Flash Feed Scroll Reader
giu 242015
 

Il 22 giugno 2015 è stato presentato in anteprima ad Avigliano il museo dedicato all’emigrazione lucana.
Il coordinatore della nuova istituzione culturale Gigi Scaglione ha evidenziato le peculiarità di una realizzazione che sarà un punto di riferimento per quanti vorranno studiare ed approfondire un tema che ha coinvolto l’intero popolo di Basilicata. Nelle sale del museo sono valorizzati degli emigranti che si sono distinti nel mondo tra cui l’inventore Nicola Santo.

La cerimonia di presentazione

Gli interni in presa diretta

Le intervista: Gigi Scaglione, Franco Sabia

dic 012014
 

L’associazione La Giovane Lucania e il gruppo organizzativo in occasione del periodo natalizio vogliono dar vita ad un’iniziativa di grande valore culturale e sociale, da sviluppare nella cittadina di Lauria.
L’obiettivo cardine che si propone di perseguire è quello di affrontare la tematica della musica, dei canti e della poesia che pongono al centro il NATALE cercando di coinvolgere il territorio.
Si propone di creare un importante occasione di coinvolgimento di artisti, cittadini comuni, ponendosi all’attenzione di una platea che vada oltre i confini comunali, cercando di stimolare l’interesse dei cittadini nei paesi limitrofi, estendendosi fino ai confini regionali ed anche oltre.
Tale occasione consisterà, infatti, in una riscoperta delle musiche, dei canti e delle poesie natalizie e nella promozione del territorio.
Saranno organizzate tre serate in cui il festival prenderà forma e vita agli occhi di un pubblico attento ai valori della solidarietà, della condivisione e del rispetto dei valori umani.

