Flash Feed Scroll Reader
ago 132015
 

Il 12 agosto 2015 si è svolto ad Episcopia il Premio Siris. La manifestazione voluta dall’associazione Epicanto e dall’Amministrazione Comunale è stata presentata da Beppe Convertini. A Massimo Burgada sono stati affidati gli interventi comici. Tra i premiati Vittorio Sgarbi, Nicola Timpone, Agnese Belardi, Pasquale Apicella. Ospite speciale Gaia Amaral. Le musiche sono state a cura di Pino Saggiomo e Francesco.

set 082014
 

Nonostante la pioggia battente, il 7 settembre 2014 è stata inaugurata a Maratea la caratteristica chiesetta di Santa Maria delle grazie. Un piccolo gioiello immerso del verde del bosco dei Carpini, a quattro passi (in salita) dal convento dei cappuccini. Lodato l’impegno della Soprintendenza e dell’Amministrazione comunale marateota.

Le interviste: Maria Teresa Cerbino, Francesco Sisinni, Domenico Cipolla

Le immagini in presa diretta

gen 182014
 

Si conclude positivamente l’anno appena trascorso al MIG Museo Internazionale della Grafica – Biblioteca Comunale “Alessandro Appella” – Atelier “Guido Strazza” che, con il suo ricco programma di mostre, eventi, incontri con gli artisti, donazioni e presentazioni di libri, ha attirato nel piccolo comune lucano di Castronuovo Sant’Andrea numerosi visitatori, confermando, ancora una volta e nonostante l’esiguità delle risorse finanziarie a disposizione, la sua determinazione ad affermarsi nel panorama culturale della Basilicata e non solo.
Le mostre dedicate nel corso del 2013 all’opera grafica di Alexander Calder, Ben Shahn, agli artisti della Secessione di Berlino, Max Pechstein e agli italiani Fausto Melotti, Mino Maccari e Anselmo Bucci, attenti durante la loro vita alle ricerche espressive europee, hanno permesso di chiarire alcuni punti fondamentali degli sviluppi dell’arte e della letteratura del Novecento e, contemporaneamente, hanno offerto al MIG la possibilità di svolgere un’intensa attività didattica con i ragazzi delle scuole presenti nei paesi del circondario, al fine di avvicinarli al mondo dell’arte e sviluppare la loro creatività. Oltre 1600 persone, infatti, tra cui studiosi, amanti dell’arte, docenti e studenti di diverse età, hanno oltrepassato le porte del MIG, a riprova che l’interesse verso le iniziative proposte è vivo e in continua crescita.
Ad incrementare l’affluenza dei visitatori, hanno contribuito sicuramente anche i numerosi eventi che hanno scandito il calendario delle mostre.
Il 18 marzo, grazie all’artista lucano Antonio Masini che ha incontrato gli alunni della Scuola Elementare di Castronuovo per un’attività didattica sulla xilografia, le sale del MIG si sono trasformate in un vero e proprio laboratorio di grafica: armati di matterello e cucchiaio, i bambini hanno provato a riportare su carta un disegno precedentemente inciso sul legno da Masini.
Convivendo il Museo con la Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”, immancabili le presentazioni di libri: il 28 marzo, alla presenza degli alunni delle scuole di Castronuovo e dei numerosi accorsi per l’occasione, Paolo Albano, Giuseppe Appella e Maria Teresa Imbriani hanno presentato il Catalogo delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, Basilicata. I luoghi della narrazione, pubblicato dalla Regione in 444 pagine riccamente illustrate che rileggono, in undici capitoli, i diversi luoghi di una piccola ma splendida parte della nostra Nazione.
