Flash Feed Scroll Reader
giu 022015
 

Sono in svolgimento dal 3 al 7 giugno 2015 a Lauria e Lagonegro, le finali giovanili CRAI U15M di pallavolo che assegneranno lo scudetto per la categoria U15 maschile.
Ecco le 28 formazioni al via: As Teate Volley Chieti (ABR1), Asd Lauria Volley Pz (BAS1), Sts Caribz Bolzano (BZ1), Mymamy Reggio Calabria (CAL1), Gis Pallavolo Ottaviano Na (CAM1), Cmc Porto Robur Ravenna (EMI1), Futura Cordenons Pn (FRI1), Polisportiva Roma 7 Volley A.d. (LAZ1), Adp Tuscania Vt (LAZ2), Marino Pallavolo Asd Rm (LAZ3), Asd Colombo Volley Ge (LIG1), Volley Segrate 1978 Mi (LOM1), Yaka Volley Malnate Va (LOM2), Rulmeca Volley Almevilla Bg (LOM3), Sabini Castelferretti An (MAR1), Termoli Pallavolo Cb (MOL1), Bre Banca Cuneo (PIE1), Materdomini Volley.it Castellana Ba(PUG1), Falchi Ugento Giovanili Le (PUG2), Nuova Pallavolo Molfetta Ba (PUG3), Asd Cagliari Volley (SAR1), Pallavolo Augusta Sr (SIC1), Diatec Trentino (TN1), Volley Prato (TOS1), Sir Umbriaoro Investimenti Rivotorto Pg (UMB1), Volley Treviso (VEN1), Kio-Ene Padova (VEN2), AVolley (VEN3).

Le interviste: Nicola De Vivo, Nicola Tortorella

L’intervista al vicepresidente nazionale Manfredi e cerimonia inaugurale

mag 312015
 

Si è svolto a Lauria il 30 maggio 2015 il Consiglio Comunale aperto dedicato al tema dell’immigrazione, dell’accoglienza e della integrazione. Alla seduta ha partecipato il presidente della Giunta Regionale Marcello Pittella e il professore di sociologia politica e sicurezza internazionale all’Università di Chieti e Roma Tre Antonello Canzano. Nutrita è stata la rappresentanza della cittadinanza.

Prima parte

Seconda parte

ago 262014
 

Tra conferme e nuovi arrivi , si chiude il mercato della Rinascita volley Lagonegro. La new entry si chiama Cristian Peluso, classe 94 per 197 cm di altezza : centrale di origine pugliese, ha militato lo scorso anno a Chieti in B2. “Un colpo che dà sostanza e centimetri alla prima linea di mister Bosco- ha commentato il ds lagonegrese- ancora una volta fortemente voluto da mister Bosco e tutti noi. “Ho conosciuto il presidente della Rinascita e il direttore sportivo che mi hanno illustrato il progetto di questa grande società -ha dichiarato il giovane schiacciatore Peluso- ho visto motivazioni, ambizioni e grande carica e per questo ho deciso di intraprendere questa grande avventura”. Oltre il giovane centrale ha vestire ancora la maglia biancorossa ci sarà Nicola Fortunato, una riconferma tanto voluta dalla dirigenza che ormai da anni si è conquistato la fama quale idolo dei lagonegresi. Fortunato cresciuto ormai nella fila della Rinascita è al suo settimo anno in un campionato nazionale e quest’anno sarà il più giovane esordiente lagonegrese in una serie nazionale importante come quella di B1. “Sono contento e soddisfatto per quanto fatto in questi anni,- ha dichiarato Nicola Fortunato- sono l’unico ad aver vissuto insieme alla dirigenza tutte le vicissitudini dei vari campionati, che ci hanno dato gioie ma anche dolori. Ora per noi è tempo di iniziare una nuova avventura e sono fiero di vestire i colori della mia città”. All’entusiasmo dei giovani e del nuovo gruppo si unisce quello del Presidente Carlomagno che ormai considera la Rinascita non solo una squadra “ma soprattutto siamo una grande famiglia. La pallavolo è uno sport un po’ particolare, lontano da atteggiamenti poco edificanti che spesso si vedono su troppi campi e tribune, ed è motivo d’orgoglio per noi accorgerci di come moltissime famiglie vogliano, sempre più numerose, avvicinarsi al nostro mondo. Non ci consideriamo una realtà di serie B : in quest’estate, dopo la promozione in B1, abbiamo ricevuto molti riconoscimenti e attestazioni di stima da parte del mondo sportivo lucano. Continueremo a lavorare con la passione di sempre: la nuova stagione sarà per noi un’altra sfida e un’altra certezza, quella di portare alto il nome di Lagonegro nel volley nazionale”.

