Error. Page cannot be displayed. Please contact your service provider for more details. (12)

BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Apr 222018
 

“Strategie non farmacologiche per la prevenzione e cura del diabete mellito”. È il titolo del convegno tenutosi venerdì 20 Aprile 2018 nella Sala A del Palazzo del Consiglio Regionale di Potenza, promosso dallì Alad/Fand Basilicata(Associazione Lucana Assistenza Diabetici), con il patrocinio dell’ASP ( Azienda Sanitaria Potenza ) e la CIA ( Confederazione Italiana AgricoltorI ) L’introduzione ’ai lavori è stata dell’Assessore Regionale alla Salute ed alle Politiche Sociali Prof.ssa Flavia Franconi che ha evidenziato l’impegno della Regione Basilicata verso la patologia diabetica con interventi mirati alla Prevenzione delle complicenze ed avendo particolare attenzione alla Medicina di Genere; ha , inoltre, sottolineato il positivo “ tallonamento “ dell’Associazione dei Pazienti, tanro da poter a giusta ragione ritenere la realtà lucana una sorta di “ lanoratorio “ per la qualità dell’assistenza e della cura, anche per il lavoro che sistematicamente viene svolto dalla speciale Commissione Regionale Diabete.:Sono seguiti i saluti del Commissario Asp Potenza Dott. Giovanni Chiarelli che ha evidenziato l’opportunità del convegno, snche in quanto va a collocarsi in una stagione di grande cambiamento per l’organizzazione del Sistema Sanitario, stante l’iter approvativo del nuovo Piano Sanitario Regionale; in rappresentanza del Sindaco della Città di Potenza, l’Assessore alle Attività Produttive Avv. Carmen Celi che ha sottolineato l’impegno della Civica Amministrazione nel renedere sempre più vivibile il contesto urbano per poter favorire l’attività fisica , consentendo così ai cittadini di viverlo in modo adeguato ; anche il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Prof. Vincenzo Giuliano ha voluto esprimere il suo plauso per l’iniziativa che nel tempo sta impegnando non semplicemente l’ALAD Fand , ma altre Associazioni , quali gli Amici del Cuore ed i Celiaci ( presenti in sala ) , oltre alle Istitizioni preposte , in un Progetto sugli “Stli di Vitan “, che si vorrebbe replicare nelle Scuole, per la qualcosa è stato allertato un apposito Tavolo di Lavoro:
I lavori sono proseguiti con la moderazione del Dott. Pasquale Bellitti dell’UOSD Diabetologia Territoriale ASM Matera che ha voluto sottolineare l’importanza di una Prevenzione capace di abbattere gli attuali indici di obesità e sovrappeso che vedono la Basilicata tra le Regioni più a risachio di Diabete, come si evidenzia dai dati 2017 dell’11° Rapporto elaborato dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute IBDO Sono seguite le interessanti relazioni : la prima su “Urban Diabetes Charta : La carta Italiana del diabete nelle città” a cura di Armando Zampino UOSD Diabetologia Endocrinologia ASP Potenza;; la seconda su “Tsunami Diabete: 11° Italian Diabetes & Obesity Barometer Report – la Basilicata” a cura di Massimo De Fino Direttore Sanitario ASP Potenza;la terza su “Terapia educazionale strutturata: esperienza della diabetologia dell’ Asp di Potenza ed ulteriori implementazioni” a cura di Giuseppe Citro Direttore UOSD Diabetologia Endocrinologia Asp Potenza.
A seguire gli interventi della D.ssa Daniela Ferrante in rappresentanza dei Medici di Medicina Generale che ha sollecitato una migliore e maggiore integrazione con i Medici di Famiglia, di Donato Filippi della Lucana Nordic Fitness che ha parlato della tecnica con cui va fatta l’attività fisica , della Nutrizionista D.ssa Antonella Catenacci consulente CIA che ha evidenziato la necessità di una sana e corretta alimentazione
