Flash Feed Scroll Reader
nov 122015
 

La Gec Software- Software per l’edilizia venerdì 20 novembre 2015 dalle ore 09:30 alle 13:00 , con il patrocinio del Collegio dei Geometri e Geometri laureati della Provincia di Potenza e la partnership dell’Istituto di Istruzione Superiore “Einstein – De Lorenzo” di Potenza, organizza il Seminario di Aggiornamento professionale DRONEVENT. “Il Drone per rilievi di piccola e media entità” presso l’Aula Magna dell’ I.S.S. “Einstein – De Lorenzo” in Via Sicilia, 4 a Potenza.

Durante il seminario i partecipanti potranno prendere parte alla sessione di volo con il Drone e al termine della sessione verranno scaricati i dati e rielaborate le relative immagini.

L’obiettivo dell’azienda Gec Software e del Collegio è quello di formare i tecnici per rilanciare la propria formazione e, grazie al Drone, aprire nuovi scenari e nuove opportunità, accedendo a luoghi e quote prima inaccessibili.

Si parte proprio dalla scuola per dare l’opportunità ai futuri professionisti di entrare a stretto contatto con le realtà lavorative di aziende e Collegi.

Per info:

Mail: naike@gecsoftware.it

Pagine da dronevent-potenza

set 142015
 

Il 10 settembre 2015 si è svolto nell’aula magna dell’istituto scolastico  di Latronico il premio  “Il tassello” voluto dalla dottoressa Felicetta Gesualdi.  Il tema di questa edizione è stato: “Le sinergie dell’arte”. In primo piano la figura di Marino di Teana. A condurre la serata Giovanni Forestiere e Chiara Longo.

 

set 222014
 

Saranno premiati martedì 23 settembre, in una cerimonia che si terrà a partire dalle ore 10.30 nell’Aula Magna del Campus di Macchia Romana a Potenza, i laureati eccellenti del 2013 dell’Università degli Studi della Basilicata.
La manifestazione, organizzata dal centro di Ateneo Orientamento Studenti, è dedicata ai laureati che hanno conseguito il titolo magistrale, magistrale a ciclo unico o triennale per il Corso in Economia Aziendale, nell’anno solare 2013 con la votazione di 110/110 con lode e che hanno ottenuto la stessa votazione al termine del percorso triennale. Altro requisito è aver completato il percorso al massimo entro un anno fuori corso.
Sono 66 i laureati eccellenti di questa terza edizione, che rappresentano diversi percorsi di studio offerti dall’Ateneo, dalle Scienze Alimentari all’Ingegneria, dalle Scienze umane all’Economia Aziendale, dai Patrimoni culturali alla Chimica, fino alle Biotecnologie e alla Farmacia.
Un appuntamento annuale che va consolidandosi e crescendo sia per l’Ateneo che per i laureati che hanno accolto con entusiasmo il riconoscimento al proprio impegno durante gli studi anche nel caso di quanti non potranno essere presenti perché già impegnati in esperienze formative o professionali in contesti nazionali o internazionali.
Dopo il benvenuto del direttore del Centro di Ateneo Orientamento Studenti, Salvatore Masi, e i saluti del rettore e del pro-rettore alla didattica, Mauro Fiorentino e Aurelia Sole, interverrà Pasquale De Lisa, senior manager risorse umane della Dompè farmaceutici, che terrà uno speach dedicato proprio a chi comincia ad affacciarsi sul mercato del lavoro.
Sarà un’occasione per far propri i consigli di chi quotidianamente è impegnato nel processo di selezione e gestione del personale e per comprendere anche quali sono gli strumenti e le strategie più efficaci per affrontare un percorso di inserimento aziendale.
Vista la finalità di orientamento al lavoro che ricopre la presenza dell’Hr aziendale, la partecipazione sarà aperta a tutti gli studenti e ai laureati dell’Ateneo che potranno così avvalersi di un’ulteriore importante opportunità per la propria crescita formativa.
Infine, il momento culminante della manifestazione che vedrà i laureati direttamente protagonisti con la consegna delle targhe al merito da parte del Rettore.

