Flash Feed Scroll Reader
ott 212014
 

Si è svolto il 20 ottobre 2014 una nuova seduta della massima assise cittadina lauriota. Cinque i punti posti all’ordine del giorno dal presidente del consiglio comunale Domenico Cirigliano.

1)APPROVAZIONE MANIFESTO POLITICO SUI PROVVEDIMENTI RELATIVI ALLA SOPPRESSIONE DELLO SPORTELLO DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE DI LAURIA COME DA SEDUTA CONSILIARE DEL 06 OTTOBRE 2014.

2)APPROVAZIONE O.D.G. avente ad oggetto “MANTENIMENTO DISTRETTO CORTE DI APPELLO DI POTENZA”.

3)PIANO DIRITTO ALLO STUDIO : VARIAZIONE FASCE ISEE TICKET MENSE SCOLASTICHE.

4)SUDDIVISIONE UMI N. 4 – COMPARTO N. 14 DEL PIANO DI RECUPERO. DITTA VIGNATI MARIA TERESA.

5)SUDDIVISIONE UMI N. 4 – COMPARTO N. 14 DEL PIANO DI RECUPERO. DITTA GALLO BERARDO.

giu 102014
 

Il 9 giugno 2014, a partire dalle 17.30, si è svolta una seduta della massima assise cittadina. I 10 punti sono stati trattati compiutamente ad eccezione di una interrogazione legata ad una strada; un errore materiale nella individuazione dei documenti da discutere ha indotto il proponente a ritirare il punto e a proporlo nella prossima seduta. Importante è stata la discussione sul gioco d’azzardo con l’approvazione di un ordine del giorno.

1)DIMISSIONE DEL CONS. FRANCESCO FORTE DA VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE. NOMINA NUOVO VICE PRESIDENTE.

2)SOSTITUZIONE COMPONENTE DIMISSIONARIO DELLA III COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE.

3)SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “COMPRENSORIO MONTE SIRINO”.

4)SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “INTERROGAZIONE STRADA RURALE GREMILE”.

5)SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “MANCATO TAGLIO ERBA STRADA COMUNALE SIRINO ED ALTRE COMUNALI DI SECONDARIA IMPORTANZA”.

6)SVOLGIMENTO INTERPELLANZA (proponente Consigliere Comunale Forte Francesco – “Lauria Libera” ): “STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE EX PALAZZO DELLA CULTURA”.

7)ADESIONE AL MANIFESTO PER LA LEGALITA’ CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO .

8)ATTRIBUZIONE AL COMUNE DI LAURIA A TITOLO NON ONEROSO DEI BENI DI PROPRIETA’ STATALE AI SENSI DELL’ART. 56 BIS DEL D.L. 21.6.13 N. 69 E SUCCESSIVE APPROVAZIONI.

9)PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA AI SENSI DELL’ART. 35 DELLE N.T.di A. DEL P.R.G. – DITTA FERCASA II s.a.s. di Viceconti Irene & C. –

10)ORDINE DEL GIORNO avente ad oggetto: “PROVVEDIMENTI RELATIVI ALLA SOPPRESSIONE DELLE SEDI PERIFERICHE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE” presentato dalla Conferenza dei Capigruppo Consiliari.

giu 042014
 

Ecco di seguito l’Ordine del Giorno Ordine del giorno che verrà proposto nel prossimo consiglio comunale sui provvedimenti relativi alla soppressione delle sedi periferiche dell’Agenzia delle Entrate .

Il Consiglio Comunale

Premesso che:
• Il Direttore Regionale dell’Agenzia delle entrate, in base alla spending review, ha disposto la revisione dell’assetto organizzativo di taluni uffici sul territorio;
• È stato predisposto un piano di revisione dell’assetto organizzativo degli uffici territoriali allo scopo di razionalizzare l’impiego del personale in funzione della effettiva richiesta di servizi da parte dell’utenza e di economizzare i costi di gestione delle strutture interessate;
• L’ufficio delle entrate ricadente nel Comune di Lauria sembra essere interessato dai tagli di cui prima;
• L’espansione territoriale del Comune di Lauria, nonché il numero di abitanti ad esso correlati, negli incontri Istituzionali che si sono susseguiti nel tempo ha contribuito ad ottenere rassicurazioni in merito alla permanenza di detto ufficio nel nostro territorio;
• Aldilà dell’espansione territoriale e degli abitanti, il Comune di Lauria occupa una posizione baricentrica che consente di aver vantaggi anche dal punto di vista logistico;
• Le uniche sedi territoriali periferiche a non esser intaccate dai tagli a quanto ci risulta saranno Melfi, Policoro e Lagonegro;

Considerato che:
• Il Comune di Lauria è un Comune in cui risiedono circa quattordicimila abitanti su una superficie di 176,63 Km2 con una densità abitativa di 74,31 ab./km², e pertanto è uno dei più popolosi della nostra Regione;
• I parametri di cui al punto precedente, tenuto conto anche dell’aspetto fondamentale della logistica, non possono divenire secondari rispetto ad una procedura volta a creare efficienza della spesa;
• Il Comune di Lauria negli ultimi anni ha già avuto tagli in merito agli uffici pubblici e che ulteriori azioni in tal senso contribuiscono ad un impoverimento ulteriore a cui non è possibile assistere;

IMPEGNA
IL Sindaco e l’Amministrazione Comunale tutta ad attivare sin da subito un confronto con le istituzioni preposte, al fine di poter mantenere la sede distaccata dell’Agenzia delle Entrate nel Comune di Lauria.

Rocco Papaleo, Lauria e la Valle del Noce su Mix Italia

apr 162013
 

Il consigliere provinciale di Potenza Biagio Costanzo ha presentato una mozione sul mantenimento degli uffici di Equitalia a Senise. ” Il sottoscritto Biagio Costanzo, capogruppo consiliare, chiede che il consiglio provinciale di potenza,voglia esprimersi a sostegno del mantenimento dello sportello di Equitalia a Senise perche’ importante , riferimento fiscale per l’area senisese e val d’agri; infatti, la decisione del cda di equitalia sulla chiusura cozza con la realta’ dei fatti:  basta recarsi nella sede distaccata dell’agenzia delle entrate, annessa in senise alo sportello esattoriale in questione,onde verificare le code di contribuenti che si creano per evadere le pratiche, per comprendere la necessita’ di quanto richiesto.
Il comune di Senise, per quanto riguarda il contenimento delle s pese c.d “spending review”, gia’ da tempo si e’ reso disponibile ad ospitare “gratis” sia l’agenzia delle entrate che lo sportello di equitalia, accollandosi  le spese di consumo di energia elettrica, acqua, gas, fitto e quant’altro necessario al funzionamento degli uffici.
Il personale e’ composto da 2 unita’ lavorative, organico che andrebbe comunque retribuito sia che venga impiegato a senise,  sia che venga trasferito altrove.
Se dovesse essere soppresso questo sportello zonale , rimarebbero aperti solo quelli di lagonegro e potenza, penalizzando, di fatto, le zone del senisese e della alta  val d’agri.
Cio’ evidenziato, si chiede, a tutela degli utenti,una  mozione a tutela del mantenimento della situazione attuale.

biagio costanzo

 

mar 192013
 

Il comune di Sala Consilina ha avviato alla fine dell’anno 2011 il progetto “Scia in ComUnica”, che vede coinvolti alcuni Comuni della provincia con la Camera di Commercio di Salerno e che persegue lo scopo di dare piena attuazione ai principi ispiratori della normativa relativa alla “ComUnica” e allo Sportello Unico per le Attività Produttive.

Il progetto si proponeva di favorire il sistema delle imprese e, più in generale, di tutti gli utenti, attraverso la realizzazione della semplificazione amministrativa e della standardizzazione delle procedure, con la creazione di un’unica rete telematica.

