Flash Feed Scroll Reader
ott 222015
 

Disciplinare per gli oli extravergini di Basilicata, regolamento e concorso di idee per il marchio di certificazione volontaria. Sono i temi discussi a Matera nel tavolo di settore presieduto dall’assessore regionale alle Politiche agricole, Luca Braia, al quale hanno partecipato dirigenti e tecnici della Regione Basilicata, Alsia-Agrobios, Camera di Commercio di Potenza e delle Organizzazioni di produttori olivicole Oprol, Assoprol, Olivicola lucana, Uprol, Apo e Scol.

Saranno tenute in debito conto nel disciplinare, in corso di stesura, tutte le peculiarità delle aree olivicole e delle varietà autoctone. L’assessore Braia ha invitato il tavolo a coinvolgere, nella fase di chiusura, i sindaci dei comuni lucani nella condivisione del documento e chiesto l’accelerazione delle procedure al fine di poter visionare l’atto già nella prossima seduta.

Discusse poi le specificità del marchio che dovrà avere come punti di riferimento il collegamento con il territorio, l’identità, la storia del prodotto, l’ambiente e la tracciabilità per garantire al consumatore che si tratti di olio extravergine proveniente dalla Basilicata. Riguardo il nome che sarà dato al prodotto, prima di indire il concorso di idee che sarà bandito dall’Alsia, sarà svolto un approfondimento. I funzionari del Dipartimento hanno, inoltre, già preso contatto con il Ministero delle Politiche agricole e forestali per avviare la procedura di riconoscimento della Indicazione geografica protetta per gli oli lucani.

Per quanto riguarda le manifestazioni di promozione sarà stilata dalle Organizzazioni di produttori una lista selezionata di appuntamenti di fiere specializzate alle quali presentarsi come Regione Basilicata.  L’assessore Braia ha anche ribadito l’importanza di una carta degli oli extravergini lucani da presentare negli esercizi commerciali e nei ristoranti e ha chiesto che nel prossimo incontro si discuta di quale format da dare ad Olivarum, evento per eccellenza nel settore olivicolo organizzato dall’anno 2000 dal Dipartimento regionale Politiche agricole. Infine ha messo al corrente il tavolo che intende rivalutare la legge regionale che prevede l’utilizzo delle produzioni lucane da adoperare nei cibi delle mense scolastiche, in cui, un posto di rilievo dovranno avere anche gli oli di oliva prodotti in Basilicata.

luca braia

 

lug 202015
 

Selezione di 12 imprenditori agricoli del Pollino/Lagonegrese per la realizzazione di campi dimostrativi e di una microfiliera di zafferano

Pubblicato sul sito dell’Alsia (l’Agenzia Lucana Sviluppo ed Innovazione in Agricoltura) all’indirizzo http://www.alsia.it/opencms/bandi/bando/REALIZZAZIONE-DI-UNA-MICROFILIERA-DELLO-ZAFFERANO/ il bando per la selezione di 12 imprenditori agricoli a titolo principale residenti nel Pollino/Lagonegrese per la realizzazione di altrettanti campi dimostrativi e di una microfiliera di zafferano.

Dopo due anni di sperimentazione realizzata dall’Alsia presso la propria Azienda agricola “Pollino” di Rotonda su tecniche di produzione e su confronti varietali, è stato quindi messo a punto uno specifico progetto di trasferimento delle più moderne tecniche di coltivazione di questa pregiata spezia, oltre che delle tecniche di lavorazione e di confezionamento. Scopo del progetto è quello di ampliare la gamma di specie coltivate nell’aree del Pollino e del Lagonegrese, di prolungare il calendario di produzione, oltre che di offrire agli imprenditori agricoli, nell’ambito delle filiere delle piante officinali e delle produzioni DOP, una occasione per incrementare il proprio reddito e di utilizzare manodopera in un periodo dell’anno altrimenti non produttivo.

