella iniziativa, assai particolare. Il 17 mattina si partirà da Lauria con destinazione Assisi. Al viaggio parteciperanno oltre al parroco don Franco Alagia, anche il vescovo di Tursi-Lagonegro Francesco Nolè ed il sindaco di Lauria Gaetano Mitidieri. Il motivo della visita al Sacro Convento di Assisi è legato al rapporto con la cittadina umbra del Cardinale Lorenzo Brancati di Lauria. Per rendere “visibile” questo rapporto abbiamo pensato di piantare nel cortile di Palazzo Marangoni (che verrà inaugurato nei prossimi mesi), un ulivo di Assisi che sarà benedetto proprio nella mattinata del 18 aprile nella terra di San Francesco. In questi giorni avremo la certezza della presenza alla cerimonia anche del sindaco di Assisi.
Sarà dunque una straordinaria occasione per valorizzare un personaggio illustre di Lauria ed al tempo stesso di lanciare un grande messaggio di pace e di fraternità. Chi volesse partecipare può contattare la parrocchia o l’associazione Magna Grecia.

padre mauro
Padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi attenderà il 18 aprile il gruppo dei laurioti. In questa foto con il fumetto dedicato al Cardinale Brancati

Giu 212012
 

Il 16 e 17 giugno scorso è stato ricordato a Copertino il 350° anniversario del transito terreno di San Giuseppe.  Significative sono state le iniziative. In particolare, il 16, è stata intitolata una piazza al Cardinale Lorenzo Brancati da Lauria, amico fraterno del Santo, dopo la cerimonia ufficiale nel bellissimo Municipio di Copertino. Circa 100 laurioti si sono recati nella città salentina per assisstere all’evento e per cementare un gemellaggio sempre più stringente tra le due comunità. Importante, a tal riguardo, l’accoglienza riservata  dagli alunni della scuola “Giovanni Falcone” ai piccoli colleghi di Lauria della “Cardinal Brancati”. Impeccabile l’organizzazione generale delle manifestazioni, straordinaria la generosità dei copertinesi nei confronti della delegazione dei laurioti capitanati dal Sindaco Mitidieri, dal parroco di San Giacomo  don Franco Alagia e dal dirigente scolastico Enzo Alagia. Di seguito le imagini in presa diretta dell’evento.

 

Prima parte – la partenza

 

Seconda parte – le interviste ad Enzo Alagia e Franca Iannuzzi

 

Terza parte –  l’arrivo a Lecce

 

Quarta parte – l’arrivo a Copertino

 

Quinta parte – le interviste a Ornella Castellano e Renato Mazzotta

 

Sesta parte – la manifestazione nella scuola “Giovanni Falcone”

 

Settima parte – l’incontro ufficiale in Municipio

 

Ottava parte – l’intitolazione della piazza

 

Nona parte – le interviste a Padre Ermes Torres e a don Franco Alagia

 

Decima parte – la Santa Messa officiata dal Cardinale Re e da padre Giuseppe Rolli

 

Undicesima parte – il finale della celebrazione con il Coro polifonico Perfetta Letizia