studenti_universitari

giu 042014
 

Sempre più spesso nelle società occidentali si tende ad associare l’idea di bellezza a quella di magrezza alimentando così stereotipi e mode sbagliate che conquistano giovani e giovanissimi. Ecco allora che il cibo diventa un’autentica ossessione e il rapporto conflittuale con esso l’anticamera di disturbi e disordini alimentari. E’ stato proprio questo l’argomento del quale si è discusso durante il convegno “La salute nell’età evolutiva: dalla prevenzione delle malattie metaboliche alla diagnosi precoce dei disturbi del comportamento alimentare” (Service del Distretto Lions 108YA) ospitato nell’aula magna dell’Istituto “G. Gasparrini” di Melfi. Dopo i saluti degli organizzatori, Filomena D’Amelio e Rosa Masi, presidenti rispettivamente delle sezioni cittadine della Fidapa e del Lions Club, e del dirigente scolastico dell’IIS “Gasparrini”, Michele Masciale, sono stati i ragazzi a prendere la parola sorprendendo per l’incisività e la meticolosità con cui hanno approfondito una tematica che li coinvolge in prima persona. Riproponendo il format del famoso tg “Medicina 33”, hanno ripercorso le fasi più salienti dell’evoluzione dell’alimentazione: dalla preistoria all’epoca preindustriale, dal boom degli anni ‘60 con l’introduzione dei prodotti industriali sino all’affermazione dei nuovi modelli alimentari, per poi focalizzare l’attenzione sulla società contemporanea caratterizzata da eccessi alimentari e dall’incremento di alcune malattie come diabete, tumori e ipercolesterolemia. L’aspetto più strettamente psicologo e sociale è stato invece approfondito con il contributo della psicologa Giusy Cappa che, dopo aver fornito stime significative su quella che ormai rappresenta una vera e propria piaga sociale, si è soffermata su alcuni dei principali disturbi alimentari. “Tra le patologie più conosciute – ha commentato la dottoressa Cappa – ci sono l’anoressia e la bulimia, entrambe caratterizzate dal rapporto ossessivo con il cibo con conseguenze devastanti sulla salute e nei rapporti interpersonali”. “Ma – ha aggiunto la dottoressa – il fenomeno che preoccupa maggiormente è la dilagante diffusione della drunkorexia, ossia una via di mezzo tra anoressia e l’ubriachezza. Nel nostro Paese se ne stimano 300.000 casi all’anno nella fascia d’età tra i 14 e i 17 anni”.
Strettamente correlato ad un errato stile di vita il diabete e il primato, tutt’altro che invidiabile, della nostra Regione dove si stima la maggiore percentuale di persone affette da questa malattia, silente ma dalle conseguenze nefaste. “Il diabete – ha spiegato l’endocrinologo Armando Zampino – è caratterizzato da un’iperglicemia, ovvero da un eccesso di glucosio nel sangue e tra sintomi più evidenti c’è la poliuria, ovvero la necessità di urinare continuamente e di conseguenza il bisogno di bere molto”. In futuro si prospetta una vera e propria epidemia che non risparmierà la nostra Italia, e allora come prevenirla? “L’adolescenza – ha risposto il dott. Zampino – è un periodo critico in cui si stabilisce il potenziale di obesità di un individuo, per cui è importante incoraggiare i nostri ragazzi a nutrirsi in maniera corretta e a praticare un’adeguata attività fisica”. Dal tavolo dei lavori si è poi passati ai piaceri della tavola. Nel Cortile delle Magnolie infatti, sono state degustate squisite pietanze preparate dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero, dai primi alla frutta, tutte ad equilibrato valore nutrizionale. Un trionfo della dieta mediterranea e una delizia per il palato, senza troppi sensi di colpa.

