Flash Feed Scroll Reader
set 052015
 

“La pista ‘Mattei’ di Pisticci non e’ stata inclusa tra gli aeroporti di interesse nazionale . Questi sono gli ultimi atti del governo Renzi. E questo nonostante la Regione Basilicata non abbia alcuno aeroporto e nonostante il flusso turistico programmabile per ‘Matera 2019’ venga stimato fino a 6 milioni di visitatori e l’importante offerta turistica del Metapontino che supera i 20 mila posti letto realizzando milioni di presenze solo nella stagione balneare. Eppure altre regioni hanno aumentato, con questo ultimo piano, la presenza degli scali aeroportuali classificati nazionali, vedasi la Puglia che aggiunge agli scali di Bari e Brindisi quello di Taranto (Grottaglie), e la Campania con Salerno/Pontecagnano incluso anche questo tra gli scali di interesse nazionale”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico (FI). “ Senza dimenticare che la Basilicata e’ tagliata fuori dall’alta velocità ferroviaria ed ha servizi su rotaia assolutamente inadeguati oppure inesistenti. L’assessore regionale Berlinguer si accontenta del fatto che nel piano del governo che stabilisce il piano aeroportuale italiano per i prossimi anni, alcuni scali, nelle regioni sprovviste, potrebbero evolvere verso la classifica di aeroporti di interesse nazionale. La domanda e’ con quali strumenti, con quali mezzi finanziari se siamo tagliati fuori dalla programmazione dei prossimi anni sia nazionale che europea? Il piano nazionale dei trasporti aerei approvato esclude la Basilicata e questo atto di programmazione la taglierà fuori dai programmi di spesa nazionali ed europei in materia aeroportuale. La regione Basilicata da sola cosa potrà fare, se non continuare a sognare? La realtà alcune volte aiuta più del sogno. Senza polemica”.

cosimo latronico3

giu 262015
 

#POZZOXPOZZO è una campagna a cura dei comitati No Triv di Brindisi di Montagna e Potenza, che si pone l’obbiettivo di chiarire la situazione inerente ogni singola zona della Basilicata che si trova a dover
affrontare in maniera più o meno diretta la questione petrolio e fa propria l’esigenza dei cittadini lucani di avere risposte circostanziate e specifiche. A scadenze regolari troveranno spazio i cittadini e i comitati locali che vorranno prendere parte all’iniziativa, i quali formuleranno
domande relative al proprio territorio.
Le domande raccolte, di volta in volta, andranno a riempire un foglio di riepilogo che fungerà da promemoria.
Basta informazioni vaghe e prive di contraddittorio, se davvero il presidente Pittella vuole fare chiarezza a domanda risponda.

Comitato No Triv Brindisi Montagna Comitato No Triv Potenza

petrolio-basilicata1

giu 252014
 

Arisa testimonial della Basilicata, dentro e fuori i confini regionali: il 25 giugno a Matera, nell’incantevole Castello Tramontano, la prima delle due tappe lucane dell’artista nella sua regione, poi il 10 luglio, data del secondo concerto, a Brindisi di Montagna, nella splendida cornice del Parco della Grancia, e nel resto del suo “Se vedo te tour” in tutta Italia.
Leit motiv del tour targato 2014 di Arisa sarà la promozione dell’immagine turistica della Basilicata, con numerose Iniziative che fanno da contorno a ciascuna delle 26 tappe, come la proiezione di video sull’immagine della regione e specificazioni di promozione.
Il progetto di partenership tra Regione-Apt Basilicata, in collaborazione con l’artista e il suo staff, è rivolto a migliaia di fan e agli amanti della musica che, attraverso questa campagna di comunicazione, potranno avere un primo contatto con le immagini, i colori e i paesaggi della terra lucana.
È inoltre già fruibile sul sito www.basilicataturistica.com la pagina tematica dedicata al tour dell’artista, visitando il quale si possono scoprire “I luoghi” della Basilicata indicati dalla stessa cantante lucana come quelli a lei più cari. Castelmezzano, Pietrapertosa, Avigliano, Arioso e Pantano di Pignola, e poi Matera, Maratea, Satriano, Forenza e Potenza, un “itinerario raccontato” che si riannoda al percorso umano e artistico di Arisa.
Oltre ad una breve intervista rilasciata dalla cantante, nello stesso spazio web è disponibile anche il video ufficiale della canzone “Quante parole che non dici”, in parte girato a Maratea, e una sezione dedicata alle “Grandi attrazioni” della Basilicata.
Sul sito saranno disponibili tutti gli aggiornamenti relativi al tour di Arisa anche grazie al supporto dei social network.
Apt Basilicata