Nello specifico il progetto prevede – con un parziale rimborso spese da parte dell’Agenzia – la realizzazione di 12 campi dimostrativi di mq 200 cadauno, il trasferimento delle tecniche di essicazione e di confezionamento del prodotto, oltre che la ricerca di un operatore della ristorazione e/o della commercializzazione interessato al ritiro del prodotto, previa stipula di un apposito contratto.

Le aziende selezionate saranno seguite dai tecnici dell’Alsia in tutte le fasi non solo del ciclo produttivo, ma anche in quelle della trasformazione, del confezionamento e della ricerca di eventuali operatori della ristorazione o del commercio.

Il bando scade il 3 agosto.

Info:
dottor Domenico Cerbino
e-mail domenico.cerbino@alsia.it
tel. 320.0241678

Avviso pubblico. Selezione di n. 10 imprese agricole operanti nei comprensori del versante lucano del parco nazionale del pollino e della valle del noce interessate a partecipare al progetto pilota-dimostrativo “realizzazione di una microfiliera dello zafferano”.
Art. 1 Generalità
L’Alsia, nell’ambito del Programma annuale dei Servizi di Sviluppo Agricolo della Regione Basilicata
ed in applicazione della determina dirigenziale n. 2015/I/00108 del 15.07.2015 bandisce una
selezione per 12 imprese agricole ricadenti nei comprensori del Parco Nazionale del Pollino -
versante lucano e della Valle del Noce interessate a realizzare un campo dimostrativo per la
coltivazione dello zafferano da conferire ad un operatore della ristorazione (ristorante e
agriturismo) regionale e/o operatore commerciale e/o trasformatore.
Specie Campi (n.) Superficie campo (mq)
Zafferano 12 200
1. Collegare la produzione dello zafferano con il mercato tramite la realizzazione di una
micro-filiera corta composta da aziende agricole produttrici e da operatori della ristorazione
(ristoranti e agriturismo) regionale e/o operatori commerciali e/o operatori della
trasformazione.
2. Collegare il materiale di scarto (fiori senza stimmi) alla trasformazione della filiera erbeofficinali
tramite la realizzazione di una micro-filiera composta da aziende agricole produttrici
e da Evra srl.
Art. 2 Finalità
La finalità del presente avviso pubblico è la divulgazione della coltivazione dello zafferano e la
realizzazione di una microfiliera con gli operatori turistici e/o commerciali interessati al ritiro
certo del prodotto a prezzi remunerativi.
Art. 3 Partecipanti
L’avviso pubblico è riservato alle imprese agricole ricadenti nei comprensori del Parco Nazionale
del Pollino – versante lucano (Rotonda, Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Viggianello,
Latronico, San Severino lucano, Episcopia, Chiaromonte, Francavilla in Sinni, Senise, Teana,
Fardella, Carbone, Castronuovo S.A., Calvera, San Paolo Alabanese, San Costantino Albanese,
Noepoli, Terranova del Pollino, Cersosimo) e della Valle del Noce (Lagonegro, Lauria Maratea,
Rivello, Nemoli, Trecchina) registrate presso la CCIAA di Potenza ed in possesso dei seguenti
requisiti oggettivi di base:
1. coltivatore diretto o di imprenditore agricolo;
2. iscrizione alla Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura della Provincia di
Potenza;
Art. 4 Condizioni a partecipare
Gli imprenditori agricoli richiedenti di partecipare al presente Avviso, dovranno impegnarsi:
1. a realizzare un campo/prova dimostrativo di 200 mq. ;
2. ad osservare tutte le indicazioni di carattere tecnico-colturale o di processo che gli
verranno impartite dal tecnico/divulgatore agricolo dell’Alsia incaricato per la realizzazione
del campo dimostrativo e per l’intera durata della prova dimostrativa;