REGOLAMENTO

Art.1- L’organizzazione e L’Associazione “La giovane Lucania” con sede in LAURIA (PZ) in C.da Gremile N°65 bandisce il I° Festival della canzone e della poesia inedita e della solidarietà dedicata al Natale Citta’ di LAURIA dal titolo #NOTESTROFE DEL NATALE (di seguito, per brevità, denominato semplicemente Festival).
Art.2- Il festival ha come finalità la presentazione e relativa promozione al pubblico ed agli Addetti ai lavori nell’ambito della canzone, senza preclusioni ai generi musicali, attraverso la selezione delle canzoni, degli autori, dei solisti, dei cori e sezione speciale migliore poesia dedicata al Natale, incluso i doni della solidarietà.
Art.3-Sono ammessi a partecipare tutti gli interpreti costituiti da uno o più solisti con obbligatoriamente il supporto di un coro i quali inviino due canzoni interpretate da loro stessi. Dette canzoni dovranno essere obbligatoriamente una originale e l’altra un nuovo ri-arrangiamento facente parte del repertorio classico Natalizio Italiano. Anche se non autori delle canzoni purché ne indichino con esattezza le generalità dell’autore o autori della musica e del testo letterario poiché concorre al premio finale anche l’autore
o gli autori. Gli artisti partecipanti possono: a) non essere iscritti alla SIAE; b) essere legati da impegni contrattuali discografici e/o editoriali, purché non in contrasto col presente, regolamento. I concorrenti solisti e facenti parte del coro non sono subordinati a limiti di età.
Art.4- Le due canzoni dovranno avere, a pena di inammissibilità o di esclusione, le seguenti caratteristiche:
La prima originale:
1. Non essere stata mai pubblicata sino al momento della scelta dei 15 finalisti in qualsiasi forma digitale,downloading, YouTube ecc..stesso regolamento vige per la presentazione al festival di poesie dedicate al Natale che concorreranno al premio speciale “Poesia del Natale”.
2. Essere redatte in lingua italiana, non contenere elementi che violino la legge e/o i diritti di terzi.
3. Non contenere messaggi pubblicitari a favore di persone, prodotti o servizi, ed un testo consono e rispettoso del linguaggio comune al fine di poter essere eseguite in Chiesa.
La seconda canzone:
1.Dovrà avere un rinnovato ri-arrangiamento del repertorio classico Natalizio Italiano.
Art.5-Le domande di iscrizione dovranno essere spedite, a pena esclusione, all’Organizzazione Festival della canzone inedita dedicata al NATALE, Contrada Cona 115, 85044 LAURIA (PZ) Tel.0973/822057 328/7629747, oppure all’associazione La Giovane Lucania, Contrada Gremile,65, 85044 Lauria Tel.333/4269170 entro e non oltre il 10 Dicembre 2014.
L’invio delle domande potrà avvenire a mezzo raccomandata A.R. tramite corriere e farà fede, dell’avvenuta spedizione in tempo utile il timbro postale della data di spedizione.
A mezzo consegna a mano entro le ore 20:30 del giorno 10 Dicembre 2014 presso la sede
dell’organizzazione in Contrada Cona 115, 85044 LAURIA (PZ), l’organizzazione rilascerà conferma scritta dell’avvenuta consegna.
Art.6- Ad ogni domanda dovranno essere allegati, a pena esclusione, tutti i seguenti documenti:
1. N°3 (tre) copie leggibili del testo letterario di ognuna delle due canzoni o poesie sottoscritte dall’autore e/o dagli autori, nonché dal compositore e/o dai compositori della parte musicale senza l’invio della partitura.
2. N°3 (tre) CD contenenti i provini delle due canzoni eseguite dall’interprete con o senza l’ausilio del coro che se non disponibile sarà fornito dall’organizzazione.
3. N°3 (tre) copie dattiloscritte del “curriculum vitae” del partecipante singolo e del coro se disponibile.
4. La fotocopia dell’avvenuto versamento del Vaglia postale o Bonifico (IT19 J010 106 768 451 070 677 4249) con causale “ I°Festival della Canzone e della Poesia inedita dedicata al Natale 2014 – Città di Lauria” e intestato all’ Associazione “La giovane Lucania” di € 30,00 ( euro trenta/00), mentre la quota per il festival di poesie viene fissata in € 10,00 (euro dieci/00).
5. La domanda di partecipazione debitamente compilata e sottoscritta da un responsabile, che parteciperà al festival, dovrà contenere l’indicazione del numero e della data del deposito SIAE della canzone originale, qualora esso sia avvenuto.
E’ facoltà dei concorrenti di inviare materiale (fotografico,video, audio….) e/o segnalare
appositi Link sul Web inerenti la loro attività artistica.
Art.7- La documentazione ed il materiale tecnico inviati all’organizzazione non verranno
restituiti e l’organizzazione avrà facoltà di distruggere tutto il materiale alla fine dello
svolgimento del presente festival.
Art.8-L’organizzazione selezionerà, tra tutti gli autori/compositori e interpreti regolarmente iscritti al festival, a proprio insindacabile giudizio ed a seguito dell’ascolto da parte della propria commissione interna delle canzoni pervenute con regolare documentazione,una prima rosa di concorrenti e di brani. L’organizzazione si impegna a comunicare tempestivamente l’esito della valutazione e dell’ammissione che in taluni casi potrà previo autorizzazione degli autori essere ammessa solo la canzone che sarà
affidata dall’organizzazione ad altri interpreti e cori precedentemente selezionati.
Art.9-Si richiederà alla rosa dei concorrenti selezionati una eventuale audizione,
l’organizzazione comunicherà in tempo utile la suddetta data per l’audizione.
La mancata presenza a detta audizione potrà comportare l’esclusione dal festival.
Nel giorno stabilito verrà messa a disposizione luogo e strumentazione tecnica per lo
svolgimento dell’audizione accompagnato da un breve colloquio con la commissione
artistica del festival.
Art.10-Al termine delle audizioni di cui al precedente art. 9 l’organizzazione sceglierà
15 (quindici) canzoni e relativi interpreti per le serate finali da un minimo di 2 a un massimo di 3 da tenersi entro dicembre 2014. Date presunte, Domenica 14 Dicembre anteprima Festival, serate finali giovedi 18 e Venerdi 19 Dicembre 2014.
Art.11-I finalisti saranno avvisati a mezzo telegramma e/o e-mail agli indirizzi da questi comunicati all’organizzazione. Per partecipare a questa fase finale ogni partecipante dovrà consegnare in tempo utile dalla data del festival un master professionale realizzato a proprie spese del brano prescelto in versione solo base musicale e con voce e coro.
Art.12-L’organizzazione utilizzerà i suddetti master al fine della realizzazione e successiva pubblicazione a proprie spese del CD compilation della I° edizione del Festival
(che sarà distribuito anche in digitale attraverso piattaforme di downloading e/o streaming Legale), nonché al fine dell’inserimento dei file audio dei relativi brani all’interno di un eventuale sito del festival in allestimento in modalità streaming gratuito. I finalisti si impegnano pertanto a concedere tali master in licenza non esclusiva all’organizzazione per tali finalità, a fronte di una percentuale di cointeressenza sulle vendite da convenire successivamente in buona fede tra le parti.
Art.13- I quindici finalisti si impegnano a sottoscrivere e/o a far sottoscrivere dai loro aventi causa, una dichiarazione in cui affermano di non avere nulla in contrario e nulla a pretendere a che l’organizzazione e/o le emittenti radiofoniche, televisive e i siti web coinvolti nell’esecuzione del festival- diffondano le rispettive canzoni (registrazioni fonografiche ed opere musicali in esse riprodotte) per via telematica, radiodiffusione, televisione ed utilizzino e pubblichino la loro immagine per iniziative aventi carattere promo-pubblicitario tra cui, a titolo esemplificativo ma non tassativo: premi, operazioni di patrocinio, ecc….
Art.14-I quindici finalisti verranno sottoposti al vaglio di una commissione artistica di esperti che a suo insindacabile giudizio designerà almeno cinque vincitori cosi suddivisi:
Premio alla migliore canzone originale dedicata al Natale, a cui andrà una borsa di studio equivalente a-_ €150,00_ ( euro centocinquanta/00), una targa e la realizzazione immediata successiva al festival, di un Video Clip Professionale in HD che sarà diffuso e promozionato anche su YOUTUBE.
Premio alla migliore e originale reinterpretazione di un brano famoso ri-arrangiato del repertorio, delle canzoni Natalizie Italiane (perché tra le quindici canzoni saranno ammesse a partecipare anche un massimo di tre o quattro canzoni del repertorio esistente), a cui andrà una borsa di studio equivalente a € 70,00 (euro settanta/00)e una targa.
Premio della critica all’autore o agli autori della canzone originale vincitrice: borsa di studio unica equivalente a € 100,00 (euro cento/00). Premio alla migliore poesia dedicata al Natale di € 100,00 (euro cento/00). Al termine di ogni singola serata del Festival sarà consegnato un pacco: dono della solidarietà ad una famiglia bisognosa scelta dai Parroci delle Chiese di LAURIA.
Art.15- I quindici interpreti e relativi cori si esibiranno con voci dal vivo su basi registrate nelle tre serate.
Le relative classifiche si conosceranno solo alla fine della serata finale con le relative
premiazioni.
Art.16- L’organizzazione non è responsabile di eventuali disguidi , guasti, smarrimenti o
simili inconvenienti(quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, disfunzioni dei
meccanismi di voto) o qualsiasi altro inconveniente che possa derivare dall’esecuzione
delle procedure di selezione.
Art.17- Nessuna spesa di soggiorno per gli interpreti ed i cori sarà a carico dell’organizzazione. Lo saranno solo se preventivamente autorizzate dall’organizzazione.
Art.18-Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs.196/2003, recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il partecipante, dichiarando di aver ricevuto l’informativa ai sensi dell’art.13 D. Lgs. 196/2003, fornisce il proprio consenso al trattamento dei propri dati personali, direttamente o anche attraverso terzi, oltre che per l’integrale esecuzione del presente regolamento, per eventualmente elaborare:
a) Studi,ricerche, statistiche ed indagini di mercato;
b) b) inviare materiale pubblicitario, informazioni commerciali.
Art.19-Nel periodo di vigenza del presente regolamento, l’Organizzazione, a suo insindacabile Giudizio, può apportarvi integrazioni e modifiche per esigenze organizzative e funzionali.
L’Organizzazione potrà altresì, per fatti imprevisti o sopravvenuti, introdurre modifiche
ed integrazioni a tutela e salvaguardia del livello artistico del Festival, facendo tuttavia salvo lo spirito delle premesse e l’articolazione della manifestazione.
Art.20-Ogni eventuale controversia concernente l’interpretazione e l’esecuzione del presente Regolamento sarà deferita, con apposito ricorso, ad un Collegio arbitrale da adire nel termine perentorio di (tre) 3 giorni dal momento in cui la contestazione è stata portata a conoscenza per iscritto all’altra parte. Quest’ultima dovrà, in ogni caso, avere diretto interesse alla Controversia. La sede del Collegio arbitrale è Lagonegro. Il ricorso dovrà essere depositato nel termine di cui sopra, a pena di decadenza presso la sede dell’Organizzazione.
Il collegio arbitrale- che deciderà quale amichevole compositore, senza formalità di procedure e nel più breve tempo possibile- sarà composto da tre membri di cui i primi due saranno nominati uno da ciascuna parte in lite, ed il terzo di comune accordo dagli arbitri cosi nominati, ovvero in difetto, dal presidente del Tribunale di Lagonegro. All’atto dell’insediamento del Collegio ciascuna delle parti depositerà, mediante consegna al Presidente del collegio medesimo, un importo di € 1.000,00 (mille) a titolo cauzionale. Detto importo verrà custodito a cura del Presidente e sarà restituito al momento della liquidazione definitiva delle spese e degli onorari.

