Lauria, nuovo furto in appartamento. Occorre un sistema di controllo video sul territorio

L’ennesima furto in appartamento in pieno pomeriggio  effettuato l’1 febbraio 2020 nella centralissima via Provinciale della Melara a Lauria da disinvolti rapinatori, riporta al centro del dibattito la possibilità di dotare il territorio dio un sistema di videosorveglianza.

Questa opportunità permetterebbe non solo di porre argine ai furti ma certamente fungerebbe da deterrente contro il vandalismo e le cattive pratiche (lasciare ad esempio i rifiuti dappertutto).

Come si potrebbe finanziare questo investimento? Con una tassa di scopo che permetterebbe alla cittadinanza di essere parte attiva in questo forma di controllo, o anche dal Comune stesso che potrebbe immaginare un piano non per forza annuale. Nel corso del tempo potrebbe dotare l’abitato di questi strumenti. La tutela della privacy non sarebbe un problema insormontabile, le immagini ciclicamente verrebbero cancellate.

Sull’aspetto economico, le telecamere, secondo alcuni, potrebbero autofinanziarsi anche con le multe che emergerebbero dai filmati (divieti di sosta ecc.).  Ma forse sarebbe anche sbagliato dare alla popolazione un messaggio asfissiante ed invasivo.

Parliamo di investimenti sostenibili e fattibili che potrebbero tornare a dare un minimo di serenità alle famiglie ed in particolare alle persone che vivono sole.