Flash Feed Scroll Reader
mag 182015
 
image_pdfimage_print

“Sul territorio regionale, si sta verificando una sorta di paradosso che, se non fosse drammatico, potrebbe diventare materia di studio per addetti ai lavori. Infatti, con una qualche sistematicità, accadono vicende tristi e drammatiche, legate alle cosiddette ‘morti bianche’ e/o incidenti sul lavoro, a fronte del lavoro che manca, che diminuisce e che induce l’ingrossamento delle fila dei disoccupati e degli inoccupati.
Ogni volta poi, a ‘tumulazione avvenuta’, come verrebbe da dire, parte la liturgia delle solite lamentazioni, per ricordare quanto non viene fatto in materia di sicurezza sui posti di lavoro e degli impegni istituzionali sempre presi e mai mantenuti; a tal proposito, anche a me viene in mente un Coordinamento regionale circa le azioni che si sarebbero dovute intraprendere per la tutela e la sicurezza sui posti di lavoro, allertato presso l’allora Dipartimento all’Assetto del Territorio, sorto a valle del Decreto 81, successivo alla più famosa Legge 626 , attivo per qualche mese e dopo abbandonato all’ombra e di cui non si e’ saputo quale fine gli abbiano fatto fare, con il silenzio assordante delle diverse Componenti, quasi tutte provenienti dai Segmenti Organizzati del Sociale, Sindacato compreso”.

Antonio Papaleo
Console Regionale dei Maestri del Lavoro di Basilicata

papaleo