Flash Feed Scroll Reader
feb 092016
 

L’8 febbraio 2016 si è svolta una nuova seduta del Consiglio Comunale di Lauria. Ecco l’ordine del giorno:
1)Lavori di adeguamento svincolo Strada Provinciale ex S 19 in località Menavoli. approvazione progetto definitivo per adozione variante allo strumento urbanistico – Art. 19, comma 2, DPR 327/2001.
2)Approvazione Documento Unico di Programmazione (Dup) 2016-2018.
3) Approvazione della variante urbanistica per i lavori di ampliamento e riqualificazione della cappella ubicata in contrada valle Salamone.
4) Suddivisione Umi n.23 – Comparto n.12. Ditta D’Amato Rocco.
5) Suddivisione Umi n. 28 – Comparto n.14. Ditta Forastiero Domenico.
6) Decreto del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, 7 agosto 2015, prot. 593 relativo alla ripartizione delle risorse e definizione dei criteri per la costruzione scuole innovative: attuazione articolo 1, comma 153 della legge 13 luglio 2015, n.107. Provvedimenti relativi.

dic 132015
 

Egidio Mitidieri di San Severino Lucano, è il migliore agricoltore-custode della biodiversità agraria in Basilicata per il 2015. Si è perciò aggiudicato il Premio “Enzo Laganà” istituito dall’Alsia, l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura, in memoria del proprio funzionario che si distinse sempre per onestà, laboriosità e per l’attenzione al mondo agricolo. La premiazione è avvenuta nel corso della VII° Giornata della Biodiversità Regionale, tenutasi il 9 dicembre a Lagonegro presso il Centro sociale di contrada Cappella. Nella giornata si sono anche svolti un convegno su “La mappatura della biodiversità agricola del Lagonegrese”, una Mostra pomologica di circa 700 campioni di specie fruttifere, orticole e cerealicole, e un mercatino di semi antichi. La mappatura della biodiversità agricola nel lagonegrese è l’ultima tappa di un lavoro dell’Alsia che ha interessato l’intera area sud della Basilicata e, per il Lagonegrese, nei comuni di Lagonegro, Trecchina, Lauria, Nemoli e Maratea. In quelle aree, dopo il censimento di 37 specie fruttifere concluso nel 2012, sono state mappate negli ultimi 2 anni 40 specie orticole e cerealicole, per un numero di registrazioni poco inferiore a 2.000. Tutte queste segnalazioni saranno inserite in una banca dati elettronica delle risorse genetiche autoctone del Lagonegrese. Oltre alla realizzazione del data-base, il lavoro sulla biodiversità proseguirà – come sollecitato tra l’altro dagli intervenuti al convegno – con la caratterizzazione bio-agronomica delle specie agrarie autoctone reperite nell’area. Ciò al fine di tutelare e valorizzare la biodiversità, così minacciata anche su scala mondiale dall’impoverimento progressivo degli ecosistemi.

Uno stralcio della conferenza svoltasi il 9 dicembre 2015

dic 042015
 

Diffuso il regolamento della seconda edizione di un concorso artistico che ha suscitato grande interesse. Ecco di seguito i punti più importanti:
Art.1- L’organizzazione del concorso e l’Associazione “La giovane Lucania” con sede in LLauria bandiscono il II° Concorso della Canzone, della Poesia e della solidarietà dedicata al Natale Città di Lauria (di seguito, per brevità, anche detto semplicemente Concorso o Festival). L’associazione e l’organizzazione si avvalgono della collaborazione per la direzione artistica di Romualdo Luglio.
Art.2- Il concorso ha come finalità la presentazione e relativa promozione al pubblico ed agli Addetti ai lavori la canzone, la poesia e il dono della Solidarietà, senza preclusioni ai generi musicali, attraverso la selezione delle canzoni,degli autori, dei solisti, dei cori e sezione speciale migliore poesia Dedicata al Natale.
Art.3-Sono ammessi a partecipare tutti gli interpreti costituiti da uno o più solisti con obbligatoriamente il supporto di un coro i quali inviino due canzoni interpretate da loro stessi. Dette canzoni dovranno essere obbligatoriamente una inedita e l’altra con un nuovo arrangiamento facente parte del repertorio classico Natalizio Italiano. Anche se non autori delle canzoni purché ne indichino con esattezza le generalità dell’autore o autori della musica e del testo letterario poiché concorre al premio finale anche l’autore o gli autori.
Gli artisti partecipanti possono: a) non essere iscritti alla SIAE; b)essere legati da impegni contrattuali discografici e/o editoriali, purché non in contrasto con il presente, regolamento. I concorrenti solisti e facenti parte del coro non sono subordinati a limiti di età.
Le Poesie possono essere redatte sia da autori singoli o da più autori i quali inviino due poesie inedite.
Art.4- Le due canzoni dovranno avere, cosi come le poesie, a pena di inammissibilità o di esclusione, le seguenti caratteristiche:
a) la prima inedita, non essere stata mai pubblicata sino al momento della scelta dei 15 finalisti in qualsiasi Forma digitale, downloading, youtube ecc.., stesso regolamento vige per la presentazione al concorso di poesie dedicate al Natale che concorreranno al premio speciale “Poesia del Natale”.
Essere redatte in lingua italiana, non contenere elementi che violino la legge e/o i diritti di terzi.
Non contenere messaggi pubblicitari a favore di persone, prodotti o servizi.
b) la seconda canzone, quella ri-arrangiata dovrà avere un rinnovato arrangiamento e del repertorio classico Natalizio Italiano.
Art.5- Le domande di iscrizione dovranno essere spedite, a pena esclusione, all’Organiz-zazione Festival della canzone inedita dedicata al NATALE, Contrada Cona 115 85044 LAURIA (PZ)Tel.0973/822057 – 328/ 7629747,338/9464272, Shop Music Contrada Cona,115 85044 Lauria (PZ),mail shopmusic @tiscali.it oppure a “La Giovane Lucania” in Contrada Gremile, 65 Lauria Tel.333/4269170 – mail asslagiovanelucania@libero.it entro e non oltre il 5 Dicembre 2015.

