BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Giu 162014
 

La “rivoluzione pittelliana”, solo annunciata, ci ha consegnato, in questi primi mesi di Legislatura, solo decisioni amministrative insoddisfacenti e sterili, quali la nomina di assessori esterni avulsi dal contesto politico regionale (ma “pesanti” per le casse della Regione), una manovra finanziaria con più tasse e con provvedimenti iniqui e incoerenti, fino ad arrivare al finanziamento dell’Estate lucana (…del PD), in omaggio, probabilmente, alla strepitosa vittoria del “fratello maggiore”, rieletto per la 4volta all’Europarlamento.
È quanto affermano, in una nota, Nicola Riviello e Vito Di Lascio, dirigenti regionali di Forza Italia Basilicata.
Con D.G.R. n. 613 del 26 maggio 2014 si assegnano 600mila euro in favore delle iniziative che riguardano la valorizzazione e la fruizione a fini turistici delle risorse immateriali, culturali, enogastronomiche e ambientali della Basilicata, mediante i Presidenti delle Aree Programma (tutti del PD) avvalendosi di una procedura pseudo-valutativa….!
Con D.G.R. n. 614 sempre del 26 maggio 2014, invece – fanno notare gli esponenti forzisti – la Giunta finanzia “direttamente” iniziative e manifestazioni che riguardano i medesimi “tematismi” assegnando ben 1,9 milioni di euro…!!! Scorrendo l’elenco dei Comuni o delle Associazioni destinatarie dei finanziamenti, si può facilmente comprendere come queste somme saranno erogate al fine di irrobustire i “fortini elettorali”. Il fatto sconvolgente, però, è che non è prevista alcuna procedura ad evidenza pubblica per proporre domanda di contributo: altro che rivoluzione, altro che trasparenza dell’azione amministrativa!
Il PD, sempre votatissimo ad ogni elezione, utilizza sistematicamente strumenti amministrativi e denari pubblici in modo disinvolto e assolutamente improduttivo di risultati sostenibili e duraturi (vi risulta un incremento dei flussi turistici in Basilicata o l’aumento dei posti di lavoro nel settore???).
Auspichiamo per il futuro – concludono Riviello e Di Lascio – comportamenti amministrativi e politici coerenti, trasparenti e aderenti alle norme.

Vito-Di-lascio

 Lascia una Risposta:

*