BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Lug 232013
 

Ha lasciato la Basilicata, la Goletta dei Laghi, la campagna nazionale di Legambiente per il monitoraggio dello stato di salute e la salvaguardia ambientale dei bacini lacustri italiani, realizzata con il contributo del COOU (Consorzio Obbligatorio Oli Usati) e di Novamont.

“Avere per la prima volta la Goletta dei Laghi nella nostra Regione è stata un’occasione veramente speciale per stabilire e rafforzare sinergie con le istituzioni al fine di migliorare la gestione del Lago Pertusillo e del territorio adiacente- dichiara Marco De Biasi, Presidente Legambiente Basilicata-. Nell’incontro di sabato scorso abbiamo avuto modo di realizzare un proficuo incontro con i sindaci dei comuni interessati e con i rappresentanti dell’Ente Parco che ci auguriamo sia il primo passo verso un futuro più sostenibile del bacino lacustre”.

“Le iniziative che abbiamo realizzato nella Regione Basilicata sono state un ottimo punto di partenza per puntare i riflettori sulla gestione del Lago Pertusillo – afferma Federica Barbera, responsabile della Goletta dei Laghi -. A livello nazionale il 25% delle acque fognarie non depurate finiscono direttamente nei mari e laghi. A questo proposito, per quanto concerne il monitoraggio dello stato ecologico del bacino lacustre lucano, chiediamo che l’ARPAB assuma un ruolo maggiormente attivo e che diventi un vero punto di riferimento per l’informazione alle istituzioni ed ai cittadini che ne vogliono saperne di più sulla qualità delle acque del lago e sulla gestione delle criticità ambientali. Come Legambiente- conclude Barbera – offriamo il nostro sostegno e la nostra collaborazione in questo senso e diamo appuntamento al prossimo anno per una nuova tappa lucana della Goletta dei Laghi”.

Nelle prossime settimane Legambiente appronterà un dossier specifico sul lago Pertusillo per fare il punto sullo stato di salute del lago e per illustrare i risultati dei prelievi effettuati nel corso del 2012 con la campagna “fiuminforma” e di quelli raccolti durante il passaggio della Goletta dei Laghi.

legambiente

 Lascia una Risposta:

*