Le conclusioni sono state svolte dal Presidente ALAD-FAND Antonio Papaleo che , nel tirare le somme del confronto ha sollecitato un urgente ed indifferibile intervento capace di porre un freno al dilagante fenomeno della obesità e del sovrappeso che vede la Basilicata ai primi posti secondo il Rapporto dell’IBDO sulla Diabesità;da qui , l’urgenza di doversi cimentare con la sfida che ci si para di fronte, tutti insieme, specie in una regione come la Basilicata la cui popolazione e’ fatta essenzialmente di persone anziane e, per questo, piu’ propense a prendere peso in uno ad essere colpiti dal diabete e, spesso, incappare nelle complicanze , assolutamente pericolose ed invalidanti.
Ma il fenomeno della obesita’ e del sovrappeso non riguarda, purtroppo, solo le persone di eta’ avanzata, bensi tanti ragazzi anche in tenera eta’, tanto da dover prendere atto di avere un triste primato, in quanto un ragazzo su tre , fra gli 8 e i 9 anni, risulta essere obeso o in sovrappeso. Occorre, percio’ , che rispetto a questo dilagante fenomeno ci si ponga con la massima disponibilita’, come pure va accadendo , specie in alcuni grossi centri urbani, grazie al Manifssto della Citta’ in Salute fatto proprio dall’Anci Nazionale, e che già tempo addietro è stato presentato al Sindaco di Potenza, dopo aver sottoscritto un apposito Protocollo d’Intesa con il Presidente Regionale dell’Anci .Ovviamente non basta, bisogna agire in tutti i modi possibili, senza interventi cosi’ detti spot, ma affrontando culturalmente la difficile problematica e, quindi, nelle scuole( come è stato gia’ avviato d’intesa con il Garante e che s’intende continuare), ma so auspica che la presente iniziativa porti a politiche sociali mirate , oltre che ad una una piu’ rispondente urbanizzazione che induca l’attivita fisica , creando possibilmente piu’ aree attrezzate e verdi, anche in quanto lo stesso ambiente andrebbe diversamente salvaguardato.
In estrema sintesi, infine, il peggioramento degli stili di vita, l’invecchiamento, la cattiva alimentazione ( compreso il cibo spazzatura), l’isolamento sociale,il basso livello di istruzione, la poverta’ e la miseria sono tutti fattori che inducono il diabete; a tutto quanto s’aggiunge che, sebbene in Italia e quindi in Basilicata, il Dipartimento Salute ha da sempre posto particolare attenzione verso questa patologia, come e’ evidente per la qualita’ dell’assistenza e l’immediatezza nella prescrizione di farmaci innovativi e di nuove tecnologie, il fenomeno continua ad essere in crescita, con l’aggravante di non poter stabilire l’entita giusta, in quanto sono tuttora molti i cosi detti silenti, quelli che non sanno di esserlo e lo scoprono solo quando insorgono le complicanze, e cio’ perché non si e’ riusciti mai a fare uno scriniing generalizzato: così come è altrettanto indifferibile che si proceda nella implementazione della Legge 9/2010 per ci si è in attesa di essere auditi dalla IV Commissione del Consiglio Regionale, oltre che si rimane in fiduciosa attesa della implementazione dello stesso Piano Nazionale Diabete, pur essendo stata la Basilicata la prima Regione ad averlo recepito:; si è colta, inoltre, l’occasione per proporre alla Dirigenza dell’ASP di adottare la “ Carta Urbana del Diabete “-
Alla fine dei lavori si è tenuta, come da programma, una passeggiata lungo il “percorso Europa Unita” disponibile su App Città per Camminare e della Salute come esempio di attività fisica.
Alla fine della passeggiata, grazie alla Croce Rossa Comitato Provinciale di Potenza e alla dietista Vita Salvatore, si sono effettuati i controlli glicemici, e pressori , dando ai partecipanti informazioni sul corretto stile di vita.
La CIA Basilicata alla fine della passeggiata ha distribuito ai partecipanti della frutta fresca di stagione., nella logica del cosiddetto chilometro zero..

