BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Ott 312017
 

Il 30 ottobre 2017 a Lauria è stato presentato dal Centro Locale di Lagonegro di ‘Intercultura’ i nuovi programmi tesi a favorire lo scambio tra giovani in diversi stati del mondo. E’ Gerardina De Vita a spiegarci le motivazioni della onlus. “Questa associazione nacque nei campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale ad opera di un gruppo di volontari americani che portavano soccorso ai francesi. In quegli anni tragici si comprese che la pace si poteva affermare solo conoscendo le altre culture. In Italia l’associazione nel 1955, nel 1977 di identificò come ‘Intecultura’.
Entro il 10 novembre gli studenti delle scuole superiori potranno iscriversi. Il 23 novembre vi sarà un test psicoattitudinale presso l’Università di Potenza. Da quel momento avverrà anche la compilazione di un fascicolo online dove dovranno essere annotate tutte le peculiarità dei giovani aspiranti. Entro il 28 febbraio si saprà chi si è aggiudicata la borsa di studio che avrà un costo variabile perchè legato al reddito di ogni singola famiglia. Al Concorso potranno partecipare anche degli sponsor. E’ il caso dell’Inps che finanzia queste borse do studio con un programma che si chiama Itaca ed è riservato ai dipendenti pubblici che hanno figli studenti”.
I responsabili del centro sono Rita Armentano e Gerardina De Rita (gerardinaderita@gmail.com). Molto interessante in sala è stato il confronto con i genitori e con gli studenti che hanno manifestato un grande desiderio di conoscere realtà culturali diverse. Anzi, i responsabili di ‘Intercultura’, hanno spinto a scegliere Stati completamente diversi dalle nazioni occidentali perchè così si riesce davvero a comprendere a fondo la diversità del mondo che è poi la sua profonda ricchezza. Si è notata in sala una forte propensione a viaggiare, formarsi e lavorare anche all’estero.
Per ulteriori informazioni basta consultare Facebook: Centro Locale Lagonegro Intercultura.


Il confronto


Le interviste: prof.ssa Gerardina De Rita, studentesse Giovanna e Viviana

 Lascia una Risposta:

*