Flash Feed Scroll Reader
mag 102015
 

Grazie alla società di volley del Rotonda, la nazionale italiana di Sitting Volley è stata ospite del lagonegrese l’8 ed il 9 maggio 2015. In particolare, nel palazzetto dello sport “Gino Alberti” di Lauria, vi è stata una partita alla presenza di un numeroso pubblico e delle autorità cittadine co-organizzatrici dell’evento.

Alcune immagini dell’evento

Le interviste: sindaco di Lauria Gaetano Mitidieri, coach nazionale Romano Piaggesi, responsabile del settore Benito Montesi

nov 162014
 

C’è voluta una delle più attese avversarie, una della più quotate del girone, per concedere al pubblico del PalaSimone l’esordio vincente della Fresco Lagonegro per la stagione 2014-2015. Due ore per ribaltare un pronostico che dava una vittoria quasi in volata dell’Aversa e invece la Fresco si è imposta con un impresa memorabile, su un’Exton completamente in balia dei leoni lagonegresi. Che era una partita difficile si sapeva già da tempo, i campani erano arrivati a Lagonegro per portarsi a casa tre punti decisivi per la classifica. Ma non avevano fatto i conti con i padroni di casa, guidati da un Bosco preciso e a tratti infallibile. Unico neo per i biancorossi è stato il primo set.
Il tecnico lagonegrese schiera il solito starting six, con Rigoni in panchina e Mille e Valla su posto 4, mentre al centro c’è Cubito. Ad inizio gara i campani, forti della loro superiorità sulla carta, non si lasciano intimorire da un PalaSimone gremito in ogni centimetro quadro: entrambi i tempi tecnici confermano la superiorità della squadra di Draganov che nell’ultima settimana ha anche rafforzato il reparto schiacciatori, con l’innesto di Libraro. Così il set scorre facilmente per gli aversani in avanti dapprima di 4 lunghezze e poi di 6 nel parziale finale. Gli uomini di Draganov pensano, troppo presto, di avere la vittoria finale in pugno e rientrano in campo con troppa tranquillità. “Nel primo set abbiamo fatto sicuramente troppi errori- ha commentato il tecnico lagonegrese- una volta capito questo siamo riusciti ad eliminare gli errori e abbiamo giocato una bellissima pallavolo”.
Il cambio di gioco nel secondo arriva ben presto e i lagonegresi risalgono la china e si portano in avanti alla prima pausa tecnica. Toma mette a segno palle decisive e il parziale è sul 12-9: il vantaggio incrementa grazie anche all’ingresso dello schiacciatore Rigoni che sia in fase di ricezione che di attacco riesce ad essere incisivo. I campani provano a riportarsi in parità ed il parziale più vicino ( 14-13) è solo temporaneo. Restano così a guardare il finale del set gli uomini di Draganov che calano anche sul piano psicologico e la partita si riporta in parità
La superiorità vista nei primi due set cede poi all’equilibrio in campo del terzo set, quando si procede di punto in punto, fino alla fine. Sale il cattedra il regista lucano che riesce a gestire il gioco e permettere ai martelli di infilare punti che concedono ai biancorossi di vincere anche il terzo set. Il nervosismo fa la sua parte tra le fila campane e il quarto set inizia con un secondo rosso della partita, il primo era per Libraro A, questa volta invece per Montò che continua a lamentarsi in campo. Il piano psicologico così la fa da padrona: il libero Bisci non riesce ad essere costante e gli errori di Risponi e Giacobelli incidono fortemente sulla partita. Capitan Parisi e compagni così non lasciano nulla al caso: sempre precisi, con un Benedetto su ogni recupero e Rigoni, Valla e Toma che trovano spazi in ogni angolo avversario. Il PalaSimone si infiamma e i biancorossi si esaltano e planano verso la fine della partita, mettendo così il sigillo pesantissimo sui tre punti. “Credo sempre nella mia squadra-a fine gara dichiara coach Bosco- non entriamo mai in campo da sconfitti, mi aspettavo una reazione dopo la prima defaiance e l’abbiamo avuta, abbiamo giocato e fatto vedere una bellissima pallavolo, sono contento che oggi il nostro pubblico abbia finalmente potuto festeggiare con noi i primi tre punti casalinghi”.
Paola Vaiano

Fresco Rinascita Lagonegro:Turano11, Parisi 1, Toma18, Cubito6, Valla 12,Mille, Rigoni8, Benedetto, Peluso, Fortunato, Salomone1, Maiorana, Rigoni. All Bosco.

