Flash Feed Scroll Reader
mar 242014
 
image_pdfimage_print

Ecco quanto ha dichiarato Mariano Labanca capogruppo del gruppo “Per Lauria” dopo le dimissioni della giunta Mitidieri. “Che vergogna, che spettacolo teatrale ci ha regalato questo centro sinistra
cittadino questa mattina, invece di celebrare come dovuto il consiglio
comunale, hanno fatto finta di litigare, il sindaco ha fatto la sua parte
annunciando l’azzeramento della giunta, nel frattempo i nostri problemi restano
la, in attesa che qualcuno li affronti, ma chi?
Allora inizio affermando dicendo che in primis sono irriguardosi e non
rispettosi del regolamento e soprattutto dei problemi della gente, se da una
parte integrano l’ordine del giorno di altri due punti, senza avvisarti, in
ragione dell’emergenza del tema da trattare, debiti fuori bilancio, dall’altra
con bella faccia tosta, non li trattano.Se la gente non ha l’acqua potabile
nelle case, cosa importa, se Lauria non ha cessi pubblici, perché chiusi, cosa
importa, se perdiamo fondi, se le nostre strade sono sempre più dei veri
tratturi, cosa importa, se non approviamo il regolamento urbanistico, cosa
importa, se non riusciamo a sbloccare, affrontandolo con decisione il caso
legato alla discarica di carpineto, cosa importa.
Questa mattina alla maggioranza interessava solo chi doveva occupare la
poltrona di presidente del consiglio, prima che uscissi dall’aula ho
consigliato loro, quello che per me poteva essere la migliore soluzione,
unitamente maggioranza e opposizione potevano benissimamente indicare quale
presidente, il consigliere più giovane, si davano due segnali, da un lato si
dimostrava alla gente che nessuno di noi era interessato alla poltrona,
dall’altro si dava quel tanto invocato segnale di cambiamento e rinnovamento.
Alla fine si sono eletti il presidente, purtroppo anche con un voto giunto
dalla minoranza, ma, la cosa bella é giunta con l’elezione del vice, che oltre
ad essere il consigliere più giovane dell’assise é stato anche eletto con un
voto in più del primo.
Sono contento solo perché finalmente dopo quasi tre anni, il sindaco, con
l’azzeramento della giunta, ha preso atto del fallimento politico, speriamo
solo che la notte gli porti consiglio e domani si presenti dimissionario
anch’egli, per Lauria sarà una vera liberazione”.

mariano