Regol.II° Conc. NATALE 2015

Regol.II° Conc. NATALE 2015

nov 122015
 

Nei giorni scorsi, sui giornali è apparso il comunicato stampa del segretario provinciale dell’Ugl, Pino Giordano, nel quale si chiedeva l’immediata riapertura della discarica di Colobraro, per difendere i posti di lavoro di 9 operai oggi disoccupati. MuoviAmo Tursi, replica ai sindacalisti con la seguente nota:
Si vogliono smentire i numerosi luoghi comuni che i sindacalisti
seminano ad arte, diffondendo disinformazione tra i cittadini.
MuoviAmo Tursi ha già dimostrato con negli anni passati, con più
articoli di stampa e convegni sul territorio, che la discarica di
Colobraro ha distrutto ricchezza e posti di lavoro a causa
dell’inquinamento gravissimo di terreni e falde acquifere. Sono stati
stimati 20 posti di lavoro in meno nel settore dell’agricoltura, a cui
bisogna aggiungere altre unità nel settore del turismo. 20 operai
hanno perso per sempre il lavoro per garantire 9 posti di lavoro in
discarica per qualche anno, a dimostrazione che questi impianti sono
una scelta antieconomica e fallimentare.

Ci meravigliamo e rammarichiamo del fatto che l’Ugl si sforzi così
ardentemente di tutelare un ecomostro, tanto da chiederne
l’ampliamento. Dov’era l’Ugl quando nei mesi precedenti le tornate
elettorali l’impianto in contrada Monticelli accoglieva fino a 35
lavoratori, contro i 9 operai necessari? Dov’era l’Ugl quando si
verificavano le perdite e gli sversamenti di percolato? Dov’era l’Ugl
quando gli operai lavoravano al freddo nel capannone (dato che manca
una parete perimetrale) o quando gli stessi lavoratori respiravano le
polveri dei rifiuti, dato che mancava (e manca tutt’ora) un impianto
di areazione nel centro di Colobraro?

Vogliamo ricordare all’Ugl, ma soprattutto ai lettori-contribuenti,
che le discariche non sono il miglior modo di smaltimento dei rifiuti.
Ad oggi i soli Comuni del Basso Sinni spendono milioni di euro ogni
anno per seppellire i rifiuti in discarica quando invece una gestione
oculata, pubblica, comprensoriale, porterebbe ad una spesa di appena
160 mila euro all’anno. I Comuni possono ridurre la spesa per lo
smaltimento e il trasporto semplicemente riducendo il volume dei
rifiuti da destinare in discarica, realizzando una seria raccolta
differenziata. Così facendo, non ci sarà nessun aggravio per le casse
comunali e tanto meno per i cittadini, che invece godranno di
riduzioni nelle tariffe e di un territorio più pulito. I Comuni devono
investire risorse nella raccolta differenziata, nella creazione di
centri di differenziazione, di compostaggio e di riutilizzo a freddo
della plastica e non nelle discariche, come chiede l’Ugl. Così facendo
non solo si garantiranno posti di lavoro per i 9 operai che lavoravano
in discarica, ma si creeranno decine e decine di posti di lavoro in un
ciclo dei rifiuti virtuoso ed ecosostenibile. Lo stesso Presidente di
Regione Pittella ha definito come prioritario il raggiungimento del
65% di raccolta differenziata entro il 2016. Con questa percentuale la
discarica di Colobraro è inutile ed antieconomica per le casse
pubbliche.

