Flash Feed Scroll Reader
gen 292016
 

“Per un territorio consapevole. Incidenza tumorale in Basilicata e nell’area del Lagonegrese”. E’ questo il titolo del seminario organizzato dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Lauria – in collaborazione con l’Irccs-Crob di Rionero, la Presidenza della Giunta e il Consiglio regionale di Basilicata – che si terrà domani, 29 gennaio 2016, alle ore 16.30, presso la Sala Atomium del centro valnocino.

L’incontro verterà sull’incidenza tumorale in Basilicata e nell’area del Lagonegrese, alla luce dei nuovi dati pubblicati dall’Irccs-Crob di Rionero, ma anche sulle scelte politiche ed amministrative legate alla prevenzione e al contrasto di tali malattie.

Dopo i saluti del padrone di casa, il sindaco di Lauria Gaetano Mitidieri e un intervento introduttivo dell’assessore comunale all’Ambiente Donato Zaccagnino, prenderanno la parola Rocco Galasso, responsabile del Registro Tumori della struttura sanitaria di Rionero, Giuseppe Cugno, direttore generale del Crob, e Paolo Galante, vicepresidente del Consiglio regionale della Basilicata. Le conclusioni sono affidate al Governatore lucano Marcello Pittella. L’incontro sarà coordinato dal giornalista Giuseppe Petrocelli.

“Abbiamo voluto questa iniziativa – spiega l’assessore Zaccagnino – perché un’informazione precisa e puntuale su temi delicati come questi, legati alla salute dei cittadini e alla qualità dell’ambiente, è fondamentale per una comunità. Lo facciamo con i massimi protagonisti istituzionali che sono impegnati in questo campo, con l’obiettivo di contribuire a diffondere in modo capillare il grande lavoro che si sta facendo sia dal punto di vista tecnico e che politico”.

In questi giorni, i cittadini interessati hanno già avuto la possibilità, attraverso i social network, di rivolgere i loro quesiti o le loro curiosità agli esperti, i quali risponderanno nel corso dell’incontro.

CONVEGNO TUMORI 2

giu 262015
 

Si è tenuta a Potenza, presso la sala dell’arco del Comune, alla presenza dei Consiglieri Comunali Mario Guarente, Antonio Vigilante, dell’assessore comunale Annalisa Percoco, del Sindaco Dario De Luca e del Consiglire Regionale Aurelio Pace, la conferenza stampa di “Una Potenza di Festival – rassegna della canzone partenopea”, organizzata da “Radio Potenza Centrale…è una potenza di radio”, manifestazione inserita nel cartello degli eventi del “maggio potentino”, con il patrocinio del comune di Potenza e della Regione Basilicata, che si terrà il giorno 27 Giugno 2015 alle 20,30 presso il Centro Sociale di Malvaccaro a Potenza con ingresso gratuito. Grazie a “Lo Spuntino” sarà anche allestito un punto ristoro. La manifestazione avrà anche uno spazio dedicato alla beneficenza, con una raccolta fondi destinata alle iniziative dell’Associazione Sportiva Dilettantistica “Potenza Equitazione” per gli “amici cavalli”. Essa avrà una portata interregionale. Parteciperanno circa 25 artisti neomelodici partenopei, provenienti dalle regioni del sud di Campania, Puglia, Calabria e Sicilia, oltre che dalla Basilicata stessa. Alla manifestazione prenderanno parte, come ospiti, anche alcuni “big” del genere musicale. Il tutto sarà organizzato da Radio Potenza Centrale, storica emittente potentina operante nel settore dal 1976 e che conta circa 325.000 ascoltatori settimanali in tutto il meridione d’ Italia, la quale seguirà l’ evento in diretta, come anche avverrà sul web. Il festival è organizzato con la formula della rassegna musicale. Presenti alla presentazione anche gli organizzatori Antonio Postiglione, direttore artistico di Radio Potenza Centrale, Giuseppe Postiglione, direttore editoriale e Gianni Penna, responsabile della Girolandia Spettacoli e presentatore della serata.
Antonio Postiglione a proposito ha dichiarato: “sono molto orgoglioso per essere riuscito a portare a Poteza il meglio degli artisti neomelodici napoletani, genere molto diffuso nel territorio di copertura della nostra emittente radiofonica, leader di ascolti e assoluta protagonista del settore”. Il Consigliere Pace dal canto suo ha affermato: “non poteva essere che la radio al centro del Sud, Radio Potenza Centrale, a portare ancora una volta il Sud al centro. Sostengo con forza l’evento anche per la portata identitaria che esso ha. Bisogna che il Mezzogiorno ritorni centrale nelle politiche nazionali. E rivalutarne le tradizioni identitarie, come i suoi costumi musicali, è una occasione formidabile e da non perdere per innalzare il livello di visibilità dei nostri territori”. A Pace fa sponda l’assessore Percoco “non appena ho appreso dell’idea ho deciso subito di sostenerla. Porteremo in città centinaia di persone da tutte le regioni limitrofe. Mi complimento per il lavoro dell’emittente, la quale, con vero spirito di partecipazione, ha voluto organizzare l’importante evento addirittura con la formula dell’ingresso gratuito. Essa bene si incastra con le iniziative del “maggio potentino”. Il consigliere Guarente ha puntualizzato: “un evento importante per la nostra comunità. Una rassegna del genere musicale mancava in città. Siamo contenti di poterla sostenere. Con questa e con le altre iniziative che abbiamo sostenuto il “maggio potentino” è stato di assoluto rilievo”. Chiude il Sindaco De Luca “ringrazio Radio Potenza Centrale, sempre di più riferimento per l’intrattenimento e l’informazione del nostro territorio. Eventi di questa portata sono utili a portare un messaggi positivo alla nostra città che vive un momento di forte difficoltà. Sono orgoglioso di accogliere tanti artisti che arriveranno dalle regioni limitrofe portando con se i tanti fan che li seguono: una occasione per far conoscere in positivo la nostra città. Poi con la musica partenopea avremo anche il modo di sdrammatizzare sulla nostra vicenda comunale con un bel: “scurdammoce o passatot”.
Ufficio Stampa
“Una Potenza di festival”