L’Associazione Giovane Lucania

presepe-natività-2012-1

nov 012014
 

Nella Sala Atomium dell’Isis Miraglia di Lauria sono state presentare le società sportive “Virtus” (calcio a 5) e “Pro calcio” (scuola calcio). Per l’occasione è stato invitato il giornalista di Sky Fabio Tavelli. Il poliedrico professionista, molto legato alla città di Lauria, ha presentato in anteprima un suo lavoro su Cassius Clay che vedrà un suo completamento nei prossimi mesi. il monologo ha appassionato tutti i presenti ed ha dimostrato come lo sport può fare cultura e stimolare con intelligenza le menti. Per sua gentile concessione abbiamo pubblicato i primi 15 minuti…e gli applausi finali.

Alcuni frammenti della serata con uno spicchio dell’anteprima

Le interviste: Biagio Riccio, Giovanni Ielpo, Fabio Tavelli, Rizieri Ferrante

set 152014
 

Nella splendida cornice del centro Storico di Maratea, a Palazzo De Lieto, si svolgerà Maratea
Moda 2014, che per questa 4a edizione esporrà, in una Mostra temporanea dal 16 al 30
Settembre, una straordinaria selezione di abiti dello stilista Anton Giulio Grande.
Curata nei minimi dettagli, dalla scelta e dall’allestimento della location, dalla progettazione della
scenografia al disegno delle luci, la Mostra è promossa dalla Pro Loco di Maratea La Perla, con il
sostegno della Regione Basilicata e del Comune di Maratea, e sarà inaugurata il 16 settembre
alle 18:00 con il taglio del nastro da parte dello stilista Anton Giulio Grande, accompagnato
dalla madrina dell’evento, la modella e showgirl Antonella Mosetti, il neo eletto Sindaco di
Maratea Domenico Cipolla ed il Presidente della Pro Loco di Maratea La Perla Pierfranco De
Marco.
Diretto e prodotto, come per la scorsa edizione, dalla Mazzini Eventi Production, con la preziosa
regia di Alessandro Mazzini, l’evento vedrà anche la partecipazione dei vertici dei due Main
Sponsor, ormai consolidati per Maratea Moda, Alessandro Ricci per Parmalat CE.DI. Cosenza, e
Nicola Gullaci per Meridionale Intonaci.
Per 15 giorni sarà possibile ammirare abiti incantevoli e soprattutto inconfondibili di un brand,
quello di Anton Giulio Grande, conosciuto e apprezzato ormai in tutto il mondo.
Pizzi e ricami raffinati su abiti moderni e sensuali, rendono le creazioni dello stilista Anton Giulio
Grande sempre preziose ed eleganti, realizzate recuperando le antiche tradizioni della sartoria
calabrese che, con maestria, ha saputo esportare a livelli internazionali.
Le “opere” di Anton Giulio Grande, inconfondibili per l’eleganza e il glamour, oltre che per la cura
dei dettagli e dei materiali pregiati, vengono indossate dalle più importanti donne del jet set
internazionale, Valeria Marini, Alba Parietti, Nina Moric, Aida Yespica, Pamela Prati, Belen
Rodriguez, Anna Kanakis, Eva Grimaldi, Elenoire Casalegno, Anna Valle, Claudia Gerini, Natasha
Stefanenko, Martina Colombari, Cristina Chiabotto, Manuela Arcuri, Anna Falchi.
Abiti fantastici capaci di esaltare le bellezze delle dive con uno stile unico che ha premiato
l’entusiasmante carriera dell’artista lametino entrato recentemente a far parte dell’esecutivo della
Camera della Moda Svizzera.
Obiettivo di questa 4a edizione di Maratea Moda è quello di raccontare, sulla scia della scorsa
edizione, l’eccellenza del Made in Italy nelle sue diverse sfaccettature, nei suoi vari linguaggi e
diversi modi di vedere la Moda, e far apprezzare un’anteprima di quei tratti di alta sartorialità che
caratterizzano la moda del Mediterraneo, che sarà invece il tema già annunciato per il prossimo
anno.
Un progetto nato dunque per mettere sotto i riflettori i marchi del Made in Italy, le eccellenze, le
ricerche, le avanguardie, ma anche il rispetto per la tradizione attraverso l’Alta Moda.

www.marateaproloco.it – plmaratea@libero.it
Le date:
Data: dal 16 al 30 settembre 2014
Orari: dal lunedi al venerdi dalle 10:00 alle 12:30
sabato e domenica dalle 17:00 alle 20:00
Ingresso gratuito
Inaugurazione:
Palazzo De Lieto
16 settembre h 18:00
Contatti:
Monica Tafuti
328.026.44.51
info@marateamoda.it
ufficiostampa@marateamoda.it

INVITO MARATEA MODA 2014

lug 022014
 

La StraMarconia, in programma il prossimo 14 agosto, avrà quest’anno un testimonial d’eccezione. Fra i protagonisti del video con il quale verrà presentata l’edizione 2014, ci sarà il calciatore del Sassuolo Simone Zaza, che ha indossato la t-shirt dell’Associazione Emanuele 11e72 di Marconia, mettendo il suo volto a disposizione della causa sociale sostenuta fin dal 2007 dagli organizzatori.

La preview dello spot di presentazione della gara podistica cittadina, che si corre per raccogliere fondi destinati all’AIRC, sarà online da oggi, martedì 1 luglio, e conterrà in anteprima alcune immagini del bomber di origini bernaldesi, girate qualche settimana fa nella sua casa di Metaponto. Il video del backstage (disponibile al seguente link https://www.youtube.com/watch?v=w7RDPjY4O3M) sarà pubblicato sul canale Youtube dell’associazione, in attesa dello spot ufficiale che verrà diffuso venerdì 11 luglio.

“Quest’anno – precisano gli organizzatori – oltre ad aver introdotto importanti novità tecniche nello svolgimento della gara, abbiamo scelto di puntare, per la comunicazione, sulle immagini in movimento, perché riteniamo che abbiano un maggior impatto emotivo. Siamo riusciti a creare le condizioni per auto-produrre i nostri video promozionali, mettendo a sistema le competenze interne”. Gli spot, girati a partire da aprile coinvolgendo numerosi soci e non solo, sono stati ideati e realizzati da Antonella Malvasi, Federico Giannace (che ha curato anche l’editing) e da Giuseppe D’Addurno.

La scelta delle location non è stata casuale, ma rappresenta una commistione tra scatti sul passato e visioni future che dialogano fra loro. Le immagini, infatti, sono state girate nei nuclei originari di Marconia e Pisticci, nelle campagne interessate dalla Riforma fondiaria negli anni ’50, ma anche sulla spiaggia, da cui può partire il rilancio economico di un territorio vocato al turismo, e presso il Campo sportivo di San Gaetano, pronto ad accogliere sulla sua pista gli sportivi che volessero fare della corsa la loro passione o professione.

Molta attenzione è stata riservata anche alla comunicazione tradizionale. L’immagine coordinata della StraMarconia sarà una libera reinterpretazione del progetto di ricerca “Da lontano era un’isola” del famoso designer Bruno Munari. La storia della manifestazione sportiva ideata dall’associazione pisticcese in ricordo dell’amico Emanuele Angelone, ucciso prematuramente dal cancro, si aggiungerà idealmente alle storie raccontate dal grande artista italiano, a partire da decine di sassi raccolti sulla spiaggia.