Sensibile a quanto il calendario internazionale suggerisce, nel 2013 il MIG ha aderito anche a numerose iniziative indette dagli organi preposti alla cultura, proponendo mostre temporanee, incontri e attività didattiche per i più piccoli.
In occasione della VX Settimana della Cultura, tenutasi quest’anno dal 22 al 28 aprile, il Museo ha organizzato una serie di eventi tra cui l’incontro, il 23 aprile, dell’artista giapponese Kengiro Azuma con i ragazzi della Scuola Media di Castronuovo S.A. e di Teana e, nel pomeriggio, con gli studenti del Liceo Scientifico di Sant’Arcangelo. Una vera e propria lezione di saggezza, che ha incoraggiato i più piccoli ad esprimere i propri sentimenti sul foglio bianco che simbolicamente rappresenta il vuoto da cui parte il grande maestro e ha tenuto viva l’attenzione dei più grandi che, nel pomeriggio, hanno ascoltato con coinvolgimento i racconti di vita dell’artista.
Il 18 maggio, in occasione della “Notte Europea di Musei”, un omaggio a Giacinto Cerone attraverso una mostra delle sue litografie, le parole dei figli e la proiezione del video realizzato da Beatrice Volpe alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna, ha fatto da cornice ad una serata all’insegna della musica, che ha visto la partecipazione di numerosi giovani e ha tenuto sveglio il piccolo comune lucano fino a notte fonda.
Ad ottobre, poi, puntuale l’adesione del MIG alla IX Giornata del Contemporaneo – AMACI, quest’anno attraverso la mostra “Arte e Affiche. Il manifesto d’arte” che si è riproposta di segnalare, attraverso un numero selezionato di fogli, il determinante contributo degli artisti al rinnovamento del manifesto, soprattutto per le esposizioni tenute nei musei e nelle gallerie delle principali città europee.
Il 13 ottobre, invece, in occasione della prima edizione della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, genitori e figli hanno avuto modo di trascorrere una giornata speciale al MIG, guidati in una visita partecipata alle 120 opere della cartella “Guerra e Pittura” e coinvolti nella riscoperta del ruolo della fiaba attraverso la presentazione e l’animazione alla lettura del volume “Le fiabe della Val Sarmento” a cura di Filomena Valicenti, vincitrice del Premio della Cultura nel 1989.
A riprova della validità delle attività proposte fino ad ora e al fine di potenziare l’offerta per il territorio nel quale il Museo agisce, nel corso del 2013 prestigiose donazioni hanno arricchito il patrimonio del MIG.
Del 4 giugno è l’inaugurazione dell’Atelier “Guido Strazza”, l’intero studio calcografico del novantaduenne maestro, toscano di origine ma romano di adozione, completo di torchio, attrezzature e libri sull’argomento, pronto per una nuova vita artistica e al servizio di chi, in Castronuovo, vuole trovare la propria patria ideale e riportare, sulle proprie lastre, quanto il territorio, con la sua storia e le sue peculiarità, suggerisce. Per l’occasione le sale del MIG hanno ospitato la mostra delle incisioni di Piero Cesaroni per la cartella “Eneide”.