conferenza stampa

mar 282015
 

Dopo i ripetuti casi di vandalismo che si sono verificati in città negli ultimi mesi, l’Amministrazione Comunale di Lauria ha promosso un incontro il 28 Marzo 2015 nella Sala Consiliare del Palazzo Comunale, un incontro dal titolo “Istituzioni, cittadini e regole”.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di diffondere la cultura del senso civico come valore fondamentale della crescita di una comunità, ma anche quello di definire insieme alla cittadinanza quali sono le azioni concrete da adottare per il monitoraggio e la prevenzione del degrado urbano. L’Amministrazione lancia perciò l’invito alla cittadinanza tutta – dai singoli cittadini, alle associazioni di categoria passando per il volontariato e il mondo della scuola – perché si colga insieme questa occasione di dialogo e confronto.

Al dibattito, che è stato concluso dall’intervento del Difensore Civico della Regione Basilicata Antonia Fiordelisi, hanno preso parte il sindaco Gaetano Mitidieri, l’assessore comunale alla Cultura Lucia Carlomagno, la psicologa dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Lauria Mariateresa Logaldi e il Comandante della stazione dei Carabinieri di Lauria, Angelo Caputo.

municipio

feb 062015
 

Sono già visibili i risultati del lavoro del nuovo Assessore comunale alle Attività Produttive del Comune di Policoro, Giovanna Carrera.
Nemmeno un mese di lavoro e già il neo Assessore può vantare di aver raggiunto un traguardo importante per tante famiglie policoresi poiché, anche se con molte difficoltà, è stata allacciata la corrente elettrica alla nuova linea della complanare nella zona artigianale di Policoro.
“Siamo soddisfatti per il lavoro compiuto” dichiarano il sindaco Rocco Leone e l’Assessore alle Attività Produttive, Giovanna Carrera.
“ Ho accettato l’incarico offertomi dall’Amministrazione Comunale – continua l’Assessore Carrera – perché volevo fare qualcosa di buono e di concreto per la mia città. C’è tanto da lavorare e tanto da fare per questa Città e grazie al team che ho trovato, un team formato da giovani e guidati da un Sindaco capace, leale, con una grande esperienza, sicuramente riusciremo a compiere lavori importanti.
Ho iniziato il mio incarico, da una delle zone più “complicate” di Policoro, la zona artigianale e quello che mi è subito balzato agli occhi è che nonostante ci fossero impianti di illuminazione nuovi, collaudati e testati, questi non fossero mai stati accesi. Ho voluto dunque iniziare da qui, ho voluto dare la luce a coloro che quotidianamente vivono e lavorano in quella zona che mai, in tanti anni, aveva visto illuminazione. Può sembrare una piccola cosa, in fin dei conti sono solo 18 lampioni, ma dietro ad ogni lampione vi è un grande lavoro, un lavoro che fino ad ora non era ancora stato compiuto da nessuna delle Amministrazioni che ci hanno preceduto, nonostante gli impianti fossero presenti. Ringrazio l’Ingegner Delliveneri che mi ha supportato in questo compito e tutto il team che ha lavorato affinchè la zona fosse illuminata. Continuerò a lavorare a fianco di questa Amministrazione per cercare di risolvere quelle criticità che investono la nostra Città, sperando di svolgere al meglio i miei compiti per il bene della Città.”