1

2

4

feb 272014
 

Un piccolo viaggio all’interno della Provincia di Potenza. È quello che hanno fatto il 5 febbraio 2014 gli allievi delle classi quinta A e quinta B dell’istituto comprensivo “Don Bosco” di Rotonda, nell’ambito della X edizione del progetto “Playenergy” – Spazio delle Idee.

Un progetto, promosso dall’Enel, attraverso il quale viene chiesto da diversi anni agli studenti di immaginare nuovi utilizzi dell’energia elettrica, ripensando la vita di tutti i giorni, per costruire un mondo più pulito, efficiente, sicuro e intelligente. La scuola di Rotonda partecipa da anni al concorso della società Enel e quest’anno i bambini hanno inventato filastrocche, poesie e racconti (presentati sotto forma di audiolibro) sulle fonti di energia alternativa ed inesauribile (acqua, vento e sole), ricevendo una menzione speciale, che si somma ad altre tre menzioni e alla vincita di una stampante ottenute negli scorsi anni.

I piccoli visitatori, accompagnati dalle docenti Gianfranca Armani – Referente del progetto – Rosanna Pataro, Rosa Bianca Marina e Rosa Maria Pina e dal vicepresidente del Consiglio d’Istituto Massimo Desiderio, hanno dunque partecipato, in mattinata, alla premiazione del progetto, tenutasi nell’aula magna dell’Università di Basilicata, alla presenza del pro Rettore, del Responsabile Enel – zona Potenza, del Responsabile delle relazioni esterne Enel- Italia Area Sud, della Referente per l’integrazione dell’Ufficio scolastico provinciale di Potenza e dell’Assessore all’Ambiente del comune di Potenza.

Successivamente, nel primo pomeriggio, hanno visitato, il palazzo della Provincia di Potenza ubicato in piazza Mario Pagano, dove allievi e docenti sono stati accolti dal Capo di Gabinetto Antonio Di Sabato e dal Consigliere Provinciale Carlo Tarantino.
Il suddetto incontro ha rappresentato la coerente conclusione di una giornata dedicata alla comprensione del ruolo e delle funzioni delle Istituzioni e della Provincia di Potenza.
Il Capo di Gabinetto e il Consigliere Tarantino con efficacia e semplicità hanno illustrato ai giovani e graditi ospiti il contesto storico che ha determinato la nascita delle Provincia e di quella di Potenza, in particolare, l’ evoluzione della legislazione costituzionale ed ordinaria riferita all’ Ente Provincia ed il ruolo di fondamentale importanza assunto dalla suddetta Istituzione nel corso della sua storia di oltre 150 anni.
In tal senso entrambi hanno evidenziato come, proprio nella Sala del Consiglio Provinciale dove gli studenti sono stati ricevuti, circa tre anni fa sono stati festeggiati in forma solenne i 150 anni della Provincia di Potenza, una Provincia che è stata, pur tra tante difficoltà, sempre vicina ai cittadini ed ai bisogni delle comunità del territorio e che ha rappresentato, da sempre, un punto di riferimento per la crescita dell’ aree più svantaggiate della Provincia stessa.
A riguardo le funzioni della Provincia, come contemplate nel Testo Unico del 267/2000 e successive modifiche ed integrazioni, sono state ricondotte, per una migliore comprensione, ad alcune delle attività concretamente poste in essere nel corso degli anni della Provincia di Potenza soprattutto con riferimento all’ area sud ed a quella del Mercure.
Il Capo di Gabinetto Di Sabato ha poi illustrato le competenze della Provincia in tema di viabilità, di trasporti , di ambiente, di cultura, di polizia provinciale e di pianificazione del territorio, competenze che assumono un rilievo essenziale per la zona di provenienza degli ospiti, sede, come è noto, dell’ Ente Parco Nazionale del Pollino.
Agli studenti è stata, altresì, data l’opportunità di visitare e di accomodarsi nelle Sala della Giunta provinciale e del Consiglio, di sedere tra i banchi della Presidenza, degli Assessori e dei Consiglieri, ossia di sentirsi direttamente protagonisti di una Istituzione la cui importanza, spesso, non è ben compresa dai cittadini e dai giovani soprattutto per le campagne mediatiche denigratorie a cui l’ Ente Provincia è stato sottoposta nell’ ultimo periodo.
A riguardo si è anche parlato del processo di riforma in itinere che dovrebbe portare ad una profonda modifica del ruolo delle competenze e della rappresentanza politica delle Province.
Gli studenti, durante la loro visita, hanno mostrato particolare attenzione ed interesse alle funzioni degli organi della Provincia(Presidente, Assessori, Consiglieri) e sono stati favorevolmente colpiti dalla bandiera e dallo stemma della Provincia di Potenza il cui significato è stato accuratamente spiegato ed illustrato dai rappresentati della Provincia stessa.
L’incontro si è concluso con la consegna agli studenti di una immagine dello stemma e di un opuscolo, realizzato dalla Struttura Speciale di Gabinetto del Presidente contenente tra l’altro, la storia del Palazzo della Provincia di Potenza che è sede anche della Prefettura di Potenza.
Inoltre agli accompagnatori è stata donata una copia della Costituzione realizzata dall’ Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato in occasione della ricorrenza dei 60 anni della Costituzione italiana.
La visita delle Istituzioni Scolastiche presso la Provincia di Potenza rappresenta una delle tante iniziative intraprese tese a sviluppare anche nelle giovani generazioni la fiducia nello Stato e nelle loro Istituzioni in un periodo di forte delegittimazione e di crisi economica.
Pertanto è auspicabile che questo continuo interscambio tra pubbliche Istituzioni del territorio possa continuare e si implementi nell’interesse della collettività e del progresso del nostro territorio.
Infatti solo il contatto diretto tra Dirigenti, Funzionari docenti ed alunni e lo scambio di informazioni reciproche, consente di crescere e di migliorarsi nelle quotidiane attività e contribuisce a trasformare gli studenti di oggi in cittadini consapevoli e partecipi alla vita pubblica del nostro paese.