Exton Volleyball Aversa: Scialò, Libraro, Falanga, Rispoli, Montò, Giacobelli, Bisci, Lbraro E. (L)ll. Draganov,

19-25, 25-19, 25-23, 25-22

volley

lug 162014
 

Sono ancora vivi negli occhi e nel cuore le immagini della promozione della Rinascita Volley Lagonegro, eppure è già tempo di mettersi al lavoro. Per la stagione 2014-2015 il nuovo corso della Rinascita Lagonegro promossa in B1 e vice campione d’Italia riparte da Pasquale Bosco. Sarà il tecnico calabrese artefice dell’ottima stagione appena trascorsa, a guidare la panchina biancorossa che ormai è diventata la sua seconda casa. “I primi due anni di lavoro a Lagonegro sono stati bellissimi e sono contento che la Società abbia scelto me per iniziare questo nuovo progetto in B1- ha spiegato il tecnico calabrese: continuare l’avventura a Lagonegro era la mia priorità. Per questo non ho minimamente ascoltato le altre offerte che mi sono pervenute nelle scorse settimane – ha sottolineato Bosco-: quando ho avuto la chiamata della società lagonegrese non ho esitato per niente a rifiutare”.
Bosco ha firmato in questi giorni il rinnovo contrattuale di un anno, con l’obiettivo di entusiasmare i tifosi ed ottenere ancora risultati di alto profilo.
“Ringrazio Bosco per aver accettato di sposare nuovamente la nostra causa pur con un progetto differente rispetto a quello degli ultimi anni – ha dichiarato il Presidente Nicola Carlomagno – . Sarà una sfida importante, non semplice, ma sicuramente stimolante; ho la massima fiducia che Pasquale, potrà vincerla. Il suo primo obiettivo sarà creare l’ossatura di una nuova squadra al fianco del ds Tortorella che sappia regalare in futuro nuove soddisfazioni. Auguro ad entrambi buon lavoro, che non mancherà di certo”.
Per Bosco si tratta, di fatto, del terzo anno a Lagonegro e tornerà a svolgere il ruolo di primo allenatore avendo dalla sua una serie di esperienze importanti.
“Siamo contenti di Bosco – ha commentato il ds della Rinascita, Nicola Tortorella – la sua riconferma era giusta e dovuta dai successi avuti nella passata stagione che ci hanno visti vice campioni a Chiusi e artefici di una strepitosa finalissima di play off culminata nella promozione in B1”.

Dopo la storica stagione dello scorso anno “tanti allenatori si sono offerti per lavorare al mio fianco- ha dichiarato un entusiasta Bosco- a dimostrazione di quanto Lagonegro sia piazza ambita”. Pensa e programma dunque i prossimi impegni il tecnico biancorosso che come sempre è molto chiaro e determinato “quest’anno vivremo una stagione differente rispetto alle precedenti ma questo è comunque un punto di partenza importante e stimolante; deve essere la molla per ripartire con ancora maggiore convinzione.
Stiamo lavorando nell’allestimento della nuova squadra insieme al ds, tra conferme e nuovi arrivi dovremo fare i conti con tanti cambiamenti, anche più di quanti potessi immaginare: il nuovo gruppo sarà un mix fra giocatori, giovani e nuovi, ed altri che conoscono bene questa realtà. Sicuramente allestiremo una formazione che sarà capace di dare soddisfazioni. L’obiettivo sarà crescere assieme per cercare di essere subito competitivi- chiosa il tecnico calabrese- ci vorrà pazienza ma anche entusiasmo, coraggio e un tanto spirito di sacrificio”.
Non manca poi il richiamo del tecnico al sostenitore numero uno della Rinascita, ossia il caldo pubblico biancorosso che quest’anno è stato davvero l’arma in più nelle gare decisive. “Avere ancora l’appoggio del nostro pubblico sarà fondamentale e uno degli obiettivi primari, sono convinto che i nostri tifosi risponderanno ancora una volta alla grande. Mi auguro che non si perda lo spirito vincente e l’organizzazione che abbiamo avuto sin qui, perché sicuramente è stato un fattore determinante per i nostri successi; da questo punto di vista avere a disposizione uno staff di primo livello come il nostro è una bellissima rassicurazione e ringrazio personalmente tutti coloro che sono rimasti per la fiducia in questo progetto”. A breve ufficializzeremo lo staff tecnico che mi affiancherà alla guida di questa bellissima avventura: ci sarà da lavorare tanto ma garantisco il nostro massimo e totale impegno”.
Paola Vaiano

final four 344

mag 162014
 

Si esibirà in concerto gratuito in piazza Lombardi il prossimo 18 agosto. Pisticci, dunque, va ad aggiungersi a piazze di qualità come quelle di Roma, Milano, Torino, Firenze, Napoli, in cui Noemi sarà in tournèe.

Voce ruvida e profonda, un po’ roca e tremendamente coinvolgente: questa è Noemi.
Al secolo Veronica Scopelliti, con il suo primo singolo “Briciole” entra direttamente al primo posto nella classifica ufficiale del download dei singoli e in altissima rotazione in tutte le radio, diventando la colonna sonora dell’estate 2009. L’EP, che esce nell’aprile 2009 ed è intitolato con il nome dell’artista, conquista il disco d’oro.
Sempre nel 2009 esce il nuovo album “Sulla mia pelle” con dieci brani inediti.
Il primo singolo “L’amore si odia” è una canzone che lascia il segno, grazie alla collaborazione con una grandissima artista come Fiorella Mannoia che, con Noemi, dà vita a uno straordinario duetto. Il brano rimane per mesi ai vertici delle classifiche di vendita ed airplay, guadagnando il disco multiplatino.
L’album ha un fantastico esordio, debuttando direttamente al terzo posto della classifica vendite.