Cristian Peluso
Cristian Peluso

feb 192014
 

La Fiba Cisl lancia l’allarme sulla crisi del settore bancario in Basilicata. Da un monitoraggio effettuato dal sindacato bancari della Cisl emerge infatti che nell’ultimo biennio i principali istituti di credito presenti in regione (Carime, Mps e Banco di Napoli) hanno ridotto sensibilmente la loro presenza sul territorio. In tutto sono state chiuse ben 23 filiali, 14 nel potentino e 9 in provincia di Matera. A queste va aggiunta l’annunciata chiusura della succursale di Potenza della Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti con il trasferimento di tre dipendenti in Abruzzo. In tutto sono un centinaio gli addetti coinvolti tra prepensionamenti e trasferimenti. Il segretario generale della Fiba Cisl Basilicata Gennarino Macchia chiede la convocazione di un tavolo di crisi tra Regione, Abi e sindacati per individuare soluzioni condivise e frenare la spoliazione in corso”.

euro

gen 262014
 

A seguito di una verifica fiscale, eseguita nei confronti di una società di capitali con sede in Lauria, la locale Compagnia della Guardia di Finanza, su disposizione del G.I.P. del Tribunale di Lagonegro, ha sequestrato alcuni terreni (per un totale di 1 ettaro e mezzo), un fabbricato rurale, siti in agro di Lauria, ed alcuni conti correnti, per un totale di 120.000 Euro.
La ditta, operante nel campo delle costruzioni edili, avrebbe omesso di dichiarare al fisco i guadagni realizzati in vari anni, ma soprattutto nel 2009, ammontanti a circa Euro 700.000. L’omissione ha comportato l’evasione delle imposte dovute per circa 185.000 Euro. Di conseguenza, è stata inoltrata una denuncia penale a carico del rappresentante legale della società, per la violazione del Decreto Legislativo nr. 74/2000, con il conseguente sequestro dei beni intestati.

Il sequestro rientra nelle disposizioni di contrasto all’evasione fiscale, modificate recentemente, con l’introduzione della cosiddetta confisca “per equivalente” in ambito tributario: uno strumento utile ad aggredire i beni, mobili ed immobili, nella disponibilità degli indagati per reati tributari, laddove non fosse possibile recuperare le liquidità.
Nell’ambito di competenza del Tribunale di Lagonegro, limitatamente all’area lucana, è la prima volta che viene applicato il provvedimento in parola: in tal modo è stato assicurato all’Erario il valore corrispondente alla somma occultata al fisco da parte dell’imprenditore lauriota.
Già nel mese di agosto, comunque, la Compagnia della Guardia di Finanza di Lauria aveva utilizzato lo strumento del sequestro per equivalente “pizzicando” un imprenditore abruzzese che aveva localizzato fittiziamente delle attività imprenditoriali in Basilicata, al solo fine di frodare l’I.N.P.S. (Operazione “Abruzzo – Basilicata ghost to ghost”). In quell’occasione i finanzieri di Lauria si erano recati in provincia di Chieti per sequestrare alcuni immobili.

gdf

giu 042013
 

Il libro, scritto insieme ad Antonio Di Giovanni, è stato presentato al Salone internazionale del libro di Torino. E’ in distribuzione in tutte le librerie italiane il romanzo “Attimi paralleli – Una storia a due voci” scritto dalla giornalista lucana Carmela Ferrara e dal giornalista romano Antonio Di Giovanni.

Il libro, che è stato editato dalle Edizioni Psicoline di Chieti, nell’ambito della Collana a “Tu per Tu”, il 19 maggio scorso è stato presentato al Salone Internazionale del libro di Torino e nei prossimi mesi verrà presentato in varie città italiane e in Basilicata.

 

RECENSIONE:

Una storia a due voci nella Roma di oggi caotica e irrequieta. Un romanzo insolito, una tecnica narrativa nuova ed avvincente che trascina il lettore nei pensieri dei due protagonisti, i quali raccontano, a capitoli alternati, la stessa storia personalizzandola con il proprio punto di vista. Nessun evento possiede la caratteristica dell’oggettività, ma viene interpretato secondo il condizionamento che scaturisce dalla percezione individuale, questo è ciò che emerge dalle righe di questo libro inconsueto nel quale le vicende dei due protagonisti sono lo specchio delle proprie riflessioni.

Pagina dopo pagina, Alex e Loreley si svelano, aprono le porte della propria anima e liberano paure, rimpianti, sofferenze, desideri e sogni con un’analisi interiore profonda che scuote i sentimenti e induce a considerazioni.

