BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Mag 282018
 

Il matrimonio tra la Rinascita volley e Paolo Falabella continua anche per la stagione 18-19.E’ questo l’esito del tanto atteso incontro tra le parti andato in scena giovedì sera tra il tecnico lagonegrese e il patron biancorosso Nicola Carlomagno. Un vertice in cui l’allenatore reduce dalla seconda salvezza in casa Lagonegro, ha messo le basi per la sua quinta stagione sulla panchina della Rinascita, per pensare così a pianificare con la dirigenza la strategia da seguire per il mercato estivo.
“E’ una grande soddisfazione- spiega Falabella- aver ottenuto la fiducia della società anche per il prossimo anno. L’ultima è stata una stagione lunga e molto travagliata ma siamo pronti per ripartire con la solita grinta e tenacia, abbiamo obiettivi importanti, con un programma più ambizioso rispetto a quello della passata stagione”. Le prime parole di Falabella che segnano il via alla terza stagione lagonegrese nel secondo massimo campionato di Legavolley.
“La conferma di Falabella è ancora una volta il nostro punto di partenza – spiega Carlomagno- la fiducia riposta in lui è fondamentale per portare avanti il nostro progetto che parte dal settore giovanile reduce da importanti successi, fino alla prima squadra in A2. Insieme portiamo avanti il nome della nostra città ma soprattutto vogliamo che la nostra società possa diventare il faro per le nuove generazioni”, le parole del Presidente lagonegrese che dopo l’ufficializzazione del mister, insieme al ds Tortorella e alla dirigenza sono alle prese con la campagna acquisti. “Siamo già al lavoro per cercare di allestire una squadra più competitiva, con il primissimo obiettivo di far tornare tanta gente al palazzetto così come si è visto nelle fasi finali dello scorso anno. Contiamo tanto sull’appoggio dei nostri tifosi- conclude Falabella- è la molla che ci fa andare avanti e siamo sicuri che anche quest’anno i nostri tifosi accoglieranno con grande entusiasmo e calore il nuovo gruppo. “In questi giorni ufficializzeremo i primi acquisti- spiega il ds Tortorella- il 19 luglio si chiuderà il mercato con la stesura dei calendari. Contiamo di poter allestire una squadra competitiva piazzando qualche colpo di mercato a breve, che sarà un punto di partenza per la prossima stagione”.
Paola Vaiano


Da sinistra: coach Falabella con il presidente Carlomagno

Mag 082018
 

E’ mancata la fortuna, non il valore! Così possiamo sintetizzare l’esito della seconda giornata della Lega del
Mare ( 6 maggio 2018), dei Kings Rivello, la squadra del circolo locale ACLI.. Una sconfitta di misura che ha fatto tremare gli
avversari. Dopo una prima giornata da dimenticare, forse ancora emozionati dall’esordio ufficiale, una
seconda giornata indimenticabile.
Nonostante la sconfitta, si sono visti quei segnali che portano ad affermare che è questione di poco. I Kings
sono pronti per entrare nell’olimpo del baseball. Alla ricerca della loro prima vittoria, non hanno certo
demeritato, mettendo alle strette gli avversari, che riescono a vincere solo all’ultimo inning.
La grande prova del lanciatore esordiente Antonio Labanca, 16 anni, capace di combinare 4 strikeout, ed
insieme all’altro giovane compagno di seconda base, Nicola Carlomagno, di eliminare in un colpo doppio,
due corridori avversari. Tutto il resto della squadra, che ha saputo gestire la tensione di un torneo sudato,
ad alta tensione, che con solo un po’ più di fortuna, poteva essere portato a casa.
Per la cronaca il Cus Cosenza Baseball si aggiudica (per differenza punti) il secondo concentramento della
division meridionale. Sul secondo gradino del podio il roster Salernitano dei Thunders che difendono il
primato della classifica generale.
Il coach Ferrari: “Riviviamo ancora i momenti di un torneo incredibile, nonostante il risultato, non puoi non
ricordare con il sorriso. Motivi? Vuoi perché davanti ti ritrovavi squadre che da tempo praticano questo
sport, più esperti e con ottime individualit ; vuoi perch si tratta dell’ennesima conferma del lavoro che
paga, della solida cultura alla base di un gruppo che non può far altro che crescere. E crescere bene.”
Ma ci siamo, siamo pronti alla prima vittoria, magari proprio nella nostra arena il prossimo 20 maggio.
POPOLO DELLA LUCANIA, VENITE A SOSTENERE I VOSTRI LEONI!! FORZA KINGS
I risultati ed i parziali degli incontri:
Gara 1 – CUS Cosenza – Kings Rivello 8 – 5
4 – 2/ 0 – 1/ 4 – 2/
Gara 2 – Kings Rivello – Thunders Salerno 4- 5
0 – 0/ 2 – 2/ 0 – 0/0 -0/ 2 -3/
Gara 3 – Kings Rivello -Seagulls Salerno 6 – 11
2 – 1/ 2- 4/ 2 -2 / 0 -4/

