BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Nov 212013
 

Un centro studi dedicato al precursore dell’ambientalismo in Basilicata: sarà inaugurato a San Severino Lucano, grazie ad un evento promosso dal Cea Pollino ispirato alla vita umana e professionale di Mario Tommaselli, il ricercatore che negli anni Sessanta, in piena era del boom economico e industriale, grazie ai suoi studi fece nascere nella regione la consapevolezza del valore dell’ambiente e della sua tutela. Perché valorizzazione e tutela sono gli elementi chiave della difesa del patrimonio ambientale.
Romano d’origine, ma lucano d’adozione, uomo di frontiera molto simile ai Cederna e ai Pannunzio che, in quegli anni vivacizzarono con un impegno nuovo e utile l’Italia del boom dove, oltre ai frigoriferi, si chiedeva anche la difesa dellle immense ricchezze naturali, la figura e il pensiero di Tommaselli sono più attuali che mai.
Il Cea Pollino, considerando la figura di Mario Tommaselli un modello da seguire, una persona fuori dal comune, ha voluto dedicare alla sua opera un segno di riconoscenza perenne intitolando il Centro Studi alla sua memoria.
L’evento che inaugurerà il Centro Studi “Mario Tommaselli”, in un contesto in cui si ricorderà la figura dello studioso, si svolgerà domenica 24 novembre nella sala convegni del Centro Visite di San Severino Lucano, a partire dalle 10.00. Dopo la proiezione di un breve filmato a cura di Adriana Tommaselli e l’introduzione del presidente del Cea Pollino Bruno Niola, l’iniziativa proseguirà con gli interventi di Saverio De Stefano, sindaco di San Severino Lucano, la cui amministrazione ha messo a disposizione la sede, Luigi Perrone, presidente delle guide ufficiali del Parco, Giovanni pandolfi, sindaco di Rotonda, Annibale Formica, direttore dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, Francesco Pellecchia e Rocco Lombardi, rispettivamente presidenti del parco regionale Murgia Materana e Dolomiti Lucane, Domenico Totaro, Presidente dell’Ente parco nazionale Val D’Agri Lagonegrese. Le conclusioni saranno affidate a Francesco Fiore, vice presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino.
L’inaugurazione del Centro Studi è prevista dopo il convegno.

Breve biografia di M. Tommaselli.
Nasce a Roma il 23 luglio del 1930. Nel 1940 si trasferisce a Matera al seguito della famiglia. Alla fine della II Guerra Mondiale fa ritorno a Roma dove completa gli studi umanistici. Nel 1949 consegue il brevetto da pilota e svolge le prime esperienze lavorative nel campo dell’aerofotogrammetria. Ritorna a Matera nel 1952 e vi si stabilisce definitivamente trovando la sua collocazione lavorativa prima in aziende private e poi presso il Consorzio ASI (1963-95). Nel 1959 è tra i soci fondatori del Circolo La Scaletta e negli anni a seguire istituisce nella città la sezione di Italia Nostra Basilicata e successivamente del WWF. Dagli anni ‘50 in poi percorre e riscopre palmo dopo palmo il territorio materano e dalla fine degli anni ‘60 si appassiona al territorio del Pollino e ne comincia una continua frequentazione. Innumerevoli le sue collaborazioni con riviste nazionali tra cui Universo dell’Istituto Geografico Militare Italiano di Firenze, La Montagna del Centro Documentazione Alpina di Torino. E’ stato consulente del Ministero dell’Ambiente e della Regione Basilicata per il Parco del Pollino. Ha collaborato al Piano Territoriale di Coordinamento e al Piano Paesistico del Metapontino, al Piano Quadro del Parco della Murgia Materana, al progetto di sviluppo turistico del litorale di Policoro e al Piano Quadro dei Sistemi Culturali nel territorio Materano. Autore di numerose pubblicazioni su chiese rupestri, masserie fortificate ed itinerari naturalistici, l’Ente Parco della Murgia Materana nel 2009 lo ha insignito del Premio Ambiente. Si spegne all’età di 80 anni a Matera.

san severino

 Lascia una Risposta:

*