Ancora rammentiamo all’Ugl che i rifiuti creano posti di lavoro e
ricchezza, ma il riciclo e il riutilizzo del prodotto differenziato
garantisce molti più posti di lavoro di una discarica. Se l’Ugl non
capisce un così semplice ragionamento, ce ne dispiace e ci lascia
perplessi sui veri interessi che il sindacato vuole tutelare.

Se davvero l’Ugl tiene alla salute del territorio e dei lavoratori,
perché non accompagna i 9 operai in mobilità presso le aziende
agricole in contrada Finata, vicino la discarica? Sono sicuro che gli
agricoltori saranno ben lieti di aiutarli offrendo loro una valida
alternativa occupazionale, purché si metta la parola fine allo
smaltimento dei rifiuti in quell’ecomostro.

MuoviAmo Tursi, sensibilizza da anni i cittadini di Tursi che chiedono
a gran voce la messa in sicurezza della discarica e la sua definitiva
chiusura, senza più ampliamenti. I cittadini hanno capito che non c’è
bisogno di discariche se non si producono rifiuti indifferenziati.
Inoltre, gli stessi cittadini sono a favore della proposta di MuoviAmo
Tursi, per una gestione pubblica dei ciclo dei rifiuti nell’area del
Basso Sinni, con la costruzione di un centro di compostaggio, di un
centro di smistamento dei rifiuti differenziati e di un impianto di
riciclo a freddo della plastica riciclata.