Apr 072018
 

La Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo edizione
2018 ha avuto un significato particolare per Senise e per le famiglie che tradizionalmente la
animano. Innanzitutto perché il progetto della Casa delle abilità sta riscuotendo l’interesse di
molti, sia tra i sostenitori che tra le famiglie con persone autistiche. E poi perché è stato
presentato il testo dal titolo “Inserimento Sociale e lavorativo di persone con autismi”, nato in
seguito a un master intitolato “Esperto in abilitazione professionale per persone con autismo”,
realizzato a Policoro presso l’ente di formazione ENFOR, al quale hanno partecipato anche
alcune delle animatrici dei progetti che l’associazione Lucanicom sta mettendo in campo.
Cresce, così, la consapevolezza nella società, ma nel contempo cresce anche la professionalità
e la preparazione di giovani professioniste che spendono la propria esperienza e la propria
preparazione a servizio dell’autismo.
Nell’incontro tenutosi lo scorso 4 aprile nella ex sala consiliare del complesso monumentale
San Francesco a Senise, il testo è stato presentato da Rocco Di Santo, sociologo di Enfor,
docente del master e curatore dello stesso, e da tre delle autrici. Rosanna Cirigliano, Giusy
Palermo e Laura Ierone, hanno parlato dei contenuti delle sezioni che hanno curato. Il sindaco
di Senise, Rossella Spagnuolo, ha portato i saluti dell’amministrazione comunale, sottolineando
che il comune sosterrà il progetto “Il filo della luna”, di cui fa parte la Casa delle abilità. La
collaborazione da tempo intrapresa tra l’associazione Lucanicom, presieduta da Paola
Cirigliano, madre di un ragazzo autistico, e le scuole del territorio, ha portato al coinvolgimento
di alunni del comprensivo “Nicola Sole”, che hanno letto una poesia sull’autismo, e di studenti
dell’ISIS “L. Sinisgalli”, che hanno letto alcuni brani del testo “L’isola di Noi” di Federico De
Rosa, giovane scrittore autistico. Le letture sono state seguite dall’intervento della preside del
“Sinisgalli” Rosa Schettini che ha tratto le conclusioni dell’incontro. Subito dopo, la facciata
dell’abside della chiesa di San Francesco si è illuminata di blu, mentre un gruppo di bambini,
autistici e non, hanno liberato i tradizionali palloncini blu.
Quanto alla presentazione del testo, stampato dalla casa editrice LEM, gestita da ragazzi
autistici, è emersa la necessità di ragionare in termini di abilità e talenti invece di focalizzarsi
sulla disabilità. Questo metodo è fondamentale, è stato spiegato, soprattutto per l’inserimento
lavorativo di persone con autismo, la cui preparazione deve avvenire fin dal terzo anno della
scuola, come accade per tutti, con l’alternanza scuola-lavoro e con altre attività. Il modello
base è quello del progetto START Autismo, della Regione Abruzzo, che punta alla formazione
della figura del Job Coach, che deve valutare le abilità e gli interessi del ragazzo, preparare e
attuare un programma individualizzato di avvio al lavoro sulla base di queste valutazioni e poi
occuparsi dell’inserimento lavorativo effettivo, in modo da rendere il ragazzo autonomo nelle
sue mansioni. Esperienze di inserimento lavorativo di successo in Italia, è stato detto, sono
state di diverso tipo. Si va dalle fattorie-aziende di comunità, all’agricoltura sociale, alla
ristorazione, biblioteche, attività di catalogazione e inserimento dati. Dall’approfondimento di
questo tema nasce il progetto “PepronAut”, promosso da Lucanicom, che mira all’inserimento
lavorativo di ragazzi autistici nel settore della coltivazione, trasformazione e
commercializzazione del famoso Peperone IGP di Senise.
In tutto questo la scuola assume un ruolo fondamentale, tanto che il testo presentato dedica
un’ampia sezione proprio al lavoro scolastico. Le autrici hanno spiegato come, partendo da un
excursus delle normative che si sono susseguiti dagli anni 60, che erano gli anni dell’esclusione
e della medicalizzazione degli autistici, si giunge agli anni 90 che invece rappresentano gli anni
dell’inclusione. Emerge così l’importanza della figura dell’insegnante di sostegno che, oltre al
suo ruolo tradizionale, deve farsi promotore di vere e proprie strategie psicoeducative, da
elaborare con gli altri caregiver, da utilizzare in ambito scolastico per il raggiungimento delle
autonomie.
Associazione Lucanicom