stud

syud2

gen 292014
 

Oggi 29 gennaio 2014, alle ore 10.30 presso l’Aula Magna dell’Università degli studi di Potenza in via Nazario Sauro si tiene la premiazione dei vincitori regionali scelti tra gli studenti lucani che hanno partecipato alla decima edizione del concorso “Play Energy” il progetto ludico-educativo promosso da Enel dedicato al mondo delle scuole nazionali ed estere con l’obiettivo di informare e coinvolgere i giovani sui temi dell’energia e della tutela dell’ambiente.
Premieranno gli studenti e i loro insegnanti:
Claudia Datena dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Potenza
Pietro Campagna Vice Sindaco di Potenza
Nicola Lovallo assessore
Angelo Di Giovine relazioni esterne Enel Area Sud

enel

ott 052012
 

Il giorno 13 ottobre 2012 alle ore 15:00 presso Aula Magna Istituto Comprensivo Statale Via Isabella Morra – Trecchina si terrà un convegno -dibattito ” La cultura …….un’opportunità per i giovani” voluto fortemente dell’amministrazione del Comune di Trecchina in collaborazione con il Lions Club “Trecchina e la Valle del Noce”.
Questa iniziativa nasce dalla volontà di discutere con i giovani e di spingerli a credere nei loro sogni, infatti saranno portate delle testimonianza di giovani di Trecchina e non solo che credono fortemente nell’idea che anche la cultura possa dare “il pane quotidiano” .
L’idea del convegno è nata con l’arrivo in Italia di Musicisti ( seguirà Concerto di Musica barocca) tra i quali il giovane maestro di clavicenbalo Fabio Antonio Falcone ( Trecchinese) che porterà la sua esperienza e ci racconterà sia le avversità e sia le soddisfazione che è riuscito ad ottenere proprio non abbandonando mai il suo sogno.
L’amministrazione di Trecchina e in primis il Sindaco Ludovico Iannotti ha ritenuto importante, in collaborazione con l’associazione lions, di far conoscere ai giovani “i giovani” che hanno lottato e sono riusciti, proprio a dimostrazione che la Cultura è un bene indispensabile per avere una realtà migliore.
Inoltre, si discuterà anche di altre eccellenze lucane “Isabella Morra” , con il Dott. Rocco TRUNCELLITO Presidente Pro Loco Valsinni Coordinatore Parco Letterario «Isabella Morra»
Gli stessi giovani musicisti hanno deciso di omaggiare con poesie e musiche barocche da loro interpretate la poetessa lucana che con le sue opere porta al mondo un pizzico di Lucania.