Mario Cuccarese, Portavoce di MuoviAmo Tursi

210220151394

ott 272015
 

La conferenza si è svolta a Grottole, sabato 8 agosto 2015, alle 19:30 nel chiostro della suggestiva Chiesa Madre di Santa Maria Maggiore che ha stentato a contenere la gente accorsa. Oltre 250 persone hanno gremito il cinquecentesco spazio all’aperto che un tempo era Convento Domenicano. Sold out! Posti a sedere esauriti e alcuni hanno comunque seguito l’incontro in piedi. Presenza di pubblico eterogenea, dai bambini di scuola primaria, adolescenti come Maria Vezzuso (le tarantelle del suo organetto sono destinate a diffondersi nell’intero Mezzogiorno) e Samuele De Giacomo (la sua fisarmonica da ben sette anni si esibisce in diversi paesi lucani), adulti di cui alcuni emigrati al nord ma di ritorno per le vacanze nella terra di origine, e anziani.
Ad aprire i lavori è stato l’editore Timoteo Papapietro che per la Edizioni Magister ha spiegato il progetto di ricerca storica che ha visto la luce dopo diversi anni di meticoloso e attento lavoro. Un libro scritto da Paolo Frescura e impreziosito ulteriormente con illustrazioni del compianto Luigi Guerricchio e degli artisti Nisio Lopergolo e Franco Artese.
Il sindaco di Grottole e presidente della Provincia, Francesco De Giacomo, ha spiegato le motivazioni che hanno indotto l’Amministrazione a inserire questo evento nel cartello dell’estate grottolese dicendosi onorato del contributo storico che l’autore ha lasciato alla comunità per conoscere le proprie origini e servire da stimolo nel recupero delle attività artigianali smarritosi nel tempo. Ha inoltre inscritto questa ricerca in una traccia che la Regione Basilicata ha recentemente tracciato con la ferma volontà di recuperare quanto di buono vi era nell’artigianato ormai estintosi.
Particolarmente incoraggiante è stato il saluto di Francesco Carbone, “sindaco dei ragazzi” che ha voluto dare il benvenuto all’autore e al saggio.
L’intervento centrale di presentazione del libro è stato realizzato dal già Dirigente Scolastico Giacomo Amati che con chiarezza ha analizzato il saggio, fresco di stampa, pubblicato dalla materana Edizioni Magister atto a testimoniare i mestieri esistenti nel tessuto sociale di Grottole ma paritetici a tutto la provincia. In primis si mette in risalto il ruolo svolto dall’artigianato che ha rappresentato il simbolo della rinascita, non solo economica, ma anche sociale e culturale. Infatti l’artigianato era l’alternativa al faticolso lavoro bracciantile che si svolgeva nei campi; alternativa anche al lavoro della pastorizia che portava alla rinuncia della vita sociale nella comunità in cui si viveva; alternativa, per molti, all’emigrazione all’estero delineandosi sempre di più il pilastro del lavoro. Il secondo pregio del libro è assegnare all’artigiano una triplice dimensione: uomo “faber”, persona “sapiens” e di soggetto “creativo”. Ovvero, di colui che vuole essere protagonista della sua vita e artefice del suo destino. Ne esce che l’artigiano ha manualità e pensiero, ha scienza e arte, è un lavoratore formidabile, completo. Il terzo elemento distintive dell’opera va ricercato nella concezione di vita, nella visione dell’esistenza che indica al lettore: una delle ragioni d’essere della vita risiede nel lavoro, nella capacità di migliorarsi, nell’abilità di scoprire cose nuove, nel non arrendersi di fronte alle difficoltà, nel credere in se stesso e nel sapersi relazionare all’altro. I 64 mestieri sono descritti con un piacevole ritmo incalzante che stimola nel lettore la capacità d’attenzione e gli suscita un forte coinvolgimento emotivo. Leggere questo libro è un po’ come vedere delle belle foto: ti emozioni perché, per certi aspetti, è come rivedere una parte della nostra vita. Trattasi di un inno al lavoro: celebra la meraviglia del lavoro creativo. Giacomo Amati ha concluso il proprio intervento rendendo omaggio a Paolo Frescura per aver reso immortali questi 64 mestieri con un libro bello, prezioso e coinvolgente: tra i libri più belli che siano stati scritti in cui il lettore trova anche qualcosa di sé.
Nisio Lopergolo, noto scultore formatosi nella culla italiana delle arti “Accademia delle belle arti di Firenze”, nonchè stimato docente di arte nelle scuole materane e titolare di un laboratorio di ceramiche sito nel Sasso Barisano visitato da migliaia di turisti culturali di tutto il mondo, si è detto onorato di aver illustrato graficamente con un acquerello e diverse matite, il libro oggetto di presentazione. Il tentativo è stato quello di utilizzare anche le immagini per far rivivere e far conoscere alle nuove generazioni mestieri che sono ormai lontani, in un mondo completamente tecnologico. L’autore è riuscito a raccontare con linguaggio poetico, con brillanti prose che fanno vivere al lettore emozioni attraverso un affascinante viaggio nel tempo. Nel mondo sono milioni i lavoratori cancellati dal processo produttivo a causa dell’innovazione tecnologica, questo libro ci permette di non dimenticare e di riappropriarci della nostra identità. Il lavoro tradizionale era come una preghiera, un atto religioso; il lavoro più duro, più ripugnante comportava sempre “entusiasmo”. Oggi siamo privati di quel ruolo sacro, il lavoratore è ridotto a svolgere un ruolo meccanico in un mondo laicizzato, che deve bastare a se stesso. Ha concluso ricordando una frase di Lev Tolstoj “Possiamo vivere nel mondo una vita meravigliosa se sappiamo lavorare e amare, lavorare per coloro che amiamo e amare ciò per cui lavoriamo”.
Il poeta Giacinto Ruzzi ha esortato i convenuti a leggere qualsiasi scritto dello scrittore Paolo Frescura perché sono linfa e refrigerio per una crescita culturale.
Le conclusioni affidate all’autore Paolo Frescura hanno voluto essere un ringraziamento per la testimonianza d’affetto alla numerosissima platea convenuta. Ringraziamenti all’indirizzo dei due artisti, Francesco Artese e Nisio Lopergolo, i cui lavori sono stati esposti sulla parete sinistra del chiostro per consentire al pubblico di apprezzarli direttamente. Riconoscimenti anche all’ins. Mario Ruzzi che ha affidato alla penna di Frescura i suoi personali ricordi legati all’esperienza d’insegnamento nella scuola di campagna, in contrada Matina soprana e al dott. Antonio Guerricchio per aver consentito di inserire in questa pubblicazione le opere di suo zio, il maestro Ginetto Guerricchio, e la foto dello speziale, suo bisavolo. Il libro è nato grazie al contributo di pensiero di Giacinto Ruzzi e di tanti concittadini avanti negli anni che sono stati la fonte su alcuni mestieri e hanno dissolto alcuni dubbi su quelli che l’autore aveva visto con i suoi, ma offuscati dal tempo.
Queste le parole Paolo Frescura:
<>.

