Flash Feed Scroll Reader
ott 282014
 
image_pdfimage_print

Nel pomeriggio del 27 ottobre 2014, i Finanzieri della Compagnia di Lauria, nell’ambito della
diuturna e capillare attività di controllo economico del territorio di competenza, nei pressi dello svincolo autostradale Lagonegro Sud fermavano un giovane di origine bulgara, N.G.N. di anni 46, alla guida della propria autovettura Renault Laguna, nel cui bagagliaio veniva rinvenuto un considerevole quantitativo di sigarette di contrabbando.
L’ispezione posta in essere dalle Fiamme Gialle sull’autovettura permetteva,
infatti, di scoprire, occultati in due borsoni di plastica sistemati nell’ampio
bagagliaio dell’auto, 1.090 pacchetti di sigarette di svariate marche – “L&M”,
“RICHMAN”, “MARLBORO”, “PALLMALL”, “BRASS” e “BLACK NZ”,
“AMERICAN LEGEND” – privi di contrassegni di Stato ed illecitamente
introdotti nel territorio dello Stato italiano.
Si tratta, in parte, di sigarette destinate al consumo nei paesi dell’Est Europa,
in considerazione della presenza di diciture in carattere cirillico apposte sui
confezionamenti.
Il quantitativo di sigarette, pari a complessivi a kg. 21,800, veniva sottoposto a
sequestro penale e il responsabile denunciato per il reato di contrabbando di
tabacchi lavorati esteri, in violazione all’art. 291 bis, primo comma, del D.P.R.
23 gennaio 1973, nr. 43.
L’intervento segue di pochi giorni un’analoga operazione che aveva portato al
sequestro di circa 15 kg. di sigarette di contrabbando.

1

2