Il 17 agosto, invece, entra a far parte del notevole patrimonio della Biblioteca Comunale ”Alessandro Appella”(già arricchito considerevolmente dai preziosi lasciti da parte di Giovanni Battista Ferri, di Guido Strazza, del Gruppo Longanesi, delle Edizioni della Cometa e degli Eredi Scheiwiller), accompagnata dalla mostra fotografica “Vivere con Pirandello”, la cospicua donazione libraria di Sandro D’Amico e Maria Luisa Aguirre D’Amico: 1500 volumi tra cui opere sul teatro, i testi letterari più ricercati dell’epoca, opere di scrittori di rilievo e frequentatori abituali di casa D’Amico.
Tra gli incontri estivi, da non dimenticare è l’ormai consolidato appuntamento con “Parole in musica: la canzone d’autore italiana”, tenutosi il 24 agosto e dedicato, nella sua seconda edizione, alla poesia e alle visioni sonore di Fabrizio De Andre’e al Teatro -Canzone e all’ironia di Giorgio Gaber, in occasione del decennale della sua scomparsa.
Sempre agosto, ha offerto al MIG la possibilità di collaborare con la Pro Loco di Castronuovo S.A. nell’organizzazione della tradizionale “Serata della cultura” del 18 agosto, che si ripete, come ormai consuetudine, ogni estate dal 1980. Nel suggestivo scenario di Piazza Castello, che ha visto quest’anno la commemorazione del Senatore Emilio Colombo attraverso i ricordi di Gianpaolo D’Andrea e Piero Di Siena, la presentazione del libri di Brancale, Trufelli e Palumbo, sono state allestite le mostre dedicate ai disegni di Mino Maccari per “L’Antipatico”, molti dei quali dedicati a Matera e a Castronuovo, e alle immagini fotografiche di Mimmo Castellano per il volume Paese Lucano.
Ma la collaborazione con la Pro Loco non si è limitata soltanto al mese di agosto. A partire dalla sua istituzione, il MIG ha deciso di fare sue due iniziative nate anni addietro per volere della Pro Loco stessa, legandole alle mostre previste dal calendario: “Una Via Crucis d’artista per la Pasqua” e “Presepi d’artista per il Natale”.
Quest’anno, a scandire la processione religiosa del Venerdì Santo del 29 marzo, sono state le quattordici stazioni della passione dipinte su cartone, tra il 1957 e il 1967, da Fausto Melotti. Una scelta non casuale, che si legava alla mostra in corso nelle sale del MIG dedicata all’opera grafica di Alexander Calder e Fausto Melotti.
Anche le passate festività natalizie si sono svolte, come di consuetudine, sotto il segno dell’ arte e della fede. Novità dell’edizione 2013 è stato l’ingresso nel prestigioso circuito nazionale dei presepi d’artista, che dal 1995 si muove da Trieste a Palermo, di altri due comuni lucani: Sant’Arcangelo e Lagonegro, dove sono stati esposti, rispettivamente, il Presepe Drammatico di Giacinto Cerone e il Presepe Svelato di Ernesto Porcari. Insieme al Presepe Dono di Giuseppe Pirozzi, in mostra a Castronuovo S.A., i presepi hanno dato corpo ad un suggestivo itinerario presepiale attraverso i tre paesi lucani, offrendo la possibilità, a quanti ne hanno avuto voglia, di cogliere il significato mistico della Natività attraverso la scoperta delle nuove forme di arte sacra. Un’iniziativa che ha messo in pratica quanto era nell’intenzione del MIG al momento della sua nascita nel 2011: unire il territorio attraverso l’arte e la cultura e divulgare, per mezzo delle proposte didattiche per la scuola, le attività che il Museo, da più di due anni, mette in campo a favore dei paesi lucani del Pollino e dei paesi limitrofi.

