BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Dic 312016
 

“Con il Piano dei rifiuti diamo uno strumento di fondamentale importanza nelle politiche per la gestione dei rifiuti”. Lo ha detto questa sera, l’assessore regionale all’Ambiente, prima della votazione in Consiglio del provvedimento. “Il piano regionale dei rifiuti – ha spiegato il rappresentante dell’esecutivo lucano – si inserisce in una serie di azioni che giunta e consiglio stanno mettendo in atto e che puntano sulla massimizzazione e sul recupero, ma anche sull’azzeramento dei conferimenti in discarica ed in inceneritore. Si tratta – ha detto ancora – di un provvedimento che ha una valenza che non va sottovalutata e che diventa fondamentale non solo nel definire gli obiettivi ma anche nel dare gli strumenti per raggiungerli. Dobbiamo aggiungere ancora alcuni tasselli, fra cui una serie di direttive che nel Piano sono tracciate e che riguardano le azioni concrete che ci consentiranno di superare le difficoltà del vecchio piano. Non parliamo solo di aumento delle percentuali di raccolta differenziata, ma anche di incremento della qualità della stessa. Gli strumenti per raggiungere questi obiettivi – ha proseguito – stanno anche nella possibilità che abbiamo previsto di aggiungere elementi di premialità e di penalità. Dall’altra parte, il Piano intende accompagnare un’azione più veloce dal punto di vista dell’impiantistica. Rimangono alcuni tasselli da posizionare, e chiedo al presidente della commissione e al Consiglio di completare quell’iter che sta accelerando in un riassetto complessivo del sistema dei rifiuti, nell’intento di raggiungere quegli obiettivi di programma che facciano uscire la nostra regione da una emergenza che ha caratterizzato gli ultimi venti anni. Quello che si concretizzerà nel disegno di legge che è in commissione – ha continuato Pietrantuono – è un altro pezzo fondamentale rispetto al Piano, al quale andranno agganciate le altre materie che riguardano le bonifiche, la vicenda amianto ed i vincoli che definiscono l’idoneità dei siti”.

regione

 Lascia una Risposta:

*