Noemi partecipa al Festival di Sanremo 2010 con il brano “Per tutta la vita” ed esce la special edition dell’album “Sulla mia pelle”.
Ancora un grande successo per singolo e album: disco di platino per il brano, mentre l’album vende oltre 100.000 copie e rimane ai vertici della classifica per oltre trenta settimane aggiudicandosi il multiplatino.

L’album “RossoNoemi” esce a marzo 2011: nove brani inediti, tra cui “Vuoto a perdere”, già disco di platino, scritto per Noemi da Vasco Rossi e Gaetano Curreri.
Noemi stessa, per la prima volta, si occupa della stesura di gran parte dei testi delle nuove canzoni e segue l’intero processo creativo, lavorando negli Stati Uniti con Corrado Rustici, produttore dell’album.
Il secondo singolo estratto, “Odio tutti i cantanti”, brano ironico ed energico, è accompagnato da un video in cui Noemi riveste per la prima volta il ruolo di sceneggiatrice e diventa la colonna sonora dell’estate 2011.
A settembre entra in rotazione radiofonica “Poi inventi il modo”, il terzo singolo estratto dall’album “RossoNoemi”, nato dalla penna di Federico Zampaglione. Il videoclip, diretto per la prima volta dalla stessa Noemi, conquista lo “Special Award” al Premio Roma Videoclip.

Partecipa alla 62° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Sono solo parole”, scritto da Fabrizio Moro ed arrangiato da Corrado Rustici, classificandosi al terzo posto.
A febbraio esce la nuova edizione di “RossoNoemi” con i brani “Sono solo parole” e “In un giorno qualunque”.
“Sono solo Parole” ottiene il consenso del pubblico e della critica musicale e si piazza nei primi tre singoli più venduti su iTunes e conquista il platino mentre l’album è già disco d’oro.

Noemi si trasferisce a Londra alla ricerca di nuovi stimoli per scrivere i brani del nuovo album.
Nel 2013 partecipa in veste di coach a The Voice, un format che mette al centro la voce. L’esperienza è stata positiva e Noemi riconferma la sua partecipazione anche per la seconda edizione del programma.

Nel 2014 Noemi partecipa al Festival di Sanremo con i brani “Bagnati dal sole” e “Un uomo è un albero” di cui è coautrice sia dei testi che della musica e che sono inclusi nel nuovo album “Made in London” uscito il 20 febbraio.
“Made In London” è il nuovo album di Noemi contenente i due brani presentati al 64° Festival di Sanremo, “Bagnati dal sole” e “Un uomo è un albero”.
Noemi torna con una nuova maturità artistica e personale sviluppata grazie ad esperienze professionali e non che le hanno aperto orizzonti diversi. Questo album nasce e si è sviluppato a Londra e vede un grandissimo impegno personale dell’artista sia dal punto di vista autorale che produttivo – la produzione artistica è infatti curata della stessa Noemi – nonché la partecipazione di musicisti, autori e produttori inglesi che donano al progetto un sound contemporaneo e internazionale.

Anteprima programma musicale Feste Patronali Pisticci 2014.

Le Feste Patronali di Pisticci, che vedranno rinnovarsi la devozione della nostra comunità per San Rocco, sono alle porte.
L’Associazione Feste Patronali San Rocco Pisticci, accanto all’ormai tradizionale programma religioso, propone diversi appuntamenti civili che arricchiscono e completano il programma.
Quest’anno il clou degli eventi è indubbiamente rappresentato dal concerto di Noemi, che chiuderà i festeggiamenti il 18 agosto prossimo, ma di tutto spessore restano i concerti musicali programmati per la classica tre-giorni pisticcese.
Dovuto è un particolare ringraziamento a tutta la popolazione pisticcese che, con la fede di sempre, contribuisce alla buona realizzazione della festa.
Solo i membri dell’Associazione Feste Patronali, muniti di cartellino di riconoscimento e dietro rilascio di regolare ricevuta, sono autorizzati ad accettare offerte di denaro da parte dei fedeli.
Potrebbero fare, infatti, la comparsa falsi addetti intenzionati ad approfittare del buon cuore della popolazione pisticcese. Si invita a segnalare alle forze dell’ordine eventuali sospetti.
Grazie alla generosità dei tanti che contribuiranno, ognuno in base alla propria disponibilità, si sta allestendo una manifestazione di tutto rispetto.
Di seguito un’anticipazione del programma musicale.