arisa

apr 172014
 

Tutto pronto per la seconda edizione del 1° Maggio al Parco Grancia- Basilicata in vetrina 2014 con molte conferme e tante novità. Tra queste ultime il lancio del concorso “Il Tuo Spazio Grancia” ideato dall’associazione Spazio Grancia, in collaborazione con Proloco di Brindisi Montagna e il Comune di Brindisi Montagna. Una nuova formula che concilia la modalità ormai sperimentata della Residenza artistica con l’esigenza di sostenere con più energia il lavoro artistico – culturale della Basilicata. Aperta a tutti gli artisti italiani e stranieri, il concorso si propone di attivare una modalità inedita di approfondimento sull’operare artistico, offrendo una borsa di studio a totale copertura delle spese di vitto e alloggio destinato a favorire la ricerca di nuove forme di arte e spettacoli, inseriti nell’anfiteatro naturale, storico e rurale del Parco Grancia. L’elemento distintivo ed innovativo di tale progetto consiste nel mettere a disposizione del vincitore la location del Parco Grancia. Un’idea vincente che permetterà ad una struttura naturale di diventare un contenitore di idee e progetti da realizzare nelle prossima stagione estiva della Grancia.

Tutti gli interessati al concorso potranno compilare una pre-domanda durante l’evento del 1° Maggio di quest’anno ed esser inseriti nelle sessioni di visita guidata nel Parco Grancia al fine di realizzare un progetto in linea con le esigenze e peculiarità dello spazio. Per tutti coloro che invece saranno impossibilitati a prender parte alla manifestazione, verrà pubblicato il bando sul sito www.parcograncia.it, la cui scadenza sarà fissata entro e non oltre il 15 settembre.

I progetti pervenuti saranno valutati da apposita Giuria. Al vincitore verrà riconosciuta la residenza artistica, la possibilità di metter in scena la prima del progetto vincente sia durante il prossimo 1° Maggio 2015 che durante tutta la stagione estiva del Parco Grancia e la promozione di attività formativa, relativa al parco, nelle scuole lucane.

L’acquisto dei biglietti per il 1° Maggio sarà così suddiviso:

PREVENDITA: Biglietto 10,00 euro: comprende due consumazioni (2 bibite) + buono sconto sulla stagione di spettacolo “Grancia 2014”.
BOTTEGHINO: Biglietto 12,00 euro: comprende una consumazione (1 bibita) + buono sconto stagione 2014.

Per le famiglie è previsto il Family pack: 2 adulti + 1 bambino 20€ (per ogni bambino in più appartenente allo stesso nucleo familiare il biglietto costerà 5 € cadauno). Questo biglietto speciale non da diritto alle consumazioni gratis e allo sconto stagione Grancia 2014, mentre tutti i bimbi al di sotto dei 130 cm di altezza entrano gratis