Mostre in corso:
14 dicembre 2013 – 1 marzo 2014
Max Pechstein, Reisebilder. Italien – Südsee, 50 litografie originali, Edizioni Paul Cassirer, Berlino 1919
In controcanto: Anselmo Bucci, Croquis du front, 50 puntesecche, Delatre, Parigi, 1917

14 dicembre 2013 – 31 gennaio 2014
Il presepe dono di Giuseppe Pirozzi e una serie di terrecotte 2012-2013. Chiesa di Santa Maria della Stella – Castronuovo S.A. (PZ);
Il presepe drammatico di Giacinto Cerone. Biblioteca Comunale – San Brancato di Sant’Arcangelo (PZ);
Il Presepe svelato di Ernesto Porcari. Chiesa della Candelora – Lagonegro (PZ);

Prossima mostra:
2 marzo – 28 giugno 2014
Ossip Zadkine, Sette Calligrammi di Apollinaire, acqueforti, Christophe Czwiklitzer Editeur, Parigi –Basilea 1967, più una scelta di opere grafiche datate 1927 – 1967.
In controcanto: L’opera grafica di Achille Perilli 1947 – 2010.

Masini al MIG per un laboratorio didattico sulla xilografia

ago 282013
 

Pasquale Guidi, manager di eventi di spettacolo di livello nazionale e persona dallo stile e dall’umanità non comune, ha bissato il successo dell’anno precedente. La location scelta è straordinariamente predisposta per un evento di moda. L’area antistante la chiesa di Santa Maria degli Angeli ha infatti esaltato un sforzo organizzativo notevole per un evento di grandissima qualità. Lo spettacolo “La notte veste Senise”, svoltosi il 27 agosto, è stato condotto da Paolo Conticini e Greta Coppola. Tanti gli ospiti. Di grande rilievo gli stilisti che hanno fatto ammirare al numeroso pubblico, abiti di gran classe ed originali; belle, professionali ed appassionate le modelle che hanno valorizzato una città che intende ritagliarsi sempre più un ruolo da protaganista nel panorama del turismo e della cultura regionale.

Prima parte dell’evento

Seconda parte dell’evento

ago 282013
 

Grazie ad un lavoro di riqualificazione ben riuscito, il Sindaco Giuseppe Castronuovo ha inaugurato il 27 agosto scorso una piazza davvero caratteristica. Tanti sono gli elementi che rendono il luogo straordinario: l’originale scalinata, i flussi d’acqua lungo le mura del complesso monumentale adiacente all’antichissima chiesa parrocchiale, l’arco che rappresenta idealmente l’entrata, la porta d’ingresso ideale della città. Alla cerimonia di inaugurazione ha partecipato il parroco di Senise don Pino Marino e, in rappresentanza della Regione Basilicata, l’Assessore Attilio Martorano. Il primo cittadino ha anticipato che ben presto verrà dato un nome alla piazza (probabilmente sarà dedicata a San Francesco).

lug 132013
 

Quarta edizione del Piccolo Cammino di Santiago che si svolgerà a Lauria il 21 luglio prossimo.L’iniziativa è a cura di: Più siamo meglio stiamo e Comitato di San Giacomo. Ecco di seguito il programma.
Ore 7,30 ritrovo in Piazza San Giacomo. Ore 8,00 partenza
Percorso dell’itinerario storico-religioso:
Piazza San Giacomo, Via Palestro, Porta San Gaetano, Via Cairoli, Via del Precursore, Cappella di San Giovanni Battista, Piazzetta degli
Operai, Piazza dell’Ammiraglio Ruggiero, Piazza del Popolo, Monumento ai Caduti, Monumento a San Giuseppe da Copertino, Chiesa di
Santa Maria dei Suffragi (Purgatorio), Via Casaletto, Cappella di Santa Veneranda, Via Cerruto, Chiesa di Santa Maria della Sanità (XVI
sec.), Edicola della Madonna del Carmine, Tronomanco (tratto difficoltoso), Cappella di Sant’Elia (sul monte Armo), Taverna del Postiere,
Chiesa di San Giuseppe, SS 19 delle Calabrie, Stazione Ferroviaria di Lauria, Galleria, Ponte di Ferro, Casello Pastorella, Cappella Divina
Pastora, area Cimitero Lauria Sup., SS 19, Cappella di San Ferdinando, Taverna, Via Carlo Alberto, Carbonaro, Chiesa di San Nicola,
Cappella del Beato Domenico Lentini e Cappella di San Vincenzo, Cappella di Santa Veneranda, Porta di Ferro, Vecchio Carcere, Quartiere
San Giovanni , Via Cardinale Brancati e Chiesa Madre di San Giacomo Apostolo Maggiore.
Importante: è indispensabile avere un abbigliamento adatto al trekking poiché si attraversano tratti con erba alta. In particolare è bene
avere: scarpette alte; pantaloni lunghi; calzini lunghi; maglietta a maniche lunghe; un cappello per proteggersi dal sole; una torcia elettrica;
un ombrellino; una piccola colazione e 1,5 litri d’acqua. I minori devono essere accompagnati da un genitore o da un adulto autorizzato.