3. a fornire al tecnico/divulgatore agricolo responsabile della prova dimostrativa tutti i
parametri tecnici ed economici relativi alla prova stessa e collaborare alla loro rilevazione;
4. a consentire presso il “campo dimostrativo” visite guidate destinate a tecnici e/o operatori
agricoli interessati accompagnati dal tecnico/divulgatore agricolo dell’Alsia;
5. a sottoscrivere un contratto di filiera con almeno un operatore della ristorazione e/o della
commercializzazione e/o trasformazione.
6. a confezionare e etichettare il prodotto.
Art. 5 Modalità di presentazione della domanda
Gli interessati, a pena di esclusione, dovranno far pervenire la domanda di partecipazione,
corredata di tutti gli allegati previsti dal presente Avviso Pubblico, entro le ore 13.00 di lunedì 3
agosto 2015 all’ALSIA – AASD Pollino di Rotonda, c.da Piano Incoronata snc – 85048 Rotonda
(PZ), per posta o a mano, secondo il modello allegato al presente avviso pubblico (allegato 1).
Il modello di domanda può essere ritirato presso l’AASD Pollino di Rotonda, oppure essere
scaricato direttamente dal sito internet dell’Agenzia all’indirizzo: www.alsia.it, sezione Bandi.
Art. 6 Criteri di valutazione e priorità
Criterio di valutazione delle domande sarà l’età anagrafica dell’imprenditore richiedente. A parità
di anno di nascita, sarà prioritario il numero di protocollo della domanda.
Art. 7 Graduatorie
La valutazione delle domande sarà effettuata da un Gruppo di Lavoro formato da funzionari
dell’ALSIA che esaminerà le domande pervenute nei termini previsti dal precedente art. 5 e
procederà alla stesura di una graduatoria provvisoria.
In caso di richieste inferiori a quelle disponibili, il Gruppo di Lavoro attribuirà i posti disponibili.
Prima di ottenere l’autorizzazione all’impianto, gli imprenditori inseriti nella graduatoria
provvisoria dovranno produrre, su espressa richiesta dell’ALSIA, copia del contratto di filiera
sottoscritto con l’azienda di trasformazione e/o di commercializzazione partner del progetto.
Con atto dirigenziale sarà approvata la graduatoria definitiva.
Dopo l’approvazione della graduatoria definitiva, gli imprenditori sottoscriveranno con l’Agenzia
l’Accordo di Collaborazione per la realizzazione del progetto pilota “Realizzazione di campi
dimostrativi per la diffusione della coltivazione dello Zafferano nel Parco Nazionale del Pollino e nel
Lagonegrese”.
Art. 8 Partecipazione alle spese di impianto
A fronte della completa osservanza degli impegni di cui all’art. 4, l’ALSIA e di una spesa diretta
(acquisto di mezzi tecnici ed attrezzature) ed indiretta (lavoro proprio) prevista di circa
complessivi € 3.000,00 per la realizzazione di un campo di 200 mq, si rimborserà alle imprese
agricole aderenti al progetto e che realizzeranno il campo dimostrativo, un importo forfetario di
€ 1.000,00.
Per il riconoscimento delle spese effettuate e la liquidazione del rimborso spese forfettario,
l’imprenditore agricolo provvederà a produrre apposita richiesta corredata da una dichiarazione
di ritiro del prodotto da parte dell’impresa di trasformazione.
Il gruppo di lavoro dell’Alsia previsto dal progetto procederà all’istruttoria delle domande di
rimborso spese e provvederà a produrre tutti gli atti necessari alla loro liquidazione e pagamento.
Art. 9 Pubblicità
Il presente bando viene pubblicato sul sito dell’Agenzia all’indirizzo www.alsia.it e, tramite
manifesti, presso le sedi municipali dei Comuni di cui all’art. 3.
Matera, 16 luglio 2015
Il Dirigente
Area Servizi Sviluppo Agricolo Specialistici
f.to dott. Sergio Gallo

bando zafferano

Allegato 1

domanda di partecipazione

(da scrivere in stampatello o a macchina)