paolo

set 282015
 

Il 28 settembre 2015 si è svolto un nuova seduta di Consiglio Comunale a Lauria. Ecco di seguito l’Ordine del Giorno: 1) Nomina Commissione Comunale per il Diritto allo Studio; 2) Piano Comunale per il Diritto allo Studio AS 2015/2016, provvedimenti; 3) Adozione della variante urbanistica per i lavori di ampliamento e riqualificazione della cappella ubicata in contrada Valle Salomone.

ago 062015
 

L’Amministrazione Comunale di Tortora, Assessorato alla Cultura, ha organizzato in collaborazione con Mondocultura Athena, un concorso fotografico dal tema “Le contrade montane: identità e tradizione”.
Il concorso fotografico, che si terrà il 21 agosto, è stato ideato dall’assessore alla Cultura, Annamaria Olivo, con lo scopo di promuovere le risorse del territorio e valorizzare l’ambiente montano nei suoi molteplici aspetti.
I partecipanti dovranno cogliere, attraverso i loro scatti, elementi della natura e tradizioni legate alle zone montane.
Il concorso terminerà con la mostra e la premiazione delle fotografie presso la contrada montana Pizinno, alle ore 20, nell’area antistante la chiesa “Gesù Risorto”.
Le fotografie partecipanti, saranno esposte in una mostra collettiva che sarà inserita in un itinerario turistico, che comprenderà la visita del centro storico e delle aree montane, oggetto delle foto e in un progetto educativo da svolgere con i bambini delle scuole elementari e medie.
Gli scatti dei primi tre classificati saranno inoltre pubblicati su un catalogo itinerante, dedicato alla montagna, a cura dell’Amministrazione comunale di Tortora ed inviate a riviste specializzate.
Per le prime tre foto vincitrici sono previsti premi in denaro.
Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito internet www.comuneditortora.it, pagina Albo Pretorio-Avvisi. (VB)

Comune di Tortora

mag 042015
 

Anche le aree PIP di contrada Mezzaniello e Fontanelle saranno collegate alla rete internet a banda ultra larga.
Questo grazie all’inserimento del comune di Sala Consilina, avvenuto lo scorso anno, nel progetto di investimento per la realizzazione di infrastrutture finalizzate a garantire servizi a cittadini e imprese, nell’ambito dell’attuazione del Piano Nazionale della banda ultra larga proposto dal Ministero dello Sviluppo Economico.
“La fibra ottica permetterà a queste aree di accedere alla rete alla velocità di 30 Mb/sec, se collegati tramite doppino telefonico, e 100 Mb/sec, se agganciati direttamente alla fibra, favorendo le opportunità di sviluppo e di crescita delle imprese locali”, dichiara Vincenzo Garofalo, Assessore alle Attività Produttive, esprimendo grande soddisfazione.
Telecom Italia ha già cablato vaste aree del territorio comunale e, a breve, dopo il collaudo, la banda ultra larga sarà attiva per la gran parte del territorio della nostra cittadina.
Elena Gallo, Consigliere Comunale con delega all’Innovazione Tecnologica, tiene a sottolineare che “Sala Consilina sarà il primo Comune del Vallo di Diano ad avvantaggiarsi di questo importantissimo strumento, che la porterà a ridurre notevolmente il digital divide esistente, ampliando di molto la possibilità di accesso all’informazione e l’interscambio di conoscenze e saperi”.
(Ufficio Comunicazione Istituzionale)

salaconsilina

mar 142015
 

La più diffusa iniziativa italiana di #foodraising, ovvero di raccolta fondi intorno a una tavola imbandita, ha visto nella sua prima edizione la partecipazione di 8.000 persone a oltre 130 iniziative gastronomiche tra brunch, pranzi, aperitivi e cene.

In tutta Italia, volontari, cuochi, ristoratori, amici, appassionati di cucina e di Emergency, tornano a tavola anche quest’anno a partire da marzo: i ristoratori devolveranno una quota fissa del loro incasso all’associazione, coniugando il piacere della buona tavola con la possibilità di sostenere i progetti umanitari di Emergency attivi anche in Italia.

Dal 2006 Emergency offre cure gratuite anche in Italia con i tre poliambulatori di Marghera, Palermo e Polistena e cinque ambulatori mobili attivi nelle campagne del sud Italia per portare cure agli stagionali e ai migranti appena sbarcati sulle coste di Siracusa.

Nei suoi ambulatori e nel suo centro di Sassari, Emergency offre anche servizi di orientamento sociosanitario. Nonostante sia un diritto riconosciuto, infatti, anche in Italia il diritto alla cura è spesso un diritto disatteso: migranti, stranieri, poveri spesso non hanno accesso alle cure di cui hanno bisogno per scarsa conoscenza dei propri diritti, difficoltà linguistiche, incapacità a muoversi all’interno di un sistema sanitario complesso (per altre informazioni sul Programma Italia di Emergency http://www.emergency.it/italia/index.html).

