BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Nov 152013
 

Ecco quanto ha dichiarato il capogruppo Pdl di Lauria Mariano Labanca. “Vorrei semplicemente ricordare al prossimo governatore della Basilicata che il problema d’eccellenza di Lauria, la chiusura dell’impianto trattamento rifiuti di carpineto, è anche e soprattutto un problema regionale, soprattutto perché i tre Enti interessati, regione, provincia, comune, si sono rincorsi al gioco dello scarica barile e intanto dal giorno della chiusura della stessa, per ogni giorno in più che questa resta chiusa, genera costi, in termini di mancato utilizzo, a discapito di gran parte del territorio lucano, in termini di costi economici, a danno dei cittadini laurioti.
Basti pensare che solo per l’anno scorso, per il trasporto e il consequenziale sversamento nella discarica di Santarcangelo, il comune, o meglio Noi, abbiamo speso ben 659.034,18 euro, mentre per l’anno in corso, sino al 30 settembre siamo gia a quota 496.100,18 euro, capito bene, oltre un milione di euro.
Penso che il prossimo governatore della Basilicata, sull’impianto trattamento rifiuti di Carpineto, costato oltre sette milioni di soldi pubblici, ancora non rendicontati, qualche domanda se la dovrà porre, suggerirei le seguenti:
• E’ vero che a oggi non è stato individuato il responsabile o i responsabili del cattivo funzionamento della nuova vasca?
• Potevano essere sversati rifiuti tal- quale o triturati, nella nuova vasca seppur questa non fosse stata ancora collaudata?
• Comune e Regione si sono accordati sul finanziamento per continuare le operazioni di MISE e caratterizzazione, importanti non solo per l’avvio dell’impianto ma anche per comprendere se c’è stato o no inquinamento e se di si, di quale entità?
• Giacché la discarica è stata chiusa con ordinanza sindacale il 4 luglio 2011, ad oggi sono trascorsi 2 anni 4 mesi e 10 giorni, di questi, 5 mesi e 12 giorni sono giustificati perché trattasi del periodo di fermo per sequestro giudiziario, ma in un anno mesi 10 e giorni 28 cosa hanno fatto?
Una volta soddisfatte le domande, si passa alla quantificazione del danno totale, che naturalmente si farà a problema chiuso, ricordando sin d’ora che questo gruppo d’opposizione non scorda, il danno risultante, va rendicontato e restituito alla collettività, vuoi in opere pubbliche, vuoi in riduzione della pressione fiscale. Ricordiamo!”

MARIANO

  Un Commento per “Mariano Labanca (Pdl): La campagna elettorale finisce i problemi restano”

  1. Dubito che daranno queste risposte!

 Lascia una Risposta:

*