Mar 262018
 

Con una vittoria la Geosat Geovertical chiude la Pool C e si piazza in quinta posizione. In attesa di conoscere definitivamente la sfidante nella griglia dei play out , l’ambiente biancorosso si gode la vittoria, al termine di un’ottima gara.
Falabella sceglie di schierare Kindgard in regia con Roberti in diagonale, Boscaini e Holt in banda, Copelli e Fabi centrali, Fortunato e Sardanelli a scambiarsi il ruolo di libero. Dall’altra parte della rete mister Mosca risponde con la diagonale Leoni-Cuk, Bolla-Calarco schiacciatori, Nannini e Biglini al centro, Bortolini Libero.
Inizio punto a punto fino a quando il Massa trova il primo importante vantaggio 5-8 e Falabella è costretto a chiamare il tempo. Al rientro i lagonegresi accorciano le distanze e arriva il pareggio sul 12 punto. Ma ancora una volta gli ospiti provano a spingere e sul muro out che segna il 14-17 , Falabella chiama ancora il tempo e al rientro Fabi si occupa di riportare in parità prima dal centro e poi con un muro che segna il 19 pari. Inizia poi lo scambio punto a punto tra le due squadre e solo nel finale gli ospiti sono bravi ad avere la meglio.
Secondo set inizia con un piglio diverso per i lagongresi che sono sul 4-0 e questa volta è mister Mosca a dover chiamare il tempo ma al rientro la marcia degli uomini di Falabella non si ferma con Holt e Fabi sugli scudi a trascinare la Geosat Geovertical sul 10-4. Amministrano bene il vantaggio i biancorossi con Boscaini si arriva al 5-14 . Nella fase centrale le due doppie chiamate dal direttore di gara, il Massa che prova ad accorciare con Cuk costringono Falabella a chiamare il tempo. Al rientro si fa sentire ancora Boscaini che fa registrare 80% di ricezione positiva (16-10) ma il muro biancorosso continua a essere decisivo e gli attaccanti toscani non oltrepassano la rete che Fabi difende con 6 punti di cui 3 a muro. Solo un timido recupero arriva dalla metà campo toscana che dal 20-14 si porta sul 22-16 ma ancora il muro ospite chiude il set.
Equilibrato l’inizio del terzo set fino al primo allungo Geosat 5-3. Gli ospiti sbagliano in battuta e regalano ai padroni il vantaggio di + 2 (12-10).La Geosat ingrana la marcia nelle fasi centrali8 a colpire dal centro per primo è Copelli, poi ci pensano Boscaini e Holt 10-14. Gli ospiti, però iniziano a reagire alle giocate ospiti, e recuperano lo svantaggio 16-14. Nel finale al centrale Leoni gli scivola la palla tra le mani non riuscendo nemmeno a far partire lo scambio è + 3 per i biancorossi 20-17. Cuk ci aiuta sbagliano al servizio e il terzo parziale è biancorosso.
Nel quarto è il Massa in vantaggio 2-4 e coach Falabella suona il tempo. Al rientro sul taraflex con Fabi in battuta la Geosat-Geovertical ritrova la parità 4-4. Si procede punto a punto con diversi errori al servizio da entrambe le parti, lo schiacciatore laziale della Geosat-geovertical Roberti fa registrare l’ennesima parità 9-9. Nelle fasi centrali nessuna delle due prevale sull’altra è uno scambio a campi palla. Sia Copelli sia Roberti ripristinano per due volte consecutive la parità 15-15. Mosca chiede il time out sul 17 16, si riprende a giocare ma il gioco è sempre a suon di cambi palla dettato principalmente da errori el servizio. Sul finale Roberti stampa l’ace e Mosca ferma nuovamente il gioco 21-19. Sull’ennesima parità 21-21 è Falabella a far sedere i suoi, al rientro holt sale in cattedra e manda in tint con i suoi potenti attacchi la difesa avversaria 24-22. Il set lo chiude il veterano della Geosat-Geovertical: Boscaini.
“Sono contento per la parte tecnica – spiega Falabella- abbiamo espresso un bel gioco, seppur nel primo set siamo partiti in sordina. Abbiamo avuto due settimane per riprepararci e soprattutto stiamo preparando la fase dei play out, stiamo sistemando qualche errore in fase di ricezione e attacco- conclude il tecnico- sta sera è stata molto fluida e questa ci fa ben sperare”.
Paola Vaiano