Inoltre, sarà a breve online la nuova versione del sito www.emanuele11e72.it, rivisitato sia nella veste grafica che nei contenuti, con maggiori funzionalità interattive. Tutte le novità della StraMarconia 2014 saranno anche comunicate sul gruppo FB “Associazione culturale Emanuele 11e72” e sulla pagina FB “StraMarconia – Emanuele Angelone – RUN is FUN”.
Marika Iannuzziello

zaza

mag 252014
 

Si aprono domani la XVII edizione de La Cantina del Portatore e la IV edizione del Potenza Folk Festival, eventi organizzati dall’Associazione Culturale Portatori del Santo.

A partire da domani e fino al 29 Maggio, i Portatori animeranno il Centro Storico della città per onorare il nostro Santo Protettore, con un programma pieno di appuntamenti e di novità.

Si comincia con la Cantina del Portatore a Piazza Mario Pagano, uno stand con prodotti enogastronomici a chilometro zero in cui i volontari dell’associazione proporranno salumi, formaggi, taralli, vino e, da quest’anno, anche carne alla brace, anche grazie al contributo all’organizzazione di Confcommercio, a cui va il ringraziamento da parte dell’associazione. La Cantina sarà aperta dal 26 al 28 Maggio a partire dalle 19.30.
Parte domani anche il Potenza Folk Festival – manifestazione di musica folk che in sole quattro edizioni ha raggiunto ormai notorietà e importanza internazionali – con il gruppo inglese dei CC Smugglers che proporranno un repertorio country rock and roll: sonorità che abbracciano il countryblues accompagnato da un forte spirito rock’n roll.
Arrivano a Potenza dopo aver suonato on the road in tutto il Regno Unito e in Francia, e dopo essersi esibiti al Glasbury Festival, uno dei contest internazionali più importanti al mondo.

“Dal 2011, anno in cui è cominciato il Potenza Folk Festival con la presenza del gruppo scozzese Clan Wallace, – dichiara Gennaro Favale, Presidente dell’Ass. Cult. Portatori del Santo e direttore artistico del PFF – è stata immediata la percezione di quanto sia speciale ed unico l’evento che anima la festa del nostro Santo Patrono.
Dagli scozzesi in poi, abbiamo ospitato gruppi musicali di varie parti del mondo e ognuno di loro ci ha dato la conferma che, guardando la nostra festa e più in generale la nostra città con occhi “esterni”, si colgono sfumature che rendono unica la nostra comunità. Molti dei gruppi con cui siamo ancora in contatto ci raccontano di come l’esperienza sul palco del PFF sia andata ben oltre l’aspetto musicale grazie alla nostra accoglienza e ospitalità, al nostro modo di fare festa e stare insieme e l’amore che dimostriamo per la città”.

Per questo, per l’apertura del PFF, i Portatori del Santo stanno cercando di offire alla città una sorpresa musicale con la speranza che essa possa diventare una tradizione per gli anni a venire del Potenza Folk Festival per i gruppi ospiti.

“Quest’anno con il gruppo inglese dei CC SMUGGLERS, – spiega Dario Brienza, storico Portatore del Santo e musicista – ho voluto stabilire un contatto, ripescando una delle tante versioni de “Lu bracciale”, che ho rielaborato negli anni in cui ho animato La Cantina del Portatore con la Caravaggio Blues Band. E così, con il contributo di Renato Pezzano, stiamo cercando di proporre alla band inglese di presentare insieme sul palco, la sera del 26 Maggio, la mia traduzione in inglese della canzone, che i potentini hanno già ascoltato nel 2005.
Oltre al momento musicale, quello che ci sta a cuore è farli entrare nel clima della nostra festa e quindi dare loro la possibilità di conoscere il contenuto della canzone che sarà il tormentone di questi giorni. Non dico nulla di nuovo affermando che la musica non ha barriere, ma lo affermo sulla base di quello che ho vissuto quando occasionalmente ho suonato in jam con gruppi che si esibivano in Belgio, in Canada, o negli USA. I testi delle canzoni country e blues della tradizione anglosassone non sono per nulla diversi dalle nostre canzoni folk, narrano di situazioni ed emozioni semplici, a volta basiche, non dei massimi sistemi. Far cantare e suonare Lu Bracciale ai ragazzi di oltre Manica non è solo un esperimento musicale, è soprattutto un modo per promuovere e far conoscere un pezzo importante della nostra tradizione”.

Ecco, in anteprima, la versione inglese de Lu Bracciale che i Portatori cercheranno di far suonare alla band inglese:

I’m a country man now and forever
and i’m so happy and so satisfied
You know i’ll never leave… oh , never never
The hack the little hack and the straw pile
Now i’m working in the garden
then i’m working in the ranch
every year i’ll be sure
i will have a pig for lunch

i’ve got a lovely vine down to the river
it seems like a basket full of grape
i’ve got funny house behind the straw pile
that when your in everything seems all right
Inside is full of potatoes, good sausage and young wine
“chi la iasca e chi l’ ucciuol” you know i’m feeling fine

San Gerardo is the patron of the all Potenza town
if someone will disdain it he will surely fall him down …..

Oltre agli CC Smugglers, saliranno sul placo anche i Gatta Mammona e I Rutella, due dei quattro gruppi selezionati dalla giuria dei PFF Contest 2014, che proporranno il loro repertorio di musica folk locale.

locandina

mag 162014
 

Si esibirà in concerto gratuito in piazza Lombardi il prossimo 18 agosto. Pisticci, dunque, va ad aggiungersi a piazze di qualità come quelle di Roma, Milano, Torino, Firenze, Napoli, in cui Noemi sarà in tournèe.

Voce ruvida e profonda, un po’ roca e tremendamente coinvolgente: questa è Noemi.
Al secolo Veronica Scopelliti, con il suo primo singolo “Briciole” entra direttamente al primo posto nella classifica ufficiale del download dei singoli e in altissima rotazione in tutte le radio, diventando la colonna sonora dell’estate 2009. L’EP, che esce nell’aprile 2009 ed è intitolato con il nome dell’artista, conquista il disco d’oro.
Sempre nel 2009 esce il nuovo album “Sulla mia pelle” con dieci brani inediti.
Il primo singolo “L’amore si odia” è una canzone che lascia il segno, grazie alla collaborazione con una grandissima artista come Fiorella Mannoia che, con Noemi, dà vita a uno straordinario duetto. Il brano rimane per mesi ai vertici delle classifiche di vendita ed airplay, guadagnando il disco multiplatino.
L’album ha un fantastico esordio, debuttando direttamente al terzo posto della classifica vendite.

Noemi partecipa al Festival di Sanremo 2010 con il brano “Per tutta la vita” ed esce la special edition dell’album “Sulla mia pelle”.
Ancora un grande successo per singolo e album: disco di platino per il brano, mentre l’album vende oltre 100.000 copie e rimane ai vertici della classifica per oltre trenta settimane aggiudicandosi il multiplatino.

L’album “RossoNoemi” esce a marzo 2011: nove brani inediti, tra cui “Vuoto a perdere”, già disco di platino, scritto per Noemi da Vasco Rossi e Gaetano Curreri.
Noemi stessa, per la prima volta, si occupa della stesura di gran parte dei testi delle nuove canzoni e segue l’intero processo creativo, lavorando negli Stati Uniti con Corrado Rustici, produttore dell’album.
Il secondo singolo estratto, “Odio tutti i cantanti”, brano ironico ed energico, è accompagnato da un video in cui Noemi riveste per la prima volta il ruolo di sceneggiatrice e diventa la colonna sonora dell’estate 2011.
A settembre entra in rotazione radiofonica “Poi inventi il modo”, il terzo singolo estratto dall’album “RossoNoemi”, nato dalla penna di Federico Zampaglione. Il videoclip, diretto per la prima volta dalla stessa Noemi, conquista lo “Special Award” al Premio Roma Videoclip.

Partecipa alla 62° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Sono solo parole”, scritto da Fabrizio Moro ed arrangiato da Corrado Rustici, classificandosi al terzo posto.
A febbraio esce la nuova edizione di “RossoNoemi” con i brani “Sono solo parole” e “In un giorno qualunque”.
“Sono solo Parole” ottiene il consenso del pubblico e della critica musicale e si piazza nei primi tre singoli più venduti su iTunes e conquista il platino mentre l’album è già disco d’oro.

Noemi si trasferisce a Londra alla ricerca di nuovi stimoli per scrivere i brani del nuovo album.
Nel 2013 partecipa in veste di coach a The Voice, un format che mette al centro la voce. L’esperienza è stata positiva e Noemi riconferma la sua partecipazione anche per la seconda edizione del programma.

Nel 2014 Noemi partecipa al Festival di Sanremo con i brani “Bagnati dal sole” e “Un uomo è un albero” di cui è coautrice sia dei testi che della musica e che sono inclusi nel nuovo album “Made in London” uscito il 20 febbraio.
“Made In London” è il nuovo album di Noemi contenente i due brani presentati al 64° Festival di Sanremo, “Bagnati dal sole” e “Un uomo è un albero”.
Noemi torna con una nuova maturità artistica e personale sviluppata grazie ad esperienze professionali e non che le hanno aperto orizzonti diversi. Questo album nasce e si è sviluppato a Londra e vede un grandissimo impegno personale dell’artista sia dal punto di vista autorale che produttivo – la produzione artistica è infatti curata della stessa Noemi – nonché la partecipazione di musicisti, autori e produttori inglesi che donano al progetto un sound contemporaneo e internazionale.

Anteprima programma musicale Feste Patronali Pisticci 2014.

Le Feste Patronali di Pisticci, che vedranno rinnovarsi la devozione della nostra comunità per San Rocco, sono alle porte.
L’Associazione Feste Patronali San Rocco Pisticci, accanto all’ormai tradizionale programma religioso, propone diversi appuntamenti civili che arricchiscono e completano il programma.
Quest’anno il clou degli eventi è indubbiamente rappresentato dal concerto di Noemi, che chiuderà i festeggiamenti il 18 agosto prossimo, ma di tutto spessore restano i concerti musicali programmati per la classica tre-giorni pisticcese.
Dovuto è un particolare ringraziamento a tutta la popolazione pisticcese che, con la fede di sempre, contribuisce alla buona realizzazione della festa.
Solo i membri dell’Associazione Feste Patronali, muniti di cartellino di riconoscimento e dietro rilascio di regolare ricevuta, sono autorizzati ad accettare offerte di denaro da parte dei fedeli.
Potrebbero fare, infatti, la comparsa falsi addetti intenzionati ad approfittare del buon cuore della popolazione pisticcese. Si invita a segnalare alle forze dell’ordine eventuali sospetti.
Grazie alla generosità dei tanti che contribuiranno, ognuno in base alla propria disponibilità, si sta allestendo una manifestazione di tutto rispetto.
Di seguito un’anticipazione del programma musicale.

15 Agosto FESTIVITA’ DELLA B.V.M. ASSUNTA, compatrona di Pisticci

• Piazza San Rocco – ore 21.00 “Nathalie” in concerto

Dopo moltissimi anni ritorna nella piazza dedicata al Santo la grande musica italiana d’autore. Una tradizione che vedeva esibirsi i migliori artisti nel giorno di apertura delle Feste Patronali in onore di S.Rocco.
Nathalie nasce nel 1979 a Roma da famiglia italo-belga.
Inizia a scrivere le sue prime canzoni all’età di 15 anni, prima alla chitarra, in seguito al pianoforte, strumento che studia per 2 anni. A 14 anni inizia a studiare canto. La sua musica si ispira in gran parte ad artisti anglosassoni, come Tori Amos, P.J. Harvey, Fiona Apple, Radiohead, Jeff Buckley, ma anche ad italiani come De André, De Gregori e agli chansonniers francofoni, come Serge Reggiani. Nathalie scrive i testi delle proprie canzoni in italiano, francese e inglese. Nel 1998 partecipa al concorso Spazio Aperto superando le selezioni e classificandosi al 3° posto in finale; nel 2000 vince nella categoria Under 21 al Festival Fuoritempo, in cui nel 2002 vincerà il Premio per Miglior Canzone Inedita. Dopo aver collaborato con numerose Cover Band, tra cui SkunKover (tribute band Skunk Anansie), nel 2002 forma un gruppo per portare il proprio progetto musicale sui palchi di vari locali romani, tra cui Il Locale, Circolo degli Artisti, Brancaleone, Beba Do Samba, Lettere Caffè, Sonica, Horus Club, Locanda Atlantide, Alpheus. Nel corso del 2003 apre i concerti romani di Marco Parente (Brancaleone) e La Crus (Circolo degli Artisti). Nel settembre dello stesso anno suona nel Giardino della Villa Comunale di Roseto degli Abruzzi (TE), all’interno della rassegna Commutazioni_003; nel marzo 2004 apre all’Alpheus un concerto di Andrea Mirò insieme a Barbara Eramo (Eramo e Passavanti) e Diana Tejera (Plastico) ; apre il concerto di Max Gazzè di Canterano l’8 agosto 2004. Le sue canzoni vengono trasmesse da Radio Città Futura, Radio Meridiano 12, Radio Città Aperta e RadioUno RAI alla trasmissione DEMO, per la quale ha suonato al concerto delle 1000 puntate (all’Alpheus di Roma) e con cui ha inoltre realizzato un Live trasmesso il 27 Agosto 2005; nell’ottobre 2005 partecipa al Biella Festival classificandosi al 2° posto; nello stesso mese partecipa ad alcune trasmissioni di RAI FuturaTV e RAISAT2000; nel febbraio 2006 le viene assegnato il “Premio SIAE per DEMO” 2006 al The Place di Roma; nel giugno dello stesso anno vince nella sezione Musica di MArtelive; nel mese di luglio si classifica al 2° posto del concorso “Sapienza In Musica” organizzato dall’Università “La Sapienza” di Roma. Nel settembre 2009 vince il premio “DEMO Lady’s Award” a Comiso (Ragusa), concorso organizzato dal programma radiofonico “DEMO” di Michael Pergolani e Renato Marengo, in onda su Radio 1 RAI. Nathalie è stata cantante e coautrice nel progetto Damage Done, band nu-metal con testi in inglese, con cui ha all’attivo il demo cd Thorns; con il medesimo gruppo ha aperto nel maggio 2004 il concerto di Vision Divine e Beholder al Blackout di Roma; la band si è classificata tra le prime tre band del Rock Tv Contest, legato al Tim-Tour 2004. Collabora saltuariamente ad altri progetti musicali, tra cui “Piccola Banda Icona” e “I Circolabili”. Nathalie è stata attrice-cantante nella Compagnia teatrale i Ghirigori, con cui ha già messo in scena i celebri musical “Les misérables” e “La storia infinita”. Dal 2009 collabora con Stefano Pulcini per il management e Francesco Tosoni per la produzione artistica. Nel 2010 decide di partecipare alle selezioni di X Factor. Entra nella categoria over capitanata dal geniale Elio. Superando il primo ballottaggio, che le ha fatto rischiare la permanenza all’interno del programma, lentamente, settimana dopo settimana, si è guadagnata il plauso del pubblico che l’ha premiata facendole vincere la quarta edizione di X Factor. Nathalie è riuscita a portare sul palco del talent di RaiDue un suo inedito “In punta di piedi” che ha messo d’accordo tutti, critica e pubblico. Il 30 novembre è uscito, su etichetta Rca Sony Music, “In punta di piedi”, l’EP che prende il nome dal brano di sua composizione (testo e musica) e che raccoglie alcune tra le più belle cover che Nathalie ha cantato durante il programma.
Nonostante quest’anno il vincitore di X Factor non guadagnasse il diritto a partecipare alla kermesse sanremese, Nathalie è riuscita a convincere, con la sua “Vivo sospesa” direttore artistico Gianmarco Mazzi e conduttore/dir. artistico Gianni Morandi. Nathalie quindi partecipa nella categoria big alla Sessantunesima Edizione del Festival di Sanremo.