10947231_10204418943167418_472311890663266493_n

feb 052015
 

In una nota alla stampa, l’assessore comunale di Lauria ai servizi sociali Giuseppe Iannarella, informa la cittadinanza di una importante riapertura.
“Dal 10 febbraio 2015, il martedì e il giovedì, dalle ore 16,00 alle ore 19,00 – riprendono le attività del Centro Diurno per minori “GULLIVER”, presso locali dell’Oratorio “S. Domenico Savio” in Piazza San Rocco del Rione Inferiore – Il Centro diurno per minori è un servizio del Piano sociale di zona, gestito dalla Cooperativa sociale AUXILIUM – Cos’è il Centro Diurno per Minori Il Centro Educativo Diurno è una risorsa territoriale per rispondere alle esigenze di bambini/e, in età della scuola di base che necessitano di un sostegno educativo finalizzato alla prevenzione secondaria del disagio. A chi è rivolto E’ rivolto ai bambini/e residenti nel Comune di Lauria e nei Comuni più prossimi a Lauria, ovvero Maratea, Nemoli, Rivello, Trecchina che si trovano nelle condizioni su descritte. Quali sono le attività previste L’attività svolta nei Centro è centrata ovviamente su bambini/e, ma una parte consistente delle energie sono dedicate anche al rapporto con le famiglie, con le scuole e con le risorse aggregative e di tempo libero del territorio. Gli elementi di maggiore qualificazione del centro sono: • La capacità di costruire e far convivere progettualità educativa individualizzata e progettualità educativa di gruppo; • La capacità di ascolto e di accoglienza dei bambini, fondamentale al fine di poter diventare per loro un punto di riferimento significativo; • La capacità di integrare i bambini/e accolti nel territorio, onde evitargli ulteriori processi di emarginazione e stigmatizzazione sociale. Il Centro è in grado di porre in grande attenzione al/alla bambino/a proprio grazie alla relazione educativa ed al ruolo di contenitore positivo che rappresenta, in questo caso, la struttura a disposizione. Le attività specifiche dei CED sono connesse allo studio ed alla socializzazione nel tempo libero. Concretamente ciò si può tradurre in proposte di attività differenziate, da sviluppare insieme bambini, operatori, in gruppo piuttosto che in situazioni individuali: • Gioco e sport: sono occasioni per aiutare i bambini/e a comunicare tra coetanei e con adulti in modo diverso da ciò che avviene in famiglia e nella scuola ma anche in modo diverso da ciò che avviene in strada tra amici coetanei. • Laboratori di manualità ed espressività: il rapporto con le cose e con la materia è un fattore centrale nel processo di crescita del bambino ed il CED può sostenere adeguatamente i bambini nell’esigenza di conoscere e capire se stessi e le relazioni con l’ambiente e gli individui attraverso l’esplorazione e la manipolazione. Attraverso queste attività il bambino è stimolato a ragionare, a pensare, misurare la realtà, a conoscere altro da sé, a considerare i risultati strettamente dipendenti dalla propria azione. Il centro estende il proprio raggio d’azione oltre l’anno scolastico: nel periodo estivo, infatti, può promuovere iniziative diversificate che focalizzano maggiormente la dimensione ludica e sportiva in relazione ad un più intenso rapporto con l’ambiente “natura” (soggiorni, gite…) piuttosto che con il paese. A chi sono affidate le attività Per la gestione del Centro le figure professionali adeguate sono essenzialmente quelle dell’educatore (principale) e dell’animatore, ma va sottolineata l’importanza sia della collaborazione di docenti per lo svolgimento delle attività di recupero scolastico sia dei Servizi Sociali territoriali nonché del supporto che può essere messo a disposizione attraverso un’attività di supervisione professionale dell’equipe degli operatori. L’educatore del CED è laureato in scienze dell’educazione, o laureato in psicologia con l’abilitazione all’esercizio della professione. Il rapporto è di 1 educatore ogni 5 bambini, ed i 1 animatore ogni 10. Come si accede al Servizio L’accesso al centro è filtrato dai servizi sociali di base che utilizzano tale servizio sulla base di un progetto socio – educativo complessivo che riguarda il soggetto in età evolutiva e la sua famiglia che può avere durata complessiva anche superiore all’anno. La capacità ricettiva di un servizio di questo tipo è necessariamente ridotta per permettere di mantenere il rapporto operatori – utenti ad un livello che rende possibile lo sviluppo della progettualità educativa. Modalità organizzativa Si configura con attività educative flessibili ed articolate che prevedono specifici momenti di intervento nel centro ed altri in attività esterne nel territorio. Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Ufficio sociale comunale, presso la sede comunale e/o alle Operatrici del Centro nei giorni e orari di apertura del Centro”.