Geosat Geovertical Lagonegro Acqua Fonteviva Massa 3-1

Geosat Geovertical Lagonegro: Fabi 16, Mulushev, Amouah, Sardanelli, Leone, Kindgard 4, Holt 12, Boscaini 11 , Giosa , Copelli 12, Roberti 9. All. Falabella

Acqua Fonteviva Massa: Bortolini , Cuk 18, Masini, Leoni 3, Briglia, Bolla 14, Bernieri 5, Nannini 5, Calarco 7, Briata, Silva 5 , Quarta, Biglino 8, Dolgopolov. All. Mosca

Durata set 26’, 29’, 23’, 26’ 1h 44’

NOTE:
Lagonegro Muri 8, Ace 6, errori in battuta 13, in attacco 49%, in ricezione 56 %(40%) .
Massa Muri 7, Ace 4, errori in battuta 13, in attacco 43% , in ricezione 45% (20%) ;

Arbitri: Gasparro- Colucci

Giu 102017
 

Il 10 giugno 2017 nella sala consiliare sono state presentate le “Lauriadi” un intenso programma di iniziative sportive volute dall’Amministrazione Comunale di Lauria. Nel corso della conferenza stampa è stato premiato il coach di seria A di Volley Giancarlo D’Amico. L’evento è stato presentato da Giacomo Bloisi.

Ott 152016
 

E’ ormai alle porte l’esordio casalingo della Basi Grafiche Geosat. L’impianto potentino del PalaBasento aprirà i battenti a partire dalle ore 17:00 per la seconda giornata del campionato, che vedrà opporsi gli uomini di Falabella e l’Emma Villas Siena.
“Non vediamo l’ora di riabbracciare i nostri tifosi – sottolinea il coach biancorosso – siamo sicuri che anche qui a Potenza ci seguiranno in massa e pensiamo che anche il capoluogo risponderà alla grande”.
Conscio di giocare contro una delle squadre più quotate del girone il tecnico lagonegrese ha impostato il lavoro settimanale dei suoi partendo dalle indicazioni ricavate dal match d’esordio di Castellana.
“Ci siamo preparati cercando di migliorare le cose che non sono andate bene nella prima gara, sarà fondamentale per noi essere molto più incisivi in battuta per cercare di impensierire quella che si presenta come una vera e propria corazzata. Abbiamo cercato di individuare gli eventuali punti deboli di Siena – spiega ancora Falabella – anche se sono ben pochi per una squadra con diversi atleti di esperienza internazionale che ha il suo marchio di fabbrica nella velocità di gioco”.
Il riferimento è sicuramente a Noda Blanco, nazionale spagnolo appena rientrato dopo le ottime prestazioni fornite nelle qualificazioni ai campionati europei. Occhio fra gli altri al palleggiatore Fabroni, che in terra lucana metterà a segno la sua 400ma presenza in serie A2.
“Dal canto nostro – conclude il tecnico lagonegrese – siamo in buone condizioni e a parte Kvalen, non ancora al 100% ma che domenica potrebbe anche giocare qualche spezzone di gara, il resto del gruppo sta bene ed ha mostrato di avere la carica giusta per un impegno così importante”.
Per la Basi Grafiche Geosat la settimana è stata come sempre caratterizzata da doppie sedute in palestra e al PalaSimone, con gli ultimi due allenamenti disputati poi da Parisi e compagni sotto i riflettori del PalaBasento per prendere maggior confidenza con il terreno di gioco.
Scalda i motori anche Domenico Maiorana, che quest’anno si è affacciato al campionato per la prima volta nelle vesti di libero.
“Per me non è stato un esordio, ma visto il ruolo in cui sto giocando è come se lo fosse. Speriamo di ben figurare – spiega l’alfiere biancorosso – e anche se Siena è fra le più accreditate per il salto di categoria le proveremo tutte per farle lo sgambetto. Possiamo crescere, abbiamo ancora ampi margini di miglioramento e credo che partita dopo partita saremo sempre più in grado di dire la nostra”.
Paola Vaiano