Si allega la locandina dell’evento

Info & prevendita: 3295811844 – 3271877802 – 3408625938
email: info@parcograncia.it

www.parcograncia.it

Seguici sui nostri social:
Pagina Fb: La Grancia, Pro Loco Brindisi Montagna

Profili Fb: Proloco Brindisi Montagna, Pro Loco Brindisi Montagna Bis

Twitter: @granciabm, @ProLocoBrindisi #LaBasilicataInVetrina

a3_grancia_br

apr 102014
 

Ritorna la manifestazione “1° Maggio al Parco Grancia – La Basilicata in vetrina 2014”. Dopo il successo della passata edizione con la presenza di oltre 5000 visitatori provenienti da tutto il centro Sud, venti gruppi musicali lucani, e più di quaranta espositori regionali, si riconferma la forte volontà dello Spazio Grancia di far rete e squadra tra diversi operatori lucani in una cornice affascinante e coinvolgente come quella del Parco Grancia.
Questa seconda edizione, organizzata dalla Proloco di Brindisi Montagna, l’associazione Spazio Grancia in collaborazione con il Comune di Brindisi Montagna e altre associazioni (tra cui Prima Persona Basilicata e Forum dei Giovani), si pone come obiettivo quello di valorizzare e far conoscere le eccellenze lucane in uno spazio condiviso di idee e contenuti.
Durante la giornata 1° maggio, che dalle ore 10.00 si protrarrà sino a notte inoltrata, si potranno visitare gli stand espositivi delle varie associazioni aderenti, degustare prodotti tipici lucani presso il “Borgo dei Sapori”, partecipare al workshop mattutino sulla “Programmazione Europea 2014-2020 sistema naturale e culturale”, assistere al “percorso Rapaci” e ascoltare l’esibizione, dal vivo, di più di quindici band lucane nell’auditorium naturale della Grancia.
Oltre le conferme, tante le novità che quest’annno ha in serbo la manifestazione.Tra queste segnaliamo l’angolo dedicato al Folklore Lucano, altro importante mezzo di divulgazione delle nostre tradizioni popolari. I gruppi Folk potranno esibirsi in una spazio a loro dedicato denominato: “La Cassa Armonica”. Inoltre, al fine di garantire continuità nella divulgazione delle iniziative del territorio, verrà realizzata e distribuita durante l’evento la mappa “La Basilicata in Vetrina” all’interno della quale verranno inseriti tutti gli enti (Comuni, associazioni, pro loco, etc.) che parteciperanno all’iniziativa. Infine la presentazione del bando “Il tuo Spazio Grancia” con in palio l’utilizzo del Parco per un tempo determinato. A questo bando potranno accedere tutti e avere la possibilità di veder realizzato il proprio progetto-evento nel Parco Grancia nella prossima programmazione.

L’acquisto dei biglietti sarà così suddiviso:
PREVENDITA: Biglietto 10,00 euro: comprende due consumazioni (2 bibite) + buono sconto sulla stagione di spettacolo “Grancia 2014”.
BOTTEGHINO: Biglietto 12,00 euro: comprende una consumazione (1 bibita) + buono sconto stagione 2014.
Per le famiglie è previsto il Family pack: 2 adulti + 1 bambino 20€ (per ogni bambino in più appartenente allo stesso nucleo familiare il biglietto costerà 5 € cadauno). Questo biglietto speciale non da diritto alle consumazioni gratis e allo sconto stagione Grancia 2014, mentre tutti i bimbi al di sotto dei 130 cm di altezza entrano gratis.

a3_grancia_br

apr 052014
 

Tutto lo stato maggiore del Partito Socialista di Lauria si è incontrato il 4 aprile all’Happy Moments per mettere a punto la strategia da perseguire rispetto alla crisi comunale. All’incontro era presente il segretario provinciale del garofano Franco Simone ed il generalissimo Antonio Pisani in forma smagliante. Un brindisi è stato fatto anche al neo assessore provinciale Antonio Rossino. Tra i più attenti alla discussione Rosario Sarubbi e Gino Labanca. Rispetto alla ventilata ipotesi di componenti esterni per ricomporre il governo cittadino, i socialisti laurioti non sarebbero d’accordo. Sulla rampa di lancio sarebbe pronto Fabrizio Boccia. Vi proponiamo alcune immagini “rubate” del tavolo socialista che ha rispettato il venerdì di quaresima.