past presidente l.c. “Trecchina e la Valle del Noce”
ing. Francesca Di Lascio

mag 242012
 

Nell’aula magna Mario Naccarato del Liceo Statale P. Metastasio di Scalea, venerdì 25 maggio 2012 alle ore 10,30 si svolgerà la “Giornata della legalità”. Parteciperanno studenti, genitori, docenti, rappresentanti delle Istituzioni scolastiche, degli Enti locali e delle associazioni presenti sul territorio. Intererranno il Prefetto di Cosenza Raffaele Cannizzaro e Luciano Corradini, professore emerito di Pedagogia dell’Università Roma 3. Nel corso dell’incontro sarà ufficializzato il gemellaggio fra il Metastasio di Scalea e l’ITIS “C. Milano” di Polistena.

 Venerdì 25 maggio 2012 il Liceo Statale Metastasio ospiterà la Giornata della Legalità con l’intervento del Prefetto di Cosenza Raffaele Cannizzaro, del Dirigente Scolastico dell’I.T.I.S. di Polistena Franco Mileto, del rappresentante della Coop. Sociale “Dignità del Lavoro” di Libera Cosenza Alessandro Luberto, del Professore emerito di Pedagogia dell’Università Roma 3 Luciano Corradini e della Dirigente del Metastasio di Scalea Elena Cupello che farà gli onori di casa. Si tratta di un’importante manifestazione che giunge a completamento di numerosi percorsi formativi attivati nel corso degli ultimi due anni con il coinvolgimento di decine di studenti che frequentano il Liceo Metastasio di Scalea.

In particolare si fa riferimento ai Progetti PON “Legittima difesa” e “Rifiuti o Risorse ?”, codice nazionale C-3-FSE-2010-250, autorizzati all’interno dell’iniziativa “LE(g)ALI AL SUD: UN PROGETTO PER LA LEGALITÀ IN OGNI SCUOLA” – Obiettivo C: migliorare i livelli di conoscenza e competenza dei giovani – Azione 3 – Interventi sulla legalità, i diritti umani, l’educazione ambientale e interculturale, anche attraverso modalità di apprendimento informale.

Iniziative che si sono sviluppate nel corso dell’ultimo biennio e che hanno fatto registrare importantissime esperienze formative: lo stage degli studenti a Polistena nella Piana di Gioia Tauro, ospiti dell’ITIS “C. Milano” e a diretto contatto con la Cooperativa sociale “Valle del Marro”, che gestisce diversi ettari di terreno confiscato alla ‘ndrangheta; la visita a Capannori, in provincia di Lucca, paese emblema della raccolta differenziata dei rifiuti e dello sviluppo sostenibile. Esperienze forti che sono state ulteriormente completate e arricchite da momenti di incontro organizzati presso l’Aula Magna “Mario Naccarato” del Liceo Metastasio di Scalea: con Don Luigi Ciotti, Presidente nazionale di “Libera, Associazione nomi e numeri contro la mafia”; e con Ciro Pesacane, presidente dell’Associazione “Forum Ambientalista”, Associazione di volontariato riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, sul tema della gestione dei rifiuti e il rispetto della legalità nel nostro territorio.

Un percorso ricco e articolato che è stato completato da tre ulteriori iniziative formative avviate durante il corrente anno scolastico sui temi dell’educazione alla legalità nell’ambito del POR Calabria.