Tale progetto, che anticipava gli effetti del D.P.R. n. 160/2010, emanato per il riordino delle competenze dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), consentiva la sperimentazione della procedura ComUnica applicata alla SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) per le attività commerciali: esso permetteva di avviare, modificare e cessare on-line le attività commerciali in una sola giornata e con un’unica procedura telematica, ossia la procedura della Comunicazione Unica, che era stata integrata tra le competenze dei Comuni.

Il Comune di Sala Consilina è divenuto in tal modo l’ulteriore destinatario delle pratiche di Comunicazione Unica, accanto al Registro Imprese, all’INPS, all’INAIL ed all’Agenzia delle Entrate, al Ministero del lavoro ed alla CPA.

Con il nuovo protocollo si estende l’attività ComUnica anche alle attività urbanistiche/edilizie, realizzando nella sua interezza lo slogan “impresa in un giorno” e consentendo alle imprese ed agli operatori un notevole risparmio di tempo e di risorse economiche ed umane, anche attraverso la riduzione della durata dei procedimenti amministrativi.

Un ulteriore beneficio è rappresentato dalla possibilità di interloquire con una pubblica amministrazione compatta, in grado di dare risposte univoche e di adottare comportamenti condivisi e, perciò, uniformi.

 

In concreto, la procedura prevede che l’impresa che deve inviare una SCIA al Comune non debba più recarsi fisicamente allo sportello, ma possa farlo telematicamente, per il tramite del Registro delle Imprese, utilizzando i modelli appositamente predisposti dal Comune, in formato PDF editabile, pubblicati sul sito istituzionale dell’ ente, e con sottoscrizione digitale.

La pratica, una volta trasferita in Camera di Commercio, viene smistata automaticamente ed in tempo reale alla casella di posta elettronica certificata del Comune, che da tale momento ha 60 giorni di tempo per effettuare i controlli.

Intanto, l’imprenditore riceve con immediatezza, all’indirizzo P.E.C. indicato nella pratica stessa, la ricevuta che costituisce titolo autorizzatorio all’esercizio dell’attività, così da poter avviare la stessa dal medesimo giorno di invio della Comunicazione Unica.

Nel caso in cui il Comune, nell’esercizio del suo controllo, riscontrasse un impedimento, lo comunica mediante PEC all’impresa e/o all’intermediario che ha inviato la pratica, nonché al Registro delle Imprese, per gli ulteriori provvedimenti.

Dunque tutte le comunicazioni di inizio, modifica e cessazione di attività commerciale di competenza del Comune, che comportano anche la relativa denuncia al Registro delle Imprese, sono trasmesse telematicamente, unitamente alla pratica di Comunicazione Unica.

Non è più consentita la presentazione in modalità cartacea presso il Comune.

salaconsilina

ott 102012
 

Grazie all’interessamento di questa Pubblica Amministrazione, la compagnia petrolifera Kuwait Petroleum s.p.a., proprietaria dell’impianto di distribuzione carburanti di Pisticci centro, con nota del 5 ottobre u.s., ha fatto sapere che intende quanto prima procedere alla riattivazione dell’impianto. A tale scopo sta già predisponendo un progetto di ristrutturazione dell’impianto.
Con una nostra precedente nota, si segnalava alla Kuwait Petroleum che la chiusura dell’impianto creava (e crea tutt’ora) forti disagi ai cittadini residenti a Pisticci centro, poiché sono costretti a raggiungere altri impianti nel territorio comunale o in altri Comuni, per rifornirsi di carburante. Difficoltà di rifornimento sono arrecate anche a tutti coloro che quotidianamente raggiungono il centro abitato di Pisticci per motivi di lavoro, per accesso al Tribunale, all’Agenzia delle Entrate, alle scuole pubbliche, ecc.
In risposta a tale segnalazione è stata particolarmente apprezzata la disponibilità della società petrolifera Kuwait Petroleum nell’individuare una “promozione ad hoc” dedicata ai cittadini di Pisticci al fine di lenire i disagi venutesi a creare.
Non appena la saranno noti i meccanismi per accedere alla promozione, sarà avviata un’apposita campagna informativa.
Dr. Domenico Albano – Vice Sindaco di Pisticci