gen 292014
 

“Oggi, quando le reti e gli strumenti della comunicazione umana hanno
raggiunto sviluppi inauditi, sentiamo la sfida di scoprire e trasmettere la mistica di vivere insieme, di mescolarci, di incontrarci, di prenderci in braccio, di appoggiarci, di partecipare a questa marea un po’ caotica che può trasformarsi in una vera esperienza di fraternità, in una carovana solidale, in un santo pellegrinaggio. In questo modo, le maggiori possibilità di comunicazione si tradurranno in maggiori possibilità di incontro e di solidarietà tra tutti.(…) Se potessimo seguire questa strada, sarebbe una cosa tanto buona, tanto risanatrice, tanto liberatrice, tanto generatrice di speranza! Uscire da se stessi per unirsi agli altri fa bene. Molti tentano di fuggire dagli altri verso un comodo privato, o verso il circolo ristretto dei più intimi, e rinunciano alla dimensione sociale del Vangelo. Il Vangelo ci invita sempre a correre il rischio dell’incontro con il volto dell’altro, con la sua presenza fisica che interpella, col suo dolore e le sue richieste, con la sua gioia contagiosa in un costante corpo a corpo.”
Facendo proprie le parole dell’Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium (nn 87-91), scritta da papa Francesco, il procuratore Fratel Costantino De Bellis con la gioia di sempre ed il calore della fede invita i gruppi associati, le confraternite, le comunità e tutti coloro che hanno San Rocco nel cuore, a ritrovarsi tutti insieme per l’annuale “Incontro di Spiritualità dei Gruppi Amici di San Rocco” che si terrà Domenica 23 Febbraio 2014 nell’accogliente e sempre disponibile comunità di Capriati a Volturno (Ce).
Anche questa giornata fraterna avrà inizio alle ore 8,30 con l’accoglienza ai gruppi presso il Museo di San Rocco, cui farà seguito l’emozionante e storico momento dell’inaugurazione della sala museale intitolata al mai dimenticato vescovo Mons. Pietro Farina.
Come da tradizione, le lodi si terranno presso il santuario di San Rocco (ore 10,30) mentre la Santa Messa verrà celebrata alle ore 11,00 da S. E Rev.ma Mons. Rocco Talucci, arcivescovo emerito di Brindisi-Ostuni, nella chiesa madre del paese.
Chiuderanno la giornata la processione con la venerata immagine e le sacre reliquie e la significativa novità di questo 2014: la consegna del “Premio mons. Pietro Farina” al più bello stendardo di San Rocco e al gruppo che in questi anni si è distinto per il cammino di fede e di fraternità.
Papa Francesco ci ricorda che “Le forme proprie della religiosità popolare includono una relazione personale (…) con Dio, con Gesù Cristo, con Maria, con un santo.(…) L’unica via consiste nell’imparare a incontrarsi con gli altri con l’atteggiamento giusto, apprezzandoli e accettandoli come compagni di strada, senza resistenze interiori. Meglio ancora, si tratta di imparare a scoprire Gesù nel volto degli altri, nella loro voce, nelle loro richieste. È anche imparare a soffrire in un abbraccio con Gesù crocifisso quando subiamo aggressioni ingiuste o ingratitudini, senza stancarci mai di scegliere la fraternità.”…ed è proprio questo che Fratel Costantino cerca di farci capire con il rinnovarsi di questi incontri: perciò non restiamo chiusi a questa sua nuova chiamata.

www.amicidisanrocco.it
Tel. 3386627422

san rocco

gen 162014
 

Le Asl lucane di Matera e di Potenza hanno fornito al Movimento 5 Stelle, in forma anonima per rispetto della privacy, i dati di esenzione ticket in riferimento ad alcune patologie che hanno una concausa ambientale.