15 Agosto FESTIVITA’ DELLA B.V.M. ASSUNTA, compatrona di Pisticci

• Piazza San Rocco – ore 21.00 “Nathalie” in concerto

Dopo moltissimi anni ritorna nella piazza dedicata al Santo la grande musica italiana d’autore. Una tradizione che vedeva esibirsi i migliori artisti nel giorno di apertura delle Feste Patronali in onore di S.Rocco.
Nathalie nasce nel 1979 a Roma da famiglia italo-belga.
Inizia a scrivere le sue prime canzoni all’età di 15 anni, prima alla chitarra, in seguito al pianoforte, strumento che studia per 2 anni. A 14 anni inizia a studiare canto. La sua musica si ispira in gran parte ad artisti anglosassoni, come Tori Amos, P.J. Harvey, Fiona Apple, Radiohead, Jeff Buckley, ma anche ad italiani come De André, De Gregori e agli chansonniers francofoni, come Serge Reggiani. Nathalie scrive i testi delle proprie canzoni in italiano, francese e inglese. Nel 1998 partecipa al concorso Spazio Aperto superando le selezioni e classificandosi al 3° posto in finale; nel 2000 vince nella categoria Under 21 al Festival Fuoritempo, in cui nel 2002 vincerà il Premio per Miglior Canzone Inedita. Dopo aver collaborato con numerose Cover Band, tra cui SkunKover (tribute band Skunk Anansie), nel 2002 forma un gruppo per portare il proprio progetto musicale sui palchi di vari locali romani, tra cui Il Locale, Circolo degli Artisti, Brancaleone, Beba Do Samba, Lettere Caffè, Sonica, Horus Club, Locanda Atlantide, Alpheus. Nel corso del 2003 apre i concerti romani di Marco Parente (Brancaleone) e La Crus (Circolo degli Artisti). Nel settembre dello stesso anno suona nel Giardino della Villa Comunale di Roseto degli Abruzzi (TE), all’interno della rassegna Commutazioni_003; nel marzo 2004 apre all’Alpheus un concerto di Andrea Mirò insieme a Barbara Eramo (Eramo e Passavanti) e Diana Tejera (Plastico) ; apre il concerto di Max Gazzè di Canterano l’8 agosto 2004. Le sue canzoni vengono trasmesse da Radio Città Futura, Radio Meridiano 12, Radio Città Aperta e RadioUno RAI alla trasmissione DEMO, per la quale ha suonato al concerto delle 1000 puntate (all’Alpheus di Roma) e con cui ha inoltre realizzato un Live trasmesso il 27 Agosto 2005; nell’ottobre 2005 partecipa al Biella Festival classificandosi al 2° posto; nello stesso mese partecipa ad alcune trasmissioni di RAI FuturaTV e RAISAT2000; nel febbraio 2006 le viene assegnato il “Premio SIAE per DEMO” 2006 al The Place di Roma; nel giugno dello stesso anno vince nella sezione Musica di MArtelive; nel mese di luglio si classifica al 2° posto del concorso “Sapienza In Musica” organizzato dall’Università “La Sapienza” di Roma. Nel settembre 2009 vince il premio “DEMO Lady’s Award” a Comiso (Ragusa), concorso organizzato dal programma radiofonico “DEMO” di Michael Pergolani e Renato Marengo, in onda su Radio 1 RAI. Nathalie è stata cantante e coautrice nel progetto Damage Done, band nu-metal con testi in inglese, con cui ha all’attivo il demo cd Thorns; con il medesimo gruppo ha aperto nel maggio 2004 il concerto di Vision Divine e Beholder al Blackout di Roma; la band si è classificata tra le prime tre band del Rock Tv Contest, legato al Tim-Tour 2004. Collabora saltuariamente ad altri progetti musicali, tra cui “Piccola Banda Icona” e “I Circolabili”. Nathalie è stata attrice-cantante nella Compagnia teatrale i Ghirigori, con cui ha già messo in scena i celebri musical “Les misérables” e “La storia infinita”. Dal 2009 collabora con Stefano Pulcini per il management e Francesco Tosoni per la produzione artistica. Nel 2010 decide di partecipare alle selezioni di X Factor. Entra nella categoria over capitanata dal geniale Elio. Superando il primo ballottaggio, che le ha fatto rischiare la permanenza all’interno del programma, lentamente, settimana dopo settimana, si è guadagnata il plauso del pubblico che l’ha premiata facendole vincere la quarta edizione di X Factor. Nathalie è riuscita a portare sul palco del talent di RaiDue un suo inedito “In punta di piedi” che ha messo d’accordo tutti, critica e pubblico. Il 30 novembre è uscito, su etichetta Rca Sony Music, “In punta di piedi”, l’EP che prende il nome dal brano di sua composizione (testo e musica) e che raccoglie alcune tra le più belle cover che Nathalie ha cantato durante il programma.
Nonostante quest’anno il vincitore di X Factor non guadagnasse il diritto a partecipare alla kermesse sanremese, Nathalie è riuscita a convincere, con la sua “Vivo sospesa” direttore artistico Gianmarco Mazzi e conduttore/dir. artistico Gianni Morandi. Nathalie quindi partecipa nella categoria big alla Sessantunesima Edizione del Festival di Sanremo.

• Piazza Umberto I – ore 21.00 “ModéM” in concerto

Band rock-pop melodico nata da una costola dei VersanteSud da un’ idea di Vincenzo Ranaldo (voce), figlio d’arte e diplomato al Conservatorio “Duni” di Matera, musicista professionista con un bagaglio musicale e professionale di tutto rispetto che ha fatto apprezzare negli ultimi anni le sue doti nei migliori locali e piazze del Sud Italia con altre formazioni e dal maestro Francesco Paolo Frigiola (tastiera), diplomato al conservatorio “Duni” di Matera.
Alla band si sono aggiunti Raffaele Galeota (chitarra), che col suo strumento dà anima alle sonorita’ dei ModéM; Francesco Papapietro (basso), che con i suoi suoni bassi e profondi del suo strumento riesce a penetrare attraverso i subwoofer dando corposità alla musica ed al progetto stesso dei ModéM; Giuseppe Bonora (batteria), ragazzo prodigio, studente di percussioni, ha al suo attivo un cd ed esperienza in studio da vendere, cuore della band che con il suo personalissimo tocco ritmico riesce a tirar fuori dalla batteria pulsazioni che raggiungono il cuore di chi ascolta; Maddalena Di Fonzo (voce), vincitrice di diversi concorsi canori che con la sua incantevole voce melodica impone la sua determinazione ed il suo carisma musicale contribuendo a rafforzare musicalmente la band; Anastasia Ranaldo, Vincenzo Valenzano e Domenico Sabato, ballerini di professione, vincitori di concorsi nazionali di danza moderna, completano lo spettacolo con coreografie.
I nove ragazzi hanno ore ed ore di prove nell’ IMode studio, appositamente creato per loro per le prove del tour che li vedrà impegnati nelle piazze del Sud Italia per condividere la musica dei Modà ed di Emma Marrone.

16 Agosto FESTIVITA’ DI SAN ROCCO, patrono di Pisticci

• Piazza San Rocco – ore 21.00 Orchestra Sinfonica di fiati “Davide delle Cese” di Bitonto (Bari)

L’orchestra Sinfonica di fiati “Davide Delle Cese”, della città di Bitonto, formata da quaranta elementi, ha nel suo organico strumenti rari (come il flicorno contralto, il clarinetto contralto e il glockenspiel), spazia dalla musica per banda, a quella classica, sacra e militare; si esibisce assieme a rinomati cori e porta avanti conferenze-concerto e vari progetti di ricerca. L’orchestra è dedicata al musicista Davide Delle Cese, che studiò musica al conservatorio di Napoli S. Pietro a Maiella. È sufficiente citare i suoi grandi successi conseguiti con la “Breccia di Porta Pia” e la celebre “L’Inglesina”, divenuta quest’ ultima, marcia ufficiale di rivista dell’esercito nazionale americano. Successivamente, nel 1891, partecipò al concorso per diventare direttore della banda municipale di Bitonto e superò brillantemente gli 80 candidati, ‘rimanendo in carica’ fino al 1938, anno della sua morte.
Il direttore artistico attuale, Vito Vittorio Desantis, ha studiato pianoforte, partecipando a vari concorsi nazionali ed internazionali, e trombone, dedicandosi anche agli studi umanistici. Ha conseguito la laurea specialistica in direzione d’orchestra ad indirizzo fiati al conservatorio di Potenza e il master di primo livello in musica applicata al cinema.
L’ Orchestra di fiati si avvale spesso della collaborazione di alcuni cantanti lirici e, nel suo curriculum, figurano anche alcune esibizioni insieme al Coro Ecumenico Barese diretto dal soprano Mariella Gernone o al coro Coro Lirico “Città di Bitonto”, diretto dal M° Emanuela Aymone.
Per precisa volontà del direttore artistico,da sempre impegnato nella ricerca musicale volta alla riscoperta di autori locali, il Complesso Bandistico “Davide Delle Cese” è coinvolto nella realizzazione di vari progetti di ricerca.
Ha al suo attivo alcune incisioni di brani inediti ed una collaudata tradizione di conferenze-concerti condotte anche mediante la collaborazione di illustri ospiti tra cui titolatissimi maestri e direttori d’orchestra, che forniscono interventi di carattere tecnico-musicale, e vari studiosi di storia e tradizioni meridionali che completano il tutto tracciando le coordinate storiche entro cui i compositori, oggetto di studio, operavano.