Il gruppo Territoriale del Lagonegrese vi invita

DOMENICA 22 MARZO 2015 ORE 20:00

Presso RISTORANTE “OVER DREAM”

Contrada Piano Cataldo 223, S.s. Sinnica, Lauria PZ

Per informazioni e prenotazioni entro il 19 Marzo 2015: 0973827451 – 3392955200
Gruppo Emergency Lagonegrese

emergency-logo

dic 012014
 

L’associazione La Giovane Lucania e il gruppo organizzativo in occasione del periodo natalizio vogliono dar vita ad un’iniziativa di grande valore culturale e sociale, da sviluppare nella cittadina di Lauria.
L’obiettivo cardine che si propone di perseguire è quello di affrontare la tematica della musica, dei canti e della poesia che pongono al centro il NATALE cercando di coinvolgere il territorio.
Si propone di creare un importante occasione di coinvolgimento di artisti, cittadini comuni, ponendosi all’attenzione di una platea che vada oltre i confini comunali, cercando di stimolare l’interesse dei cittadini nei paesi limitrofi, estendendosi fino ai confini regionali ed anche oltre.
Tale occasione consisterà, infatti, in una riscoperta delle musiche, dei canti e delle poesie natalizie e nella promozione del territorio.
Saranno organizzate tre serate in cui il festival prenderà forma e vita agli occhi di un pubblico attento ai valori della solidarietà, della condivisione e del rispetto dei valori umani.