• Piazza Umberto I – ore 21.00 “ModéM” in concerto

Band rock-pop melodico nata da una costola dei VersanteSud da un’ idea di Vincenzo Ranaldo (voce), figlio d’arte e diplomato al Conservatorio “Duni” di Matera, musicista professionista con un bagaglio musicale e professionale di tutto rispetto che ha fatto apprezzare negli ultimi anni le sue doti nei migliori locali e piazze del Sud Italia con altre formazioni e dal maestro Francesco Paolo Frigiola (tastiera), diplomato al conservatorio “Duni” di Matera.
Alla band si sono aggiunti Raffaele Galeota (chitarra), che col suo strumento dà anima alle sonorita’ dei ModéM; Francesco Papapietro (basso), che con i suoi suoni bassi e profondi del suo strumento riesce a penetrare attraverso i subwoofer dando corposità alla musica ed al progetto stesso dei ModéM; Giuseppe Bonora (batteria), ragazzo prodigio, studente di percussioni, ha al suo attivo un cd ed esperienza in studio da vendere, cuore della band che con il suo personalissimo tocco ritmico riesce a tirar fuori dalla batteria pulsazioni che raggiungono il cuore di chi ascolta; Maddalena Di Fonzo (voce), vincitrice di diversi concorsi canori che con la sua incantevole voce melodica impone la sua determinazione ed il suo carisma musicale contribuendo a rafforzare musicalmente la band; Anastasia Ranaldo, Vincenzo Valenzano e Domenico Sabato, ballerini di professione, vincitori di concorsi nazionali di danza moderna, completano lo spettacolo con coreografie.
I nove ragazzi hanno ore ed ore di prove nell’ IMode studio, appositamente creato per loro per le prove del tour che li vedrà impegnati nelle piazze del Sud Italia per condividere la musica dei Modà ed di Emma Marrone.

16 Agosto FESTIVITA’ DI SAN ROCCO, patrono di Pisticci

• Piazza San Rocco – ore 21.00 Orchestra Sinfonica di fiati “Davide delle Cese” di Bitonto (Bari)

L’orchestra Sinfonica di fiati “Davide Delle Cese”, della città di Bitonto, formata da quaranta elementi, ha nel suo organico strumenti rari (come il flicorno contralto, il clarinetto contralto e il glockenspiel), spazia dalla musica per banda, a quella classica, sacra e militare; si esibisce assieme a rinomati cori e porta avanti conferenze-concerto e vari progetti di ricerca. L’orchestra è dedicata al musicista Davide Delle Cese, che studiò musica al conservatorio di Napoli S. Pietro a Maiella. È sufficiente citare i suoi grandi successi conseguiti con la “Breccia di Porta Pia” e la celebre “L’Inglesina”, divenuta quest’ ultima, marcia ufficiale di rivista dell’esercito nazionale americano. Successivamente, nel 1891, partecipò al concorso per diventare direttore della banda municipale di Bitonto e superò brillantemente gli 80 candidati, ‘rimanendo in carica’ fino al 1938, anno della sua morte.
Il direttore artistico attuale, Vito Vittorio Desantis, ha studiato pianoforte, partecipando a vari concorsi nazionali ed internazionali, e trombone, dedicandosi anche agli studi umanistici. Ha conseguito la laurea specialistica in direzione d’orchestra ad indirizzo fiati al conservatorio di Potenza e il master di primo livello in musica applicata al cinema.
L’ Orchestra di fiati si avvale spesso della collaborazione di alcuni cantanti lirici e, nel suo curriculum, figurano anche alcune esibizioni insieme al Coro Ecumenico Barese diretto dal soprano Mariella Gernone o al coro Coro Lirico “Città di Bitonto”, diretto dal M° Emanuela Aymone.
Per precisa volontà del direttore artistico,da sempre impegnato nella ricerca musicale volta alla riscoperta di autori locali, il Complesso Bandistico “Davide Delle Cese” è coinvolto nella realizzazione di vari progetti di ricerca.
Ha al suo attivo alcune incisioni di brani inediti ed una collaudata tradizione di conferenze-concerti condotte anche mediante la collaborazione di illustri ospiti tra cui titolatissimi maestri e direttori d’orchestra, che forniscono interventi di carattere tecnico-musicale, e vari studiosi di storia e tradizioni meridionali che completano il tutto tracciando le coordinate storiche entro cui i compositori, oggetto di studio, operavano.

