Flash Feed Scroll Reader
set 222014
 
image_pdfimage_print

Nell’ambito del convegno “Le malattie rare ed inguaribili” tenutosi il 21 settembre 2014 a Lauria, è stato conferito il Premio “Federico Ariete” al dott. Mario Marra Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria di Potenza. Tra le motivazioni del premio consegnato al dott. Marra dalla dott.ssa Paola Cozzi, Presidente dell’Associazione Federico Ariete a nome di tantissime famiglie lucane si legge “il riconoscimento per l’interesse manifestato e per il sostegno umano trasmesso rispetto al tema delle malattie rare dei bambini. Questo premio è il segno di una gratitudine sentita da parte di tutte le comunità lucane per il suo impegno. Tramite lei si intende anche ringraziare e valorizzare l’abnegazione dei Suoi collaboratori che sono impegnati quotidianamente al miglioramento della qualità delle cure e degli stili di vita dei piccoli pazienti e dei loro familiari. Grazie a nome di tantissime famiglie lucane, grazie a nome di tanti piccoli-grandi uomini e donne che lottano coraggiosamente ogni giorno e anche di quelli che non sono più con noi, ma che attraverso i loro cari possono dare l’esempio ed un contributo reale nel cercare di alleviare ogni sofferenza e ridare un sorriso al volto di ogni singolo bambino”.
L’Associazione Federico Ariete Onlus è nata il 2 marzo 2013 nel ricordo del piccolo Federico affetto da una patologia Oncologica rara e incurabile per perseguire finalità di solidarietà sociale, per la promozione di attività ricolte alla solidarietà e all’aiuto dei minori, occupandosi di reperire le risorse per garantire l’assistenza psicologica, sociale, pedagogica, socio-sanitaria, come di ogni forma di assistenza e soccorso ai bambini che vivono in condizioni disagiate o di emergenza.
L’Azienda Sanitaria di Potenza insieme alla Fondazione Maruzza, all’Associazione Ariete e all’Associazione Lupo stanno collaborando per la realizzazione della Casa del Bambino a Lauria alla quale si unirà la Fondazione WAle di Venosa. “La Casa del Bambino” sarà una struttura teconologicamente avanzata per le cure ai bambini, non avrà connotazioni di ospedale ma di una vera e propria casa , con ambienti aperti e luoghi di comunità.

mario-marra-ar