Spett.le ALSIA

AASD Pollino

C.da Piano Incoronata, snc

85048 Rotonda (PZ)

Il Sottoscritto …………………………………………………………….……….…………….…

nato a ………………………………………. il ……………………..

residente nel comune di ……………………..……… prov.….… via………………….….………….

cap……………..tel……………………..fax….…….…………

iscritto alla CCIAA di Potenza al n. ………………………………..

conduttore del fondo sito nel comune di ……………… (PZ) in località ………………..…………

chiede

di partecipare all’AVVISO PUBBLICO “Selezione di imprese agricole operanti nei comprensori del versante lucano del Parco Nazionale del Pollino e della Valle del Noce interessate a partecipare al progetto pilota-dimostrativo “Realizzazione di una microfiliera dello zafferano ” pubblicato in data 16.07.2015.

Il sottoscritto, ai sensi del DPR n. 445/2000, dichiara di aver preso visione dell’Avviso Pubblico e che quanto dichiarato nella presente domanda corrisponde al vero.

Data……………………

Il RICHIEDENTE

(firma leggibile)

Allega i seguenti documenti

Copia del documento di identità in corso di validità;
Planimetria e visura catastale della superficie interessata alla prova dimostrativa;
3. Dichiarazione d’impegno alla realizzazione di un campo dimostrativo di mq 200 e di accettazione di rimborso spese parziale (allegato 1a);

Dried saffron spice and Saffron flowers

nov 052014
 

Sarà Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, ad ospitare l’undicesimo Coordinamento Nazionale di Opera Romana Pellegrinaggi dal tema “Pellegrinaggio: tempo e luogo di riconciliazione”, che dal 10 al 13 novembre radunerà circa 250 tra collaboratori, assistenti spirituali, animatori pastorali e organizzatori di pellegrinaggi.
In vista di questo straordinario evento, occasione di presentazione dei programmi ORP 2015, l’8 novembre la Camera di Commercio di Matera ospiterà due appuntamenti molto significativi e connessi tra loro, promossi da Apt-Regione Basilicata, in collaborazione con il Consorzio “La Città Essenziale”.
L’8 novembre, alle 15.30, si terrà la conferenza stampa per presentare il Coordinamento Nazionale dell’Opera Romana Pellegrinaggi e introdurre ai giornalisti il tema del seminario “Abramo, il cammino della fede, o Ulisse, il viaggio della conoscenza. Itinerari tra turismo e pellegrinaggi”, in programma lo stesso giorno, alle 17.00.
Alla conferenza stampa interverranno Monsignor Liberio Andretta, Vicepresidente e Amministratore delegato di ORP, il Presidente della Camera di Commercio, Angelo Tortorelli, il Sindaco di Matera, Salvatore Adduce e il Direttore Generale dell’APT, Gianpiero Perri.
A seguire, si terrà il seminario nato come appuntamento preliminare al Coordinamento Nazionale di ORP, al fine di creare una rete tra le organizzazioni ecclesiastiche e laiche operanti sul territorio lucano, rete fondata sul dialogo e sul confronto rispetto al tema del turismo religioso.
Dopo i saluti del sindaco di Matera, Salvatore Adduce, e del Presidente della Camera di Commercio, Angelo Tortorelli, i lavori del seminario saranno introdotti da Monsignor Salvatore Ligorio, Arcivescovo di Matera – Irsina, cui seguirà l’intervento di Monsignor Liberio Andreatta, incentrato sul tema che dà il titolo al convegno. La tavola rotonda sarà introdotta dal Direttore Generale dell’APT Basilicata, Gianpiero Perri, il quale illustrerà il progetto “Basilicata sacra” nato in concomitanza con l’Anno della Fede di concerto con la Regione Basilicata, come strategia regionale per l’implementazione del turismo religioso che ha in “Matera Cappadocia d’Italia” il suo primo risultato operativo. Interverrà, inoltre, Pino Bruno, Presidente del Consorzio “La Città Essenziale”.

