Flash Feed Scroll Reader
lug 122014
 
image_pdfimage_print

Dall’11 al 16 luglio 2014, per iniziativa del MIG Museo Internazionale della Grafica – Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”- Atelier “Guido Strazza” e con la collaborazione dell’amministrazione comunale e della Pro Loco, Castronuovo di Sant’Andrea darà il via al progetto “Residenze d’artista” ospitando, per la sua prima edizione, lo scultore Roberto Almagno.
L’artista di Aquino, da anni a Roma, già ospite del MIG in occasione di Carteggi d’amore, tenutosi lo scorso febbraio per la festa di S. Valentino, risiederà per una settimana nel bosco di Sella del Titolo, località amena di Castronuovo S. Andrea, per preparare, insieme a tre assistenti e a diversi collaboratori del posto, la mostra dal titolo “Wood”, che sarà inaugurata il prossimo ottobre nella Galleria Rosenfeld di Londra.
Definito da Lorenzo Canova creatore magico o demiurgo mitologico, Roberto Almagno è un cercatore e un costruttore del bosco, il luogo centrale, fisico e metaforico, della sua visione poetica incentrata sul legno, visto non solo come elemento materiale, ma anche come fulcro di una ricerca quasi mistica.
Il legno, materiale prediletto dallo scultore, viene lavorato da anni utilizzando acqua e fuoco, elementi che si uniscono all’anima della materia lignea scoprendone l’essenza, liberandola dal peso del mondo e trasformandola in un “medium” che genera un’intersezione particolare con la dimensione spirituale. Liane, rami, arbusti e tutti i molteplici materiali presenti nel bosco di Magrizzi che in febbraio avevano attirato la sua attenzione, saranno lavorati e utilizzati per ricreare, nelle sale della galleria londinese, una vera e propria jungla, così come suggerisce il titolo stesso della mostra, dove riecheggerà l’humus, il clima e il nome stesso di Castronuovo quale luogo di ispirazione e della Lucania antica che nel proprio nome porta il simbolo del “bosco sacro”. Proprio quella sacralità riscoperta dal gesto dell’artista che, in questa occasione, dal piccolo paese dell’entroterra, collabora a portare Matera e la Lucania tutta nel 2019
Sabato 12 luglio, inoltre, a partire dalle ore 18.00, sarà possibile vedere l’artista “all’opera”, nel laboratorio all’aperto allestito in località Sella del Titolo, e scoprire con lui, attraverso le domande e i racconti delle sue esperienze, come nasce e si prepara una mostra, perché le liane apparse lungo i torrenti di Castronuovo abbiano sollecitato un ritorno e la partecipazione di un intero paese alla costruzione di un evento nel cuore di Londra.
L’intero pomeriggio sarà in diretta sulla frequenza radio 93.5 di Basilicata Radio 2, con la possibilità per tutti gli ascoltatori di seguire l’evento live e poter interagire con Roberto Almagno chiamando al numero 0973 618428.

Roberto Almagno è nato ad Aquino nel 1954. A Roma, è allievo prima di Giuseppe Mazzullo, poi, all’Accademia di Belle Arti, di Pericle Fazzini, che avrà un peso determinante nel percorso della sua ricerca artistica e nello sviluppo del suo lavoro. Nel 1975 partecipa alla “X Quadriennale di Roma” e nel 1976, a Livorno, tiene la sua prima mostra personale. Nel 1994 partecipa al “46° Premio Michetti” vincendo il premio con la scultura Malena. Da questo momento, tiene numerose e significative mostre personali e collettive in Italia e all’estero : a Palazzo Venezia di Roma (con l’opera Sciamare), “Futuro italiano” (Bruxelles, 2003), “Araubiorum” (Colonia, 2006), “Cento anni di arte italiana alla Farnesina” (Roma, 2006), “Energie sottili della materia” (Shangai e Pechino, 2007), “Cento opere dalla Collezione Farnesina” (Sarajevo, Sofia, Budapest, Sibiu, Bucarest, Varsavia, Santiago del Cile, 2007-2008). Nell’aprile 2009 espone l’opera Memoria al 798 di Pechino. Nel 2010 partecipa all’EXPO di Shangai nell’ambito dell’Esposizione Universale 2010. Nel 2011 prende parte, tra l’altro, alla Fiera Internazionale di Arte Contemporanea di Bologna ed espone l’opera Memoria presso la Galleria Rosenfeld di Londra nell’ambito della mostra “Memory. Contemporary International sculpture”. Nel 2012 tiene le mostre “Roberto Almagno. The perfection of form” presso la Galleria Rosenfeld di Londra e la doppia mostra personale “La luce oscura della materia. Roberto Almagno / Sandro Sanna” al Museo Carlo Bilotti di Roma.

Mostre in corso:
29 giugno – 20 settembre 2014
Èmile Bernard, Les Fleurs du mal di Charles Baudelaire, xilografie, Ambroise Vollard Èditeur, Paris 1916
In controcanto: L’opera grafica di Antonietta Raphaël, 1948-1975.

mig