Flash Feed Scroll Reader
mar 312014
 
image_pdfimage_print

L’ultimo episodio incendiario avvenuto ai danni di un imprenditore locale porta nuovamente alla ribalta, nella fascia Ionica, la paura dell’estorsione e del racket.
In Basilicata – ha commentato Angelo Festa, Presidente dell’Associazione antiracket e antiusura “Famiglia&Sussidiarietà” – vi è sicuramente da escludere che vi sia, al momento, una criminalità organizzata pari alle altre regioni viciniori, ma bisogna prestare attenzione ai continui e ripetuti episodi malavitosi perché non possono essere stati messi in atto solo da piccoli delinquenti.

Famiglia e Sussidiarietà – ha continuato Festa – intende nei prossimi mesi attivare una campagna informativa, a tutela delle imprese e delle famiglie, con il coinvolgimento delle Forze dell’Ordine, delle Istituzioni, delle forze politiche e Sociali, contro il racket e l’usura affinché non si abbassi la guardia.

Con tale iniziativa intendiamo – ha concluso Festa – venire incontro a chi è in difficoltà economiche, dare informazioni sulle procedure di risoluzione da crisi da sovraindebitamento e consentire alle vittime di estorsione di accedere al Fondo nazionale di Solidarietà.

logo ass antiracket e antiusura afs