Flash Feed Scroll Reader
set 062014
 
image_pdfimage_print

E’ un bilancio più che soddisfacente quello tracciato dal presidente dell’ASD Ciclistica Castrovillari, Antonio Limonti, a poco meno di una settimana dalla conclusione della prima Marathon degli Aragonesi, gran fondo di mountain bike consistente in tre percorsi da 70, 50 e 30 chilometri rispettivamente per la Marathon classica, la gran fondo e il percorso escursionistico. Percorsi snodatisi dal centro commerciale “Le Vigne” di Castrovillari sino a inerpicarsi per le montagne del Pollino calabrese, ricadenti nei comuni di Castrovillari, Frascineto e Civita. Formando un percorso tecnico e suggestivo dal punto di vista paesaggistico, immerso nella “selvaggia” natura del Parco Nazionale del Pollino che ha impressionato positivamente tutti i partecipanti.
«L’iniziativa – scrive Limonti nella relazione finale dell’evento – è stata realizzata con il contributo economico dell’Ente Parco Nazionale del Pollino e inserita nel calendario dei co-eventi 2014 dello stesso Ente Parco. A livello logistico si è avvalsa del contributo dei Comuni di Castrovillari, Frascineto e Civita. Molto si è fatto per la comunicazione della manifestazione, con l’affidamento dell’incarico ad apposito ufficio stampa, che è stato determinante nella pubblicizzazione dell’evento in tutto il sud Italia. Incisivo e molto apprezzato è stato il nostro sito internet, realizzato e curato da uno dei nostri soci. L’assistenza sanitaria durante la gara è stata affidata alla Croce Rossa Italiana, che in sintonia con il Soccorso Alpino ha prestato servizio sul percorso unitamente al Gruppo Speleo di Morano Calabro. Presenti anche le locali forze dell’ordine».
«La manifestazione – ricorda infine Limonti – ha ottenuto una grossa partecipazione di ciclisti, con parenti e amici al seguito, arrivando a ben 225 partenti. La gara si è svolta nella massima regolarità e col plauso dei partecipanti. L’organizzazione ha avuto ampio consenso dalla Federazione, dall’Ente Parco, dai Sindaci dei Comuni interessati e dagli ideatori del Circuito dei Parchi Naturali, i quali tutti, nell’intervista di fine gara, si sono detti soddisfatti della scommessa vinta insieme all’organizzazione. Anche le strutture ricettive del circondario hanno espresso la loro soddisfazione per il “tutto esaurito” che si è registrato nei giorni precedenti la gara. Tutti ci siamo dati appuntamento al prossimo anno».

staff marathon