Feb 162017
 

Pittella: va risolto un problema di capienza e efficientemento dei percorsi di diagnosi, ricovero e cura all’interno di tale nosocomio

“Entro fine mese la Stazione unica appaltante della Regione Basilicata pubblicherà il bando di gara per l’affidamento del servizio di progettazione esecutiva propedeutico all’ampliamento dell’ospedale di Lagonegro”.

Lo ha annunciato questa mattina il governatore lucano, Marcello Pittella, nel corso di un incontro al quale hanno partecipato il sindaco di Lagonegro, Pasquale Mitidieri, il direttore generale della Presidenza della Giunta, Vito Marsico, della Stazione Unica Appaltante, Raffaele Rinaldi, dell’Azienda ospedaliera San Carlo, Rocco Maglietta e dell’Azienda sanitaria del Potentino, Gianni Bochicchio.

“Lo stanziamento complessivo – ha spiegato Pittella – ammonta a 13 milioni di euro. E verrà utilizzato per risolvere un problema di capienza e efficientemento dei percorsi di diagnosi, ricovero e cura all’interno del nosocomio, attraverso la realizzazione di un nuovo padiglione. La Stazione unica appaltante – ha aggiunto – attraverso una gara pubblica affiderà il servizio di progettazione esecutiva per la realizzazione dei nuovi spazi a supporto del vecchio ospedale. Per cui da subito proviamo a decongestionare l’operatività dell’attuale nosocomio, affidando il controllo delle varie fasi progettuali alla direzione strategica di cui fanno parte i vertici della Presidenza della Giunta, della Suab oltre che di Asp e San Carlo di Potenza. Si tratta – ha concluso Pittella – di un importante risultato per Lagonegro e per l’intero territorio”.

Durante l’incontro è emerso, inoltre, che durante la fase di ampliamento sarà comunque assicurata tutta l’attività sanitaria presente attualmente nella struttura. La Stazione unica appaltante ha garantito, infine, priorità assoluta all’indizione dell’espletamento della gara che riguarda una questione di programmazione sanitaria dell’area Sud della regione particolarmente urgente, sensibile ed importante.

lagonegro

Dic 312016
 

Via libera al disegno di legge relativo al riordino del servizio sanitario regionale di Basilicata. Il provvedimento è stato approvato a maggioranza (con 11 voti favorevoli di Pd, Pp, Udc, Psi e Pace del Gm, 4 voti contrari di M5s, Lb-Fdi e Romaniello del Gm e 3 astensioni di Lacorazza e Santarsiero del Pd e di Napoli del Pdl-Fi) dal Consiglio regionale. Il processo di riordino del Servizio sanitario regionale è strettamente connesso all’evoluzione degli scenari sanitari, sociali, economici e normativi che interessano il sistema sanitario nazionale e quello regionale. Scenari che impongono un riposizionamento dell’intero sistema sanitario regionale, in grado di coniugarne la sostenibilità economica con la tutela dei livelli essenziali di assistenza, in una logica di difesa dell’identità regionale e di rispetto delle disposizioni normative vigenti.

Il provvedimento persegue l’obiettivo di uniformare la rete assistenziale regionale ai parametri di sicurezza, efficacia di cura ed efficienza gestionale, stabiliti dal decreto del Ministero della Salute n.70 del 2 aprile 2015 e dalle disposizioni improrogabili in tema di orari di lavoro e di riposo degli operatori sanitari al fine di garantire le condizioni di sostenibilità del sistema in una prospettiva di medio-lungo periodo ed avviare, conseguentemente, una riforma complessiva del Servizio sanitario regionale.

Il nuovo Piano regionale integrato della salute e dei servizi alla persona e alla comunità per il triennio 2018/2020 dovrà essere adottato dalla Giunta regionale entro il 30 giugno 2017 e il Consiglio regionale avrà sei mesi di tempo per approvarlo (entro il 31 dicembre 2017). Il Piano dovrà essere teso ad una riorganizzazione che distingua la committenza della produzione delle prestazioni sanitarie, ponendo in rete tutte le strutture sanitarie pubbliche e private che sono chiamate a soddisfare i bisogni di salute della popolazione regionale. Il testo normativo, inoltre, prevede che le Aziende e gli Enti del Servizio sanitario regionale concorrono a garantire gli obiettivi assistenziali ed operano secondo criteri di efficienza, qualità e sicurezza delle cure, nonché di riduzione dei tempi di attesa per la erogazione delle prestazioni, di efficienza e di centralità del paziente, in una logica di rete regionale.

Previsto lo scorporo degli ospedali di Lagonegro, Melfi e Villa d’Agri dall’Asp e la contestuale incorporazione degli stessi nell’Azienda ospedaliera regionale “San Carlo” per costituire un’unica struttura ospedaliera articolata in più plessi. I presidi di Lagonegro, Melfi e Villa d’Agri divengono articolazioni funzionali sul territorio delineando un’organizzazione della rete ospedaliera della provincia di Potenza basata su livelli gerarchici di complessità delle strutture che erogano prestazioni di ricovero a ciclo continuativo e diurno per acuti. L’ospedale di Pescopagano, invece, rimane inglobato all’interno del polo ospedaliero San Carlo di Potenza.

