Flash Feed Scroll Reader
mar 192013
 
image_pdfimage_print

Ecco quanto ha dichiarato in una nota alla stampa il consigliere  regionale Gianni Rosa. ” Prendiamo atto che il Presidente De Filippo a seguito della riunione con gli Stati Generali delle Costruzioni abbia dichiarato di essere favorevole ad azioni che rallentino la morsa del patto di stabilità od un eventuale sforamento. Inoltre il Governatore ha anche detto che in passato vi sono stati numerosi interventi in questa direzione. Certo se questa è la volontà di De Filippo avrà il nostro massimo appoggio ed impegno a poter trovare soluzioni che vadano incontro a tutto il mondo produttivo e non solo alle imprese del settore edilizio.
A onore di cronaca parliamo di una questione che nel 2012 fu oggetto di una specifica discussione in Consiglio regionale con il rinvio alla Seconda Commissione Consiliare Permanente per un approfondimento e una valutazione sulle soluzioni più opportune da adottare.
Nella seduta della Commissione del 28 giugno 20132 affrontammo la tematica con l’ausilio del Direttore Generale Nardozza e dei dirigenti dell’Ufficio Risorse Finanziarie. Una panoramica generale delle questioni con l’evidenziazione delle disponibilità finanziarie per macrocapitoli.
Il mio intervento fu chiaro, quella riunione aveva solo carattere interlocutorio ma chiaramente per adempiere al mandato serviva entrare realmente nel merito esplorando in concreto le cifre del bilancio, i pagamenti e gli effetti sulle priorità stabilite.
Nei fatti dal quel giorno più nulla è successo, la Commissione non ha affrontato più la questione in attesa dei “numeri” che dalla Giunta regionale non sono mai arrivati, nonostante le assicurazioni del direttore generale.
Dunque è evidente che siamo di fronte al solito comportamento ambiguo del Governo Regionale, che a parole e negli incontri pubblici manifesta la volontà di operare, nei fatti invece cade nella solita inerzia e mette nel dimenticatoio quando dichiarato.
Ripeto se De Filippo realmente vuole affrontare ed allentare la morsa del Patto di Stabilità avrà il massimo appoggio e la totale condivisione ma a condizione di poter affrontare la tematica con dati e cifre certe nei luoghi deputati ossia le Commissioni Consiliari Permanenti. Altrimenti anche le “buone intenzioni” manifestate ieri nell’ambito degli Stati Generali delle Costruzioni rimarranno “slogan” senza seguito”.

gianni rosa