Informazioni: RAFFAELE PAPALEO 335.82.61.187 papaleolauria@libero.it
GIUSEPPE GUERRIERO 329.83.95.831 guerrieroilrano@libero.it

4

 

ott 012012
 

La Chiesa di Santa Maria degli Armeni diventa location ideale per un viaggio nel passato. Nell’ambito delle “Giornate Europee del Patrimonio 2012”, si è svolta con successo domenica 30 settembre a Forenza, nella Chiesa di Santa Maria degli Armeni, situata ai piedi del paese, la manifestazione “Forenza Medievale”, che ha presentato il reading teatrale “Dialogo sulla bellezza ritrovata”, basato sui testi di Ananda K. Coomaraswamy, storico dell’arte dello Sri Lanka.
Una pubblica lettura teatrale ha coinvolto i tanti spettatori intervenuti in uno speciale dialogo alla scoperta del ruolo ricoperto dall’artista in epoca medievale (molto prossimo a quello di un artigiano) e del suo rapporto con i committenti, attraverso le parole stesse di un artista medievale, giunto virtualmente dal passato in un luogo in cui ancora oggi si respira la storia. Il pubblico ha potuto così comprendere l’importanza di apprezzare l’arte del passato in quanto frutto del suo tempo, al di là di ricercare la mera esperienza “estetica” nella visione di un’opera d’arte.
La Chiesa di Santa Maria degli Armeni, suggestiva location dell’evento, rappresenta un importante tassello del complesso mosaico storico-artistico lucano. Le sue origini sembrano risalire all’XI secolo, mentre si sa con certezza che tra il XIII e il XVI secolo fu un priorato dipendente dall’abbazia di Montevergine, tanto che vi era annesso un convento. La sua storia proseguì fino al 1807, quando la struttura venne abbandonata in seguito alla soppressione degli ordini religiosi. Attualmente sono visibili solamente le mura portanti della chiesa, costituita da un’unica navata con un altare e due ingressi, ma il suo fascino rimane intatto.
L’evento “Dialogo sulla bellezza ritrovata” è stato ideato dalla rivista lucana “In Arte Multiversi”, periodico specialistico a diffusione nazionale, e curato da Annalisa Signore con la collaborazione di Giovanna Russillo e Marianna Zaccagnino. La serata, fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale e dal Sindaco Francesco Mastrandrea, ha visto la partecipazione del Gruppo di Tamburi Medievali di Forenza “San Martino De Pauperibus”, che ha contribuito in maniera perfetta a ricreare l’atmosfera della Forenza di mille anni fa.

Ufficio stampa e informazioni:
In Arte Multiversi, Largo Pisacane 15, 85100 Potenza
tel. 0971 25683 – e-mail: informazioni@in-arte.org – eventi@in-arte.org