Per quanto riguarda la riorganizzazione funzionale degli ospedali per acuti dell’Asm, il Dea di I livello ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera e il “Giovanni Paolo II” di Policoro, sede di Psa, diventano una unica articolazione ospedaliera per acuti. Per quanto attiene l’Emergenza Urgenza, sempre dal 1 gennaio 2017, sarà coordinata da un’unica cabina di regia, attestata all’Azienda sanitaria locale di Potenza, in grado di assicurare maggiore flessibilità organizzativa e maggiore efficienza all’intero sistema. L’Asp, quindi, assume la competenza esclusiva, sia gestionale che economica ed organizzativa, sul sistema regionale dell’Emergenza Urgenza 118.

I direttori generali delle tre Aziende interessate dal riordino (Asp, Asm e Aor “San Carlo”) sono tenuti ad adeguare l’assetto organizzativo, contabile e ordinamentale delle loro aziende, in conformità agli standard dimensionali, qualitativi e di sostenibilità economico/finanziaria previsti dalle norme vigenti e ad attuare interventi di promozione della produttività e dell’efficienza a garanzia dell’erogazione dei Lea. “L’azienda ospedaliera regionale San Carlo (emendamento Spada approvato dall’Aula) e l’Azienda sanitaria locale di Matera definiscono le modalità di organizzazione e funzionamento dei servizi e delle attività rispettivamente sui plessi di Potenza, Lagonegro, Melfi e Villa d’Agri per l’Azienda San Carlo e su entrambi i plessi di Matera e Policoro per l’Asm, assicurando, in tal modo, il potenziamento dell’offerta ospedaliera sull’intero territorio regionale e garantendo, altresì, l’uniformità, l’omogeneità e l’appropriatezza dei percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali”. Un emendamento di Napoli, approvato dall’Aula, fa riferimento agli articoli 522 e 523 della legge n. 208/2015, che prevedono l’obbligo per gli enti del servizio sanitario di attivare un sistema di monitoraggio delle attività assistenziali erogate e della loro qualità, in coerenza con il programma nazionale di valutazione degli esiti, ed il mancato rispetto di queste disposizioni costituisce illecito disciplinare ed è causa di responsabilità amministrativa del direttore generale e del responsabile per la trasparenza e la prevenzione della corruzione.

Prevista l’istituzione dell’ Osservatorio regionale sui servizi alla persona, che sarà costituito dalla Giunta regionale entro 30 giorni e dovrà esprimere il proprio parere sul nuovo Piano regionale sanitario. Con cadenza trimestrale l’Osservatorio, “insieme ai direttori generali delle Asl” (emendamento Rosa e Cifarelli approvato dall’Aula), dovrà riferire alla Giunta regionale e alla competente Commissione consiliare sull’andamento del riordino del Servizio sanitario regionale. Entro 180 dall’entra in vigore della legge i direttori generali dell’Asp, dell’Asm e dell’Aor “San Carlo” dovranno adottare gli atti deliberativi finalizzati a dare applicazione alle disposizioni del Piano di riordino. Previsto, inoltre, che gli incarichi di direzione dei dipartimenti aziendali decadono con l’approvazione del nuovo Piano sanitario.

Nel dibattito sono intervenuti il presidente della quarta Commissione Bradascio (Pp), che ha illustrato il provvedimento, il presidente della Regione Pittella e i consiglieri Lacorazza, Santarsiero, Polese, Spada, Cifarelli e Robortella (Pd), Romaniello e Pace (Gm), Leggieri (M5s), Napoli (Pdl-Fi) e Rosa (Lb-Fdi).

ospedale

Ago 292016
 

L’Azienda Sanitaria di Potenza ha attivato l’ambulatorio dedicato ai migranti stagionali anche presso il Punto salute di Palazzo San Gervasio, servizio curato dalla Dott.ssa Raffaella Piarulli referente aziendale per i migranti e componente della task force regionale per l’accoglienza ai migranti. L’ ambulatorio è dedicato ai migranti, lavoratori stagionali per la raccolta del pomodoro, per garantire loro l’assistenza sanitaria per tutto il periodo di permanenza. L’Asp completa l’offerta sanitaria ai migranti stagionali, infatti il punto salute di Palazzo San Gervasio va a completare quello già operativo da giugno presso l’ospedale distrettuale di Venosa. Le attività al Punto Salute di Palazzo San Gervasio saranno svolte dai Medici di Medicina Generale coadiuvati da personale infermieristico ed amministrativo del Distretto Sanitario di Venosa diretto dalla dott.ssa Maria Frangione. L’ambulatorio di Palazzo san Gervasio è attivo il lunedì e il giovedì dalle 17,00 alle 19,30, mentre quello di Venosa il martedì e mercoledì dalle 17,30 alle 19,30 presso la Piastra Ambulatoriale al 1° piano ala destra dell’ospedale.