volley

Ott 102016
 

Bcc Castellana Grotte – Basi Grafiche Geosat Lagonegro 3 – 0 (33-31, 25-17, 25-22)

Bcc Castellana Grotte: Cavaccini, Canuto 10, Cazzaniga 18, Quarta 6, Moreira 13, Presta 8, Garnica 1, Astarita, Scio, Di Noia, Ferraro, De Santis 2, Barbone, Pace. All. Lorizio

Basi Grafiche Geosat Lagonegro: Boesso 14, Maiorana, Boscaini 5, Giosa 6, Galabinov 9, Pizzichini, Cubito 5, Parisi 2, Kvalen, Kindgard, Da Silva, Fortunato, Gabriele. All. Falabella

Note

Arbitri: Stancati, Palumbo.

Bcc Castellana Grotte: muri 4, ace 8, errori in battuta 20, attacco 53%, ricezione 52% (45%);

Basi Grafiche Geosat Lagonegro: muri 5, ace 4, errori in battuta 14, attacco 39%, ricezione 38% (27%);

Durata set: 38’, 27’, 28’; TOT 1h33’.

Esordio non dei migliori per la Basi Grafiche Geosat Lagonegro, che incappa in un 3-0 in casa della quotata New Mater Castellana trascinata da un Cazzaniga che con 18 punti si conferma la punta di diamante dei pugliesi. Falabella sceglie Parisi in regia, Giosa e Cubito centrali, Boesso opposto, Da Silva e Galabinov schiacciatori e Maiorana libero.

E’ Galabinov a segnare l’esordio in A2 dei lagonegresi, presentandosi per primo al servizio in un primo set ad altissimi livelli, con Boesso e Cazzaniga che mettono giù lo stesso numero di punti e con gli uomini di Lorizio che a fronte di un maggior numero di errori al servizio riescono a viaggiare su migliori percentuali di ricezione. Si assiste così al primo allungo lagonegrese (3-6) subito rintuzzato dai pugliesi (6-7). Il match va via così sul filo di un equilibrio che viene di nuovo rotto da un’ottima serie al servizio dell’ex Giosa (14-18) che costringe mister Lorizio al secondo discrezionale. Al rientro ci pensa Cazzaniga a suonare la carica con due ace consecutivi che permettono ai pugliesi di rientrare in partita (21-22) e di ritrovare la parità sul 24° punto grazie ad un muro di Canuto seguito da un errore in attacco di Boesso. Si va così ai vantaggi in un finale thrilling in cui gli scambi si allungano e le squadre forzano ogni fondamentale, ma è Castellana che dopo aver annullato un numero incredibile di palle set trova la lucidità per il controsorpasso decisivo.

Al cambio di campo regna un illusorio equilibrio iniziale, fino a quando i padroni di casa sulle ali dell’entusiasmo trovano il primo significativo break sull’11-8 e con un ace di Presta e un Moreira entrato decisamente in partita volano poi fino al 19-13. Mister Falabella cerca di rimescolare le carte e dopo aver speso il secondo discrezionale inserisce Boscaini al posto di un Da Silva visibilmente bloccato dall’emozione dell’esordio. L’inerzia del parziale però non cambia e si va così via di cambio palla fino al prevedibile esito ancora una volta favolevole ai gialloblu.

