BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Mag 152015
 

Apprendiamo dalla stampa che è stata costituita l’ “Unione Lucana del Lagonegrese – Mercure, Noce, Sinni” e il tuo comune ne fa parte.
Libera è impegnata soprattutto per costruire sui vari territori nazionali momenti di “antimafia sociale”, perché è consapevole che il linguaggio dei rapporti umani è alla base delle relazioni in una comunità di donne e uomini e la partecipazione attiva di tutti i cittadini è condizione essenziale per affermare i principi di legalità.

Spesso si è cittadini senza averlo scelto; i cittadini italiani, così come quelli di quasi ogni altra nazione, lo sono per meccanismi che non hanno niente a che fare con la scelta: solitamente per linee ereditarie (si è o si può decidere di essere italiani se si è figli di italiani) o di nascita (si è per esempio senegalesi se si nasce in Senegal). La cittadinanza può così essere vissuta come un diritto acquisito, e di funzione passiva. Una piena cittadinanza passa però per la partecipazione a una comunità, l’accettazione e il confronto sulle sue regole, e per un atteggiamento responsabile e attivo. Sappiamo tutti che le mafie e la criminalità attecchiscono sull’ignoranza, e propongono un modello basato sul “meglio non sapere”; ma per una cittadinanza attiva e responsabile, per una piena legalità, invece, è sempre meglio sapere. La conoscenza del proprio territorio e dei collegamenti con il mondo più vasto serve, così, non tanto per una cultura generale quanto per tenere gli occhi aperti e capire quando si è testimoni di qualcosa che richiede una denuncia, un cambiamento, un intervento.

L’Unione dei Comuni che avete realizzato è sconosciuta alla stragrande maggioranza dei cittadini eppure stravolge l’impianto istituzionale che fino a oggi ha regolato le nostre comunità.

Il nostro Territorio, la nostra Regione, il nostro Paese ha bisogno di un cittadino responsabile! Voi lo avete escluso ritenendo di essere in grado di decidere per tutti su una materia in cui ognuno dovrebbe essere chiamato a scegliere. Sapete bene che su questi temi non basta la semplice approvazione di un deliberato in Consiglio Comunale, occorre “recarsi” dai cittadini. Sapete bene che un grave problema della Politica oggi sono proprio le sale consiliari deserte dove solo gli “addetti ai lavori” si confrontano spesso in modo inefficace.

La legalità incomincia quando ci sentiamo parti attive del contesto sociale: quando, da anonimi spazi di transito e di consumo, i paesi, i comuni, le città diventano “immagini riflesse” di una mappa interiore di idee, di relazioni, di stupori. Per questo è importante fare posto ai giovani, e non limitarsi a dare loro un posto.

Abbiamo bisogno di mettere i cittadini in condizione di “vedere”, non solo di guardare, di “ascoltare”, non solo di sentire, di “capire”, non solo di sapere, affinché si sentano riconosciuti a pieno titolo come persone e cittadini responsabili. Si chiede, pertanto, che si rimedi al metodo, finora seguito “non corretto sul piano democratico” e che si organizzino momenti di confronto nei vari comuni durante i quali ognuno liberamente potrà entrare nel “merito” di questa nuova forma di aggregazione istituzionale. Riconoscere di non aver adottato il metodo giusto è un atto di grande coraggio e saggezza.

Questa Associazione è pronta ad organizzare momenti assembleari con i cittadini e non esclude la possibilità di compartecipazione a referendum consultivi per ridare alla gente la possibilità di scegliere. Il nostro vuole essere un impegno per la libertà e la dignità di ogni persona.

MELCHIONDA

 Lascia una Risposta:

*