• Piazza Umberto I – ore 21.00 “Ariacorte” in concerto

Il gruppo di musica popolare Ariacorte nasce nel 1996 a Diso, piccolo centro agricolo di antichissime origini messapiche, situato tra la Marina di Castro e quella di Tricase (Le), con l’intento di mantenere viva la tradizione orale e la cultura popolare salentina.
In pochi anni il gruppo ha ricevuto lusinghieri apprezzamenti in molteplici incontri culturali e musicali di numerose città italiane ed estere. Attraverso un continuo lavoro di ricerca gli Ariacorte hanno raggiunto un ottimo livello di assieme musicale. Nell’ambito del progetto di rivalutazione e divulgazione del patrimonio culturale tradizionale, gli Ariacorte, a differenza di altri gruppi, non intendono fare un’opera di recupero nostalgico commerciale, bensì partendo dal linguaggio espressivo tradizionale e con il supporto dello studio approfondito dalle caratteristiche armoniche, melodiche e ritmiche, si propongono di sviluppare una musica che, pur avendo radici antiche, si presenta come una reinterpretazione di moduli tipici della cultura musicale popolare in rapporto ad una espressività e ad una identità moderna ed attuale.
Gli interventi, nel rispetto dello stile tradizionale, si pongono l’obiettivo di esaltare la vivacità e la spontaneità che nei secoli hanno caratterizzato la musica popolare. Una musica antica, riproposta con soluzioni sonore ricercate e originali. Antichi strumenti tipici come il “tamburello a cornice” e la “tamorra” battono l ritmo della “pizzica” accordandosi, senza soluzioni di continuità, con il resto della ricchissima strumentazione.
Il sound che ne scaturisce resta inconfondibilmente salentino, ma la complessità quasi orchestrale dell’impianto produce un tessuto sonoro differenziato dove la vena innovativa, i modi tradizionali e i momenti di raccoglimento coesistono e s’intrecciano, senza neutralizzarsi. La selezione dei brani tradizionali è stata condotta prevalentemente su materiale registrato sul “campo” ed è perciò in buona parte, frutto di un’operazione di ricerca etnomusicale che il gruppo ha effettuato raccogliendo canti e musiche direttamente dalla voce di “cantori popolari” o dagli “anziani” del paese.
L’armonioso intreccio di voci, supportato dalla sonorità del linguaggio degli strumenti musicali, dalla vivacità degli arrangiamenti e dalla presenza scenica di alcuni danzatori imprime allo spettacolo del gruppo una crescente intensità emotiva che alla fine coinvolge anche l’ascoltatore meno attento.

17 Agosto FESTIVITA’ DI SAN VITO, compatrono di Pisticci

• Piazza San Rocco – ore 21.00 “Ikea Circle Cape Band” in Concerto.

Come consuetudine si è voluto dare spazio ad un gruppo musicale locale.
E’ una band composta da 7 elementi provenienti da Pisticci e Marconia.
Il nome Ikea nasce dalla difficoltà di trovare gli elementi giusti da assemblare costringendo il gruppo a continui cambiamenti, mentre circle cape e’ riferito al luogo (Capo Rotondo) in cui il gruppo si ritrova per preparare il repertorio.
Il gruppo ha acquisito un stile rock portando in giro pezzi di Ligabue, Vasco Rossi, Rino Gaetano, Santana.
Lo spirito che accomuna i componenti e’ la voglia di fare musica, il divertimento dello stare insieme e la gioia di trasmettere la loro passione a chi li ascolta. Una caratteristica del gruppo e’ quella di trovare nuovi arrangiamenti ai pezzi originali cercando di dare un’ impronta personale. Attualmente il gruppo e’ composto da Donatello Carretta (voce), Antonio Roseti (acustica), Michele Tuzzolo (elettrica), Antonio Monistero (elettrica), Giacomo Bellino (tastiere), Vito Amato (basso), Angelo Fanuzzi (batteria) con la collaborazione di Francesca Camardo bellissima voce giovanile.

• Piazza Umberto I° – ore 21.00 “Euroband”

La “Euroband Marcing Band” è una formazione musicale che nasce ad Altamura ed è composta da un gruppo affiatato che, dopo dieci anni di esperienza bandistica insieme, ha deciso di diversificare i propri contenuti e le proprie esibizioni con un repertorio di grande impatto sonoro e visivo. La matrice di ispirazione è quella delle street band di New Orleans ma il repertorio varia tra musiche pop, funky, jazz, anni 70-80 e colonne sonore; ritmi e sonorità differenti tra loro si mescolano e si fondono creando armonie che si arricchiscono dell’improvvisazione musicale e delle coreografie. Il progetto ha tra le sue caratteristiche quella di far sempre accompagnare alla musica delle coreografie originali, per cui i musicisti mentre suonano, vanno in parata o cantano, ballano. La Marcing Band è capace di esibirsi nelle piazze e per le vie della città e trova il suo ambiente naturale a contatto con la gente che rimane contagiata dalle performance coinvolgenti, tutte da ascoltare, da vedere e da ballare. Nasce una grande festa della musica in cui lo spettatore, trascinato dalla situazione che si viene a creare, diventa parte integrante dello spettacolo e rivive l’allegria, la semplicità e il sapore delle feste in strada, tra la gente del proprio paese.

Associazione Feste Patronali
San Rocco Pisticci

pisticci3

gen 202014
 

Può la comunicazione fare la differenza in una corsia d’ospedale o nell’ambulatorio di un medico di famiglia? Certamente aiuta a costruire la leadership degli operatori del settore sanitario, con importanti riflessi nel rapporto con i pazienti, oltre che con i colleghi. Il tema, assai attuale, sarà oggetto del seminario “L’uso del linguaggio per accrescere carisma e potere personale” che si svolgerà martedì 21 gennaio, nella Sala Convegni dell’Ospedale San Carlo di Potenza, e sabato 25 gennaio, nell’Auditorium dell’Ospedale Oncologico Regionale di Rionero in Vulture.

