BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Dic 012016
 

Il dirigente generale Marchese è intervenuto al convegno di Confindustria sulla digital society
Il dirigente generale regionale Giandomenico Marchese con delega alle attività Produttive, Lavoro e Formazione, ha partecipato al convegno “Dalla banda ultra larga alla digital society”, promosso oggi pomeriggio da Confindustria Basilicata con la partecipazione del sottosegretario del ministero dello Sviluppo economico (Mise) Antonello Giacomelli.
Dopo aver portato i saluti del Presidente, Marcello Pittella, Marchese ha sottolineato come la Regione Basilicata da due anni stia concentrando tutte le proprie risorse sul tema dell’innovazione tecnologica, con una apposita task foce su agenda digitale per recuperare, attraverso la programmazione comunitaria, il digital divide.
“Sui due cicli di programmazione, 2007-2013 e 2014-2010, abbiamo sviluppato – ha spiegato – una forte sinergia con il ministero dello Sviluppo economico, concretizzatasi nel progetto “Basilicata 30 Mega” per la realizzazione della banda ultra larga in 64 comuni, con il coinvolgimento di 3 aree industriali e di tutte le scuole. Con l’ accordo dello scorso luglio 2016 ci prepariamo, per di più, a coprire con la banda larga tutti i 131 comuni lucani. In materia di economia digitale, la Regione Basilicata, assieme al Friuli Venezia Giulia, è stata poi la prima a sottoscrivere un protocollo d’intesa con il Miur (ministero dell’Istruzione, università e ricerca) per realizzare il programma “Scuola digitale”, coniugando i Programmi operativi nazionali e regionali. Giunta e Consiglio, inoltre, hanno approvato, con le parti sociali e datoriali e con l’Ufficio Scolastico regionale, un documento condiviso finalizzato ad individuare alcuni assi industriali strategici rispetto ai quali progettare, anche nell’ambito del Fondo sociale europeo (Fse), attività di specializzazione, formazione e alternanza scuola lavoro”.
Giacomelli, rispondendo ad un invito del dirigente Marchese, si è infine detto disponibile ad avviare, anche in Basilicata, modelli sperimentali di economia digitale, con il coinvolgimento di istituzioni ed imprese.

regione

 Lascia una Risposta:

*