iannarella

feb 202014
 

Il 20 febbraio si è svolta una intensa mattinata presso l’Isis Ruggero di Lauria in occasione della co-gestione scolastica. Gli studenti hanno potuto approfondire i temi della sessualità con il dottore Francesco Curzio, a seguire hanno incontrato i rappresentanti dell’Avis di Lauria: Emanuele Landro, Antonio Battafarano, Valeria Scavo, Mimma Carlomagno. All’incontro è stato presente l’assessore comunale Giacomo Reale.
Soddisfatti degli incontri il dirigente scolastico Nicola Pongitore e la rappresentate di istituto Irene Viceconte.

L’incontro integrale con l’Avis

Un frammento della lezione tenuta dal dottor Francesco Curzio

gen 142014
 

A causa della pioggia era stato rinviato l’evento “Verso la grotta” organizzato dall’oratorio Talità Kum della Parrocchia San Giacomo in Lauria, dei Vigili del Fuoco e dell’associazione Magna Grecia.  Il 12 gennaio, la manifestazione imperniata sulla riproposizione  dell’intuizione di San Francesco d’Assisi che diede vita al primo presepe vivente della storia, si è svolta regolarmente coinvolgendo quasi 100 comparse che hanno percorso il centro cittadino del rione San Giacomo. I vigili del Fuoco hanno entusiasmato i bambini con la befana che ha distribuito leccornie per tutti.  Il parroco don Franco Alagia, dopo aver acceso i falò  in piazza del popolo,  ha incoraggiato tutti ed ha liberato in cielo simbolicamente alcune mongolfiere in segno di pace e di fratellanza.Nel corso della serata è stato tributato un riconoscimento al comandante in pensione del distaccamento di Lauria dei Vigili del Fuoco Carmine Luglio. Presenti l’attuale capo del distaccamento Giovanni Cozzi e l’assessore comunale Giacomo Reale.

Prima parte in presa diretta

Seconda parte

Il saluto del comandante provinciale dei Vigili del Fuoco ing. Antonio Tuzzolo

 

PREMIAZIONE LUGLIOPRESEPE E DON FRANCORE MAGI IN PIAZZALA BEFANA DEI VIGILIZAMPOGNARI

 

set 062013
 

Ecco quanto ha dichiarato l’assessore comunale di Sala Consilina Vincenzo Garofalo. “Si è appreso che l’Ufficio XV – Ambito Territoriale per la Provincia di Salerno non avrebbe autorizzato la costituzione della prima classe dell’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura di Sala Consilina.
Come Ente Comune di Sala Consilina esprimiamo tutto il rammarico e l’amarezza possibile,
poiché ci viene riferito che tutto ciò avverrebbe per un puro calcolo ragionieristico essendo il numero
degli iscritti di venti alunni anziché venticinque.
Premesso:
che la mancata costituzione della classe prima dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura Statale di
Sala Consilina è il presupposto per la chiusura dell’istituto stesso non essendo più alimentato da
studenti;
che con la mancata attivazione di detta classe si verrebbe a creare una grave violazione del diritto allo
studio nonché delle pari opportunità che vige sull’intero territorio nazionale per circa 20 ragazzi che
non potranno realizzare il loro percorso di studio nonché professionale se non allontanandosi dal
proprio territorio (l’istituto più vicino dista circa 80 km);
che il Vallo di Diano ha come reale possibilità di sviluppo proprio il settore dell’agricoltura la quale,
necessariamente, dev’essere implementata e che, pertanto, il territorio avrà bisogno di tecnici che
operano nel contesto dell’agricoltura;
che l’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura di Sala Consilina rappresenta la storia di questo
territorio e la sua chiusura costituirebbe un’ulteriore mortificazione per un territorio che, sebbene ai
confini della Regione Campania, viene continuamente bistrattato e umiliato;
Sicuri che le nostre motivazioni per l’attivazione, anche se solo in forma articolata della prima
classe, sono valide e non costituiscono una mera e sterile recriminazione territoriale, si confida in un
ripensamento da parte delle Autorità competenti”.
salaconsilina

