BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Mar 272017
 

Il  25 ed il 26 marzo il FAI – Fondo Ambiente Italiano ha festeggiato il ritorno della Primavera con un evento eccezionale – il primo in Italia – in cui la riscoperta del patrimonio d’arte e natura del nostro Paese si trasforma in una grande festa di piazza accessibile a tutti. I volontari del FAI, le Delegazioni e 35.000 Apprendisti Ciceroni in tutta Italia hanno accompagnato i visitatori alla scoperta di 1000 tra luoghi e itinerari. Per il venticinquesimo anno è tornato il weekend dedicato all’arte, alla storia e alla bellezza del nostro Paese. Un invito rivolto a tutti gli Italiani a riscoprire i tesori nascosti nel nostro territorio e a riconnettersi con l’Italia più bella. A Lagonegro la Delegazione FAI di Potenza, in collaborazione con l’associazione culturale ‘A Castagna Ra Critica’, ha aperto le porte alla Chiesa della Candelora dalle ore 10:00 alle ore 13:00 di sabato 25 e domenica 26 marzo. La Chiesa, tornata al suo originario splendore dopo notevoli lavori di restauro, fa parte del patrimonio della Città essendo una delle più antiche sul territorio di Lagonegro. Detta S. Maria Vetere seu de la Candelora, racconta la progressiva e inarrestabile affermazione del culto mariano in Lagonegro. La semplice facciata a capanna e le modeste dimensioni non lasciano immaginare la vastità di opere che racchiude e di artisti che vi si sono avvicendati in essa. Tra gli antichi affreschi si ammira, in particolare, quello raffigurante la Madre di Dio, la quale viene proposta più volte in stili contrastanti. Molto suggestiva è la Madonna Eleusa ossia la ‘Madre della tenerezza’: il termine designa l’atteggiamento amoroso tra Madre e Figlio, volto a provocare sensibilità, pietà (dal greco eleos) e misericordia nei fedeli. In occasione dell’apertura della Chiesa Candelora, domenica 26 Marzo alle ore 12.00, è stato presente il solista internazionale Giacomo Aula, della scena artistica di Berlino. Il noto pianista e compositore ha fatto risuonare le canne dell’organo settecentesco e con esso ha invitato i presenti ad uno speciale viaggio musicale, nel tempo come nello spazio, che partendo da Eisenach in Sassonia (dove nel 1685 nacque Johann Sebastian Bach) è giunto a Englewood New Jersey, ove morì nel 1982 morì Thelonious Sphere Monk.


La cerimonia di apertura svoltasi il 26 marzo


Le interviste: Milena Falabella, Salvatore Falabella, Francesca Leolini, Giacomo Aula

cande

 Lascia una Risposta:

*