set 232012
 

In occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio 2012”, a Forenza domenica 30 settembre alle ore 18.30, la Chiesa di Santa Maria degli Armeni ospiterà il reading teatrale “Dialogo sulla bellezza ritrovata”, a cura di Annalisa Signore, basato sui testi dello storico dell’arte Ananda K. Coomaraswamy.
Un viaggio a ritroso nel tempo condurrà gli spettatori fino all’epoca a cui risale la struttura, importante tassello del complesso mosaico storico-artistico della Basilicata, consegnandole nuova attenzione e immagine. In uno speciale dialogo si tratterà dell’importanza che questo e altri luoghi di culto assumevano nella produzione artistica e culturale del Medioevo. Il pubblico che prenderà parte allo spettacolo potrà rivivere idealmente l’atmosfera che in passato ha impregnato l’edificio di culto, ormai ridotto a rudere, e comprendere l’intento e il ruolo dell’artista in quel dato periodo storico.
Ananda K. Coomaraswamy, da un saggio del quale sono tratti i testi che verranno declamati, ha studiato i fondamenti della concezione dell’arte sia in Occidente (con particolare attenzione per il Medioevo) che in Oriente. L’evento è ideato e curato dalla rivista lucana “In Arte Multiversi”, periodico specialistico a diffusione nazionale, in collaborazione con il Comune di Forenza.
Le “Giornate Europee del Patrimonio” si celebrano come ogni anno in tutta Europa (per il 2012 sono coinvolti 49 Paesi) con l’obiettivo di avvicinare i cittadini alla ricchezza e alla diversità culturale dell’Europa, favorire una tolleranza che superi le frontiere nazionali, sensibilizzare il grande pubblico e il mondo politico alla necessità di proteggere il patrimonio storico artistico. In Italia sono promosse dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e avranno luogo il 29 e il 30 settembre, con lo slogan: “L’Italia tesoro d’Europa”. Oltre 1450 saranno gli appuntamenti organizzati nei luoghi della cultura statali (musei, aree archeologiche, archivi e biblioteche), che per l’occasione apriranno gratuitamente al pubblico.

Per saperne di più:
Titolo evento: Forenza Medievale. Dialogo sulla bellezza ritrovata
Sede: Chiesa di Santa Maria degli Armeni, Forenza (Pz)
Data: 30 settembre 2012, ore 18.30
A cura di: Annalisa Signore
Testi estratti dagli scritti dello storico dell’arte Ananda K. Coomaraswamy
Patrocini: Giornate Europee del Patrimonio 2012, Comune di Forenza

Ufficio stampa e informazioni:
In Arte Multiversi, Largo Pisacane 15, 85100 Potenza
tel. 0971 25683 – e-mail: informazioni@in-arte.org – eventi@in-arte.org

gen 282012
 

Che spettacolo la chiesa di Santa Maria di Orsoleo a Sant’Arcangelo. Ossigeno puro. Stamane è stato presentato il Progetto Policoro in un contesto davvero stupefacente. Il complesso monumentale è maiuscolo, spazioso, grandissimo. Bella la chiesa piena di tante opere d’arte. Tante le decorazioni, i dipinti, un ottimo coro. Insomma, uno spettacolo. Il sindaco Esposito mi ha fatto una buona impressione, ha anticipato la realizzazione di un museo che utilizzerà tecnologie per emozionare i visitatori. Il tema prescelto è il monachesimo.
Interessante il progetto Policoro legato alla formazione di giovani e alla concretizzazione di progetti imprendintoriali. Il resto..sull’Eco.

gen 142012
 

L’associazione Epicanto è partita con il piede giusto. Il week end culturale che si svolge ad Episcopia dal 13 al 15 gennaio sta vedendo convenire nella città millenaria personalità del mondo della cultura, del sociale, e dell’arte. Il 13 gennaio è stata riaccesa l’attenzione sulla Chiesa di Santa Maria del Piano che necessita di interventi urgenti. Maiuscole sono state le relazioni della professoressa Elisa Conte presidente dell’associazione, del parroco don Peppino Castelluccio e della pasticceria e ricercatrice gastronomica Carolina Calabrese. L’intervento del Sindaco ha svelato un importante riconoscimento culturale nazionale tributato alla città di Episcopia. Significativo è stato l’allestimento rievocativo nel convento, in particolare il refettorio ai tempi del monastero di San Lorenzo, curato da Franca Iannuzzi e Pina Ferrara. Fattivo e concreto il dinamico contributo della Proloco con le sue tante energie giovanili. Ottima la conduzione della prima serata a cura di Pino Costantini, apprezzato medico e scrittore.

Interviste prima serata: Pino Costantini, Elisa Conte

Prima parte

Seconda parte

Terza parte

Quarta parte

Quinta parte

Sesta parte

Settima parte

Ottava parte