BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Ago 082013
 

I consiglieri Amelia Filizzola, Biagio Cascelli, Cristina Florenzano e Mario Pecorelli hanno costituito un nuovo gruppo consiliare denominato “Confronto Democratico” eleggendo capogruppo la Consigliera Cristina Florenzano.
Ecco quanto ci ha dichiarato la nuova capogruppo.
“L’uscita dal gruppo unico di maggioranza è stata una decisione riflettuta nei mesi precedenti ed ha quale scopo principale la ricostruzione del dialogo all’interno della maggioranza, del consiglio comunale e, soprattutto, avvicinare l’istituzione “comune” ai cittadini. Il gruppo rappresenta sicuramente un nuovo modo di rapportarsi con le forze politiche ma anche un modo nuovo di rapportarsi con la gente, perché si ispira ai principi della trasparenza, persegue la condivisione, il lavoro, il dialogo ed il confronto, chiedendo la convocazione, con maggiore regolarità, del Consiglio comunale. Tutto questo per rendere tutti i consiglieri più consapevoli delle scelte di indirizzo politico ed amministrativo, affinché si sia meno esposti ad oligarchie interne ed a ingerenze esterne che possono minare l’autonomia politica ed amministrativa di un intero Comune e a mettere i consiglieri nella condizione di poter offrire il proprio resoconto sull’attività politica svolta.
Nel nostro paese si avverte la necessità di ricostruire il tessuto civico, morale e democratico, di rimettere al centro la buona politica, abbandonando prassi scorrette di chiusura al dialogo e al confronto aperto, di recupero dell’azione condivisa, di reciproco rispetto verso le sensibilità esistenti, affinché si recuperi quell’armonia necessaria alla crescita della comunità. È solo pretendendo metodo di lavoro e rispetto dell’istituzione, qual è soprattutto il Consiglio comunale che, a nostro giudizio, si possono assicurare il perseguimento del bene comune e dell’interesse pubblico, quindi, la tutelare dei cittadini, dei servizi loro offerti, dei programmi di serio sviluppo e a non subire l’umiliazione delle scelte casuali o opportune, non inserite in una visione complessiva di sviluppo, generatrici di confuse strategie politiche, il cui risultato è un pasticcio politico, che mortifica, nei suoi risvolti, le giuste aspettative del nostro bel paese.
Il gruppo consiliare è uno strumento democratico che consente di aprire un confronto e, se accolto nella sua vera essenza, può aiutare il “governo cittadino” a ritrovare lo spirito giusto.
Certamente è un progetto ambizioso quello di ricollocare l’amministrazione cittadina allo scopo di renderla più equa ed efficiente, smantellandone i gruppi precostituiti e le impostazioni classiche alle quali siamo abituati. Ma siamo in un momento storico in cui ci sono cose più urgenti e serie d’affrontare. Il nostro senso di responsabilità, le difficoltà che noi stessi viviamo come cittadini, giovani e famiglie, ci dicono che non possiamo limitarci ad essere “numero passivo” della maggioranza, inconsapevoli alzatori di mano, non lo siamo e, pertanto, dobbiamo sfruttare fino in fondo i diritti, i luoghi e gli spazi del ruolo ricoperto.
Non siamo una formula nuova: perseguiamo con coerenza gli impegni assunti con la comunità aprendo un tavolo che tratti dei problemi del paese e delle esigenze dei cittadini con trasparenza e condivisione. Questo documento intende chiarire il nostro collocamento al fine di evitare cattive interpretazioni ma anche opportunistiche strumentalizzazioni, dichiarando fin da subito che il senso di responsabilità è la nostra guida, non abbiamo nessuna intenzione di tradire la fiducia del cittadino elettore e, nemmeno, di annullare il nostro sentire etico, il nostro credo politico ed i nostri valori e principi morali”.

cristina

 Lascia una Risposta:

*