Nel terzo set la Basi Grafiche Geosat rientra decisamente in partita e si procede su un equilibrio questa volta sostanziale fino a quando Boscaini, riconfermato in campo, segna il primo allungo biancorosso con un’ottima serie al servizio (11-13). Ci pensa però il solito Cazzaniga, che risponde sempre presente nei momenti caldi e con un lungolinea millimetrico ristabilisce la parità (15-15). Si procede ancora punto a punto con un muro a uno di Galabinov su Cazzaniga a cui risponde Moreira con una splendida pipe. Nel finale però i biancorossi iniziano a faticare nella fase punto grazie anche ad un Cavaccini che tira su qualsiasi palla nella metà campo gialloblu e costringe Galabinov e Boesso a forzare oltremodo l’attacco. Coach Falabella chiama due timeout consecutivi sul 23-21 e sul 24-22 alla ricerca di un break che allunghi la partita, ma prima Presta e poi Moreira non fanno sconti e chiudono la gara.

“Purtroppo partiamo con una sconfitta ma penso meritassimo qualcosa in più – ha dichiarato a fine gara l’allenatore biancorosso – anche se è il verdetto del campo quello che conta. C’è il rammarico di aver buttato via il primo set, quando ci è mancata quell’esperienza da serie A che probabilmente loro hanno in più rispetto a noi. E’ stato comunque un’ottima gara, da cui usciamo a testa alta con molti spunti positivi su cui continuare a lavorare e a crescere”.

“Sapevamo che era un inizio difficile – ha poi sottolineato l’allenatore pugliese Lorizio – contro una squadra che gioca bene; sono soddisfatto dell’approccio mentale dei miei, un po’ meno sotto l’aspetto tecnico e tattico. Loro sono molto combattivi e se i presupposti sono questi non credo avranno grandi problemi nel prosieguo del campionato”.
PAOLA VAIANO

volley

Apr 192016
 

Nella località lucana arriva il Viaggio di Istruzione promosso dalla Federazione Italiana Pallavolo.
Scanzano Jonico (Mt), 19 aprile 2016. Un caldo lunedì lucano ha accolto a Scanzano Jonico
(Mt), presso l’Hotel Porto Greco, le prime scuole del progetto Beach&Volley School in
programma dal 18 aprile al 7 maggio per un totale di tre settimane. Le scolaresche, arrivate in
Basilicata per un Viaggio di Istruzione, saranno impegnate principalmente nella pratica
sportiva, accompagnata da un autentico processo di arricchimento culturale e umano.
Beach&Volley School, progetto promosso dalla Federazione Italiana Pallavolo, fa tappa a
Scanzano Jonico a partire da quest’anno, dopo l’avvio a Bibione (Ve) nel 2009. Il programma
della settimana prevede giornate sui 10 campi da green volley allestiti all’interno della
struttura a bordo piscina, che verrà utilizzata per le attività di nuoto.
Oltre al green volley, tra le tante discipline sportive che impegneranno nella prima settimana i
circa 300 partecipanti degli istituti scolastici Vittorio Gassman (Roma), Liceo Classico T.L. Caro
(Sarno) e ITIS Sella (Biella), anche Tiro con l’arco, Frisbee, Zumba, Fitness, Calcetto, Basket, e
Tennis. E ancora: un corso sull’arbitraggio della pallavolo tenuto da arbitri federali, il
potenziamento linguistico, grazie anche agli “English Coach” presenti nello staff organizzativo,
attività culturali come la visita di Matera e nelle vicine località. La serata di presentazione, al
termine della quale avrà luogo una coreografica partita 100 vs. 100, avrà luogo martedì 19
mentre il torneo del Beach&Volley School, seguito dalla serata di premiazioni, è in programma
giovedì 21. Non mancheranno i momenti di divertimento insieme all’animazione, mercoledì
20 infatti è prevista la serata Talent Show all’interno della quale i ragazzi potranno esibirsi
nelle loro specialità.
Beach&Volley School si pone quindi come una rilevante opportunità di promozione a livello
nazionale per il territorio della Basilicata, grazie alla quale avvicinare e coinvolgere gli studenti
di tutta Italia, delle scuole secondarie di primo e secondo grado.
Fabrizio D’Alessandro

BeachVolleySchool_ScanzanoJonico_01

Mag 102015
 

Grazie alla società di volley del Rotonda, la nazionale italiana di Sitting Volley è stata ospite del lagonegrese l’8 ed il 9 maggio 2015. In particolare, nel palazzetto dello sport “Gino Alberti” di Lauria, vi è stata una partita alla presenza di un numeroso pubblico e delle autorità cittadine co-organizzatrici dell’evento.