Un mix di introspezione, passione ed ironia accompagna il percorso psicologico dei personaggi nelle varie situazioni, che tra umorismo e serietà destano intime e pregnanti emozioni.

Un uomo, una donna, un incontro casuale, la forza del destino che intreccia le trame di due esistenze, un amore capace di demolire certezze, modificare convinzioni e cambiare la propria essenza.

Perché nell’attimo stesso in cui si capisce che “volere bene” a qualcuno è cosa diversa da “volere il suo bene” si ha la consapevolezza che un amore vero, quando è tale, è destinato a durare tutta la vita, e forse oltre.

 

 

STRUTTURA DEL ROMANZO

Attimi Paralleli è un romanzo insolito che, per la tecnica narrativa adottata, rappresenta una novità nel panorama letterario italiano. Il libro presenta una storia che viene raccontata, a capitoli alternati, dai due protagonisti (un uomo ed una donna), ognuno dei quali, pur narrando le stesse situazioni e le stesse scene, le riporta al lettore secondo il proprio punto di vista e il proprio modo di viverle.

Da qui il titolo, che sta ad indicare come anche gli attimi che gli individui trascorronoinsieme non sempre riportano ad un pensiero comune, ma possono viaggiare parallelamente nella testa di ognuno in modo diverso.

Viene fuori che sebbene la storia sia una sola e segua lo stesso percorso, è come se il libro fosse costituito da due racconti separati.

Un’altra particolarità del romanzo sta nel fatto che, pur essendo scritto a quattro mani, la specificità e lo stile dei due autori non si mescolano nella sequenza narrativa, ma emergono in maniera evidente durante la lettura dei singoli capitoli, che ognuno dei due ha scritto per conto proprio.

Sebbene nel componimento venga raccontata una storia d’amore, Attimi Paralleli non è un romanzo sentimentale. L’intreccio della vicenda passionale è solo il pretesto per parlare delle emozioni, dei sentimenti e dell’affettività, elementi dai quali nessun essere umano può prescindere.

Viene proposto un viaggio nell’interiorità di un uomo e di una donna, che nel raccontare la vicenda, in realtà raccontano se stessi.

I capitoli sono stati divisi in coppie e, sia quello scritto da lui che quello scritto da lei, hanno lo stesso titolo. Solo l’ultimo capitolo è stato scritto da entrambi gli autori, i quali fanno parlare un terzo personaggio che interviene a metà del racconto: si tratta di un omosessuale che, attraverso il suo modo di essere esprime, contemporaneamente, sia la sensibilità maschile che quella femminile.

I dialoghi sono ridotti all’essenziale, quello che predomina è il pensiero, l’introspezione psicologica dei due protagonisti che si mostrano al lettore nella loro interezza, con pregi e difetti, vizi e virtù, sicurezze e paure, verità e menzogne camuffate a loro stessi, da giustificazioni che di volta in volta si danno.

I due personaggi principali sono descritti con cura, ogni gesto che compiono, ogni parola che pronunciano, ogni loro azione, sono gesti, parole e azioni che non prescindono dalla loro personalità e che aiutano chi legge a farsi un’idea precisa dei loro tratti caratteriali. Essi vengono presentati in una forma equilibrata ed obiettiva che contempla forze e debolezze affinché il lettore possa riconoscere in loro delle persone normali e reali e, perché no, riconoscersi.

 

 

TRAMA:

Un uomo ed una donna si incontrano casualmente su un treno. Lui è un playboy di lungo corso, consapevole del proprio fascino; lei è una donna molto bella che per amore ha sempre sofferto e che, per questo, è prevenuta nei confronti degli uomini. Lui, più superficiale, resta attratto dalla bellezza della donna, lei, sebbene non riesca ad identificarne l’origine, viene colpita da qualcosa di inspiegabile che riesce a leggergli dentro, nonostante le apparenze dicano il contrario.

Inizia così un’appassionante e altalenante storia d’amore che li condurrà verso il cambiamento.

Sarà grazie a lei e al suo modo di porsi nei confronti della persona amata, che lui inizierà una catarsi che lo porterà a scoprirsi un uomo nuovo, migliore di quello che era stato in passato. Sarà grazie a lui che lei accantonerà le proprie diffidenze verso gli uomini e, di conseguenza, si aprirà, senza paure, verso l’amore.

 

 

PERSONAGGI:

I protagonisti del romanzo sono Alex e Loreley, un uomo ed una donna apparentemente molto diversi tra loro e incompatibili. Alex è un uomo responsabile e serio nella sua professione di avvocato e, nel contempo, effimero e scanzonato nella vita privata.