REGOLAMENTO

Art.1- L’organizzazione e L’Associazione “La giovane Lucania” con sede in LAURIA (PZ) in C.da Gremile N°65 bandisce il I° Festival della canzone e della poesia inedita e della solidarietà dedicata al Natale Citta’ di LAURIA dal titolo #NOTESTROFE DEL NATALE (di seguito, per brevità, denominato semplicemente Festival).
Art.2- Il festival ha come finalità la presentazione e relativa promozione al pubblico ed agli Addetti ai lavori nell’ambito della canzone, senza preclusioni ai generi musicali, attraverso la selezione delle canzoni, degli autori, dei solisti, dei cori e sezione speciale migliore poesia dedicata al Natale, incluso i doni della solidarietà.
Art.3-Sono ammessi a partecipare tutti gli interpreti costituiti da uno o più solisti con obbligatoriamente il supporto di un coro i quali inviino due canzoni interpretate da loro stessi. Dette canzoni dovranno essere obbligatoriamente una originale e l’altra un nuovo ri-arrangiamento facente parte del repertorio classico Natalizio Italiano. Anche se non autori delle canzoni purché ne indichino con esattezza le generalità dell’autore o autori della musica e del testo letterario poiché concorre al premio finale anche l’autore
o gli autori. Gli artisti partecipanti possono: a) non essere iscritti alla SIAE; b) essere legati da impegni contrattuali discografici e/o editoriali, purché non in contrasto col presente, regolamento. I concorrenti solisti e facenti parte del coro non sono subordinati a limiti di età.
Art.4- Le due canzoni dovranno avere, a pena di inammissibilità o di esclusione, le seguenti caratteristiche:
La prima originale:
1. Non essere stata mai pubblicata sino al momento della scelta dei 15 finalisti in qualsiasi forma digitale,downloading, YouTube ecc..stesso regolamento vige per la presentazione al festival di poesie dedicate al Natale che concorreranno al premio speciale “Poesia del Natale”.
2. Essere redatte in lingua italiana, non contenere elementi che violino la legge e/o i diritti di terzi.
3. Non contenere messaggi pubblicitari a favore di persone, prodotti o servizi, ed un testo consono e rispettoso del linguaggio comune al fine di poter essere eseguite in Chiesa.
La seconda canzone:
1.Dovrà avere un rinnovato ri-arrangiamento del repertorio classico Natalizio Italiano.
Art.5-Le domande di iscrizione dovranno essere spedite, a pena esclusione, all’Organizzazione Festival della canzone inedita dedicata al NATALE, Contrada Cona 115, 85044 LAURIA (PZ) Tel.0973/822057 328/7629747, oppure all’associazione La Giovane Lucania, Contrada Gremile,65, 85044 Lauria Tel.333/4269170 entro e non oltre il 10 Dicembre 2014.
L’invio delle domande potrà avvenire a mezzo raccomandata A.R. tramite corriere e farà fede, dell’avvenuta spedizione in tempo utile il timbro postale della data di spedizione.
A mezzo consegna a mano entro le ore 20:30 del giorno 10 Dicembre 2014 presso la sede
dell’organizzazione in Contrada Cona 115, 85044 LAURIA (PZ), l’organizzazione rilascerà conferma scritta dell’avvenuta consegna.
Art.6- Ad ogni domanda dovranno essere allegati, a pena esclusione, tutti i seguenti documenti:
1. N°3 (tre) copie leggibili del testo letterario di ognuna delle due canzoni o poesie sottoscritte dall’autore e/o dagli autori, nonché dal compositore e/o dai compositori della parte musicale senza l’invio della partitura.
2. N°3 (tre) CD contenenti i provini delle due canzoni eseguite dall’interprete con o senza l’ausilio del coro che se non disponibile sarà fornito dall’organizzazione.
3. N°3 (tre) copie dattiloscritte del “curriculum vitae” del partecipante singolo e del coro se disponibile.
4. La fotocopia dell’avvenuto versamento del Vaglia postale o Bonifico (IT19 J010 106 768 451 070 677 4249) con causale “ I°Festival della Canzone e della Poesia inedita dedicata al Natale 2014 – Città di Lauria” e intestato all’ Associazione “La giovane Lucania” di € 30,00 ( euro trenta/00), mentre la quota per il festival di poesie viene fissata in € 10,00 (euro dieci/00).
5. La domanda di partecipazione debitamente compilata e sottoscritta da un responsabile, che parteciperà al festival, dovrà contenere l’indicazione del numero e della data del deposito SIAE della canzone originale, qualora esso sia avvenuto.
E’ facoltà dei concorrenti di inviare materiale (fotografico,video, audio….) e/o segnalare
appositi Link sul Web inerenti la loro attività artistica.
Art.7- La documentazione ed il materiale tecnico inviati all’organizzazione non verranno
restituiti e l’organizzazione avrà facoltà di distruggere tutto il materiale alla fine dello
svolgimento del presente festival.
Art.8-L’organizzazione selezionerà, tra tutti gli autori/compositori e interpreti regolarmente iscritti al festival, a proprio insindacabile giudizio ed a seguito dell’ascolto da parte della propria commissione interna delle canzoni pervenute con regolare documentazione,una prima rosa di concorrenti e di brani. L’organizzazione si impegna a comunicare tempestivamente l’esito della valutazione e dell’ammissione che in taluni casi potrà previo autorizzazione degli autori essere ammessa solo la canzone che sarà
affidata dall’organizzazione ad altri interpreti e cori precedentemente selezionati.
Art.9-Si richiederà alla rosa dei concorrenti selezionati una eventuale audizione,
l’organizzazione comunicherà in tempo utile la suddetta data per l’audizione.
La mancata presenza a detta audizione potrà comportare l’esclusione dal festival.
Nel giorno stabilito verrà messa a disposizione luogo e strumentazione tecnica per lo
svolgimento dell’audizione accompagnato da un breve colloquio con la commissione
artistica del festival.
Art.10-Al termine delle audizioni di cui al precedente art. 9 l’organizzazione sceglierà
15 (quindici) canzoni e relativi interpreti per le serate finali da un minimo di 2 a un massimo di 3 da tenersi entro dicembre 2014. Date presunte, Domenica 14 Dicembre anteprima Festival, serate finali giovedi 18 e Venerdi 19 Dicembre 2014.