Alcune immagini dell’evento


Le interviste: sindaco di Lauria Gaetano Mitidieri, coach nazionale Romano Piaggesi, responsabile del settore Benito Montesi

Nov 162014
 

C’è voluta una delle più attese avversarie, una della più quotate del girone, per concedere al pubblico del PalaSimone l’esordio vincente della Fresco Lagonegro per la stagione 2014-2015. Due ore per ribaltare un pronostico che dava una vittoria quasi in volata dell’Aversa e invece la Fresco si è imposta con un impresa memorabile, su un’Exton completamente in balia dei leoni lagonegresi. Che era una partita difficile si sapeva già da tempo, i campani erano arrivati a Lagonegro per portarsi a casa tre punti decisivi per la classifica. Ma non avevano fatto i conti con i padroni di casa, guidati da un Bosco preciso e a tratti infallibile. Unico neo per i biancorossi è stato il primo set.
Il tecnico lagonegrese schiera il solito starting six, con Rigoni in panchina e Mille e Valla su posto 4, mentre al centro c’è Cubito. Ad inizio gara i campani, forti della loro superiorità sulla carta, non si lasciano intimorire da un PalaSimone gremito in ogni centimetro quadro: entrambi i tempi tecnici confermano la superiorità della squadra di Draganov che nell’ultima settimana ha anche rafforzato il reparto schiacciatori, con l’innesto di Libraro. Così il set scorre facilmente per gli aversani in avanti dapprima di 4 lunghezze e poi di 6 nel parziale finale. Gli uomini di Draganov pensano, troppo presto, di avere la vittoria finale in pugno e rientrano in campo con troppa tranquillità. “Nel primo set abbiamo fatto sicuramente troppi errori- ha commentato il tecnico lagonegrese- una volta capito questo siamo riusciti ad eliminare gli errori e abbiamo giocato una bellissima pallavolo”.
Il cambio di gioco nel secondo arriva ben presto e i lagonegresi risalgono la china e si portano in avanti alla prima pausa tecnica. Toma mette a segno palle decisive e il parziale è sul 12-9: il vantaggio incrementa grazie anche all’ingresso dello schiacciatore Rigoni che sia in fase di ricezione che di attacco riesce ad essere incisivo. I campani provano a riportarsi in parità ed il parziale più vicino ( 14-13) è solo temporaneo. Restano così a guardare il finale del set gli uomini di Draganov che calano anche sul piano psicologico e la partita si riporta in parità
La superiorità vista nei primi due set cede poi all’equilibrio in campo del terzo set, quando si procede di punto in punto, fino alla fine. Sale il cattedra il regista lucano che riesce a gestire il gioco e permettere ai martelli di infilare punti che concedono ai biancorossi di vincere anche il terzo set. Il nervosismo fa la sua parte tra le fila campane e il quarto set inizia con un secondo rosso della partita, il primo era per Libraro A, questa volta invece per Montò che continua a lamentarsi in campo. Il piano psicologico così la fa da padrona: il libero Bisci non riesce ad essere costante e gli errori di Risponi e Giacobelli incidono fortemente sulla partita. Capitan Parisi e compagni così non lasciano nulla al caso: sempre precisi, con un Benedetto su ogni recupero e Rigoni, Valla e Toma che trovano spazi in ogni angolo avversario. Il PalaSimone si infiamma e i biancorossi si esaltano e planano verso la fine della partita, mettendo così il sigillo pesantissimo sui tre punti. “Credo sempre nella mia squadra-a fine gara dichiara coach Bosco- non entriamo mai in campo da sconfitti, mi aspettavo una reazione dopo la prima defaiance e l’abbiamo avuta, abbiamo giocato e fatto vedere una bellissima pallavolo, sono contento che oggi il nostro pubblico abbia finalmente potuto festeggiare con noi i primi tre punti casalinghi”.
Paola Vaiano

Fresco Rinascita Lagonegro:Turano11, Parisi 1, Toma18, Cubito6, Valla 12,Mille, Rigoni8, Benedetto, Peluso, Fortunato, Salomone1, Maiorana, Rigoni. All Bosco.

Exton Volleyball Aversa: Scialò, Libraro, Falanga, Rispoli, Montò, Giacobelli, Bisci, Lbraro E. (L)ll. Draganov,

19-25, 25-19, 25-23, 25-22

volley