asp_potenza

Giu 012016
 

L’Azienda Sanitaria di Potenza ha attivato l’ambulatorio dedicato ai migranti stagionali presso il Presidio Ospedaliero Distrettuale di Venosa. L’ ambulatori è dedicato ai migranti, lavoratori stagionali per la raccolta del pomodoro, per garantire loro l’assistenza sanitaria per tutto il periodo di permanenza. La task force regionale ha anticipato l’apertura del campo di accoglienza di Venosa per garantire l’ospitalità a coloro che già da qualche tempo sono arrivati nelle campagne dell’area territoriale della cittadina oraziana, e dopo l’incendio nella zona di Boreano, erano in assenza di qualsiasi tipo di alloggio. L’ambulatorio cominciato il 1 giugno, sarà attivo tutti i martedi e mercoledi dalle 17,30 alle 19,30 presso la Piastra Ambulatoriale al 1° piano ala destra dell’ospedale di Venosa. L’equipe ambulatoriale, sarà composta da un medico ospedaliero, un infermiere professionale ed un amministrativo per il rilascio del codice SoggiornoTemporaneo.
Successivamente, con l’apertura del campo di accoglienza di Palazzo San Gervasio, sarà attivato l’altro ambulatorio presso il Punto Salute dello stesso comune.

venosa

Mar 112016
 

“ Malattie renali e Bambini:agire subito per prevenire” è il titolo della Giornata Mondiale del Rene che si celebra il 10 marzo 2016; l’Azienda Sanitaria di Potenza ha aderito con i Centri di Dialisi e Nefrologia. Il personale medico e infermieristico è stato a disposizione dell’utenza che gratuitamente ha avuto delle consulenze nefrologiche, misurazione della pressione arteriosa con misurazione della funzionalità renale, causeling nefrologico, informazioni sulla donazione e sulle procedure ad essa connesse e distribuzione di materiale informativo. I Centri sono aperti all’utenza secondo il seguente calendario: ambulatorio di Nefrologia e Dialisi degli Ospedali di Lauria, Maratea il 10 marzo 2016 dalle ore 8.00 alle 14.00; ambulatorio di Nefrologia e Dialisi Ospedale di Villa D’Agri 10 marzo 2016 dalle 9.00 alle 12.00; ambulatorio distrettuale di Latronico 12 marzo 2016 dalle 8.00 alle 14.00. La Giornata Mondiale del Rene è una iniziativa della Fondazione Italiana del Rene Onlus affiliata alla International Federation of National Kidney Foundations. Tale evento nasce per la prevenzione delle nefropatie attraverso la quale si vuole anche sensibilizzare sul trapianto di organi. La salute dei reni è fondamentale, la prevenzione serve ad evitare patologie in continuo aumento, oggi in Italia una persona su 10 soffre di disturbi ai reni. Un semplice esame delle urine e il dosaggio della creatinina nel sangue sono il primo passo per diagnosticare una malattia del rene. E identificare una malattia renale in fase precoce è sempre utile per prevenirne l’evoluzione e le complicanze. Sul sito ww.aspbasilicata.it è possibile acquisire informazioni sulle attività dei centri di Nefrologia e Dialisi ubicati negli Ospedali di Venosa, Villa D’Agri, Chiaromonte, Lauria e Maratea.

