Flash Feed Scroll Reader
apr 222014
 
image_pdfimage_print

E’ stato un confronto costruttivo e ricco di spunti di riflessione quello ospitato sabato pomeriggio nella sede della storica associazione Società Operaia di Melfi. L’incontro, dal titolo “Il territorio e il rapporto con le istituzioni” è stato organizzato dal Lions Club cittadino in collaborazione con la Società Operaia. Ad introdurre l’argomento l’ing. Rosa Masi, presidente del Lions Club di Melfi:
“Oggi più che mai – ha chiosato il presidente Masi – in un momento in cui dobbiamo registrare la perdita di molti valori, noi associazioni possiamo essere un valido punto di riferimento per le nuove generazioni, ma per esserlo è necessario collaborare fattivamente fra di noi e con le Istituzioni a tutti i livelli, rendendoci sempre disponibili a tessere relazioni e legami costruttivi e proponendoci con progetti ed iniziative concrete”. Le associazioni, dunque, possono essere un supporto per le Istituzioni e un coacervo di idee, ma per farlo sono indispensabili alcune condizioni. “Ognuno di noi – ha rimarcato il dott. Lorenzo Pagliuca, presidente della Società Operaia e socio Lions – appartiene ad un’associazione, ma la vera sfida è che ciascun individuo lo faccia in maniera attiva a partire dall’analisi dei bisogni e delle problematicità del territorio in cui vive che deve conoscere e fare proprie”. Altra condizione indispensabile l’apertura mentale e la capacità di cogliere le opportunità del cambiamento. “Il rapporto tra le associazioni e le istituzioni – ha puntualizzato Pagliuca – deve guardare lontano e deve intercettare le istanze dei cittadini europei e più in generale dei cittadini del mondo”. Ritornando alla realtà locale l’attenzione si è poi spostata su una tematica strettamente attuale, ovvero la difficoltà di trovare lavoro che, ai tempi della crisi, non risparmia neanche l’esercito dei laureati. In questo caso un ruolo di grandi responsabilità spetta alla scuola che deve diversificare la sua offerta formativa e superare quello stereotipo che vuole ormai la scuola e l’università come un’area di “parcheggio” di molti ragazzi. Una tematica, questa, che è stata snocciolata dal dott. Salvatore Guarino: “Ormai il lavoro è diventato un’ossessione per i nostri giovani, ma più che cercarlo bisogna crearlo studiando il proprio territorio e le opportunità che offre”. “Il contributo delle associazioni è importante per accedere alle forme di finanziamento, ma – ha aggiunto Guarino – è altrettanto importante ricordare che l’idea deve nascere all’interno di noi stessi perché siamo noi gli artefici del nostro destino”.
A vivacizzare il dibattito i numerosi presenti che hanno partecipato attivamente all’incontro soffermandosi su altri aspetti strettamente connessi alla realtà melfitana, come lo spopolamento e il declino del centro storico o ancora le esigenze e le necessità di un territorio a vocazione fortemente agricola. La serata si è poi conclusa con la presentazione ufficiale dei nuovi soci: Salvatore Guarino e Michele Bagarozza entrano a far parte della Società Operaia F.S. Nitti mentre Giuseppe Lamorte entra a far parte del Lions Club Melfi.

1

2

3