giu 222013
 

Il Premio La Siritide – Luigi Viola giunge alla sesta edizione e oltrepassa i confini dell’area del Senisese-Pollino. L’edizione 2013, infatti, prevista per mercoledi 26 giugno alle ore 19.00, si svolgerà in Val d’Agri, a Sant’Arcangelo, presso il Polifunzionale, in pieno spirito itinerante, come richiesto dal carattere ormai regionale della manifestazione. L’evento nasce per promuovere le realtà sportive della Basilicata, attraverso riconoscimenti a chi si è distinto nel corso dell’anno.
Dal 2011 il Premio è intitolato al ricordo di Luigi Viola, amministratore lucano, ex sindaco di Chiaromonte e consigliere provinciale, scomparso prematuramente nel 2010 in seguito ad un incidente stradale.
La sesta edizione dell’evento è realizzata dalla testata giornalistica lasiritide.it in collaborazione con il Comune di Sant’Arcangelo, in particolare con l’assessorato allo sport. “Crediamo molto nella forza che ha lo sport come motore positivo per lo sviluppo dei territori e come cimento per i giovani- ha detto l’assessore comunale al ramo Rosaria Briamonte- e in particolar modo, in un periodo di profonda crisi come quello che stiamo attraversando, occorre dare maggiore merito alle società sportive che, a tutti i livelli e con non poche difficoltà, riescono resistere. Il nostro Comune si è impegnato in tal senso e, a tal proposito, abbiamo candidato al Ministero dello Sport un progetto di riqualificazione dello stadio comunale”.
Partners dell’evento sono anche l’Ente Parco Nazionale Appennino Lucano, la Provincia di Potenza, la Figc Basilicata, l’Unione Stampa Sportiva Italiana, l’Avis comunale di Senise e le associazioni “Assa” e “Il Sorriso”, quest’ultima nata a Chiaromonte proprio sulla scia dell’esempio e del ricordo di Luigi Viola.
Conduttore d’eccezione della sesta edizione, assieme allo staff de lasiritide.it, sarà il giornalista lucano Angelo Oliveto, volto noto della redazione Rai di Basilicata e, ormai da tempo, professionista apprezzato della redazione nazionale di Rai Sport.
Nel corso dell’evento non mancheranno le sorprese: dai premi ai calciatori lucani Simone Zaza e Gianluca Sansone come migliori atleti lucani, all’ormai consolidato Premio Ussi al miglior calciatore della serie D lucana; dai riconoscimenti per il Fair Play, al Factotum e alle società che si sono distinte durante l’anno, fino a “incursioni” virtuali e telefoniche di noti sportivi italiani.
Appuntamento, dunque, mercoledi 26 giugno alle ore 19.00 presso il polifunzionale di Sant’Arcangelo.

LA_SIRITIDjE_premio 2013

mar 222013
 

Non è stato certamente un fulmine a ciel sereno. Da più tempo l’assessore Domenico Di Lascio manifestava una crescente preoccupazione per la situazione amministrativa. Al tempo stesso Di Lascio auspicava l’apertura di una fase nuova che potesse favorire un rinnovamento. Le dimissioni affidate al segretario di partito appariva un gesto se pur significativo forse non completamente chiaro e completo. Ora Di Lascio in qualche modo sgombra il campo dalle mille sottigliezze della politica facendo un gesto chiaro che probabilmente, nelle prossime ore potrebbe essere raccolto dal suo collega di partito Giacomo Reale e probabilmente anche dagli altri assessori. A quel punto anche gli altri partiti della coalizione dovranno decidere se rimanere in sella o liberare completamente il campo.  La “mossa”  di Di Lascio obiettivamente aiuta il sindaco a non essere condizionato, anche sotto l’aspetto umano, si apre uno scenario completamente nuovo  sul quale provare a far ripartire un progetto di governo messo alle corde dalle difficoltà contingenti e da alcuni errori  sui quali si dovrà correre ai ripari al più presto. Per il sindaco Mitidieri si apre una  travagliata settimana di vera “passione” con una prospettiva che però potrebbe riservare  positività.

di lascio new