Nel corso dei lavori, che avranno inizio alle ore 10,30 e saranno coordinati da Angelo Serio, dell’Associazione “Gianfrancesco Serio”, un esponente dell’associazione Libera di Cosenza presenterà il nuovo gioco didattico sulla legalità, appositamente predisposto per le scuole.

Inoltre la Dirigente del Liceo “Metastasio” di Scalea Elena Cupello e il suo collega dell’ITIS “C. Milano” di Polistena Franco Mileto, accompagnato da una delegazione di studenti,  ufficializzeranno il gemellaggio fra queste due istituzioni scolastiche calabresi, che nasce proprio dall’aver sperimentato sul campo i contenuti educativi forti ed i valori di libertà, legalità, democrazia, diritti civili, sanciti dalla Costituzione della Repubblica Italiana.

Una manifestazione, quella di venerdì 25 maggio prossimo, che assume una valenza simbolica ancora più grande in riferimento al vile attentato di Brindisi che ha provocato la morte di Melissa e il ferimento di altre sue compagne. Un evento che ha profondamente turbato anche la comunità scolastica del Metastasio di Scalea e che dimostra ancora di più quanto sia fondamentale per le istituzioni e la società tutta difendere e tutelare la Scuola italiana, estremo e vivo presidio di civiltà e cultura della legalità.

                                                                         Il docente incaricato alle Azioni di pubblicità, promozione e disseminazione

                                                                                                                                    Prof. Pio G. Sangiovanni

mag 222012
 

Oggi, alle ore 10.00, presso il Museo archeologico provinciale (via Lazio) a Potenza,  si svolgerà la cerimonia di premiazione delle scuole e degli alunni vincitori del concorso ”Nicola Sole e il sentimento della Patria”.

Il concorso, bandito dalla Provincia di Potenza e dalla Fondazione Carical, in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi della Basilicata, i Comuni di Senise e di Viggiano e l’Ente Parco dell’Appennino lucano, rientra nelle iniziative promosse dalla Provincia di Potenza per i festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Fin dallo scorso autunno, la Provincia di Potenza ha pubblicato il bando di concorso rivolto alle scuole primarie, alle scuole secondarie di I grado e alle scuole secondarie di II grado con sede nei comuni ricadenti nelle aree più significative nella vicenda biografica e creativa del poeta e patriota lucano Nicola Sole, quelle della Val d’Agri e del Pollino-Lagonegrese (come delimitate dalla Regione Basilicata nel Piano di offerta integrata di servizi).

Il concorso è stato articolato in tre sezioni e ha richiesto ai concorrenti di elaborare un commento o, per gli alunni delle scuole primarie, una resa grafica (disegno, fumetto, presentazione multimediale o video) di specifiche liriche di Nicola Sole. Gli studenti e le loro scuole hanno aderito in maniera significativa, facendo pervenire al settore Cultura della Provincia di Potenza, che ha curato il concorso, ben quarantanove elaborati.

Nello scorso dicembre, inoltre, sono state realizzate due giornate convegnistiche dedicate allo stesso tema del concorso, con la collaborazione scientifica della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Ateneo lucano: la prima, con un taglio letterario, si è svolta a Viggiano, nella sede dell’Istituto Comprensivo e la seconda, con un taglio storico-filosofico, si è svolta a Senise, nell’Aula Magna dell’Istituto Superiore. Entrambe le occasioni hanno favorito il coinvolgimento degli alunni che hanno offerto, in quel contesto, saggi musicali sul tema risorgimentale.

A conclusione delle attività, è prevista la pubblicazione sia delle relazioni offerte ai convegni dagli insigni studiosi intervenuti, sia degli elaborati vincitori del concorso, nella collana Tracce: Giovani menti lucane, promossa dalla Provincia di Potenza.

Con la cerimonia finale di premiazione del 22 maggio si conclude un fecondo cammino con le nuove generazioni nella conoscenza della vita e delle opere di Nicola Sole e, attraverso di esse, della storia dell’Unità italiana.  Per quella giornata si prevede la partecipazione di una nutrita rappresentanza di alunni da Senise e da Viggiano.