Flash Feed Scroll Reader
feb 012015
 
image_pdfimage_print

Anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, il Comune di Tortora ha aderito a “One Billion Rising Revolution”, la manifestazione mondiale contro la violenza sulle donne.
La “Rivoluzione” di One Billion Rising è un’escalation delle prime due fasi della campagna: One Billion Rising e One Billion Rising per la giustizia.
Un movimento laico, apartitico, aperto ad ogni persona, gruppo e organizzazione che aderisca e si attenga al principio fondamentale che afferma che ogni donna ha il diritto di vivere e decidere del proprio corpo, della propria salute e del proprio destino.
Proprio per sostenere questa campagna contro la violenza sulle donne, il Comune di Tortora ha deciso di aderire alla manifestazione mondiale.
Quest’anno anche il Comune di Praia a Mare parteciperà come partner del progetto. Una collaborazione nata fra l’assessore del Comune di Tortora Biagio Praino e l’assessore del Comune di Praia a Mare Antonino De Lorenzo.
Nel pomeriggio del 14 febbraio, alle ore 18, presso la palestra comunale di Tortora, si terrà la manifestazione con proiezione di video e interventi di esperti nel settore.
“L’evento – ha spiegato l’assessore al Turismo del Comune di Tortora Biagio Praino – è rivolto soprattutto ai ragazzi, perché sono loro il futuro della nostra società. Prenderanno parte all’iniziativa diversi istituti scolastici di Tortora e di Praia a Mare e le parrocchie”.
Anche quest’anno verrà riproposta la coreografia ufficiale del Flash Mob, disponibile all’indirizzo internet www.e20dautore.it sulla pagina dedicata all’evento One Billion Rising.
“Il colori della manifestazione – ha concluso l’assessore – sono il rosso e il nero. Si chiede ai partecipanti, qualora fosse possibile, di utilizzare questi colori nel loro abbigliamento nel corso della manifestazione. Ringraziamo l’Associazione Teniamoci per Mano Onlus, il Centro Accoglienza l’Ulivo di Tortora, Eventi d’Autore e Retetre Digiesse per il loro supporto nell’organizzazione”.

no-violenza-donne1