BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Apr 112017
 

Mantenimento dei servizi erogati e sostanziale blocco dei livelli di tassazione locale, utilizzo della fiscalità locale per opportunità sul piano culturale, ambientale e produttivo, infine misure per fronteggiare il dissesto idrogeologico e investimenti dal punto di vista della riqualificazione paesaggistica e tecnologica.

Sono questi alcuni dei punti politici essenziali del Bilancio di Previsione 2017-2019, approvato oggi nell’ultima seduta del Consiglio comunale di Lauria.

«Nonostante le croniche difficoltà date dai vincoli di bilancio, dai tagli ai trasferimenti extra-comunali e dal persistere della crisi economica – commentano il sindaco Angelo Lamboglia e l’assessore al Bilancio Lucia Carlomagno – riusciamo a chiudere un bilancio in ordine, che non compromette le possibilità per i cittadini e che è in linea con il nostro programma politico.

La novità più importante riguarda la modifica al Regolamento IUC, con tre iniziative di rilievo: la prima è il cosiddetto “welfare culturale”, ovvero la riduzione del 50 per cento della TARI per le associazioni onlus registrate che si occupano ad esempio di attività museali, bibliotecarie, di culto. Questo per andare incontro alle esigenze del mondo delle associazioni e per incentivare quelle che vogliono emergere dal punto di vista formale. La seconda iniziativa di rilievo, compresa nella modifica IUC, è l’operazione “Adotta un cane” che non prevede più un incentivo fisso annuale ma un contributo dilazionato in tre anni con uno sgravio TARI che va da 100 a 300 euro. Infine, per rilanciare le attività produttive nel centro urbano, prevediamo per le nuove attività uno sgravio del 50 per cento della TARI per i primi tre anni.

Per quanto riguarda i servizi, abbiamo mantenuto inalterati tutti i servizi per i cittadini, sia dal punto di vista della qualità che della quantità, con i livelli di imposte (ad esempio, IMU, TASI, addizionale IRPEF) che restano invariati rispetto al 2016. Soltanto sulla TARI, c’è una variazione minima ma contenuta rispetto all’aumento delle tariffe dell’Eco-Tassa regionale e rispetto all’aumento dell’importo chiesto dal centro di conferimento di Sant’Arcangelo. Una variazione che, in ogni caso, abbiamo cercato di spalmare e livellare su tutti, in modo da avere un impatto equo sulla cittadinanza.

Ma il Bilancio che abbiamo approvato – concludono il sindaco Lamboglia e l’assessore Carlomagno – prevede soprattutto una serie di importanti investimenti: ad esempio, ci sono interventi sul dissesto idrogeologico dell’area San Paolo, interventi sulle tecnologie informatiche, interventi di riqualificazione del Rione Taverna e di illuminazione in località Tempa d’Elce. Nello stesso tempo, il documento di bilancio che abbiamo licenziato oggi rappresenta la base di partenza per valutare l’ipotesi di accensione di un mutuo relativamente alla viabilità, che risulta essere una delle maggiori criticità dal centro alla periferia».

angelo-lamboglia-1-1440x1080

 Lascia una Risposta:

*