Art.11-I finalisti saranno avvisati a mezzo telegramma e/o e-mail agli indirizzi da questi comunicati all’organizzazione. Per partecipare a questa fase finale ogni partecipante dovrà consegnare in tempo utile dalla data del festival un master professionale realizzato a proprie spese del brano prescelto in versione solo base musicale e con voce e coro.
Art.12-L’organizzazione utilizzerà i suddetti master al fine della realizzazione e successiva pubblicazione a proprie spese del CD compilation della I° edizione del Festival
(che sarà distribuito anche in digitale attraverso piattaforme di downloading e/o streaming Legale), nonché al fine dell’inserimento dei file audio dei relativi brani all’interno di un eventuale sito del festival in allestimento in modalità streaming gratuito. I finalisti si impegnano pertanto a concedere tali master in licenza non esclusiva all’organizzazione per tali finalità, a fronte di una percentuale di cointeressenza sulle vendite da convenire successivamente in buona fede tra le parti.
Art.13- I quindici finalisti si impegnano a sottoscrivere e/o a far sottoscrivere dai loro aventi causa, una dichiarazione in cui affermano di non avere nulla in contrario e nulla a pretendere a che l’organizzazione e/o le emittenti radiofoniche, televisive e i siti web coinvolti nell’esecuzione del festival- diffondano le rispettive canzoni (registrazioni fonografiche ed opere musicali in esse riprodotte) per via telematica, radiodiffusione, televisione ed utilizzino e pubblichino la loro immagine per iniziative aventi carattere promo-pubblicitario tra cui, a titolo esemplificativo ma non tassativo: premi, operazioni di patrocinio, ecc….
Art.14-I quindici finalisti verranno sottoposti al vaglio di una commissione artistica di esperti che a suo insindacabile giudizio designerà almeno cinque vincitori cosi suddivisi:
Premio alla migliore canzone originale dedicata al Natale, a cui andrà una borsa di studio equivalente a-_ €150,00_ ( euro centocinquanta/00), una targa e la realizzazione immediata successiva al festival, di un Video Clip Professionale in HD che sarà diffuso e promozionato anche su YOUTUBE.
Premio alla migliore e originale reinterpretazione di un brano famoso ri-arrangiato del repertorio, delle canzoni Natalizie Italiane (perché tra le quindici canzoni saranno ammesse a partecipare anche un massimo di tre o quattro canzoni del repertorio esistente), a cui andrà una borsa di studio equivalente a € 70,00 (euro settanta/00)e una targa.
Premio della critica all’autore o agli autori della canzone originale vincitrice: borsa di studio unica equivalente a € 100,00 (euro cento/00). Premio alla migliore poesia dedicata al Natale di € 100,00 (euro cento/00). Al termine di ogni singola serata del Festival sarà consegnato un pacco: dono della solidarietà ad una famiglia bisognosa scelta dai Parroci delle Chiese di LAURIA.
Art.15- I quindici interpreti e relativi cori si esibiranno con voci dal vivo su basi registrate nelle tre serate.
Le relative classifiche si conosceranno solo alla fine della serata finale con le relative
premiazioni.
Art.16- L’organizzazione non è responsabile di eventuali disguidi , guasti, smarrimenti o
simili inconvenienti(quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, disfunzioni dei
meccanismi di voto) o qualsiasi altro inconveniente che possa derivare dall’esecuzione
delle procedure di selezione.
Art.17- Nessuna spesa di soggiorno per gli interpreti ed i cori sarà a carico dell’organizzazione. Lo saranno solo se preventivamente autorizzate dall’organizzazione.
Art.18-Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs.196/2003, recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il partecipante, dichiarando di aver ricevuto l’informativa ai sensi dell’art.13 D. Lgs. 196/2003, fornisce il proprio consenso al trattamento dei propri dati personali, direttamente o anche attraverso terzi, oltre che per l’integrale esecuzione del presente regolamento, per eventualmente elaborare:
a) Studi,ricerche, statistiche ed indagini di mercato;
b) b) inviare materiale pubblicitario, informazioni commerciali.
Art.19-Nel periodo di vigenza del presente regolamento, l’Organizzazione, a suo insindacabile Giudizio, può apportarvi integrazioni e modifiche per esigenze organizzative e funzionali.
L’Organizzazione potrà altresì, per fatti imprevisti o sopravvenuti, introdurre modifiche
ed integrazioni a tutela e salvaguardia del livello artistico del Festival, facendo tuttavia salvo lo spirito delle premesse e l’articolazione della manifestazione.
Art.20-Ogni eventuale controversia concernente l’interpretazione e l’esecuzione del presente Regolamento sarà deferita, con apposito ricorso, ad un Collegio arbitrale da adire nel termine perentorio di (tre) 3 giorni dal momento in cui la contestazione è stata portata a conoscenza per iscritto all’altra parte. Quest’ultima dovrà, in ogni caso, avere diretto interesse alla Controversia. La sede del Collegio arbitrale è Lagonegro. Il ricorso dovrà essere depositato nel termine di cui sopra, a pena di decadenza presso la sede dell’Organizzazione.
Il collegio arbitrale- che deciderà quale amichevole compositore, senza formalità di procedure e nel più breve tempo possibile- sarà composto da tre membri di cui i primi due saranno nominati uno da ciascuna parte in lite, ed il terzo di comune accordo dagli arbitri cosi nominati, ovvero in difetto, dal presidente del Tribunale di Lagonegro. All’atto dell’insediamento del Collegio ciascuna delle parti depositerà, mediante consegna al Presidente del collegio medesimo, un importo di € 1.000,00 (mille) a titolo cauzionale. Detto importo verrà custodito a cura del Presidente e sarà restituito al momento della liquidazione definitiva delle spese e degli onorari.

L’Associazione Giovane Lucania

presepe-natività-2012-1