Rivolto a tutti i professionisti che lavorano nel mondo della salute, il Corso sarò tenuto dal Mental Coach e Trainer Giovanni Fanelli che, grazie alla sua esperienza internazionale maturata nell’ambito della Programmazione Neuro-Linguistica, delle specializzazioni in Linguistica Applicata, Psico-semantica e Comunicazione integrata, illustrerà ai partecipanti come gestire gli stati di stress, sviluppare uno stile di comportamento e comunicazione che ispira, motiva e riunisce le persone per il raggiungimento di uno scopo, scegliendo le parole giuste in ogni circostanza.

Organizzato in collaborazione con la Fials Potenza, il Seminario “L’uso del linguaggio per accrescere carisma e potere personale” permetterà ai partecipanti di conseguire 11,5 crediti validi per la Educazione Continua in Medicina (ECM), il programma nazionale comprendente le attività finalizzate a mantenere elevate e al passo con i tempi la professionalità degli operatori della Sanità.

L’esperienza formativa, della durata di 9 ore, metterà in primo piano le tecniche di comunicazione necessarie ad offrire una maggiore attenzione nei confronti di colleghi, collaboratori e pazienti. Responsabili, coordinatori e tutto il personale del comparto potranno dedicare il loro aggiornamento professionale ad un aspetto trasversale, a volte trascurato ma di fondamentale importanza nella gestione degli interventi terapeutici, nel rapporto con i pazienti, nella collaborazione all’interno dell’equipe di lavoro.

“Una delle cose che ritengo fondamentali nel campo della salute è quella che si definisce ‘alleanza terapeutica funzionale’. Sono in tanti a chiedermi quale sia il modo migliore per aumentare la qualità degli interventi sanitari e la verità è che, specialmente negli ospedali, bisogna innanzitutto lavorare sugli aspetti relazionali e creare un clima di collaborazione e fiducia tra colleghi per poi trasferirlo ai pazienti. Inoltre, la comunicazione efficace consente di acquisire informazioni di qualità e inquadrare le terapie in un campo di eccezionale precisione”, spiega Giovanni Fanelli, già docente presso la Scuola di Specializzazione in Medicina Generale di Potenza, dove insegna ‘L’arte del linguaggio nella scienza della guarigione’. “Oggi, recuperare la dimensione umana nel lavoro è fondamentale”, aggiunge, evidenziando il ruolo che in ciò può avere una migliore conoscenza e consapevolezza di sé e del proprio potenziale.

La giornata si pone come seconda e ultima parte di un percorso iniziato lo scorso anno, alla scoperta di un più efficace vocabolario socio-sanitario che, in realtà, va oltre il lessico. Teoria e pratica, infatti, si articoleranno in momenti dedicati anche all’intelligenza emotiva e al successo personale.

FotoSeminarioRionero

apr 192013
 

La Puntotel Sala Consilina giocherà domani, sabato, l’ultima partita di campionato fra le mura amiche del PalaPozzillo. Le ragazze di coach Draganov avranno di fronte il fanalino di coda Cedat 85 San Vito. Sarà un match in cui entrambe le squadre scenderanno in campo con la massima tranquillità. La Puntotel, avendo già raggiunto l’obiettivo salvezza da diverse giornate, cinque per l’esattezza, avrà l’occasione di salutare nel migliore dei modi i propri beniamini, mentre il San Vito, dal canto suo, verrà a Sala soltanto per onorare il campionato essendo retrocessa già da tempo.

Ma per la Polisportiva Antares Sala Consilina quella di domani sarà una gara molto particolare soprattutto dal punto di vista extrasportivo. Non a caso, per l’occasione, si potrà assistere gratuitamente al match. La società biancorossa ha deciso, infatti, di non far pagare il consueto biglietto d’ingresso. “Vogliamo, sottolinea il direttore generale, Nicola Ammaccapane, salutare il campionato lasciando aperte le porte del PalaPozzillo. Domani sera sarà una grande festa del volley, ma sarà anche l’ultima partita in assoluto che la nostra squadra giocherà nel PalaPozzillo. Chiuderemo, dunque, questi nostri due storici anni di serie A2 dando la possibilità a tutti di poter salutare la nostra squadra”.

Ammaccapane si riferisce al fatto che la Puntotel non potrà più giocare nella struttura sportiva salese in quanto essa risulta essere inadeguata e non confacente ai criteri tecnico-strutturali richiesti per poter disputare partite del campionato di serie A2. “Purtroppo, continua Ammaccapane,  per il prossimo campionato dovremo, nostro malgrado, trovare un nuovo campo da gioco. Ci stiamo già adoperando per riuscire a risolvere tale problema, ma non è affatto semplice”.

Ritornando alla gara di domani, ovviamente, Colarusso e compagne sono emozionate. Tutte le cicognine scenderanno sul parquet salese con l’unico obbiettivo della vittoria per concludere felicemente una stagione più che positiva in cui tutto il roster biancorosso ha dimostrato di essere attaccato ai colori sociali. Le cicognine e l’intero staff tecnico, con in  testa coach Draganov ed il suo secondo La Maida, hanno dimostrato, con il loro continuo impegno, di essere seri professionisti.