Loreley è una donna rigorosa, determinata e severa con se stessa. Sebbene molto bella, non ha mai usato il proprio aspetto fisico come arma di conquista ed ha sempre vissuto l’amore con la profondità dei sentimenti, ricevendo in cambio cocenti delusioni. Ma questo è solo ciò che appare. I veri Alex e Loreley si mostreranno gradualmente nel corso della storia. Attraverso le riflessioni, il racconto del proprio vissuto, i flash-back e l’analisi interiore, i due protagonisti faranno venire fuori, pagina dopo pagina, i pensieri, i desideri, le paure, i sogni e i segni che ne caratterizzano la personalità.

 

AUTORI

Carmela Ferrara. Nata a Potenza, vive a Roma e svolge la professione di giornalista. Ha lavorato in televisioni, radio e giornali. Esperta di comunicazione e marketing, ha sviluppato specifiche esperienze in campo istituzionale, politico ed editoriale, nonché competenze per la realizzazione di programmi giornalistici di approfondimento, notiziari e servizi video. Appassionata di scrittura è stata vincitrice del Concorso letterario nazionale “Speciale Donna 2010-Roma” con il racconto “Libera di scegliere”. Oggi collabora con vari periodici e tv locali e nazionali.

 

Antonio Di Giovanni. Nato a Tunisi da genitori italiani, vive a Roma e lavora nella Pubblica Amministrazione. Ha svolto un continuo impegno nel sociale, organizzando eventi a favore di scuole,  associazioni di beneficenza e associazioni specializzate nell’aiuto di gravi  patologie mediche. Appassionato di comunicazione e psicologia relazionale è giornalista e scrittore.  Ha collaborato per molti anni con alcuni periodici on-line e quotidiani cartacei. Oggi è direttore responsabile del periodico di informazione on-line  www.nuovaopinioneitaliana.it.

 

 carmela ferrara

 

 

 

 

ott 112012
 

Il libro per ragazzi dedicato al Cardinale Lorenzo Brancati ha suscitato interesse tra i piccoli ma anche tra gli adulti che hanno potuto ulteriormente approfondire la storia di un personaggio davvero straordinario che sfiorò il soglio pontificio nel ’600.

Biagio Cantisani di Lauria – funzionario Ufficio delle Entrate di Lauria
“Nel leggerlo mi colpivano le distanze. Partire a dorso d’asino per Noepoli, poi Lecce, Bari, fino a Roma era davvero dura. Riflettevo sulle opportunità del nostro tempo rispetto al passato.”

Don Giovanni Lo Pinto di San Chirico Raparo – Vice parroco di Tursi

Irene Pivetti di Milano e Giancarlo Perazzini della Repubblica di San Marino – imprenditrice, già presidente della Camera dei Deputati,impegnata nel sociale; imprenditore e scrittore

Silvia Papaleo di Lauria – insegnante Scuola Elementare Cardinal Brancati

Rocchina Viggiano di Lauria – insegnante Scuola Elementare Cardinal Brancati

Vincenzo Cozzi di Lauria – Vescovo emerito di Melfi-Rapolla-Venosa
“Ricordo da bambino entrando nella chiesa di San Giacomo il quadro del Brancati che mi incuriosiva. Il dipinto proveniva da una chiesetta della Ravita.”

Daniele Cantisani di Lauria – alunno Scuola Elementare Cardinal Brancati

Mariantonietta Salerno di Tursi – studentessa liceale a Nova Siri
“La scena più bella è quando ritorna, nel fumetto, a Lauria ma non riesce ad entrare in casa. E’ un momento molto intenso.”

Elisa Conte di Episcopia – insegnante

Egidia Bevilacqua di Chiaromonte – giornalista

Don Guido Barbella di Trecchina – parroco di Trecchina

Marcello Pittella di Lauria – politico lucano


Don Francesco Sirufo di Castelluccio Inferiore – parroco di Viggianello

 


Benedetta Rinaldi di Roma – giornalista e conduttrice tv

 

Da sinistra: suor Giorgina Cutrario di Frosinone (adesso a Passoscuro Fiumicino) , suor Maria Giustina Guida di Roma (adesso a Monte Mario Roma) , suor Pasqualina Del Vecchio de l’Aquila (adesso a Padova)

 

Alda D’Eusanio di Tollo (Chieti) – giornalista e conduttrice tv

 

Arnaldo Colasanti di Fiuggi – giornalista e scrittore

 

Nunzio Santacroce di Lauria – vive a Tortora, pensionato ed impegnato nel sociale

 

Pietro Paolo e Maria Ginevra Gallo di Lauria – alunni Scuola Elementare Cardinal Brancati