matera

ott 052014
 

E’ in programma a Potenza martedì 7 ottobre alle ore 11.00, nella sala “A” del palazzo del consiglio regionale, la conferenza stampa di presentazione della XXI edizione della “Fiera regionale di Lagopesole-città di Avigliano”, in programma nell’area Paip di Sarnelli di Avigliano dal 10 al 19 ottobre. Prenderanno parte all’incontro con la stampa, l’assessore regionale alle attività produttive, i presidenti di Camera di Commercio di Potenza, Confartigianato, Confagricoltura, Cna ed il presidente della “Fiera regionale di Lagopesole”. La manifestazione fieristica è tra le più importanti della regione ed è stata la prima ad ottenere nel 1996 il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Basilicata. Nel 2014 sarà l’unica fiera Campionaria che si svolgerà nella provincia di Potenza. Anche quest’anno l’evento ospiterà tre esposizioni: la classica campionaria, il padiglione riservato all’enogastronomia ed il salone dedicato agli sposi “Nozzexpo-wedding Basilicata”.

avigliano

set 222014
 

La Giornata del Maestro 2014 , svoltasi a Matera il 19 sett. u.s. , presenti Maestre e Maestri del Lavoro , provenienti da tutta la Basilicata , ha voluto testimoniare la propria convinta adesione alla candidatura di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.
Un evento che non ha voluto avere alcuna ritualità , ma la determinata e convinta volontà di continuare a testimoniare , con l’impegno di tutti i Maestri del Lavoro , perché il Paese riprenda il suo percorso di sviluppo sociale ed economico , partendo dalle sue periferie , quale può essere il territorio lucano, esaltando le tante emergenze di cui dispone , come i giacimenti culturali e Matera ,con il patrimonio dei Sassi,ne è una fra le più significative evidenze.
Ai saluti non formali ma di profondo significato dei Consoli Provinciali di Matera MdL Nino Salvatore e di Potenza MdL Renzo Berardino , che hanno sottolineato la volontà a non volersi e doversi estraniare dall’impegno a continuare a dare il contributo, ognuno per la propria parte, perché si riprenda a crescere in una società giusta e sana ed hanno ringraziato le Autorità Civili e Religiose che con la Loro presenza hanno voluto dare lustro ed attenzione ai Maestri del Lavoro di Basilicata .
I lavori sono stati introdotti dal saluto gradito dell’Ecc.za Mons. Ligorio – Vescovo di Matera – che ha esortato ad avere fiducia , lavorando tutti insieme per una società che , ripiegandosi sul lavoro per tutti, sappia restituire il senso vero della dignità umana.
Centrale e ampia la relazione proposta dal Console Regionale dei Maestri del Lavoro MdL Antonio Papaleo che ha ricordato come l’iniziativa , pur nella sua periodica cadenza , non vuole essere un evento annuale che si ripete con monotonia, ma una occasione per rinsaldare i vincoli associativi fra i Maestri , in uno con il rilancio dell’appartenza , specie per la presenza del Vice Presidente per il Sud della Federmaestri MdL Vincenzo Esposito che , nel suo non scontato intervento ha richiamato il ruolo che i Maestri intendono svolgere nel Paese e segnatamente nel Mezzogiorno per un riscatto vero , che fondi le sue basi proprio nel rilancio delle politiche occupazionali ; a tal proposito si è detto molto interessato alla candidatura di Matera 2019 ed ha proposto l’eventuale svolgimento di una apposita Conferenza Programmatica dei Consolati Meridionali dei Maestri del Lavoro.
Il Console Regionale MdL Papaleo , dal canto suo ,non ha mancato di evidenziare le potenzialità presenti sul territorio lucano perché possa recuperarsi dalla condizione di “ territorio cenerentola” per i suoi elevati indici di disoccupazione , a cui si aggiunge l’altra vera emergenza , rappresentata dalla migrazione di “ cervelli “ , stante il crescente fenomeno dei giovani , specie scolarizzati , che lasciano il territorio , per cui si continua a registrare un sistematico calo demografico, con una popolazione fatta sempre più di persone anziane. Da qui l’urgenza che le Istituzioni riprendano un percorso di sviluppo che sappia interrogarsi principalmente su comparti quali le Costruzioni , l’Ambiente, l’Agricoltura, la Sanità ,ma principalmente sul comparto del Turismo o dei Turismi , specie per rendere sempre più attrattiva la Basilicata e per essa la Città di Matera.
All’articolata relazione gli hanno fatto eco per la Regione la D.ssa Maria Rosaria Sabia – Dirigente dell’Ufficio Lavoro che ha richiamato le varie iniziative approntate dalla Regione , quali quelle riferite alla Garanzia Giovani ed al Reddito Minimo Garantito ; il Sindaco Salvatore Adduce che , condividendo le riflessioni addotte dalla relazione, ha evidenziato come “ Matera 2019 “ deve essere fatta equivalere a quel “ percorso fantastico” su cui scommettere per il futuro dell’intera Regione , che sappia coniugare “ cultura a coltura “ , nell’ambito di un vero e proprio “ Laboratorio per il Bene Comune “ ; ha , quindi , svolto il proprio intervento il Vice Prefetto Vicario Dr. Gentile che ha richiamato l’importanza di sentirsi Maestri del Lavoro , specie per la testimonianza che viene data alle nuove generazioni , in termini di valori ; concetti immediatamente recuperati sia dall’intervento di Don Filippo Lombardi- Responsabile Diocesano della Pastorale del Lavoro, che dall’Assessore ai Lavori Pubblici di Matera Trombetta che hanno richiamato la necessità di ritornare alla meritocrazia se si vogliono indicare obiettivi di speranza per il futuro.
Durante la manifestazione si è proceduto alla consegna alle Autorità dei gagliardetti da parte dei Maestri del Lavoro ; mentre alla Federmaestri è stata consegnata la bandiera di Matera 2019 , direttamente dalle mani del Sindaco , il Presidente della Camera di Commercio Angelo Tortorelli ha consegnato al Vice Presidente per il Sud dei MdL un volume che ricorda Matera.ed il Console di Matera ha consegnato alla stesso Vice Presidente un bassorilievo in ceramica artigianale raffigurante i Sassi.
Infine, a conclusione della iniziativa si è proceduto alla consegna dei Premi Adinolfi ai MdL Galasso Rocco, Papaleo Stanislao e Santarsiero Salvatore; del Premio Campochiaro al MdL Laguardia Rocco e del Premio di anzianità di iscrizione per il Consolato di Matera alla MdL Ida Altavilla :L’occasione si è conclusa con un incontro conviviale per tutti i Maestri intervenuti ed una interessante visita guidata nei Sassi .
papaleo

feb 042014
 

Il Premio Internazionale Lìmen Arte 2013, sezione “Artisti Calabresi”, istituito dalla Camera di Commercio di Vibo Valentia è stato assegnato sabato scorso all’artista, cittadino praiese, Salvatore Pepe.

La sua opera, dal titolo “Infinito 03”, è stata premiata presso la sede storica di Palazzo E. Gagliardi, con le seguenti motivazioni: «Per aver rivisitato la grande tradizione pittorica dell’aconicità, costruendo una superficie di intensa attrazione per la biocromaticità, per il contrasto luce/buio e per la composizione geometrica che ritrova, da una parte, il “centro” e, dall’altra, sembra non avere limiti sui lati esterni, indicando così l’infinito».

Il Premio Internazionale Lìmen Arte 2013, giunto alla quinta edizione, continua a riscuotere consensi e successo, data anche la qualità artistica dei partecipanti.