Lug 202015
 

Un opuscolo per rendere fruibile l’informazione relativa alle vaccinazioni offerte dal calendario vaccinale regionale. L’ Unità Operativa Complessa di Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione Collettiva della Salute Umana dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza ha predisposto un vademecum rivolto alle famiglie dei nuovi nati, che risponde alle domande più frequenti dei genitori sulle vaccinazioni pediatriche. Vengono fornite le necessarie informazioni sulle vaccinazioni dell’infanzia e sulle malattie da esse prevenibili, sulle principali caratteristiche delle vaccinazioni obbligatorie e raccomandate, sulle controindicazioni e sui possibili effetti indesiderati.
Le informazioni contenute nell’opuscolo consentiranno al genitore di affrontare in modo più consapevole l’intero complesso dell’offerta vaccinale, senza focalizzarsi sul solo obbligo di legge e sulle conseguenze formali che ne derivano, affrontando invece la proposta in termini sanitari e sociali, individuali e collettivi, affinché la vaccinazione dei bambini sia effettivamente il frutto di una scelta consapevole.
L’opuscolo “Le vaccinazioni nell’infanzia” verrà recapitato alle famiglie dei nuovi nati affinché ne prendano visione in vista della prima seduta vaccinale, durante la quale il colloquio prevaccinale integrerà le informazioni necessarie ad una adesione partecipata.
L’opuscolo è consultabile anche sul sito dell’ASP www.aspbasilicata.it

asp_potenza

Apr 092015
 

Aprile mese della prevenzione alcologica: l’iniziativa del C.R.A. di Chiaromonte e dei Ser.T. dell’ASP.
Aprile è il mese dedicato alla prevenzione alcologica, un mese per conoscere ed evitare le conseguenze derivanti dall’uso di sostanze alcoliche e per discutere dell’alcol come problema.
Il programma delle iniziative ASP:
• Il 10 aprile 2015 Open day al Ser.T. di Potenza per alcune classi dell’I.P.I.A.S. di Potenza , con ulteriori appuntamenti nei giorni 14, 21, 28 aprile 2015;
• L’11 aprile 2015 il Centro di Riabilitazione Alcologica “Luigi Viola” di Chiaromonte dell’Azienda Sanitaria di Potenza organizza l’Open Day presso il CRA e una giornata di sensibilizzazione-prevenzione presso la villetta comunale di Chiaromonte dove gli Operatori del Centro propongono le loro attività, divulgano materiale informativo sui programmi di trattamento e di riabilitazione dei problemi alcol-correlati e materiale su patente e codice della strada in relazione all’uso di bevande alcoliche. Durante i due eventi gli operatori dalle 9,30 alle 13,30 danno consulenze, informazioni ed altre attività con l’obiettivo di informare e sensibilizzare i cittadini sulle strategie di contenimento dei rischi correlati all’uso, anche moderato, di bevande alcoliche e delle complicanze conseguenti. L’evento si svolge in collaborazione con il Comune di Chiaromonte;
• Il 12 aprile 2015 giornata di prevenzione alcologica in piazza Don Bosco a Potenza organizzata dall’Associazione Club Alcologica del territorio del potentino in collaborazione con i servizi dell’ASP;
• Il 24 aprile 2015 Open day al Ser.T. per alcuni studenti del Liceo delle Scienze Umane di Potenza ;
• Nei pomeriggi del 16 e 23 aprile 2015 (dalle 16 alle 18) Open day al Ser.T. ASP di Potenza “Porte aperte alla sobrietà” con l’obiettivo di dare informazioni sulla prevenzione alcologica e sulle attività del servizio ai cittadini;
• Il 18 aprile 2015 Torneo di Pallavolo “ + Sport –Alcol = Salute “ promosso dall’Associazione Insieme in collaborazione con il Ser.T. ASP di Potenza Seguirà Festa Analcolica;
• Il 29 aprile 2015 alle ore 17,30 presso la Sala del Campanile –Palazzo Loffredo a Potenza in collaborazione con l’Associazione FIDAPA incontro di informazione/sensibilizzazione “Alcol:liberi di scegliere”.
La finalità di queste giornate è quella di sensibilizzare l’opinione pubblica e gli operatori socio-sanitari rispetto al fatto che l’alcol è un fattore di rischio, anche se difficilmente percepito come tale. È intenzione degli operatori stimolare il necessario coinvolgimento delle Associazioni di Volontariato così come delle Istituzioni Locali che forniscono un indispensabile supporto per approfondire le tematiche su espresse e per offrire il proprio contributo per lo sviluppo di percorsi di auto-aiuto che aumentino la consapevolezza e la promozione di una cultura del benessere. Ulteriori informazioni sul lavoro quotidiano del Centro di Riabilitazione Alcologica Luigi Viola di Chiaromonte e dei Ser.T. dell’ASP è possibile trovarlo sul sito www.aspbasilicata.it, dove è possibile trovare i test di autovalutazione : CAGE, AUDIT e il calcolo dell’alcolemia online. Infine sarà possibile richiedere informazioni e consigli in forma privata sulle problematiche alcolcorrelate scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica : sert.potenza@aspbasilicata.it;
alcologia.chiaromonte@aspbasilicata.it