È l’epilogo amministrativo (poi ci sarà la valutazione clinica dei dati) di una iniziativa partita in Campania e in Basilicata, coordinata da uno specialista campano, l’oncologo Vincenzo Petrosino, volta a cercare di capire la dimensione sanitaria di questepatologie civetta in rapporto al territorio abitato. Il fine è quello di registrare incidenze e influenze legate all’inquinamento della catena alimentare umana e dell’ambiente circostante attraverso le attività antropiche (come dimostra lo studio Sentieri, http://www.epiprev.it/intervento/il-progetto-sentieri-sui-siti-di-interesse-nazionale-le-bonifiche-sin-brindisi-alla-salut ), comprese quelle criminali, deducendole dalle richieste di esenzioni ticket. D’altra parte, se in questa nazione mancano, per volontà politica, le indagini epidemiologiche e i registri di gravi patologie, bisognerà pure inventarsi un metodo per capire di cosa ci si ammala in intere aree geografiche e perché.

Gli atti di registro sanitario sono infatti necessari alla gestione e alla tutela della salute pubblica per consentire anche un naturale e trasparente osservatorio sociale control’aggressione all’aria che respiriamo e all’acqua e ai cibi che mangiamo. E, invece, nell’oscurità di informazioni, facciamo proliferare vergogne come la “Terra dei Fuochi” in Campania o consentiamo sperimentazioni impunite in Basilicata, lungo i monti che creano le sorgenti del fiume Agri (4 milioni le persone interessate dalla gestione di queste acque), con l’Eni che ha usato dal 1999 acido cloridrico e fluoridrico e “strane vescicole” per estrarre petrolio in aree dove il buon senso e norme più stringenti obbligherebbero a stare lontani mille miglia.

L’iniziativa del M5S è partita dalle due regioni più volte interessate da fenomeni di aggressione criminale verso l’ambiente e sarà poi confrontata con i dati che emergeranno dal resto delle regioni italiane, visto che questa indagine, pensata dall’oncologo Petrosino e dai portavoce al Senato, Bartolomeo Pepe (campano) e VitoPetrocelli (lucano), sarà replicata su tutto il territorio sanitario nazionale. Le due regioni meridionali sono anche quelle che nell’ultimo ventennio (Istituto nazionale dei Tumori, http://www.tumorionline.it/index.php?archivio=yes&vol_id=294),hanno, ad esempio, registrato preoccupanti percentuali di incremento di patologie cancerogene rispetto al resto d’Italia.

L’andamento delle esenzioni ticketsegnalate in Basilicata per Asma, ipo e ipertiroidismo, Tiroide di Hashimoto, neoplasie maligne, neonati prematuri, Alzheimer e Parkinson (sono le patologie fatte analizzare), sono pressoché sovrapponibili tra le due province della piccola regione italiana. In soli 6 anni presi in considerazione, dal 2006 al 2012, per tutte le patologie considerate, fatta eccezione per l’ipertiroidismo a Matera e l’ipotiroidismo a Potenza, gli incrementi delle esenzioni dei ticket hanno avuto un andamento vertiginoso. Con due annate critiche, a cavallo tra il 2009 e il 2010, dove l’aumento di richieste di esenzioni ticket è esploso. Leggermente diversa la valutazione di gravità per le neoplasie maligne: sono in costante e non ondivago incremento fin dal primo anno preso in considerazione, il 2006, e sono raddoppiate in soli 6 anni, da circa 450 esenzioni a più di 900 per provincia lucana. In una realtà di densità abitativa molto bassa.

Vito Petrocelli

Portavoce M5S al Senato della Repubblica

movimento5stelle

mar 062013
 

Il Consigliere Regionale del Pdl Mariano Pici ha presentato un’interrogazione urgente a risposta orale sulla procedura di indizione del bando di concorso straordinario per la copertura delle sedi farmaceutiche disponibili per conoscere “i tempi certi di pubblicazione del bando”.