Una rassegna che ha avuto inizio lo scorso 14 dicembre con una mostra presso il Palazzo Comunale, inaugurata dal noto critico d’arte Philippe Daverio. La mostra ha visto la partecipazione di artisti internazionali e calabresi, di studenti delle Accademie italiane e straniere e degli artisti della scuola di “Piazza del Popolo”.

Salvatore Pepe è docente di Progettazione presso il Liceo Artistico di Cetraro (Cs). La sua ricerca artistica densa di consistenza storica-evocativa di sapore mediterraneo, si distingue per la chiarezza costruttiva e l’analisi rigorosamente geometrica dello spazio.

Dal 1988 ad oggi le sue opere sono state esposte in numerose mostre sia in Italia e che all’estero. Tra le più recenti nel 2011: la 54ª Biennale di Venezia “Padiglione Italia-Lo stato dell’arte nel 150° dell’Unità d’Italia” a cura di V. Sgarbi, Palazzo delle Esposizioni, Torino; “Omaggio a L. Calogero” Museo dei Bretti, Cosenza; “150 artisti per l’Unità d’Italia” Galleria Nazionale di Cosenza.

Nel 2012 le sue opere sono state esposte presso “Across the space-Across the time” Museo dei Bretti a Cosenza e nel 2013 “Percorsi dell’arte contemporanea in Calabria” Museo del Presente a Rende.

Ha curato inoltre i video “Nato Frascà-L’Arte all’ombra di un’altra luce” e “Lamberto Pignotti e la poesia visiva”.

Nel 2007 ha partecipato con le sue opere alla Biennale di Venezia, nell’ambito del progetto “Camera 312 promemoria per Pierre” curato da R. Maggi.

Un suo monumento, “La porta del sole”, è esposto sul lungomare di Praia a Mare.

L’opera vincitrice del concorso “Infinito 03”, sarà ceduta alla Camera di Commercio di Vibo Valentia, che ne acquisterà la proprietà per la propria Galleria d’Arte contemporanea.

Premiazione

ott 222012
 

Un rumore sordo rompe il silenzio; il calore gonfia, riempie, spinge su. Tutto è pronto. Il miracolo si compie.
Il naso è all’insù, gli occhi sono pieni di cielo. La magia delle mongolfiere è arrivata anche a Matera.
Cala il sipario sull’”Aspettando il Matera Balloon Festival” e il riscontro è più che positivo.
Una quattro giorni, dal 18 al 21 ottobre, di colori e magia nei cieli della Murgia materana. Un’occasione
unica per godere dello spettacolo della preparazione delle mongolfiere e per vivere da protagonisti
l’emozione di un volo libero.
Numerosi i visitatori che hanno potuto godere dello spettacolo offerto da 4 “giganti dell’aria” che hanno
sorvolato la gravina materana e i sui dintorni. Il decollo è avvenuto nei pressi dello Jazzo Gattini (CEA),
mentre l’atterraggio in un punto pianeggiante, individuato durante l’escursione aerea.
L’evento, promosso dall’associazione culturale “Murgiamadre”, è stato un’anteprima del “Matera Balloon
Festival”, che si terrà nel mese di maggio 2013; un’iniziativa vuole contribuire alla candidatura di Matera
Capitale della Cultura 2019.
L’associazione ritiene che un Festival Internazionale di Mongolfiere sia un evento unico con il quale
promuovere anche nuovi scenari possibili per una Green Economy geo-localizzata in Basilicata, un mezzo
eco-sostenibile quale utile strumento per valorizzare il territorio e le comunità locali.
I maggiori ringraziamenti sono rivolti alla Regione Basilicata, alla Provincia di Matera, alla città di Matera,
alla Camera di Commercio, al Parco della Murgia Materana e alla CEA, che hanno supportato l’iniziativa.

ago 092012
 

Questa sera  a Lauria in Piazza San Nicola alle ore 20.30  alla presentazione del Progetto Interregionale “Itinerari di Federico II di Svezia.

Interverranno il Dott. Tomangelo Cappelli, Coordinatore del Progetto per la Regione Basilicata ed il Dott. Gennaro Caputo, Responsabile del C.D.E. (Centro di Drammaturgia Europeo)

Nell’ambito del Progetto Interregionale “Itinerari Turistici di Federico II di Svevia”, a cui partecipano la Regione Basilicata, capofila, con Calabria, Puglia e Sicilia sono state avviate numerose iniziative di promozioni e, tra queste, la Regione Basilicata – Dip. Attività Produttive, Ufficio Turismo – ha avviato il Programma Umanitario “VIVERE una VITA che VALE, che improntato sulla centralità dell’Essere e sul rispetto della Vita, è finalizzato alla promozione di Regole Auree e Stili di Vita Eticosostenibili, più sani corretti ed equilibrati, basati su criteri medico-scientifici, attraverso la valorizzazione del Patrimonio Culturale Lucano.

Un’occasione straordinaria per risvegliare le coscienze e diffondere stili di vita ispirati all’ARMONIA, al Ben/ESSERE e al Bene Comune e lanciare un processo di Rinascenza Culturale diretto a tutte le componenti sociali, con particolare attenzione agli umili e agli ammalati, ispirato agli Orientamenti Episcopali 2010/2020, Educare alla Vita Buona del Vangelo.

Eventi ed iniziative previste in Basilicata

Si terrà a Maratea e a Lauria  il 22 e 23 settembre 2012 un evento internazionale per la presentazione degli Itinerari emozionali federiciani, con la collaborazione della Camera di Commercio Italiana in Germania e del Centro di Drammaturgia Europeo, a cui parteciperanno operatori locali, Tedeschi e di altre regioni italiane.

L’iniziativa offrirà la possibilità di creare opportunità commerciali fra strutture turistiche locali e Tour Operator specializzati, per la promozione  nei cataloghi e nei pacchetti offerti dai Tour Operator tedeschi nei vari settori di specializzazione.

Per l’occasione sarà proposto ai Tour Operetors tedeschi un viaggio emozionale da Maratea (Thea Maris e Perla del Tirreno) a Lauria, città di Ruggero, l’Ammiraglio invincibile imparentato a Federico II di Svevia e citato in una struggente storia d’amore nel Decameron del Boccaccio, con gita su veliero lungo la costa marateota, allietata da quartetti d’archi e musiche romantiche alemanne, con percorso sensoriale e sapienziale, incontri esperienziali ed enogastronomici nell’entroterra tra Natura incontaminata e  Borghi antichi.

Il 22 settembre 2012 a Lauria, nell’ambito dell’evento sopracitato, è previsto un Recital Emozionale con la partecipazione di Michele Placido e Katia Ricciarelli che presenterà, in anteprima assoluta, il brano inedito,  “ Madre Luce”, composto appositamente per il video- art “Viaggio al Cuore della Vita: un Itinerario d’Amore in Basilicata”,  che verrà proiettato, in prima visione, nel corso della serata,  con voce protagonista Michele Placido, che interpreta sé stesso, regalandosi il viaggio che ha sempre sognato e che lo porterà a scoprire, proprio in Basilicata, il valore incommensurabile della vita, essenziale per “Vivere una Vita di Valore”.

Verrà proiettato, inoltre anche il video-art “ Stupor del Mondo: I Segreti per vivere Felici disvelati nel meraviglioso viaggio alla scoperta dei tesori di Federico II di Svevia” con le voci di Michele Placido, Eleonora Brigliadori e Antonella Ruggiero.

Amministrazione Comunale di Lauria

Proloco Lauria

 

 

giu 232012
 

Il commerciante Peppino Brando è il continuatore di una straordinaria tradizione familiare. Infatti da oltre 120 anni nella città tirrenica opera un’attività impegnata nella vendita di tessuti, in particolare canapa e lino. La Camera di Commercio di Potenza ha nei giorni scorsi pemiato l’attività essendo la più antica nel settore, di tutta la Regione Basilicata.