• Piazza Umberto I – ore 21.00 “Ariacorte” in concerto

Il gruppo di musica popolare Ariacorte nasce nel 1996 a Diso, piccolo centro agricolo di antichissime origini messapiche, situato tra la Marina di Castro e quella di Tricase (Le), con l’intento di mantenere viva la tradizione orale e la cultura popolare salentina.
In pochi anni il gruppo ha ricevuto lusinghieri apprezzamenti in molteplici incontri culturali e musicali di numerose città italiane ed estere. Attraverso un continuo lavoro di ricerca gli Ariacorte hanno raggiunto un ottimo livello di assieme musicale. Nell’ambito del progetto di rivalutazione e divulgazione del patrimonio culturale tradizionale, gli Ariacorte, a differenza di altri gruppi, non intendono fare un’opera di recupero nostalgico commerciale, bensì partendo dal linguaggio espressivo tradizionale e con il supporto dello studio approfondito dalle caratteristiche armoniche, melodiche e ritmiche, si propongono di sviluppare una musica che, pur avendo radici antiche, si presenta come una reinterpretazione di moduli tipici della cultura musicale popolare in rapporto ad una espressività e ad una identità moderna ed attuale.
Gli interventi, nel rispetto dello stile tradizionale, si pongono l’obiettivo di esaltare la vivacità e la spontaneità che nei secoli hanno caratterizzato la musica popolare. Una musica antica, riproposta con soluzioni sonore ricercate e originali. Antichi strumenti tipici come il “tamburello a cornice” e la “tamorra” battono l ritmo della “pizzica” accordandosi, senza soluzioni di continuità, con il resto della ricchissima strumentazione.
Il sound che ne scaturisce resta inconfondibilmente salentino, ma la complessità quasi orchestrale dell’impianto produce un tessuto sonoro differenziato dove la vena innovativa, i modi tradizionali e i momenti di raccoglimento coesistono e s’intrecciano, senza neutralizzarsi. La selezione dei brani tradizionali è stata condotta prevalentemente su materiale registrato sul “campo” ed è perciò in buona parte, frutto di un’operazione di ricerca etnomusicale che il gruppo ha effettuato raccogliendo canti e musiche direttamente dalla voce di “cantori popolari” o dagli “anziani” del paese.
L’armonioso intreccio di voci, supportato dalla sonorità del linguaggio degli strumenti musicali, dalla vivacità degli arrangiamenti e dalla presenza scenica di alcuni danzatori imprime allo spettacolo del gruppo una crescente intensità emotiva che alla fine coinvolge anche l’ascoltatore meno attento.

17 Agosto FESTIVITA’ DI SAN VITO, compatrono di Pisticci

• Piazza San Rocco – ore 21.00 “Ikea Circle Cape Band” in Concerto.

Come consuetudine si è voluto dare spazio ad un gruppo musicale locale.
E’ una band composta da 7 elementi provenienti da Pisticci e Marconia.
Il nome Ikea nasce dalla difficoltà di trovare gli elementi giusti da assemblare costringendo il gruppo a continui cambiamenti, mentre circle cape e’ riferito al luogo (Capo Rotondo) in cui il gruppo si ritrova per preparare il repertorio.
Il gruppo ha acquisito un stile rock portando in giro pezzi di Ligabue, Vasco Rossi, Rino Gaetano, Santana.
Lo spirito che accomuna i componenti e’ la voglia di fare musica, il divertimento dello stare insieme e la gioia di trasmettere la loro passione a chi li ascolta. Una caratteristica del gruppo e’ quella di trovare nuovi arrangiamenti ai pezzi originali cercando di dare un’ impronta personale. Attualmente il gruppo e’ composto da Donatello Carretta (voce), Antonio Roseti (acustica), Michele Tuzzolo (elettrica), Antonio Monistero (elettrica), Giacomo Bellino (tastiere), Vito Amato (basso), Angelo Fanuzzi (batteria) con la collaborazione di Francesca Camardo bellissima voce giovanile.

• Piazza Umberto I° – ore 21.00 “Euroband”

La “Euroband Marcing Band” è una formazione musicale che nasce ad Altamura ed è composta da un gruppo affiatato che, dopo dieci anni di esperienza bandistica insieme, ha deciso di diversificare i propri contenuti e le proprie esibizioni con un repertorio di grande impatto sonoro e visivo. La matrice di ispirazione è quella delle street band di New Orleans ma il repertorio varia tra musiche pop, funky, jazz, anni 70-80 e colonne sonore; ritmi e sonorità differenti tra loro si mescolano e si fondono creando armonie che si arricchiscono dell’improvvisazione musicale e delle coreografie. Il progetto ha tra le sue caratteristiche quella di far sempre accompagnare alla musica delle coreografie originali, per cui i musicisti mentre suonano, vanno in parata o cantano, ballano. La Marcing Band è capace di esibirsi nelle piazze e per le vie della città e trova il suo ambiente naturale a contatto con la gente che rimane contagiata dalle performance coinvolgenti, tutte da ascoltare, da vedere e da ballare. Nasce una grande festa della musica in cui lo spettatore, trascinato dalla situazione che si viene a creare, diventa parte integrante dello spettacolo e rivive l’allegria, la semplicità e il sapore delle feste in strada, tra la gente del proprio paese.

Associazione Feste Patronali
San Rocco Pisticci

pisticci3

mag 052014
 

Mentre la Basilicata Film Commission sta per finanziare i primi lungometraggi “Made in Basilicata”, alcuni Attori Lucani hanno già trovato la loro collocazione nel panorama internazionale. Questo è il caso di Marika Frassino lucana d’origine che vive a Roma, dopo l’enorme successo personale al Bella Film Festival e domenica scorsa al Washington D.C. Festival e quello di Montreal dello scorso anno, sarà ora protagonista del film:
“Bologna 2 Agosto – i giorni della collera” dal 29 Maggio nelle sale della importantatissima catena U.C.I e nelle migliori multisale cinematografiche della nostra penisola italiana.
Ecco in anteprima il trailer e la trama:
www.youtube.com/watch?v=g40-lxW4YKk

Proprio a ridosso dell’abolizione del segreto di stato sugli atti relativi alle inchieste sulle stragi degli anni di piombo, arriva nelle sale italiane “Bologna 2 agosto …i giorni della collera” la prima ricostruzione cinematografica delle terribili vicende che sconvolsero l’Italia negli anni ’70. Il film, diretto da Giorgio Molteni, già autore di diversi lungometraggi e serie televisive, ripercorre la storia di un gruppo di ragazzi di destra che deciderà di uscire dall’MSI e fondare il gruppo armato N.A.R. (Nuclei Armati Rivoluzionari). Attraverso la messa in scena di uccisioni, rapine, pestaggi e crimini di estrema atrocità, il film ricostruisce l’atmosfera di terrore e di follia degli anni di piombo, fino ad arrivare a narrare la strage più efferata dal dopoguerra, quella della Stazione di Bologna del 2 agosto 1980 che causò la morte di 85 vittime innocenti e 200 feriti.
La pellicola di Molteni, prodotta e distribuita da Virginio Moro per la Telecomp Planet Film Production, giunge a colmare un vuoto e un silenzio che una società civile fondata su principi democratici non può permettersi di avere. Il suo scopo non è quello di dire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, l’intento degli autori è quello di narrare alcune vicende, ricostruire il clima di terrore di quegli anni, affinché quei feroci avvenimenti non vengano dimenticati.

