BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Mar 272013
 

Una scultura del dio Nettuno è stata regalata dall’artista italo argentino Carlos José Langone al comune di San Severino Lucano. Il dio delle acque è in mezzo busto, tridimensionale, scolpito in polistirolo e poggiato su una base di una sessantina di cm e ben si addice alla cittadina del Pollino ricca di sorgenti e acque. Soddisfazione esprime l’amministrazione comunale guidata da Saverio De Stefano che ha ricevuto l’importante opera. C’è un lungo rapporto con l’artista, dice l’assessore alla cultura Franco Fiore, abbiamo ospitato nel 2007 una sua mostra e oggi siamo orgogliosi di avere una scultura che andrà ad arricchire il nostro patrimonio artistico. Non è da escludere una ulteriore collaborazione con Langone, l’amministrazione è, infatti, disponibile ad ospitare un laboratorio di pittura e scultura curato proprio dall’artista nato a Buenos Aires il 18 agosto del 1945 da genitori italiani. A partire dal 1972 ha preso parte a numerose mostre collettive e personali, esposizioni prima in Argentina a livello nazionale, provinciale e municipale, poi in vari paesi del Sud America, poi ancora in Europa, ottenendo numerosi riconoscimenti ed importanti premi. Le sue opere sono state apprezzate non solamente in America, ma anche, e soprattutto in tanta parte d’Europa.

Tra i tanti premi che Langone ha ottenuto durante la sua ormai lunga carriera artistica figurano il Primo Premio di Disegno, Esposizione di Rosario, Museo J. B. Castagnino, Santa Fé conseguito nal 1982; il Premio Bull di disegno, V Biennale di Maldonado (Uruguay) nel 1983; il Primo Premio Coca-Cola nelle Arti e nelle Scienze a Buenos Aires nel 1984; il Primo Premio Apartado Monocopia, Esposizione Manuel Belgrano a Buenos Aires nel 1986; il Primo Premio di Disegno, Esposizione di Santa Fé nel 1988.

Nell’anno 2000 ha realizzato un’importante mostra retrospettiva presso il Museo Provinciale di Belle Arti, Rosa Galisteo de Rodriguez, nella Provincia di Santa Fé; nel 2001 viene invtato a prendere parte al Premio “Alberto J. Trabuco” di disegno e scultura a Buenos Aires.

In Italia viene invitato dalla Commissione Regionale Lucani all’Estero nell’agosto del 2002 a presentare a Picerno, paese d’orige dei suoi avi, la Mostra “Mosaico della Memoria. Omaggio all’Eredità Italiana”; nel marzo del 2003 presso il Museo Provinciale di Potenza presenta una sua personale e nell’ottobre del 2006 a Matera, presso il Circolo Culturale “La Scaletta” presenta un’altra importante personale. Nel 2007 espone a San Severino Lucano l’anno successivo a Chiaromonte e San Martino d’agri, e nel 2009 a Senise e Villa d’agri.

Da qualche giorno è “ospite” permanente a San Severino Lucano la sua opera “Nettuno 2002”.

Antonietta Zaccara

 

nettuno

 

 Lascia una Risposta:

*