BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Gen 062014
 

“Caro Marcello, consentimi il tono confidenziale,in quanto ritengo di esserTi sinceramente amico da sempre, così come con tutta la Tua Famiglia, vuoi per le comuni origini lauriote, ma per la stima reciproca che ci ha visti interloquire ed interagire nel tempo.
Mi sono deciso a scriverTi pubblicamente questa mia lettera, che spero apprezzerai , per incoraggiarTi nel difficile compito, che in tanti Ti abbiamo assegnato, perché si possa risollevare questa nostra regione , piccola demograficamente ma vasta geograficamente , dalla lenta agonia in cui è stata costretta , nonostante le risorse cospicue di cui dispone e non solo naturali (acqua,petrolio,territorio,aree naturalistiche,etc.), ma culturali, storiche,paesaggistiche ed umane , di cui può menar vanto e , perciò stesso, essere attenti alla salvaguardia della sua integrità e della sua dignità.
Assolutamente intollerabile e pretestuosa la lenta ed inesorabile spoliazione, di cui nel tempo è stata oggetto , ivi comprendendovi anacronistiche aggregazioni territoriali, che in modo subdolo vengono tentate, tendenti a far avanzare la mai scongiurata ipotesi delle macro regioni, purtroppo sempre in agguato e di cui si parla poco e male.
L’obiettivo, se mai dovesse necessitare , va ricercato in una più complessiva Riforma Istituzionale, andando a riconsiderare nel suo insieme l’apparato regionale , procedendo ad un significativo accorpamento dell’insieme delle Regioni, ivi comprendendovi quelle a Statuto Speciale,antistoriche rispetto alla costruzione della realtà europeistica che ci pervade e ci governa ; in uno , ovviamente , bisognerebbe ripensare al governo del territorio dal basso , ripristinando le Province o qualcosa di simile , del tipo Aree Vaste , andandole a rivedere nel numero , nei confini e nelle deleghe.
Da qui, intanto, l’urgenza di dotare la nostra Regione di uno Statuto al passo con i tempi che si vivono ( unica regione rimasta indietro ), all’interno del quale riconsiderare la pratica partecipativa ( che è cosa diversa e più ampia della concertazione , come ci ha ricordato anche recentemente Paolo Albano , in occasione della presentazione del suo ultimo ed interessante lavoro letterario “I pesci non sanno l’acqua “), laddove restituire al cittadino, ed a quello organizzato in particolare, la certezza di non essere semplice destinatario di imposizioni calate dall’alto, ma artefice esso stesso delle scelte che si vanno ad operare , nell’interesse del “ Bene comune “ , oltre che realizzare nei fatti il concetto di democrazia.
Si potrebbe obiettare che i problemi veri e contingenti sono altri, quale il lavoro che manca, che si perde, che cambia ; a tanto dovrebbe corrispondere di più e meglio l’articolato sistema formativo ed informativo , fino a rendere più vicini ed accessibili strumenti quali Sviluppo Basilicata o Comitato per il Lavoro e fino alla riproposizione del CREL (Consiglio Regionale per l’Economia e il Lavoro ), quest’ultimo inspiegabilmente soppresso, forse perché non aveva costi.
Necessario, altresì, sarebbe rilanciare un Welfare Locale , coinvolgendovi adeguatamente il frastagliato universo del Volontariato , recuperandolo ad una azione sinergica che sappia fare tesoro della grande energia e dell’impegno passionale e solidaristico che lo connota , ma che spesso non è pari allo sforzo che sottende , dovendosi muovere ed agire in grande solitudine.
Solo alcuni accenni , forse nemmeno i più significativi, ma che vanno nella direzione di quella “ Rivoluzione democratica “ con cui hai connotato la Tua campagna elettorale e che ci fanno ben sperare , specie per questa prima operazione operata nella scelta della Giunta di Esterni.
L’augurio è di poter continuare lungo il percorso innovativo e di coraggio intrapreso, consapevole delle doti di umanità,esperienza e conoscenza di cui disponi.
In totale spirito collaborativo ed in attesa di poterTi rappresentare più compiutamente la missione e l’attività della Federmaestri di Basilicata, un forte abbraccio ed un sincero “in bocca al lupo”.
MdL Antonio Papaleo

papaleo

 Lascia una Risposta:

*