“Il c.d. ‘Decreto liberalizzazioni’ – si legge nell’interrogazione – detta nuove disposizioni in materia di potenziamento del servizio di distribuzione farmaceutica e di accesso alla titolarità delle farmacie.  Sul territorio regionale, in base alla ricognizione effettuata dai Comuni, risultano 21 sedi di nuova istituzione: Bernalda, Ferrandina, Grassano, Matera (3 sedi), Montescaglioso, Policoro, Scanzano Jonico, Tursi, Avigliano, Lauria, Melfi, Pignola, Potenza (4 sedi), Rionero in Vulture, Venosa (2 sedi). A quelle di nuova istituzione – prosegue Pici – si devono aggiungere le 7 sedi vacanti di Balvano, Brindisi di Montagna, Filiano, Rapone, Teana, Grottole e Rotondella per le quali la Giunta regionale aveva bandito nel 2005 il concorso  il concorso per la definizione della graduatoria unica, concorso mai espletato e recentemente revocato”.

 

“Mentre altre regioni, tra cui Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Toscana e Lazio, avvalendosi della piattaforma tecnologica messa a disposizione dal Ministero, hanno già concluso le procedure previste dalla normativa richiamata pubblicando il bando per l’assegnazione delle sedi farmaceutiche, la nostra Regione non ha ancora bandito il concorso straordinario per l’assegnazione delle sedi farmaceutiche, nonostante l’Assessore alla Sanità abbia assicurato che il bando sarebbe stato pubblicato entro la fine del 2012. Il ritardo negli adempimenti richiesti – afferma il Consigliere del Pdl – genera ripercussioni negative sullo sviluppo economico di un settore che vedrebbe la creazione di nuovi posti di lavoro. Le farmacie costituiscono, soprattutto nelle aree interne della Regione e nei piccoli centri, un riferimento sanitario indispensabile. E’ necessario pertanto – conclude Pici – che la Regione Basilicata adempia, senza ulteriore indugio, alle incombenze di legge e attivi la procedura per l’indizione del bando di concorso al fine di rispondere con urgenza alle istanze della categoria e dei consumatori”.

 pici

gen 202013
 

Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato”. Con queste parole, pronunciate da Meti Vilfride nella Sala Consiliare del Comune di Cancellara – giovedì 17 gennaio u.s. – si è concluso un lungo percorso per il conferimento della cittadinanza italiana. “È la realizzazione di un sogno che inseguo da 15 anni!” ha affermato con fierezza la sig.ra Meti, una giovane donna di origine albanese che era poco più di un’adolescente quando è sbarcata in Italia. Pur non rinnegando le sue origini, è orgogliosa di essere cittadina italiana e non vede l’ora di esercitare il diritto di voto. Visibilmente commossa, ha ringraziato tutte le istituzioni che hanno permesso il coronamento del suo sogno: Prefettura, Questura, Comune e soprattutto il Ministero dell’Interno che ha accolto favorevolmente la sua istanza. Non sono mancate parole di affettuosa gratitudine verso la comunità cancellarese  che da subito si è mostrata ospitale nei suoi riguardi.

La cittadinanza italiana le è stata conferita ai sensi dell’art. 9 della Legge n. 91/1992, con decreto del Presidente della Repubblica, la cui efficacia è subordinata alla prestazione del giuramento dinanzi all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza. La solenne cerimonia è avvenuta alla presenza del sindaco, Antonio Lo Re, quale Ufficiale dello Stato Civile, che ha rivolto alla sig.ra Meti parole di apprezzamento e stima per aver rincorso con tenacia il suo desiderio. Una doppia gioia per la neo cittadina perché, per effetto dell’art. 14 della citata normativa, anche la figlia, poichè minorenne, ha acquisito automaticamente la cittadinanza italiana. Immancabile il brindisi, gli auguri e un fragoroso applauso dei presenti in segno di affettuosa accoglienza.

Franca Caputo

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA