Flash Feed Scroll Reader
mag 202013
 
image_pdfimage_print

Il movimento franoso di Piano Menta che ha coinvolto alcune case e una strada è solo la punta di un iceberg di un diffuso disagio che i cittadini residenti vivono in seguito all’avvio dei lavori di ammodernamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria nell’area di Galdo di Lauria. I cittadini hanno accolto positivamente l’ammodernamento ma deunciano una gestione “invasiva” dei lavori nei cantiere che rendono la vita difficile ai residenti. Molti terreni così come le strade sono in balia dei mezzi pesanti delle ditte esecutrici dei lavori.
Il presidio posto sotto il viadotto autostradale ha visto lo svolgersi di un sit-in con protagonisti i politici ed i cittadini. In contemporanea sindaco e vicesindaco di Lauria erano dal Prefetto di Potenza proprio per parlare della questione. Alla fine dell’incontro potentino è stato otteneuto il riconoscimento del fitto per le famiglie sfrattate di Piano Menta ed un approfondimento sui disagi denunciati e sul rischio inquinamento ambientale evidenziato.

Immagini del presidio

Gli interventi: Angelo Lamboglia, Fabrizio Boccia, Francesco Chiarelli, Nicola Carlomagno, Mariano Labanca, Donato Zaccagnino, Gino Labanca, Giacomo Donadio, Domenico D’Imperio

La testimonianza di Rita D’Imperio