alcol

Mar 092015
 

Giornata Mondiale del Rene: 12 marzo 2015
Il 12 marzo 2015 si celebra la Giornata Mondiale del Rene, l’Azienda Sanitaria di Potenza aderisce con i Centri di Dialisi e Nefrologia. Il personale medico e infermieristico sarà a disposizione dell’utenza che accederà gratuitamente a consulenza nefrologica, misurazione della pressione arteriosa con misurazione della funzionalità renale, causeling nefrologico, informazioni sulla donazione e sulle procedure ad essa connesse e distribuzione di materiale informativo. I Centri sono aperti all’utenza secondo il seguente calendario:
ambulatorio di Nefrologia e Dialisi degli Ospedali di Lauria, Maratea il 12 marzo 2015 dalle ore 8.00 alle 14.00;
ambulatorio di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale di Chiaromonte 12 marzo 2015 dalle 8.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 18.00;
ambulatorio di Nefrologia e Dialisi Ospedale di Villa D’Agri 17 marzo 2015 dalle 9.00 alle 12.00;
ambulatorio distrettuale di Latronico 21 marzo dalle 8.00 alle 14.00.
La Giornata Mondiale del Rene è una iniziativa della Fondazione Italiana del Rene Onlus affiliata alla International Federation of National Kidney Foundations. Tale evento nasce per la prevenzione delle nefropatie attraverso la quale si vuole anche sensibilizzare sul trapianto di organi. La salute dei reni è fondamentale, la prevenzione serve ad evitare patologie in continuo aumento, oggi in Italia una persona su 10 soffre di disturbi ai reni. Un semplice esame delle urine e il dosaggio della creatinina nel sangue sono il primo passo per diagnosticare una malattia del rene. E identificare una malattia renale in fase precoce è sempre utile per prevenirne l’evoluzione e le complicanze.
Sul sito ww.aspbasilicata.it è possibile acquisire informazioni sulle attività dei centri di Nefrologia e Dialisi ubicati negli Ospedali di Venosa, Villa D’Agri, Chiaromonte, Lauria e Maratea.

asp_potenza

Ott 022014
 

Calendario degli incontri sulla menopausa.
L’Azienda Sanitaria di Potenza attraverso il Consultorio Familiare di Venosa ha disposto il calendario degli incontri su “Menopausa prima e dopo” tenuti da ginecologi, sociologi, psicologi, ostetriche, assistenti sociali, cardiologi, dietiste, reumatologi, fisioterapisti, gastroenterologi, radiologi-senologi. Gli incontri si terranno nei giorni 6-13-20-25 ottobre 2014 alle ore 16,30 presso l’Auditorium dell’Ospedale di Venosa per informazioni telefonare allo 0972 39297/39298.

CALENDARIO DEGLI INCONTRI
6.10.2014 ore 16.30
1° INCONTRO
Questionario d’ingresso
Saluti dei Dirigenti Aziendali Responsabile Attivita’Consultoriali
Dott.ssa Battistina Pinto
Presentazione del progetto e
Aspetti Sociologici

Sindrome Climaterica ostetrica – Dott.ssa Gisella De Paolis
La Menopausa
La sessualita’ e terapia sostitutiva ginecologo – Dr.ssa Patrizia Napoli
Aspetti Psicologici psicologo – Dott. Gianfranco Lettini
Musica – video – interviste ostetrica
13.10.2014 ore 16.30
2° INCONTRO
Il Rischio Cardiovascolare cardiologo – Dr.Vincenzo Capogrosso
Screening Regionali del colon gastroenterologa –Dr.ssa Daniela Nigro
Dieta – stile di vita dietista – Dott.ssa M.Chiara Carlucci
20.10.2014 ore 16.30
3° INCONTRO
Osteoporosi reumatologa – Dr. Valeria Panetta
Attività Fisica preventiva
e cura dell’osteoporosi fisioterapista – Di Lucchio M.Luigia
25.10.2014 ore 16.30
4° INCONTRO
Video Autopalpazione del seno ostetrica
Screening Regionali del seno radiologa-senologa Dr.ssa Giuseppina Di Nardo
HPV e Screening Regionali della
cervice uterina ostetrica
Questionario d’uscita

asp_potenza