pellicola

apr 262014
 

Tutto pronto per la seconda edizione di L’ABBRACCIO DEI BRIGANTI “Tango Meeting” 2014, il ritrovo nazionale, ed oltre, degli appassionati di tango argentino nella Lucania, terra dei briganti, organizzato dall’Associazione Brigan’Tango di Rionero in Vulture (PZ).
L’evento, che si svolgerà dal 1 al 4 Maggio 2014 presso l’Hotel Il Castagneto di Melfi (PZ), quest’anno ha superato i confini della nazione con prenotazioni anche dall’estero.
Totalmente immerso nella sua terra, l’abbraccio dei Briganti, accoglie i tangueros con tutto il suo calore, fra semplicità, sapori tradizionali di un tempo, silenzi mai ascoltati, calici di inebriante Aglianico. Un contatto fra arte e storia, fatta di leggende, miti, re e castelli, sotto l’occhio attento del nibbio reale, dominatore dei nostri cieli.
Un programma ricco di eventi alle pendici boscose del Vulture, il nostro vulcano spento con i suoi pittoreschi laghi: milongas, esibizioni, lezioni, relax e benessere, divertimenti, escursioni culturali ed enogastronomiche, incontri con autori.
I maestri Federico Naveira y Sabrina Masso direttamente da Buenos Aires e Rino Fraina y Graziella Pulvirenti da Catania, si esibiranno accompagnati dalla musica dei dj Paolo Gaspari Morokal (Cosenza), Chiara Malena (Roma), Sergio Piscitello (Palermo), Domenico La Tapera (Lecce) che si alterneranno nel corso delle 4 giornate.
Venerdì mattina è prevista una visita guidata ai Laghi di Monticchio con escursione alle grotte dei Briganti, mentre Sabato include una visita guidata alle Cantine Carbone e, subito dopo pranzo, l’incontro con l’autrice Raffaella Passiatore che ci racconterà in anteprima nazionale il suo romanzo “Alla ricerca di un tango perduto”, ed. Florestano.
Qui di seguito il programma dettagliato per tutti coloro che vorranno farsi coccolare dall’abbraccio dei briganti. Una quattro giorni per parlare, vivere, condividere il tango e non solo, un modo per socializzare con chi ha in comune una passione ma anche con chi vuole farsi affascinare da questo mondo, ormai entrato a pieno titolo come patrimonio immateriale dell’umanità dichiarato dall’UNESCO.
Sono previsti pacchetti a scelta per partecipare agli eventi, per Info & prenotazioni: www.brigantangorionero.tk
Face Book: Brigan’Tango Rionero o gruppo Brigan’Tango
e-mail: brigantango@gmail.com
cel.: +39.393.9015152

PROGRAMMA
01-05-2014 (giovedì)
17.00 Check in
19.00 – 00.00 Milonguita de la tarde e apericena con ronda dei Maestri. Tj Paolo Gaspari Morokal da Cosenza

02-05-2014 (venerdì)
08.00 – Colazione
09.00 – Visita guidata ai Laghi di Monticchio ed escursione alle grotte dei Briganti
13.00 – Pranzo
16.00 – Classe “A”
17.30 – Classe “B”
19.00 – Classe “C”
21.00 – Cena
22.30 – 04.00 Milonga de bienvenida con esibizione dei Maestri Rino Fraina y Graziella Pulvirenti. Tj Domenico La Tapera da Lecce

03-05-2014 (sabato)
08.00 – Colazione
12.00 – Visita guidata alle Cantine Carbone
13.00 – Pranzo
15.00 – Presentazione libro “Alla ricerca di un tango perduto” ed. Florestano. L’autrice Raffella Passiatore dialogherà con Mariablu Scaringella
16.00 – Classe “D”
17.30 – Classe “E”
19.00 – Classe “F”
21.00 – Cena
22.30 – 04.00 Milonga de gala con esibizione dei Maestri Federico Naveira y Sabrina Masso. Tj Sergio Piscitello da Palermo

04-05-2014 (domenica)
08.00 – Colazione
12.00 – Classe “G”
13.00 – Pranzo
16.00 – Milonga de despedida ed arrivederci all’anno prossimo. Tj Chiara Malena da Roma

rionero

mar 022014
 

Si chiama “Fin dove l’occhio di un uomo poteva guardare” ed è il primo documentario dedicato alla storia della realizzazione dell’invaso di Montecotugno a Senise. Il titolo è tratto da un verso di un celebre brano di Francesco Guccini, “Il vecchio e il bambino”, che racconta di un dialogo tra queste due figure, così distanti anagraficamente, e di un mondo che non esiste più, tanto bello da non apparire, agli occhi del piccolo interlocutore, legato alla dimensione di un tempo che è stato, ma a quella del sogno e delle favole. “Fin dove l’occhio di un uomo poteva guardare” è anche il riferimento alla lungimiranza, che spesso è venuta a mancare, di chi doveva programmare un futuro per il territorio del Senisese proprio a partire dal progetto diga. Il lavoro è realizzato dalla testata giornalistica online lasiritide.it, che opera nel territorio lucano dal 2006. Venerdi 7 marzo, alle ore 19.00, il documentario verrà proiettato in anteprima a Senise, presso il Teatro Parrocchiale “Agorà”. La proiezione coinciderà con un anniversario importante: nel marzo di trent’anni fa, infatti, si consumò uno degli avvenimenti più eclatanti di quelli legati a Montecotugno: la presa e il presidio del “fondello”, la grande calotta di ferro, che serviva per chiudere la condotta che dalla diga doveva collegarli alla tubazione centrale per altri lavori che si stavano realizzando tra le due giunture.
Realizzata tra l’inizio degli anni Settanta e la metà degli anni Ottanta, la diga di Montecotugno e tutte le opere realizzate contestualmente, rappresentano ancora oggi una delle più importanti infrastrutture mai costruite nel Mezzogiorno. Un’opera che stuzzicò anche l’interesse di Henry Cartier Bresson, il celebre fotografo che immortalò alcuni operai al lavoro nel cantiere diga durante il suo secondo viaggio in Basilicata nel 1973.
Attraverso la ricostruzione giornalistica realizzata in quegli anni dalla TgR Basilicata, attraverso uno straordinario archivio di filmati e di fotografie donate anche da privati, della voce di alcuni dei protagonisti intervistati oggi, il documentario racconterà oltre un ventennio di storia di un territorio.
“Raccontare questa storia – spiega il direttore de lasiritide.it Mariapaola Vergallito- è un esercizio di memoria storica da trasmettere soprattutto alle nuove generazioni; ma vuol dire, soprattutto, conoscere la storia di un territorio attraverso una chiave di lettura sociologica, antropologica, politica, economica. E tecnica, perché nei fatti, ad oggi, il grande sbarramento sul Sinni rappresenta ancora una delle infrastrutture più monumentali mai realizzate nel Mezzogiorno d’Italia. Ringraziamo con il cuore la TgR Basilicata e i cittadini che hanno voluto donare la loro testimonianza e il materiale in loro possesso per la realizzazione di questo lavoro”.
L’ingresso è gratuito.

Lasiritide.it

manifesto docu diga per fb