La gara di domani sera inizierà alle ore 20,30. Ad arbitrare saranno Alessandro Perdisci e Pasquale Cimento.   

Pasquale Lapadula

volley

apr 142013
 

Ultima trasferta stagionale per la Puntotel Sala Consilina che domani, domenica, sarà impegnata in Toscana per giocare contro “Il Bisonte San Casciano”, gara valida per la penultima giornata della Regular Season de 68° campionato di volley femminile di Serie A2.

Le cicognine salesi affronteranno il match senza l’assillo di fare risultato a tutti i costi avendo ormai abbandonato, con la sconfitta casalinga di domenica scorsa ad opera del Soverato, il sogno di poter rientrare nella griglia dei paly off.

Dall’altra parte della rete, invece, la squadra toscana si giocherà le ultime possibilità di disputare i play off. Le ragazze di coach Francesca Vannini, infatti, sono a -1 dalla settima piazza in classifica, ovvero dall’ultimo posto utile disponibile per partecipare al post season. L’attuale classifica dice che Mazzano e Soverato sono sesta e settima a quota 33, mentre le azzurrine toscane sono ottave con Crovegli a 32. Alla luce di tutto ciò, “Il Bisonte San Casciano” dovrà assolutamente conquistare i tre punti nel match contro Sala Consilina.

“Siamo consapevoli che sarà una gara difficilissima, sottolinea il team manager salese, Raffaele Calandriello. Il nostro campionato lo abbiamo, però, già vinto raggiungendo la quota salvezza con largo anticipo e sfiorando anche lo storico traguardo dei play off.  Domani, perciò, potremo giocare nella massima tranquillità vendendo cara la nostra pelle. Le ragazze stanno bene e sono certo che giocheranno come al solito, ovvero col massimo impegno”.

Per la cronaca va detto che nella partita di andata ad imporsi fu la Puntotel che vinse al tie break sulla compagine fiorentina.

Il match inizierà alle ore 18,00 al palazzetto dello sport di San Casciano.  Ad arbitrare saranno Lucia Paravano e Massimo Piubelli.

 

Pasquale Lapadula

puntotel

lug 032012
 

Il PalaSaponara si veste a festa, pronto ad accogliere le campionesse d’Italia e del Montenegro!  L’8 Luglio prossimo Ita Salandra, Pro Reggina ed Fc Ekonomist Niksic si sfideranno nel triangolare amichevole “Una Notte tra le Stelle”. L’evento avrà inizio alle ore 19.00 e si concluderà con una grande festa prima del congedo ufficiale per le meritate vacanze estive. Tutte le biancoazzurre, comprese le nuove arrivate, saranno a disposizione di coach Nicoletta Sergiano a partire da Venerdì 6 Luglio, data di inizio del ritiro, e saranno impegnate in una doppia seduta di allenamento agli ordini del preparatore atletico Armento. “Chiudiamo la fase extra campionato con un triangolare di grande valore – il commento del coach lucano – finalmente vedrò la mia squadra al completo con tutti i nuovi innesti. Potrò valutare con certezza il lavoro da fare ed il valore di base del mio roster. Sono carica, voglio dare un segnale importante alla squadra: ci aspetta un anno importantissimo e voglio il massimo da me stessa e da ognuna delle ragazze! Ho scelto personalmente le nuove e sono certa si dimostreranno presto grandi giocatrici, dotate di intelligenza umana e sportiva. Sarà semplice lavorare insieme. Quanta emozione: non vedo l’ora di vederle tutte insieme in campo!”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

lug 032012
 

Si chiude la stagione 2011/12: Domenica 8 Luglio triangolare con Pro Reggina ed Ekonomist NiksicIl PalaSaponara si veste a festa, pronto ad accogliere le campionesse d’Italia e del Montenegro!  L’8 Luglio prossimo Ita Salandra, Pro Reggina ed Fc Ekonomist Niksic si sfideranno nel triangolare amichevole “Una Notte tra le Stelle”. L’evento avrà inizio alle ore 19.00 e si concluderà con una grande festa prima del congedo ufficiale per le meritate vacanze estive. Tutte le biancoazzurre, comprese le nuove arrivate, saranno a disposizione di coach Nicoletta Sergiano a partire da Venerdì 6 Luglio, data di inizio del ritiro, e saranno impegnate in una doppia seduta di allenamento agli ordini del preparatore atletico Armento. “Chiudiamo la fase extra campionato con un triangolare di grande valore – il commento del coach lucano – finalmente vedrò la mia squadra al completo con tutti i nuovi innesti. Potrò valutare con certezza il lavoro da fare ed il valore di base del mio roster. Sono carica, voglio dare un segnale importante alla squadra: ci aspetta un anno importantissimo e voglio il massimo da me stessa e da ognuna delle ragazze! Ho scelto personalmente le nuove e sono certa si dimostreranno presto grandi giocatrici, dotate di intelligenza umana e sportiva. Sarà semplice lavorare insieme. Quanta emozione: non vedo l’ora di vederle tutte insieme in campo!”.